Quantcast

Banner Gori
Terrorismo, arresto di un foreign fighter in Italia (foto d'archivio)
Cronaca Lombardia

Lombardia e Piemonte, sei arresti per terrorismo islamico

Terrorismo islamico. Una coppia di Lecco stava per partire per la Siria, portandosi i figli di 2 e 4 anni. L’indagine è stata condotta dagli uomini di Ucigos e Ros

MILANO – Sei arresti per terrorismo jihadista nel triangolo Lecco, Varese, Milano. Dalle prime ore di questa mattina, in diverse province della Lombardia e del Piemonte, è in corso una vasta operazione antiterrorismo nei confronti di sei estremisti islamici (due sono latitanti) destinatari di ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Milano Manuela Cannavale. L’accusa, per tutti, è di “partecipazione ad associazione con finalità di terrorismo internazionale”.

Le indagini, coordinate dalla Procura Distrettuale di Milano d’intesa con la Procura Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, sono state condotte in modo congiunto dai carabinieri del Ros e dai poliziotti dell’Ucigos  e delle digos locali. Particolare attenzione è stata data a una coppia di marocchini con cittadinanza italiana residenti in provincia di Lecco che stava organizzando il viaggio per raggiungere la Siria con l’obiettivo di unirsi al Califfato. La loro intenzione era di partire portandosi dietro anche i figli di 2 e 4 anni.

Alla coppia si sarebbe dovuto unire un altro marocchino di 23 anni, residente in provincia di Varese, fratello di un foreign fighter espulso dall’Italia nel gennaio 2015 con un provvedimento del Viminale e di cui è stata documentata l’uccisione in combattimento in Siria dai pm che seguono l’inchiesta, Francesco Cajani ed Enrico Pavone.

Gli aspiranti combattenti erano in contatto con Mohamed Koraichi, un marocchino di 32 anni, e con la sua compagna, l’italiana Alice Brignoli di 39 anni. Vivevano in provincia di Lecco e si erano convertiti all’Islam nel 2008, ma dal febbraio 2015 erano svaniti nel nulla insieme ai tre figli maschi di 7,6 e un anno e mezzo, per riapparire poi nelle file dello Stato Islamico. Anche loro sono stati oggetto dell’ordinanza di cattura, così come una loro congiunta, adoperatasi per mettere in contatto questi ultimi con gli aspiranti combattenti.

Durante le perquisizioni, gli inquirenti hanno trovato materiale definito “di grande interesse investigativo”, e che può portare a svelare la rete di collegamento dei foreign fighters.

“Operazione stamani anti estremisti al nord molto importante. Complimenti a ministro, intelligence, inquirenti e forze ordine #tuttiinsieme”. Lo scrive su Twitter il premier Matteo Renzi, in merito all’operazione anti-terrorismo di stamattina in Lombardia.

Lombardia e Piemonte, sei arresti per terrorismo islamico EMILIO RANDACIO

Print Friendly, PDF & Email
https://alleanzalavoro.it/

In merito all'autore

Avatar

Redazione

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più