Quantcast
Banner Gori
Notizie Varie

Napoli, Agnano: 14enne vittima di un petardo

Ad Agnano, c’è già la prima vittima dei botti di Capodanno:un 14enne viene ferito da un petardo

Mancano poche ore alla notte di San Silvestro e già ad Agnano, Napoli, c’è la prima vittima di questo Capodanno. Si tratta di un 14enne ferito da un petardo. Il ragazzo, del quartiere di Bagnoli, ha riportato ferite alla mano, alla coscia e ad un occhio. E’ stato accompagnato dalla madre in ospedale e lì ha riferito alle forze dell’ordine di essere stato ferito da un petardo vagante, lanciato da ignoti, mentre usciva dalla stazione di Agnano della cumana. Secondo i medici il ragazzo non ha riportato ferite gravi e guarirà in 15 giorni. Purtroppo la realtà napoletana non è nuova a questi incidenti, molti sono i ragazzi che giocano coni botti e petardi, soprattutto lungo il lungomare partenopeo, incurante del pericolo che possono essere, in primis per loro stessi e in secondo luogo per gli altri. Ma a quanto pare, sembra poco interessare questi teppisti, che invece trovano divertimento in questa attività. Quello che la comunità richiede è che ci sia più vigilanza, non solo nei luoghi centrali di Napoli e quindi più affollati, ma anche nelle zone e città più periferiche, dove in realtà ce ne sarebbe anche più bisogno.

Print Friendly, PDF & Email
Tags

In merito all'autore

Vincenza Lourdes Varone

Vincenza Lourdes Varone

Diplomata al Liceo Classico "Plinio Seniore", successivamente laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali presso l'Università degli studi di Napoli, l'Orientale. Attualmente iscritta al corso di Studi Internazionali presso la stessa università, per il conseguimento della Laurea Magistrale.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più