Sud - cronaca

Scoperta casa a luci rosse nell’Irpinia: la vicenda

I Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino hanno scoperto una casa di prostituzione nell’Irpinia

Una donna di 33 anni, originaria di Napoli, è stata deferita dai Carabinieri della stazione di Salza Irpina poiché ritenuta responsabile di avere dato avvio una casa di prostituzione.

Il blitz dei Carabinieri scattato a seguito di una complicata attività investigativa, giunta a corollario del capillare controllo del territorio che i militari del Comando Provinciale di Avellino svolgono nel loro quotidiano impegno a garantire sicurezza e rispetto della legalità.

Da alcuni giorni, i militari dell’Arma avevano ipotizzato che a Santo Stefano del Sole un’abitazione si potesse nascondere qualche segreto potenzialmente sospetto. Così è stata presa la decisione di porre sotto osservazione la casa. Nello svolgimento delle indagini i Carabinieri hanno identificato alcuni avventori che, discretamente avvicinati hanno confermato la natura illecita delle prestazioni all’interno dell’abitazione.

Con uno stratagemma, i militari sono entrati all’interno dell’abitazione. Hanno verificato l’effettiva presenza dell’avvenente 33enne napoletana. La donna è stata denunciata e proposta per l’emissione della misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio da Santo Stefano del Sole. Sono stati sottoposto a sequestro un cellulare e alcune centinaia di euro provento dell’illecita attività.

Attualmente sono in corso accertamenti finalizzati a verificare responsabilità di terzi ed eventuali favoreggiatori e sfruttatori della stessa.

Print Friendly, PDF & Email

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania