Quantcast
Banner Gori
Emergenza Covid-19 Napoli e dintorni: violazioni "pasquali"
Notizie Varie

Emergenza Covid-19 Napoli e dintorni: 338 violazioni “pasquali”

Emergenza Covid-19 Napoli e dintori: nel corso dei controlli “a tappeto” durante il periodo pasquale in tutta la provincia 338 persone sono state sanzionate, 1 arresto e 7 denunce.

Emergenza Covid-19 Napoli e dintorni: 338 violazioni “pasquali”

NAPOLI- Emergenza Covid-19: nel corso dei controlli “a tappeto” durante il periodo pasquale in tutta la provincia 338 persone sono state sanzionate, 1 arresto e 7 denunce.

I finanzieri del Comando Provinciale di Napoli, in queste giornate definite “cruciali”, sono stati impegnati a vigilare sull’osservanza delle misure previste per contenere la diffusione del Covid-2019 .
Hanno effettuato controlli, sia su strada che presso i terminal portuali, su complessivamente 2187 persone, riscontrando 338 violazioni, anche penali.

Nel giorno di Pasqua a Mariglianella, è stato effettuato l’arresto operato dalla Compagnia di Casalnuovo di un pluripregiudicato che ha tentato di fuggire su un’auto rubata, a Napoli (via Roma e Rione Traiano).

A Torre Annunziata, Casalnuovo, a Giugliano in Campania e a Pozzuoli, le Fiamme Gialle hanno sequestrato 10 veicoli per violazioni al Codice della Strada. I conducenti, infatti, sono stati tutti scoperti a circolare con mezzi già sottoposti a sequestro, senza patente o sprovvisti di copertura assicurativa; 2 di questi sono stati denunciati per reiterazione nella guida senza patente.

Sempre a Napoli, in via Argine, è stato segnalato all’A.S.L. e denunciato per l’inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità un 48enne di Torre del Greco, recidivo, fermato per la seconda volta alla guida della propria auto senza un valido motivo.

A Forio (Ischia) è stato sanzionato un 24enne mentre faceva jogging sulla spiaggia.
A Cardito è stato sorpreso un 49enne mentre vendeva sigarette di contrabbando presso il proprio domicilio, sul balcone di casa, con il metodo del “paniere” .

A Cimitile sono stati denunciati 2 soggetti provenienti da Ariano Irpino (AV) per aver violato la “zona rossa”.

A Pompei, madre e figlio, che hanno tentato di sottrarsi al controllo dei militari durante un posto di blocco, sono stati denunciati per resistenza a pubblico ufficiale e per rifiuto di fornire le proprie generalità.

Per quanto riguarda, invece, gli esercizi commerciali, 40 sono stati quelli controllati ed è scattata la chiusura provvisoria per una rivendita di tabacchi di Napoli (via Toledo) e per una salumeria di Torre del Greco.

Entrambe inottemperanti all’ordinanza della Regione Campania che prevedeva la chiusura per tutti a Pasqua e Pasquetta.

A Sorrento un ristorante è stato sanzionato poiché consegnava a domicilio prodotti gastronomici non confezionati.

Sono stati, infine, sanzionati per la mancata esposizione dei prezzi al pubblico 2 negozi di ortofrutta di Baia e Monte di Procida e 2 salumerie di Frattaminore, nell’ambito dei controlli eseguiti sabato per contrastare il rincaro prezzi.

Sembra dunque che purtroppo non ci sia stato segno di una “risurrezione” del senso civico-buon senso nelle coscienze di molti, nemmeno quest’anno.

Stéphanie Esposito

 

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Stéphanie Esposito Perna

Stéphanie Esposito Perna

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più