Quantcast

Sud - cronaca

Barra (Napoli), parcheggiatori abusivi appiccano falò nei pressi della Circumvesuviana

Barra (Napoli), parcheggiatori abusivi appiccano falò nei pressi della Circumvesuviana

Continua la lotta tra società civile e parcheggiatori abusivi che continuano ad imperversare sul territorio della città di Napoli e provincia. Nonostante le nuove e pesanti pene inflitte a chi commette questo genere di reato, gli estorsori del parcheggio perseverano e, anzi, alzano il tiro marchiando il territorio.
I parcheggiatori abusivi continuano ad agire indisturbati e a fare i loro sporchi affari alla luce del sole. Si sentono talmente intoccabili che appiccano fuochi in pieno giorno sia per riscaldarsi sia per marcare il territorio. Una vera e propria sfida allo Stato e alle forze dell’ordine alle quali chiediamo di intervenire con la massima repressione“. Questa la denuncia del consigliere regionale di Verdi, Francesco Emilio Borrelli e del consigliere comunale della città di Napoli Marco Gaudini che hanno commentato la notizia dei falò appiccati dai parcheggiatori nei pressi della stazione della Circumvesuviana di Barra.Si legge sull’edizione online del Mattino che l’area della stazione è deturpata dai fuochi che gli abusivi ad appiccano ad ogni ora del giorno per proteggersi dal freddo. Oltre al fumo che ammorba i passanti e gli utenti della vicina stazione, c’è da tener conto dei rischi per la sicurezza e del nocumento all’immagine della città. Le fiamme, infatti, sono visibili a distanza e rappresentano un nuovo schiaffo alla legalità e al decoro”.
“Il fenomeno – proseguono Borrelli e Gaudini – è l’ennesimo segnale della prepotenza con cui i parcheggiatori si appropriano degli spazi comuni. L’area antistante la stazione è ostaggio dell’illegalità per ventiquattro ore al giorno.Le immagini satellitari testimoniano il continuo avvicendarsi di abusivi nel parcheggio della stazione. Una militarizzazione che permette a chi vive al di fuori della legge di creare presidi totalmente avulsi dalle regole del vivere civile taglieggiando gli automobilisti. La trovata dei fuochi, infatti, non è un caso isolato. La notizia arriva a pochi mesi dallo smantellamento da parte della polizia municipale di una catapecchia in lamiera che gli stessi parcheggiatori avevano costruito per ripararsi dalle intemperie. Se la legge sull’arresto non entrerà in vigore questi delinquenti spesso legati al mondo della camorra continueranno alla luce del sole e in modo spavaldo a estorcere denaro ai cittadini”.
Nei prossimi giorni in occasione dello shopping previsto per il Natale migliaia di parcheggiatori abusivi si stanno organizzando per gestire gli spazi nei pressi dei negozi con previsioni da incasso da paura e la possibilità concreta che il parcheggio selvaggio che causeranno comporterà problemi di traffico e tremendi ingorghi. Chiediamo alla polizia municipale di prevedere controlli a tappeto contro questi delinquenti“, concludono Borrelli e Gaudini.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania