Quantcast

Banner Gori
all'ospedale di Comiso in provincia di Ragusa
Cronaca Sicilia

Medico aggredito da due giovani al PTE

L’episodio è accaduto ieri a Bagheria (PA). Il medico aveva consigliato un trasferimento all’ospedale e per questo è stato schiaffeggiato.

Un’altra aggressione ai danni del personale medico, stavolta di un Presidio Territoriale di Emergenza (PTE), di Bagheria in provincia di Palermo. Due giovani ieri si sono presentati nella struttura sanitaria in via Papa Giovanni XXIII, uno dei quali con una ferita a una mano causata da un’arma da taglio. Dopo un breve consulto il medico, che aveva consigliato un trasferimento tramite 118 all’ospedale Civico nel reparto di chirurgia plastica e una serie di analisi più efficaci, è stato schiaffeggiato dai due che poi sono scappati.

Sono intervenuti gli agenti del Commissariato di Bagheria che hanno acquisito le immagini del sistema di videosorveglianza e sentito e testimoni di quanto accaduto. Indagini sono in corso per risalire agli aggressori.

Un’analoga vicenda è accaduta a maggio del 2019 all’ospedale di Comiso in provincia di Ragusano. Ad avere la peggio questa volta è stato un infermiere. Un 21enne si sarebbe presentato al nosocomio per alcune ferite alla mano, ad un tratto, però, avrebbe iniziato a insultare il personale del pronto soccorso, aggredendo l’infermiere, a cui ha fratturato naso, e strattonando e colpendo al volto un medico, che ha riportato un trauma cranico. L’uomo fu poi arrestato per lesioni aggravate.

Evidentemente, come anche per altre condizioni simili, il messaggio legislativo-giudiziario dello Stato è inefficace.

A Bagheria, a febbraio dell’anno passato, c’era già stata un’aggressione ai danni di una dottoressa, minacciata e strattonata mentre prestava servizio presso la guardia medica.

Adduso Sebastiano

Print Friendly, PDF & Email
https://alleanzalavoro.it/

In merito all'autore

Sebastiano Adduso

Sebastiano Adduso

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più