Quantcast
Banner Gori
territorio rosso CAMPANIA ALLERTA METEO FOTO FREEE
Cronaca Campania

Campania, allerta meteo nel giorno dell’Immacolata: l’avviso della Protezione Civile

Campania, allerta meteo nel giorno dell’Immacolata: l’avviso della Protezione Civile. Previsti temporali di forte intensità, vento forte e possibili mareggiate
La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo di colore Arancione valevole a partire dalla mezzanotte per le successive 24 ore, quindi per l’intera giornata di domani 8 dicembre.

L’allerta meteo riguarda l’intero territorio regionale. Si prevedono precipitazioni anche a carattere di rovescio o temporale, localmente di forte intensità.

Si prevedono anche venti localmente forti meridionali con raffiche e mare agitato con possibili mareggiate.
Su tutte le zone il livello di rischio è Arancione, ad eccezione delle zone 4 (Alta Irpinia e Sannio) e 7 (Tanagro) dove l’allerta è di colore Giallo.
In particolare:
– sulle zone 1 e 2:(Zona 1: Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana; Zona 2: Alto Volturno e Matese) il rischio per il territorio è di livello Arancione, cioè diffuso sull’intera area, e riguarda sia fenomeni di dissesto idrogeologico che di rischio idraulico;
 – sulle zone 3,5,6,8 (Zona 3: Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini; Zona 5: Tusciano e Alto Sele; Zona 6: Piana Sele e Alto Cilento; Zona 8: Basso Cilento) è sempre di colore Arancione e quindi esteso su tutta l’area ma relativo a fenomeni di dissesto idrogeologico;
 – sulle zone 4 e 7 (Alta Irpinia e Sannio e Tanagro) invece il livello del rischio è Giallo e localizzato.
Attenzione a possibili
– Instabilità di versante, localmente anche profonda, frane superficiali e colate rapide di detriti o di fango;
– Significativi ruscellamenti superficiali, anche con trasporto di materiale, possibili voragini per fenomeni di erosione;
– Allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno;
– Significativo innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua, con fenomeni di inondazione delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, occlusioni delle luci dei ponti)
– Scorrimento superficiale delle acque nelle strade e possibili fenomeni di rigurgito delle acque piovane con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse;
– Fenomeni franosi e possibili cadute massi per condizioni idrogeologiche fragili, per effetto anche della saturazione dei suoli.

La Protezione civile della Regione Campania raccomanda agli enti competenti di porre in essere tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni attesi sia in ordine al dissesto idrogeologico e idraulico derivante dalle precipitazioni che in ordine alle conseguenze del vento forte e del mare agitato.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più