Quantcast

Banner Gori
Genova, sversamento di greggio nel torrente
Opinioni

Greggio Novello

                         Il giorno dopo: Genova, sversamento di greggio nel torrente

Greggio Novello – Il giorno dopo ( The Day After ), i promotori del referendum hanno chiesto il blocco di 5 concessioni gia’ scadute, si tenta in ogni modo di poter fermare le trivellazioni delle piattaforme petrolifere.  

Genova, sversamento di petrolio nel torrenteIronia della sorte nella stessa giornata di Domenica 17 Aprile, mentre i seggi stavano per essere chiusi, a Genova la rottura di un oleodotto dell’Iplon*, ha provocato una fuoriuscita di migliaia di litri di petrolio.

Gli abitanti di Borzoli hanno sentito prima un boato, poi hanno visto l’acqua diventare scura, una gran quantita’ del greggio fuoriuscito si e’ depositato sul letto del fiume Polcevera. La speranza di tutti gli abitanti della zona e’ che la marea nera non raggiunga il mare, se cosi’ fosse, i danni all’ambiente sarebbero da disastro ecologico.

Sono passate piu’ di 48 ore dall’incidente, centinaia di pompieri, Vigili Urbani, Volontari della Protezione civile, stanno cercando in tutti i modi e con i mezzi disponibili di arginare la marea nera.
L’aria intorno e’ irrespirabile, il terreno e’ stato gia’ contaminato e chissa’ per quanti anni ancora lo sara’. Si cerca di aspirare con le pompe idrovore, di risucchiare la maggior parte del greggio, si lotta contro il tempo.
 Ancora una volta ci si rende conto che le energie fossili sono antieconomiche e antiecologiche, se 13 Milioni di Italiani hanno votato SI, cio’ sta a significare che un terzo della popolazione vorrebbe nuovi sistemi di produzione, compatibili con la vita delle persone.
Il mantenimento dei posti di lavoro, e’ solo un bluff Renziano, una maschera di fango per nascondere la sete di potere, la vita delle persone, il mantenimento del nostro ecosistema non interessa all’attuale classe politica. Si fa di tutto per continuare a distruggere l’ambiente investendo ancora sulle energie fossili.
Renzi esulta? grida alla vittoria? allora perche’ non andare a brindare, ad alzare i calici nel greto del fiume Polcevera, il greggio, novello e’ migliore del vino invecchiato.

vivicentro.it-opinione / Greggio Novello (Lo Piano – Saint Red)

Copyright vivicentro common

 

 

 

Genova, le prime dichiarazioni sulla rottura di un oleodotto dell’Iplon

Il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti: “Siamo in contatto quasi costante con il ministro dell’ambiente Galletti, per decidere quali saranno i percorsi per chiedere i fondi necessari all’importante opera di bonifica e, se le condizioni di legge lo permetteranno, potremmo chiedere lo stato di emergenza”…

“Questa non è solo un’emergenza regionale ma è nazionale, visto il danno ambientale. Serviranno fondi straordinari perché questo corso d’acqua ha subito un danno molto serio”….

“c’è stato un ottimo lavoro da parte di tutti, con grande competenza e celerità che ha impedito che parte del petrolio sversasse in mare e quindi il danno maggiore è stato evitato”. Il governatore ha spiegato che si tratta di petrolio nigeriano “molto pesante” e ha rassicurato dicendo che le esalazioni “non rappresentano un problema per la popolazione”.

Il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti: “Stiamo monitorando in tempo reale la situazione dello sversamento nel Polcevera: dalle informazioni acquisite le squadre operative stanno lavorando con grande impegno per il recupero delle acque miste a miscele oleose e per scongiurare ogni possibile danno al mare. Da parte del ministero c’è la massima disponibilità a collaborare con le autorità locali: per questo ho anche inviato sul posto i tecnici dell’Ispra, a supporto di quelli dell’Arpal”.

l sindaco di Genova Marco Doria: “Stiamo valutando se dal punto di vista legale ci sono le condizioni per chiedere i danni per questo incidente”…..

“Stiamo anche valutando – ha aggiunto il sindaco – tutti i provvedimenti necessari per disciplinare queste attività che rischiano di creare danno”….

“Tutte le nostre strutture di protezione civile sono impegnate da ieri per l’emergenza e continuano l’intervento fino a quando il pericolo per l’ambiente e per la salute non ci sarà più”.

Print Friendly, PDF & Email
https://alleanzalavoro.it/

In merito all'autore

Avatar

Redazione

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più