Quantcast

Isole - cronaca

Nuoro, fallito assalto a portavalori

Furgone con i soldi transita sulla carreggiata opposta.

NUORO, 2 GEN – Fallito assalto a portavalori con sparatoria sulla Ss 131 Dcn a 3 km da Nuoro. Due persone con una Jeep hanno bloccato il traffico vicino alla galleria di Pratosardo in direzione Cagliari. I malviventi hanno incendiato una Fiat Panda per sbarrare la strada quindi hanno cosparso la sede di chiodi. L’assalto non è riuscito perché il furgone della vigilanza è transitato sulla carreggiata opposta verso Nuoro. I malviventi, visto sfuggire il bottino sulla corsia opposta, per intimorire le guardie giurate e cercare di fermare il portavalori, hanno anche sparato in aria con armi d’assalto, forse kalashnikov e sono poi fuggiti. Sul posto si sono formate lunghe colonne di auto in entrambi i sensi di marcia e la statale è stata chiusa. I malviventi pensavano di aver preparato il colpo a dovere, e infatti chiodi sono stati trovati anche sulla Ss 129, la strada parallela alla Ss 131 Dcn in direzione Sassari. Ma il furgone è transitato sull’altra strada. Le indagini sono state avviate dalla Squadra Mobile di Nuoro e sono dirette dal vice questore aggiunto Fabrizio Mustaro. Intanto in tutta la provincia nuorese è caccia ai malviventi: sono in corso battute della Polizia anche nelle campagne circostanti il capoluogo barbaricino con l’ausilio di un elicottero.

E’ CACCIA AI BANDITI – Dopo il fallito assalto al portavalori, questa mattina sulla Ss131 Dcn a tre chilometri da Nuoro, è caccia ai banditi in tutto il nuorese da parte delle forse dell’ordine. Mentre le indagini sono coordinate dal pm della procura di Nuoro Giorgio Bocciarelli. Intanto i dirigenti della Squadra Mobile, diretti dal vice questore aggiunto, Fabrizio Mustaro, stanno interrogando i due vigilantes della Vigilpol di Sassari che erano a bordo del portavalori, ed il conducente della Fiat Panda poi incendiata dai malviventi. L’assalto è fallito perché il furgone è transitato nella corsia opposta della statale ed è passato nel momento esatto in cui è stata incendiata la Panda, ma nessuno l’ha fermato. I vigilantes hanno detto di non essersi accorti di qualcosa di anomalo, se non dell’auto in fiamme nella corsia opposta, un evento che hanno segnalato alle sale operative delle forze dell’ordine collegate con i furgoni come “incidente”. Il monitoraggio dei portavalori, che partono dall’istituto sassarese, da parte delle sale operative delle forze dell’ordine è, infatti, costante lungo tutto l’itinerario che percorrono.

Print Friendly, PDF & Email

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania