Quantcast

Banner Gori
Sud - cronaca

Caos in costiera, la Procura avvia nuove indagini sulla galleria

il maltempo colpisce ancora, nuove indagini avviate dalla Procura di Torre Annunziata

Nuovi problemi in arrivo, quello che si sperava fosse solo un brutto sogno è invece la realtà di oggi, una realtà destinata a perdurare ancora per molto. I tecnici dell’Anas infatti,  impegnati già da giorni nei lavori di ripristino dei tunnel danneggiati, hanno rivelati ulteriori problemi che indurranno noi cittadini a dover pazientare ancora per molto. Si sperava infatti in una repentina riapertura della statale 145, attualmente chiusa al traffico, e delle gallerie di Varano e Privati, che ha complicato ulteriormante quella che è la viabilità dei centri cittadini colpiti dal maltempo. Ieri al summit in prefettura, dal prefetto Carmela Pagano,alla presenza dei tecnici Anas e dei rappresentanti dei comuni, sono arrivate alcune rassicurazioni , sopratutto da parte del sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, ma di una data ufficiale non si vede nemmeno l’ombra. Il maltempo è fautore dei disagi che gli automobilisti stanno vivendo in questi giorni, code infinite e aria irrespirabile e ciò non escluderebbe di finire al centro di un’inchiesta già avviata dalla procura di Torre Annunziata. Infatti quest’ultima ha avviato approfondimenti con l’obiettivo di far luce sui possibili rischi per la sicurezza della circolazione provocati da eventuali inadempienze. Verifiche che potrebbero includere anche la situazione ancora irrisolta del Monte Faito. Sono tante infatti le famiglie ancora bloccate da una frana che ha invaso l’ex statale 269, ovvero l’unica via di collegamento con il resto della penisola sorrentina. Si registra inoltre un calo del volume degli affari di circa l’85%  ,che faceva del monte Faito una delle tappe più importanti per il turismo della stessa città di Castemmallare di Stabia e dintorni. Percui alcuni operatori che si vedono già danneggiati anche nel periodo invernale, rappresentati  dall’avv. Nunzia Somma intendono far sentire la propria voce al Comune e al parco dei Monti Lattari. Gli enti non avrebbero infatti adottato azioni di tutela a livello ambientale, urbanistico, paesaggistico e di sicurezza. L’obiettivo principale dunque sarà quello di ripristinare i collegamenti con la speranza che questa situazione instabile non duri ancora per molto e che in futuro questi avvenimenti possano essere gestiti in maniera più efficace e corretta per il bene di tutti noi cittadini.

 

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania