Sud - cronaca

Intervento di chirurgia oncologica d’avanguardia a Pescara

Eccezionale intervento di chirurgia oncologica presso l’ospedale civile di Pescara. A darne notizia, è la dottoressa Maria Assunta Ceccagnoli, responsabile della ASL del capoluogo dannunziano, tramite un comunicato stampa. Lo scorso 7 settembre, infatti, l’èquipe medica guidata dal Dott. Maurizio Rosati, ha eseguito un intervento, per la prima volta in Europa, con il sistema robotico in modalità monoaccesso (single site) e a visione fluorescenza (firefly), al fine di asportare una neoplasia ginecologica.

L’intervento, che ha comportato l’asportazione di utero, tube, ovaie e linfonodo sentinella, ha avuto la durata di 2 ore e mezza ed è stato portato a termine dall’èquipe guidata dal Dott. Maurizio Rosati, Direttore dell’Unità Operativa Complessa (U.O.C.) di Ginecologia ed Ostetricia del Presidio Ospedaliero di Pescara.

La tecnologia robotica mininvasiva monoaccesso consente di effettuare interventi senza cicatrici evidenti, in quanto viene effettuata una incisione di soli 2,5 cm attraverso l’ombelico.

Grazie all’integrazione del sistema con visione a fluorescenza, il chirurgo riesce ad identificare e valutare in tempo reale la vascolarizzazione e le strutture anatomiche della paziente nonché a prelevare il linfonodo sentinella.

Tale tecnica consente la dimissione precoce del paziente in sole 48-72 ore e rapidi tempi di recupero.

La tecnologia robotica monoaccesso rappresenterà il futuro della chirurgia mininvasiva” afferma il Dott. Rosati.

Il risultato ottenuto pone il Dipartimento Materno Infantile, diretto dal Prof. Pierluigi Lelli Chiesa, ed il gruppo robotico multidisciplinare della ASL di Pescara, coordinato dal Direttore del Dipartimento di Chirurgia, Dott. Achille Lococo, all’avanguardia nel campo della chirurgia robotica mininvasiva.

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale