Quantcast
Banner Gori
Carabinieri
Notizie Varie

Pozzuoli, tensione nel parcheggio di via Napoli: ubriaco picchia la moglie e due persone

Pozzuoli, tensione nel parcheggio di via Napoli: ubriaco picchia la moglie e due persone

Pomeriggio di follia quello di ieri a Pozzuoli, all’interno del parcheggio Multipiano di via Napoli dove un uomo, in evidente stato di ebbrezza, avrebbe picchiato la moglie, un dipendente comunale e un automobilista intervenuti per calmarlo. Non sazio di violenza avrebbe iniziato a danneggiare quattro auto. Sul posto sono giunti i carabinieri che lo hanno bloccato e arrestato.
I feriti, riferisce CronacaFlegrea, sono stati soccorsi dai sanitari del 118 e trasferiti in ambulanza presso l’ospedale “Santa Maria delle Grazie” di Pozzuoli.
L’uomo, sulla quarantina di anni, poco prima delle 20, dopo aver parcheggiato avrebbe prima litigato con un amico all’ingresso del parcheggio davanti a decine di persone. Nel tentativo di dividerli un dipendente comunale e un automobilista sarebbero stati selvaggiamente picchiati. In preda all’ira l’uomo avrebbe poi rotto i parabrezza di tre auto e la vetrata del gabbiotto di controllo all’ingresso del parcheggio. Tra il fuggi fuggi e il panico generale è poi risalito a bordo della sua mini cooper e controsenso ha devastato la sbarra di ingresso e alcuni paletti.
Una furia incontenibile, tanto che dopo essersi schiantato con l’auto contro alcuni scalini, l’uomo avrebbe aggredito violentemente la moglie, per poi ritornare a piedi nel parcheggio aggredendo nuovamente automobilisti e devastando il piano terra del Multipiano.
Tutto questo sotto gli occhi increduli di decine di testimoni, tra automobilisti e dipendenti del parcheggio Multipiano.
«E’ assurdo quello che è successo – è una delle testimonianze raccolte da CronacaFlegre – abbiamo tentato di fermarlo ma tre nostri colleghi sono stati aggrediti, di questi uno è finito in ospedale. Ad un certo punto tutti fuggivano mentre quell’uomo in preda alla follia ha devastato tutto e aggredito chiunque si trovava davanti. Meno male che non era armato altrimenti avrebbe potuto tranquillamente ammazzare qualcuno».

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più