San Leonardo: sos meningite
Sud - cronaca

Castellammare, miracolo al San Leonardo: neonato dato per spacciato salvato dalla dottoressa Esposito

Il tempestivo intervento della dottoressa è risultato decisivo

Troppo spesso si parla di mala sanità, soprattutto al sud, di malattie confuse, trascurate o sottovalutate dai medici che causano gravi conseguenze, e a volte addirittura la morte, ai pazienti. Quanto successo martedì scorso all’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia ha del miracoloso.

Martedì scorso una donna è giunta al nosocomio stabiese per partorire. Sembrerebbe una classica nascita di un bimbo, ma così non è. Il bimbo è nato molto prima della scadenza dei classici nove mesi tra la rassegnazione generale del personale medico e di tutti gli addetti ai lavori, tranne una persona: la dottoressa Eutalia Esposito.
La dottoressa non ha voluto lasciare posto alla resa, non si è data per vinta prodigandosi e facendo il (im)possibile purchè quella creatura restasse in vita e non abbandonasse la sua famiglia. Non solo, il parto poteva costare la vita anche alla donna partoriente, già madre di due figli di 12 e 6 di anni, ma il tempestivo e decisivo intervento della dottoressa Esposito ha permesso che il miracolo avvenisse.
La dottoressa non si è data per vinta, ha lottato (come chiede il giuramento di Ippocrate) ed ha avuto ragione.

a cura di Michele Avitabile

RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly, PDF & Email

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania