Quantcast

Auguri di Buona Pasqua 2018
Buona Pasqua 2018
Terza Pagina

Auguri di Buona Pasqua! Noi li facciamo col cuore, lo siano anche i vostri!

AUGURI di BUONA PASQUA. Da Lc 24,34; cf Ap 1,6: Il Signore è davvero risorto. Alleluia! A lui gloria e potenza nei secoli eterni! (Surréxit Dóminus vere, allelúia. Ipsi glória et impérium per univérsa æternitátis sæcula, allelúia, allelúia.)

Anche quest’anno la Redazione di Vivicentro porge a tutti voi i più sentiti Auguri per una FELICE e SERENA PASQUA e lo fa con il cuore e con sincera amicizia.

Ed è proprio per questo, perché vi è e vi sente “amici”, che si permette di esortarvi a farli anche voi con sincerità ed affetto a chi veramente sentite di volerli fare (e non solo “doverli fare”) e, se vi è possibile, a farli regalando qualcosa a chi ne ha bisogno, chiunque ed ovunque esso sia.

Tra i tantissimi, tutti encomiabili e meritevoli, noi abbiamo scelto di portare avanti la campagna della Lega del Filo D’oro (Ente morale onlus che opera per l’assistenza di persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali) e lo facciamo trasmettendo, gratuitamente e ogni giorno, lo spot di Renzo Arbore che potrete ascoltare anche cliccando QUI.

Cliccando QUI, invece, potrete regalarvi/regalare il vostro aiuto alla Lega del Filo D’oro  dando un piccolo contributo e quale migliore occasione scegliere, per fasrlo, se non proprio per la Santa Pasqua.

E’ PASQUA, e che Pasqua sia anche per chi ha bisogno anche del tuo aiuto. O no!

Siamo certi che in tanti vorrete arricchire la vostra felicità del giorno non facendo mancare anche il vostro supporto per cui, per ringraziarvi, vi lasciamo con gli auguri di tutti noi espressi con l’immancabile contributo del nostro Direttore artistico Luciano Somma che vi dedica tre sue poesie (due lette da lui) ed una sua canzone che ben si adatta, come augurio, anche ai tempi bui che si vivono in questi giorni

Buon ascolto e buona lettura a tutti ed ancora grazie e BUONA PASQUA

BUONA PASQUA in LIS
BUONA PASQUA in LIS
PASQUA

Ogn’anno
Nasci e muori
Poi risorgi
Cristo
Dio padre e figlio
Mio fratello
Sei qui tra noi
Presenza di speranza
In mezzo a quest’incendio
D’odio infame
Ma come un fiore
Che rinasce a maggio
Anche là tra le croci
In mezzo ai sassi
Tra i rovi
D’una vita
Esasperata
Sento il nuovo profumo
D’un amore
E sul cammino
Verso un’altra meta
Sembra più tollerabile
Il calvario

CRISTO NAPULITANO

Ce site state maje
dint’a sttu vascio
sgarrupato e viecchio
scavato dint’’e pprete
addò l’ummedità trase ‘int’’all’osse.
ce site state maje
dint’a nu vascio?
Na tavula tarlata
cu’ quatto segge ‘e paglia
na branda militare
n’armadio rusecato
e ‘a famma, tanta famma,
patuta juorno pe’ ghiuorno,
pe’ quanno po’ durà nu calannario
accumminciata già quanno se nasce
sufferta e ogne mumento ‘e stu calvario.
Cristo che campa
senza cchiù Dio
stanco d’’a vita
stanco d’’a morte
stanco…
Sempe accussì
‘a primma ‘e Masaniello,
l’unica nuvità
è na televisione
che fa vedè ricchezze scanusciute
case, cummedità, magnà, visone…
Ce site state maje
dint’a nu vascio?
guagliune annure, femmene ammusciate,
puzza d’ummedità, tanfo ‘e sudore,
nu pizzeco ‘int’’o core, nu squallore.
Chest’ è ancor’ogge Napule,
‘o mare, ‘o sole, ‘a vita assaie luntano
e ‘a croce ch’è pesante
p’’o Cristo senza Dio Napulitano.

‘O CIRENEO

Vinte secule fa’ gia’ cundannato,
Gesu’ senza tene’ cchiu’ n’ombra ‘e sciato
s’avviava a ‘o calvario rassignato
pe’ turna’ n’ata vota ‘mbraccia ‘o pate.

E chi alluccava,chi sbatteva ‘e mmane,
dicenno:<‘A morte ‘o nazzareno,’a mmorte!>
Trattavano a Gesu’ peggio ‘e nu cane
mentre Maria chiagneva pe’ sta sciorta.

‘Mpruvvisamente n’ommo analfabeta
nu campagnuolo bello,gruosso e forte,
fui cummannato ‘e accunpagna’ ‘o prufeta
chi dice pe’ sfutto’ chi pe’ cunforto.

Simone se chiammava e purtaie ‘a Croce,
pesante e grossa ‘e ligno staggiunato,
miez”a na folla ‘e popolo feroce
stu cireneo pareva ‘e di’:Ch’e’ stato?

Pecche’ propri’io si ce sta’ tanta ggente
aggia purta’ sta croce e fa’ ‘o facchino?
Chesto sicuro le venette a mmente
strascennannese stanco p”o cammino.

Sta storia ‘mpara ca nisciuno a ‘o munno
se fide ‘e suppurta’ ‘a Croce ‘e n’ato
pircio’ st’umanita’ va sempe ‘nfunno
sempe cchiu’ sperza e sempe cchiu’ dannata

UNA PREGHIERA PER IL MONDO

Testo di L. Somma
Musica di L. Mosello-F. Mosello

Quante volte la terra negli anni
ha gridato rubando la vita
ma per il perché mai nessuno ha spiegato
dove va chi non respira più

Se stai sveglio ti prego rispondi
io ti prego mio Dio non lasciarci
con i dubbi e i nostri tabù
dacci forza per fare di più …

Una preghiera per il mondo
per quelle immagini perdute
per tutti cuori che rimangono soli e distrutti
e anche per quelli che si fermano .
Una preghiera per il mondo
una speranza d’infinito ,
al cielo incanto della vita , al mare più chiaro
chiediamo perché… perché …

Non esiste carezza d’estate
neanche un sogno da vendere a chi
sta lassuù col progetto di vita
e disegna il destino per noi .
Forse un canto che sia universale

potrà unirci per dare di più
al richiamo di questa natura
di quest’ aria che tanto ci da …

Una preghiera per il mondo
per tutti gli angeli innocenti
per tutti quelli che non sanno cos’è il domani
e che sarò e chi nascerà.
Questa preghiera per il mondo
è un pensiero che accomuna
il senso di quest’universo , all’uomo che soffre
che vive perché… perché…

Una preghiera per il mondo
per quelle immagini perdute
per tutti cuori che rimangono soli e distrutti
e anche per quelli che riflettono .
Una preghiera per il mondo
una speranza d’ infinito ,
al cielo incanto della vita , al mare piu&#39; chiaro
chiediamo perché… perché…

vivicentro.it/TERZA PAGINA

auguri – auguri – auguri – auguri

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

-

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania