Quantcast

Banner Gori
Il Caporale stra-perde in Emilia Romagna e Calabria, ma si dice felice
Editoriali Politica

Il Caporale stra-perde in Emilia Romagna e Calabria, ma si dice felice

Il Caporale che si era fatto Capitano perde i gradi stra-perdendo in Emilia Romagna e anche in Calabria, ma si dichiara contento parafrasando chi, caduto su un paletto, perde un occhio ma, apprendendo la notizia, esulta gridando: che fortuna, che fortuna. Pensa se fosse stato un forcone! E gli italioti salviscisti continuano a dire: è vero! Che bravo! Solo qualcuno si spinge a dire: Sì, dice stronzate ma le dice così bene e con tanta sicurezza e faccia tosta che è un piacere farsi prendere in giro.

Il Caporale stra-perde in Emilia Romagna e Calabria, ma si dice felice

In Emilia Romagna il Caporale stra-perde ma ha ancora abbastanza faccia tosta da dichiarare che è felice perché comunque c’è stata competizione e ha mostrato che esiste mentre invece poteva andare ancora peggio parafrasando così quel tale che, caduto su un paletto perde un occhio ma, apprendendo la notizia, esulta gridando: che fortuna, che fortuna. Pensa se fosse stato un forcone!

Inutile, come ben si sa i politicanti non perdono mai, e Salvini è l’icona dei politicanti del nuovo millennio e, a quanto sembra, tale resta visto che c’è chi insiste a dire: è vero! È bravo! Sì, dice stronzate dicono, ma le dice così bene e con tanta sicurezza e faccia tosta che è un piacere farsi prendere in giro.

Ed in questo andazzo del fare a gara a chi ce l’ha più di bronzo non si sottraggono di sicuro i soliti “giornalisti” e “giornali” che si dichiarano liberi ed indipendenti (uno addirittura nella testata) che oggi titolano:

LIBERO QUOTIDIANO

La Lega fa il pieno ma non basta
CREPERANNO COMUNISTI?
Al Sud l’azzurra Santelli umilia il candidato del Pd

La Verità

IL FORTINO ROSSO TREMA MA NON CROLLA
Il Pd tiene l’Emilia, destra a valanga in Calabria

IL GIORNALE

Grillini affumicati
Le sardine si mangiano i Cinque Stelle. Stop per Salvini, il Pd tiene l’Emilia-Romagna
Calabria, trionfo del Centrodestra

Così la racconta il Caporale ma anche i giornali ed giornalisti a lui, e alla destra, referenti (Borgonovo sempre portabandiera). Ma la realtà è ben altra ed è che il centro-sinistra non ha straperso in Emilia Romagna, come millantava il Caporale e Co, ed il PD è e resta il primo partito ANCHE in Calabria dove sì ha vinto il centro-destra, ma il partito del Caporale è dietro anche a Forza Italia che lì è diventato il secondo partito per cui ora prova a rimordere con il ritorno del Kaimano che già parla di voler marciare su Roma.

Il quadro, però, era chiaro fin dagli exit-pool ampiamente confermati dalle prime proiezioni ed ora, praticamente, dai risultati che ci danno gli scrutini:

  1. Bonaccini in Emilia Romagna “stracciava” (e straccia) Salvini Bergonzoni e, alla fine sembra che porti a casa il 51 e 3 % dei voti;
    il PD è il primo partito attorno al 34%;
  2. la lega, guidata dal Caporale, si ferma al 32 e quindi stravince e non effettua quel sorpasso millantato per tutta la campagna elettorale.

Anche in Calabria, dove vince la Santelli (espressione di Forza Italia), la Lega si piazza al terzo posto con un “misero*” 12,22% (* strabordante e vergognoso per chi, come me, è orgogliosamente meridionale) per cui ora, il Caporale cannibale, dopo mesi di campagna elettorale nella quale la Calabria entrava magari di striscio, oggi non fa altro che parlare della “strepitosa” vittoria in Calabria, lasciando così intendere che sia sua sorvolando sul fatto che la candidata è espressione di Forza Italia, che è il secondo partito dopo il PD, come anche sorvolando sull’Emilia Romagna che sfuma come nei migliori film quando cambiano scena.

Molto in sintesi sono questi i dati che emergono dalle elezioni in Emilia Romagna ed in Calabria e qui mi fermo in quest’analisi sfumando sui 5 Stelle che, in questo finale con sfumatura, sono diventati il fumo che sale a coprire ogni cosa e poi si dissolve aprendo a nuovi scenari ma vecchi difetti, e straparlare, degli italici politicanti che, comunque vadano le cosa, mai perdono in virtù del fatto che, anche se non hanno vinto, poteva andare anche peggio: il paletto ed il forcone! Appunto!

Il Caporale stra-perde in Emilia Romagna e Calabria, ma si dice felice / Stanislao Barretta

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Stanislao Barretta

Stanislao Barretta

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

WhatsApp chat