Quantcast
Banner Gori
Grattarsi Al Sole Della Regione Sicilia
LoPiano-SaintRed Opinioni Sicilia

Grattarsi Al Sole Della Regione Sicilia (Lo Piano – Saint Red)

Nello Musumeci: l’80% dei dipendenti regionali, nel corso delle giornate lavorative, non trovano niente di meglio del grattarsi la pancia.

Grattarsi Al Sole Della Regione Sicilia (Lo Piano – Saint Red)

La Regione Sicilia continua a far parlare di se, l’ultima stoccata, solo in ordine temporale, arriva dal Presidente Nello Musumeci, il quale ha affermato che l’80% dei dipendenti regionali, nel corso delle giornate lavorative, non sapendo come passare il tempo, non trovano niente di meglio del grattarsi la pancia.

Del rimanente 20%, non ha profferito parola, in quanto poteva essere più che imbarazzante, visto che, sarebbero stati in grado di grattarsi altre parti del corpo, sempre stando alla larga da occhi indiscreti.

Questo potrebbe essere uno dei fattori chiave, per cui da anni non vengono elaborati progetti innovativi che porterebbero miliardi di euro nelle casse non solo della Regione, ma anche di centinaia di piccole e medie imprese, impegnate in operazioni di sviluppo rurale.

Solo per fare un esempio, 140 imprese agricole siciliane, che impiegano migliaia di persone, rischiano il nubifragio economico, non potendo mettere in pratica i loro progetti innovativi in agricoltura.

La causa principale è sempre la stessa, parliamo della cronica mancanza di fondi nei bandi della Regione sicilia, a valere sui fondi europei, destinati proprio in questo delicato settore.

Torniamo, per non perdere il filo del discorso, alle parole di Musumeci, il quale non ha usato mezzi termini per mettere in vetrina questa incresciosa, quanto incredibile verità.

Grattarsi al sole della Sicilia, da parte della maggioranza dei dipendenti, secondo Musumeci, sarebbe una consuetudine che va avanti da decenni, anche se l’onorario mensile pagato dalla Regione ai propri impiegati è fra i più alti d’Italia.

Ad ogni botta è normale che ne segua una risposta:

A stretto “giro di posta”, si è avuta la replica da parte di Giuseppe Badagliacca, e Angelo Lo Curto, rappresentanti del Siad-Cisal, e di altre confederazioni sindacali.

All’unisono hanno affermato che le parole pronunciate dal Presidente Musumeci sono altamente offensive e lesive della dignità di centinaia dipendenti regionali, che con abnegazione, spirito di sacrificio, altruismo, dedizione e fedeltà, lavorano in seno alla Regione Sicilia.

Quando parlano che il “pesce feti da testa”, non è sbagliato, visto che questa parte del corpo dovrebbe essere in grado di far funzionare tutte le altre.

Sicuramente, in tutti questi anni, i vari Governatori che si sono alternati alla guida della Regione Sicilia, non sono stati in grado di controllare l’operato dei propri dipendenti, ne di elaborare, ed eventualmente correggere i loro “compiti” giornalieri,

E’ stata solo trascuranza, disattenzione, negligenza, oppure tutto e’ stato offuscato da fede politica? difficile dare una risposta chiara, visto che questa nuova “facenda” ha il sapore di una presa per i fondelli per migliaia di giovani che non riescono a trovare un lavoro in questa amara terra?

Il posto sicuro, al riparo da ogni intemperia dovrebbe cessare quanto non si ha voglia di fare niente, il lavoro non è un diritto acquisito da fede politica vita natural durante.

Lo Piano SaintRed

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Lo Piano SaintRed

Lo Piano SaintRed

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più