Quantcast
Banner Gori
Ariston Sanremo
Radio News Spettacoli

Sanremo 2018, Virginia Raffaele prende di mira Baglioni

 Virginia Raffaele conquista ancora la platea del teatro Ariston di Sanremo

Questi i momenti salienti della terza giornata del 68° Festival della canzone italiana di Sanremo.

20:46 – Lo spettacolo si apre ballando con Baglioni che canta un suo successo “Via”, la platea dell’Ariston è in delirio a cantare e ad acclamare il cantante. “Sei così bella che ieri eri cozza”: così esordisce Favino con Michelle entrando sul palco. Elegantissima Michelle Hunziker con un vestito nero lungo ed una pettinatura anni ’20, forse un po’ retrò. Sul palco ad aprire la scena la prima canzone in gara, Mudimbi con “Il Mago”, seguono Eva con “Cosa ti salverà” ed ultimo con “Il ballo delle incertezze” il brano preferito della gara: standing ovation nella Sala Stampa e nella platea dell’Ariston, chiude la categoria delle nuove proposte Luca Monteiro con “Bianca”.

Subito il suono della demoscopica alle 21:14 : primo Mudimbi, seguito da Ultimo e chiudono Eva con Leonardo Monteiro. Classifica inaspettata, la platea non è convinta del piazzamento di Ultimo, inaspettatamente secondo.

Cambio di abito per Michelle: con la discesa dalla scala che sovrasta il palco di Favino e la co-conduttrice inizia la gara dei big e apre le danze Caccamo, seguito dalle gags di Favino e Michelle: lei racconta “io da piccola volevo fare l’interprete alla nasa per per sapere i segreti degli alieni” Favino risponde “ed io l’alieno”. Segue lo Stato Sociale sul palco che fa ballare tutto il pubblico, divertito sulle note dance: si scatena e ride con la performance della signorina senior che accompagna la band.

“Sei come il vino… che ogni anno che passa invecchia!”: Virginia Raffaele dalla platea sale sul palco dell’Ariston di Sanremo e si presenta per aggiustare il “ciuffetto a Baglioni” dopo averlo deriso e continua: “Sembri il fratello di Gianluca Vacchi”, impeccabile alla fine il duetto con Baglioni.

22:03- Inizia la carrellata dei super ospiti: i Negramaro dopo 13 anni dal loro primo festival salgono sul palco ed incantano la platea ricantando il successo che venne scartato proprio a Sanremo. Segue il loro ultimo singolo ed un tributo a Baglioni, in un duetto con l’artista per cantare “Poster”. Dalla Sala Stampa e dalla platea è standing ovation!

Ritorna la gara dei cantanti e salgono sul palco due canzoni tra le preferite del pubblico sin dal primo ascolto: “Passami er sale” di Luca Barbarossa e Tony Servillo con Enzo Avitabile per cantare il brano “Il coraggio di ogni giorno”.

Da canonica scaletta parte alle 22:37 il momento di Favino in cui interpreta Steve Jobs, il momento appesantisce

Seguono Gazzè e  Facchinetti con Riccardo Fogli. Michelle dedica un momento a seguire contro la violenza sulle donne: con le figuranti canta delle canzoni simboliche contro la violenza.

23:07- Entra il super ospite più atteso: James Taylor che prima canta La donna è immobile omaggiando l’Italia come tutti gli artisti che salgono sul palco, procedendo cantando Fire and rain duetta con Giorgia: cantano You’ve got a friend, momento delicato e di grande musica, la platea si alza in piedi ad applaudire entusiasta della performance.

23:15- Finalmente arriva il momento tanto atteso al Festival: entrano Fabrizio Moro ed Ermal Meta seguiti da un caloroso applauso: sembra essere svanita la tensione degli ultimi giorni che ha coinvolto nella bufera i due artisti per la presunta accusa di plagio mossa nei loro confronti. Prosegue la gara ancora con Noemi che fa scena per la sua vertiginosa scollatura.

23:30: Altro momento di musica per Claudio Baglioni ed Emma d’Aquino con “Sabato pomeriggio”, uno dei più grandi successi dell’artista: l’ennesima ovazione l’ Ariston e dalla sala stampa per la prestigiosissima performance. Continuando il tributo nei confronti della musica italiana cantando Gianna di Rino Gaetano.

23:45- Non finisce la musica per Claudio Baglioni che continua ad intrattenere la platea con delle sue bellissime canzoni di repertorio, questa volta però accompagnato sul palco dall’artista simbolico di Genova, il grande Gino Paoli, impeccabile ed ancora emozionante, nella carrellata di canzoni del repertorio di entrambi: Il nostro concerto, Canzone dell’amore perduto, Una lunga storia d’amore.

00:05- Segue la gara dei Big con The Kolors e chiude Mario Biondi. In attesa del verdetto ilo Festival dedica un momento alla comicità di nino Frassica: un tavolo al centro del palco con un momento ironico tra il capitano Baglioni ed il capitano Cecchini.

00:25- Claudio Santamaria e Claudia Pandolfi improvvisano “Sarà per te” che Francesco Muti portò al Festival nel 1988 dedicandola ad un’ipotetica figlia che arriverà solo nel 1999.

00:56- Annunciata classifica:

BLU:  Lo stato sociale, Gazzè, Ermal Meta- GIALLO: The Kolors, Luca Barbarossa, Avitabile e Servillo – ROSSA: Caccamo, Mario biondi, Noemi.

A cura di Annalibera Di Martino

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Annalibera Di Martino

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più