Quantcast

Banner Gori
Recensione Unorthodox, miniserie Netflix la serie su Netflix
Recensioni Spettacoli

Su Netflix la miniserie biografica “Unorthodox”. Recensione

Unorthodox, la miniserie disponibile su Netflix. Recensione (di Maria D’Auria) 

“Unorthodox”, la miniserie disponibile su Netflix. Recensione 

UNORTHODOX- Basata sull’autobiografia del 2012 di Deborah Feldman, la miniserie racconta la storia di Esther Shapiro, una diciannovenne di New York cresciuta in una comunità ultra-ortodossa chassidica di Brooklyn, con regole rigidissime che le impediscono di studiare, suonare, decidere.

L’unico scopo delle donne appartenenti alla comunità, è quello di sposarsi e concepire figli. Quando Esther scopre di essere incinta, decide di spogliarsi di regole e ruoli per inseguire la libertà, lontano da quella vita che, a poco a poco, svela la sua vera natura e le appare, nitida, come una prigionia. Esty scappa a Berlino, dove vive la mamma, che già tanti anni prima era scappata dalla comunità ebrea. E qui scopre le tante verità, quelle mai dette, quelle che non le erano state mai raccontate. La sua vita sta per giungere ad una svolta, ma il passato è sulle sue tracce.

La fuga della giovane Esty è innanzitutto la ricerca di sé. E’ la scoperta di ciò che non conosceva e la voglia di vivere tutto ciò che le era stato negato. Determinata, coraggiosa, combatte con le sue paure, vincendole. Lo spettatore si scopre sorpreso e incredulo verso quelle regole assurde ma incredibilmente reali. Vigenti. Imposte. Tornano alla mente e incuriosiscono, ma a tratti inorridiscono, alcune situazioni -spesso al limite dell’immaginazione- che la protagonista svela nei flashback della sua vita a New york.

La storia è avvincente e l’interpretazione dei protagonisti è ineccepibile. L’ottimo riscontro del pubblico è oltre ogni aspettativa. Un successo meritato, dovuto anche alla novità della storia che, nel panorama televisivo, mancava.

La serie, in quattro puntate, è disponibile su Netflix.

copyright-vivicentroTUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Maria D'Auria

Maria D'Auria

Giornalista campana di adozione romana. Laureata in giurisprudenza, impegnata nel sociale, appassionata di lettura, scrittura, fotografia. Collaboratrice della testata ViVicentro.it, referente per la Regione Lazio. Esperta di comunicazione, cronaca sportiva, inchieste, eventi.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

WhatsApp chat