Centro - cronaca Centro - sanità

Maestra elementare morta a Roma: nessun allarme contagio di meningite

Maestra morta di meningite, nessun allarme contagio a Roma

Cessato allarme a Roma, dopo che la morte per meningite di una maestra elementare aveva spinto a una terapia antibiotica cautelativa su decine di persone – molti bambini – che avevano frequentato la scuola nel quartiere della Garbatella. L’allarme “non è giustificato in quanto probabilmente non si tratta di meningite da meningococco, per cui non sussiste il rischio di contagio”. Già il professor Gianni Rezza, direttore del dipartimento malattie infettive dell’Istituto Superiore di Sanità aveva gettato acqua sul fuoco. Poi anche la Regione ha confermato che “non si tratta di meningite meningococcica, ma di una forma dovuta al batterio escherichia coli senza rischio di trasmissione diretta da persona a persona”.

LEGGI ANCHE: Meningite: i sintomi, la cura e altre 3 cose da sapere

Sconvolte le mamme dei piccoli che frequentavano l’elementare di Garbatella a Roma, riporta Repubblica.it “Era la maestra di mio figlio – spiega Valentina F., uno dei genitori dei piccoli alunni della Cesare Battisti -. Un’insegnante fantastica. Ci dispiace da morire, è una grande perdita. La scuola ci ha mandato subito una mail e ci ha chiamati: famiglia per famiglia. L’insegnante era stata assente per malattia, la settimana prima della chiusura per le vacanze natalizie. Era rientrata il 19, ma quel giorno mio figlio è rimasto a casa perché malato: quindi noi faremo solo per prassi questa profilassi. La maggior parte dei bambini l’ha già cominciata. I genitori sono in costante contatto: sono tristi per la notizia e al tempo stesso preoccupatissimi”.

“La comunicazione del decesso ci è arrivata dalla Asl e da quel momento abbiamo contattato telefonicamente le famiglie dei 20 bambini interessati comunicando loro quale era tipo di profilassi consigliata – ha spiegato ieri Marina Campitelli, la dirigente dell’istituto a La Stampa – La maestra ha prestato servizio i giorni 20, 21 e 22 dicembre soltanto nelle sue classi e non ha svolto supplenze altrove. Agli alunni è stata consigliata la terapia farmacologica di copertura anche ai genitori che avevano partecipato a una tombolata in classe e al personale che aveva lavorato più a stretto contatto con la sfortunata maestra”.

Maestra morta di meningite, nessun allarme contagio a Roma/agi

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale