Quantcast
Banner Gori
La Polizia scopre un deposito di scarpe contraffatte
Notizie Varie

La Polizia ha scoperto un deposito di scarpe contraffatte

La Polizia ha scoperto un deposito di scarpe contraffatte in via A. Toscano, sono stati sequestrati ben 650 paia di calzature di diversi marchi falsi.

La Polizia ha scoperto un deposito di scarpe contraffatte

NAPOLI- Ieri sera, in via A. Toscano, la Polizia ha scoperto un deposito di scarpe contraffatte al Quartiere Mercato.
Gli agenti del Commissariato Vicaria-Mercato erano in servizio di controllo sul territorio. Hanno notato in via A. Toscano una donna con una grossa busta che, alla vista degli agenti, ha cercato di rientrare frettolosamente in un palazzo.

I poliziotti sono entrati nell’edificio e, in un locale al piano terra, hanno sequestrato 650 paia di scarpe di diversi marchi contraffatti.

La donna, una 31enne napoletana, è stata denunciata per contraffazione, introduzione nello stato e commercio di prodotti contraffatti e ricettazione.

Per fortuna quest’affare non ha preso piede, sta di fatto, che è molto comune tra i consumatori l’acquisto di marchi contraffatti: si soddisfa la velleità di indossare qualcosa che anche solo ricordi il marchio famoso… al caro prezzo però della legalità e qualità del prodotto.
Infatti molto spesso, questi prodotti contraffatti non sono ben fatti: non si tratta solo delle cuciture, ma anche delle tecnica di lavorazione e qualità del materiale utilizzato.

Nel caso delle scarpe, per chi ha problemi di postura, la calzatura è un bene necessario, di cui risente TUTTA la postura… indossare calzari sbagliati provoca danni nel tempo anche a chi inizialmente non ne ha.

Per contrastare l’avanzare di questi affari di “marchi contraffatti”, i consumatori potrebbero contribuire con una scelta oculata: è vero il prezzo è molto più conveniente, ma la differenza la si paga poi con le spese da ortopedici e podologi.

Inoltre non dimentichiamo che stiamo parlando di un mercato fuori-legge: in cui non si pagano tasse e quello che si guadagna non è tracciato, insomma un tipo di economia che danneggia i bilanci del nostro Stato, che poi non ha risorse per finanziare le spese che andrebbero a beneficio di tutta la comunità.

 

Stéphanie Esposito

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Stéphanie Esposito Perna

Stéphanie Esposito Perna

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più