Quantcast

Banner Gori
Centro - terza pagina Eventi

A Castelverde si celebra l’incontro tra Pittura e Poesia. Vernissage di Luisa Della Libera e Federico Giunta

PITTURA E POESIA-  di Maria D’Auria

Roma- Cosa succede quando la Pittura incontra la Poesia? Sarà possibile scoprirlo visitando la mostra d’esordio di due talentuosi artisti, la pittrice Luisa Della Libera ed il giovane poeta Federico Giunta. Con il patrocinio dell’Associazione CdQ Villaggio Prenestino, il 2 dicembre 2017 dalle ore 15.00 alle 21.00, presso l’aula civica di Castelverde (in via Pedicciano 17) saranno esposti al pubblico, per la prima volta, 15 dipinti dell’artista Luisa Della Libera ai quali saranno associati i versi di alcune poesie inedite del poeta Federico Giunta.

Federico Giunta

Tu che mi guardi, tu che mi ami” e “Ho abitato quel dolore” sono poesie scritte traendo ispirazione dai quadri che verranno esposti. “In particolare, ‘Ho abitato quel dolore’, affronta il tema della violenza sulle donne, una violenza che molto spesso viene spacciata per amore ma che in realtà amore non è”, spiega il poeta. “La poesia racconta la storia di una donna che affronta un combattimento con se stessa: da una parte il ricordo di momenti dolci, dall’altra l’amaro presente. Il verso finale recita proprio ‘Ho nostalgia di quando, per amarmi, mi dicevi, semplicemente, t’amo’ “.

Ma si toccherà anche il tema della violenza sui minori attraverso la poesia “Bambole mute”, tratta dalla raccolta “Nata per il cielo” (pubblicata lo scorso agosto). “Potrebbe sembrare che ci siano solo cose tristi- precisa il poeta Giunta– ma non è così: i quadri e le poesie che verranno esposti avranno come tema proprio il passaggio dal dolore alla felicità. Spesso accade che ci chiudiamo nel dolore che, come un veleno, uccide l’anima. Ma questo dolore, se tirato fuori, potrebbe contribuire a svelare un po’ di Bellezza:non dimentichiamo che la Bellezza è ovunque, anche dove apparentemente sembra tutto buio”. E conclude: “L’arte, in questo caso espressa con pittura e versi, è un potente strumento di emancipazione del dolore, un setaccio che discrimina le cose brutte lasciando solo la Bellezza”.

Ecco dunque il filo conduttore che lega due delle massime espressioni artistiche nell’esposizione “Quando la Pittura incontra la Poesia”: la Poesia che racconta i dipinti, che al tempo stesso diventano “muse ispiratrici” di versi suggestivi, di versi che raccontano un dolore iniziale per poi sfociare nella felicità.

Le opere esposte colpiscono per la varietà di colori. Un albero senza foglie, monotono,  o un crocifisso rivolto verso il cielo, passano in secondo piano quando i colori del mare o le sfumature del cielo catturano una luce che riflette la bellezza del Creato.

Luisa Della Libera

Romana, 49 anni, Luisa Della Libera ha sempre coltivato la passione per la pittura. I primi passi mossi verso le tele risalgono a circa 20 anni fa, da autodidatta, con l’uso dei colori acrilici. Poi la passione diventa più forte, decide di seguire dei corsi di pittura professionale e da circa due anni, dietro la sapiente guida del Maestro Osvaldo Sabene, di cui è stata allieva, passa alla pittura ad olio. Luisa predilige i ritratti e l’armonia dei corpi ma molte sue opere ritraggono il mare. “Adoro il mare con il suo eterno movimento”- sottolinea l’artista. Ed ama soprattutto i colori, che conferiscono originalità e un tocco di vivacità ai suoi dipinti, come quelli di Edward Hopper, molto apprezzato dall’artista, da cui trae ispirazione.

Luisa Della Libera dipinge ascoltando il pianoforte suonato dal marito Francesco e il suo sogno è quello di affrescare tutte le sue pareti di casa: l’affresco è un aspetto della pittura che nel futuro intende approfondire. “Come si dice… una cosa per volta. Per ora sono concentrata sulla pittura ad olio di cui amo l’odore- ci svela l’artistapoi, in futuro, chissà… mi dedicherò all’affresco”.

Ritratto

In chiusura, abbiamo chiesto all’artista qual è il dipinto al quale si sente maggiormente “legata”. È un ritratto, quello di sua figlia. Non occorrono altre spiegazioni per descriverne la bellezza.

Poesie in mostra (di F. Giunta)

 “Ad ogni morte sopravvive la Bellezza”,

 “Imparerai che esiste la Felicità”,

“Un frammento di cielo”

(tratte da “Nata per il cielo“)

 

Alcune opere in mostra (di L. Della Libera) 

Ad ogni morte sopravvive la Bellezza

(di Federico Giunta)

Rimango a respirare

il profumo della brezza

e mi appare chiaro che ad ogni morte

sopravvive la Bellezza. 

“Quando la Pittura incontra la Poesia”

Vernissage di Luisa Della Libera e Federico Giunta

Aula Civica – Castelverde

Via Pedicciano 17/19

Dalle ore 15.00 alle ore 21.00

Ingresso libero

copyright-vivicentro

Print Friendly, PDF & Email
Tags

In merito all'autore

Maria D'Auria

Maria D'Auria

Giornalista campana di adozione romana. Laureata in giurisprudenza, impegnata nel sociale, appassionata di lettura, scrittura, fotografia. Collaboratrice della testata ViVicentro.it, referente per la Regione Lazio. Esperta di comunicazione, cronaca sportiva, inchieste, eventi.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Video

Aiutaci a darti sempre di più

WhatsApp chat