Quantcast

Politica

Crollo ponte, si dimette Santoro dalla commissione ispettiva nominata dal governo

L’ingegnere sembrerebbe essere tra gli indagati dell’inchiesta dei pm di Genova

Ponte Genova – Un comunicato del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti rende noto le dimissioni spontanee dell’ingegnere scelto dal ministro Toninelli, Bruno Santoro.

Santoro era un membro della  Commissione ispettiva nominata dal ministero per individuare le cause del crollo del Ponte Morandi. L’ingegnere sembrerebbe essere tra gli indagati dell’inchiesta dei pm di Genova.

Il ministero dichiara che Santoro:

” […] non ebbe competenza alcuna sul progetto di manutenzione straordinaria presentato da Autostrade per il Ponte Morandi”.

Inoltre sottolinea quindi come rispetto

“[…] alle cosiddette ‘consulenze’ per Aspi, si fa notare che i collaudi delle opere in concessione vengono regolarmente effettuati dalle strutture del concedente a spese del concessionario. E si conferma che gli incarichi dell’ingegner Santoro sono stati debitamente autorizzati anni fa dall’amministrazione, all’epoca in cui Santoro era in servizio presso il Consiglio superiore dei lavori pubblici”.

Luigi Di Maio dalla Fiera del Levante dichiara:

“Autostrade avrà un’altra brutta sorpresa nei prossimi giorni. Io non faccio ricostruire il ponte a chi lo ha fatto crollare”. Lo ha detto il vicepresidente del Consiglio e Ministro dello sviluppo economico Luigi Di Maio, parlando con i giornalisti durante una visita alla Fiera del Levante di Bari. “Per quanto ci riguarda il ponte Morandi lo deve ricostruire un’azienda di Stato come Fincantieri, perché – ha sostenuto Di Maio – dobbiamo monitorare cosa si farà sulla ricostruzione del ponte”.

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania