Quantcast

Mattarella, il discorso di fine anno 2018
Il discorso di fine anno 2018 del Presidente Mattarella
Sud - cronaca

Boscoreale, gli alunni dell’Istituto Comprensivo “Dati” incontrano Mattarella

Boscoreale, gli alunni dell’Istituto Comprensivo “Dati” incontrano Mattarella

«Un grande entusiasmo e una forte emozione». È lo stato d’animo che ha pervaso gli alunni e i docenti della secondaria dell’Istituto Comprensivo 2 Dati di Boscoreale, capitanato dalla preside, Pasqualina Del Sorbo, nell’incontrare, al Quirinale, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Insieme ad altre rappresentanze scolastiche di tutta Italia, la delegazione boschese ha potuto vivere, come è stato sottolineato al termine dell’incontro, «un momento di straordinaria crescita e sensibilità istituzionale».

Illuminanti le riflessioni che il Capo dello Stato, rispondendo con passione alle domande sottopostegli da alcuni ragazzi, ha rivolto a tutta la platea di allievi e discenti. Ad esempio, sulla politica intesa come carriera, Mattarella ha espresso il proprio peculiare punto di vista. «Carriera è un termine che non mi piace molto – ha spiegato agli studenti – non si adatta alla politica, perché carriera ricorda ed esprime una professione, un mestiere, come ad esempio la carriera in un’azienda, la carriera diplomatica. La politica non è un mestiere. Se voi mi chiedeste qual è il mio mestiere, la mia professione, risponderei che ormai sono pensionato ma la mia professione è insegnare diritto all’università. Quello è il mio mestiere, il mio lavoro».

L’impegno politico, secondo il Capo dello Stato, rappresenta un qualcosa in più, un impegno aggiuntivo alla propria dimensione nella vita sociale. Tra i messaggi lanciati dal Capo dello Stato, l’importanza attribuita alla lettura («Leggere aiuta ad aprire la mente ed a trovare delle risposte. Solo entrando in contatto con i libri si scopre di avere le ali») e alla Costituzione, con particolare riferimento ai diritti inviolabili dell’uomo.

«Quando parlava della lettura, – hanno commentato preside e docenti del 2ø Dati – Mattarella sembrava il docente che parla ai suoi discenti. Abbiamo percepito la sua passione per l’insegnamento, che sprona e motiva i giovani per migliorarli». Mattarella ha invitato, poi, i ragazzi del 2ø Dati e delle altre scolaresche, il 2 giugno, per la Festa della Repubblica. Un incontro «sicuramente educativo e formativo per i ragazzi, tornati a Boscoreale con la consapevolezza che, orientati dai propri insegnanti, cultura e legalità debbano essere tra i valori fondanti delle proprie vite», questa la sensazione emersa al termine.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Vincenza Lourdes Varone

Diplomata al Liceo Classico "Plinio Seniore", successivamente laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali presso l'Università degli studi di Napoli, l'Orientale. Attualmente iscritta al corso di Studi Internazionali presso la stessa università, per il conseguimento della Laurea Magistrale.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania