Quantcast
Banner Gori
parcheggiatore abusivo foto free facebook
Notizie Varie

Napoli, prime condanne per i parcheggiatori abusivi: “Ma sono stati già rimpiazzati dai familiari”

Napoli, prime condanne per i parcheggiatori abusivi: “Ma sono stati già rimpiazzati dai familiari”

La lotta ai parcheggiatori abusivi sta dando i primi frutti. I giudici del Tribunale di Napoli hanno inflitto pene fino a due anni agli estorsori del parcheggio che esercitavano in via Sedile di Porto. Erano accusati per il reato di associazione a delinquere finalizzata all’estorsione.
A commentare la notizia è stato il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, che da anni si batte contro il fenomeno: “E’ senz’altro un segnale positivo. Nel procedimento sono emersi i metodi violenti e intimidatori degli imputati a conferma che, quando si parla di parcheggiatori abusivi, si parla di veri e propri delinquenti. Ma la battaglia per liberare la strada non è ancora finita. Come in tanti altri casi gli spazi sono stati occupati dai familiari che hanno raccolto l’eredità proseguendo nelle estorsioni. Occorre colpire anche loro e chi gli succederà per riaffermare finalmente la legalità”.

“A febbraio 2020 – continua il consigliere – prenderanno il via degli altri processi, che vedranno come imputati degli altri estorsori della sosta. Un risultato che è stato possibile ottenere grazie alle nostre denunce. La nostra battaglia per liberare le nostre strade da questa vera e propria piaga prosegue senza sosta. Ma occorre che il governo e il parlamento si impegnino per un rinnovamento della legislazione che permetta di colpire duramente questi soggetti. Dopo la norma farlocca di Salvini ci aspettiamo un cambio di rotta deciso con una legge che permetta finalmente di sbattere in galera questi delinquenti, violenti e sopraffattori”.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più