Quantcast

Sud - cronaca

Capri, confermata la morte dello skipper israeliano

La morte confermata dall’analisi del Dna

Capri, la morte dello skipper israeliano è confermata ed è ufficiale. Doron Nahshony, ingegnere 62enne con la passione per la vela, era scomparso il 10 ottobre scorso, allontanatosi a bordo di un piccolo gommone, nelle acqua dell’isola azzurra. Dieci giorni dopo la sua scomparsa, fu trovato un cadavere ad Anzio e si pensò subito all’uomo, ma l’alto stato di decomposizione non permise subito il riconoscimento del cadavere.

Ad oggi, dopo accurate analisi, sono stati resi noti i risultati degli esami del dna che hanno fornito un primo importante verdetto: il cadavere recuperato ad Anzio era proprio il cadavere dell’israeliano scomparso a Capri. Le indagini della Guardia Costiera e gli accertamenti medico-legali per risalire alle cause della morte, sono ancora in corso.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Vincenza Lourdes Varone

Diplomata al Liceo Classico "Plinio Seniore", successivamente laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali presso l'Università degli studi di Napoli, l'Orientale. Attualmente iscritta al corso di Studi Internazionali presso la stessa università, per il conseguimento della Laurea Magistrale.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania