Quantcast

Banner Gori
Isole - politica Politica

Il Presidente dell’ARS Micciché di Forza Italia contro i tagli ai vitalizi regionali

Il presidente del Parlamento siciliano non arretra “C’è chi ha dato il meglio di sé per questa regione, non sono ladri” allora “sfiduciatemi”.

Io non mi presto ad atti di macelleria socialedichiara Micciché. “E non voglio assecondare l’odio dei 5 Stelle per chi fatto politica dignitosamente. In Sicilia c’è un ex deputato comunista, una delle persone più belle che questa regione possa annoverare, che vedrebbe il suo assegno ridotto da 6 mila a 600 euro netti. Ma siamo tutti impazziti ? Sono invece disponibile a studiare un diverso sistema di tagli, se l’Ars la pensa diversamente, mi sfiduci. Sarei orgoglioso di raccontarlo a mia figlia“.

“Io non mi presto ad atti di macelleria sociale” – continua Micciché che è anche commissario in Sicilia di Forza Italia – “E non voglio assecondare l’odio dei 5 Stelle per chi fatto politica dignitosamente. Non sono disponibile a tagliare i vitalizi dei deputati regionali come ha fatto Fico alla Camera. Sono invece disponibile a studiare un diverso sistema di tagli, tenendo conto delle tante persone perbene che hanno dato il meglio di se stessi a questa Regione”.

Tempestiva la replica del Movimento 5 stelle “Micciché fa appello alla sfiducia? Ebbene, è evidente che si sta sfiduciando da solo” dice il capogruppo all’Ars, Francesco Cappello. E il vice presidente dell’Ars Giancarlo Cancelleri, leader in Sicilia dei pentastellati, aggiunge ”Il governo nazionale fa sul serio. O le regioni, Sicilia compresa, tagliano questo privilegio medievale o si taglia a monte e il conto è salatissimo. Se entro fine aprile non si procederà alla rimodulazione dei vitalizi sulla base dei contributi effettivamente versati, pagheremo, come disposto dalla legge di stabilità nazionale, un taglio di trasferimenti dallo Stato di 70 milioni di euro”.

E a questo punto è destinato ad acuirsi anche lo scontro con il governatore Nello Musumeci, che non ha impugnato la norma sul taglio dei vitalizi contestata da Micciché. Se l’Ars non varasse la riduzione degli assegni, perderebbe circa 70 milioni di euro di trasferimenti statali. Una voragine che la Regione siciliana non può permettersi.

Intanto a gennaio l’Assemblea siciliana ha staccato assegni per i vitalizi pari a 1 milione 506.518,45 euro, mentre ad agosto la spesa era stata di 1 milione 500.720,53 euro. In totale sono 158 gli ex deputati che percepiscono il vitalizio diretto, 123 sono gli assegni di reversibilità.

Adduso Sebastiano

Print Friendly, PDF & Email
Tags

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania