Quantcast

Politica

Renzi: “Non mi candido al Congresso. Zingaretti? Ci sarà anche un altro candidato…”

Renzi: “Non mi candido al Congresso. Zingaretti? Ci sarà anche un altro candidato”

Ho già dato due volte. Non parteciperò alle primarie“.  Questo l’annuncio di Matteo Renzi, nell’intervista rilasciata a Stasera Italia, su Rete 4. Alla battaglia per la segreteria – dice con fermezza l’ex Primo Ministro – non parteciperà in prima persona. Ma non significa che resterà a guardare, come spettatore.
Alla domanda su chi voterà come nuovo segretario dem: “Vedremo i candidati alla segreteria del Pd. Ce ne sarà più di uno, non è detto che il mio sarà Nicola Zingaretti“.
Renzi ha poi dettato la linea sulle alleanze: la sfida più importante ora, ricorda, è quella delle europee. E per la scadenza di maggio parla di un’alleanza ampia, da Macron a Tsipras.  “Alle prossime elezioni – ha detto – si confronteranno due idee di Europa: da una Salvini, Orban e anche M5s che sta con Farage. Dall’ altra chi all’ Europa ci crede ancora, l’Europa della solidarietà. Le elezioni le vincerà un fronte che va da Macron a Tsipras“.
Qualche mea culpa?  “L’errore più grande che ho fatto è stato smettere di rottamare, l’esatto opposto di ciò di cui mi accusano“, dice. “Abbiamo governato per mille giorni facendo tante cose. Qualcuna venuta bene qualcuna venuta meno bene“. Poi attacca: “Con la spersonalizzazione e puntando tutto sulla sobrietà siamo passati dal 40 al 18 per cento“.
“Sono felice di aver portato Gentiloni, che Bersani voleva buttare fuori, a Palazzo Chigi“.

L’attacco ai 5Stelle
Rivendica la chiusura di ogni dialogo con i 5Stelle. “Le alleanze? Come si fa a fare un governo con chi mette in discussione l’obbligo dei vaccini? Spero che il Pd alla Camera abbia la forza di fare ostruzionismo. Una alleanza con i 5 stelle non era stata scelta da nessuno degli elettori del Pd“. Ma ne ha anche per Matteo Salvini: “Visto che la lega ladrona ha rubato 49 milioni agli italiani, Salvini ci dica dove sono i 49 milioni“. Anche se aggiunge: “Dal punto di vista umano lo rispetto. Ci siamo messaggiati in occasione della morte di un deputato. Ma dal punto di vista politico siamo come il diavolo e l’acqua Santa

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania