Quantcast

Banner Gori
Isole - cronaca

Interrotto il trasporto Pubblico di alcuni Paesi dell’Alcantara con Messina

Interrotto il collegamento autobus tra Roccella Valdemone, Mojo Alcantara, Malvagna con Messina che ora si raggiunge attraverso coincidenze del catanese.

Interrotto il trasporto Pubblico di alcuni Paesi dell’Alcantara con Messina

È stato interrotto il servizio pubblico di linea a mezzo autobus con capolinea Roccella Valdemone, Mojo Alcantara, Malvagna, per Messina. I cittadini che volessero recarsi nel capoluogo provinciale devono raggiungere il catanese e poi proseguire.

È stata infatti un’amara sorpresa per i cittadini dell’Alta Valle Alcantara, sempre più isolati da Messina dopo che è stato interrotto il collegamento di autolinee diretto, della società Interbus, che in partenza da Roccella Valdemone portava al capoluogo provinciale.

C’è stata legittimamente la protesta dei cittadini pronti a scendere in piazza, mentre il sindaco Pippo Spartà ha già inviato una dura lettera sia alla società concessionaria delle autolinee, l’unica in zona. Il sindaco ha scritto anche alla Regione, chiamando in causa l’Assessorato Regionale alle Infrastrutture e della mobilità, di cui è Assessore l’on.le Marco Falcone, che dovrebbe garantire  e vigilare sul servizio pubblico affidato alla Interbus ora interrotto.  Notevoli i disagi per gli studenti universitari ma anche per i pendolari che in genere vanno nel capoluogo di provincia per visite mediche, pratiche nei vari uffici di riferimento.

Già da qualche anno era stata soppressa pure la linea diretta con Catania. Adesso questa con Messina raggiungibile solo dopo una serie di coincidenze ed orari complicati.

Un paese quindi sempre più isolato Roccella Valdemone, insieme a Mojo Alcantara e Malvagna che prima erano serviti dallo stesso collegamento.

Nei prossimi giorni potrebbero esserci manifestazioni varie in quanto il paese rischia così di restare isolato ma anche di spopolarsi sempre più. Le autolinee sono un servizio prezioso per il territorio e l’unico mezzo pubblico per raggiungere i centri importanti. Nei giorni scorsi era stato ripristinato il capolinea nel centro abitato di Roccella Valdemone, dopo che per mesi era rimasto nei pressi del parco sub urbano di Rocca Za Draga a seguito della frana lungo la Sp, agevolando di fatto i pendolari e gli studenti specialmente con l’arrivo dell’inverno. Però ora è arrivata l’interruzione del servizio pubblico di linea.

Un anno addietro, ad agosto 2018, la deputata regionale dei 5Stelle, Stefania Campo, aveva incalzato il Governo regionale del centrodestra di Nello Musumeci, affinché mettesse ordine nel comparto del TPL (Trasporto Pubblico Locale) “In Sicilia non si sono mai svolte gare ordinarie per il rilascio delle concessioni alle ditte che si occupano del trasporto pubblico su gomma per conto della Regione Siciliana. Le ditte che gestiscono tali servizi hanno ricevuto le concessioni addirittura negli anni ‘30. Una situazione tutt’altro che normale. Ho voluto approfittare della pausa lavorativa di questo mese per fotografare nel dettaglio una questione di grande interesse e che merita grande attenzione da parte di una politica che invece è rimasta sempre sorda. Mi riferisco al trasporto pubblico, regionale e locale, che scontenta abitualmente tutti i pendolari ed è ancora peggiore nei mesi estivi, quando scontenta anche i turisti che vorrebbero andare da una parte all’altra dell’Isola, ma che giocoforza, sono costretti a fare i conti con tutta una serie di disagi derivanti da tempi d’attesa e di percorrenza di tratte che, altrove, vengono coperte in tempi assolutamente minori”.

Si rammenta un nostro articolo “I Pm di Caltanissetta chiedono 10 anni per l’ex leader di Confindustria Sicilia“ove si è anche descritto che la Regione Siciliana ha finanziato una società di trasporto pubblico su gomma, la cui proprietà era divisa al 51% dell’Ast, l’Azienda Siciliana Trasporti di proprietà della medesima Regione Siciliana, mentre il 49% apparteneva a una società il cui socio privato è stato arrestato per corruzione ed è in corso un giudizio, con anche altri imputati, per associazione mafiosa. E però la Regione Siciliana non trova il modo per garantire la continuazione di un servizio pubblico di trasporto di persone su gomma che colleghi i paesi di Roccella Valdemone, Mojo Alcantara e Malvagna con il rispettivo capoluogo di provincia che è Messina. Benvenuti in Sicilia.

Nell’immagine di copertina, Roccella Valdemone, foto tratta dal sito del rispettivo Comune.

Adduso Sebastiano

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Sebastiano Adduso

Sebastiano Adduso

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania