Quantcast
Banner Gori
fitto affitto castellammare covid-19 foto free facebook cimmino
Notizie Varie

Castellammare, sostegno economico alle famiglie in difficoltà con l’affitto

Castellammare, sostegno economico alle famiglie in difficoltà con il pagamento dell’affitto: contributo pari al 50% di tre mensilità, fino a 750 euro

Castellammare di Stabia – È stato pubblicato il bando per la presentazione di domande di sostegno al fitto delle abitazioni principali per situazioni di emergenza socio-economica, rivolto ai nuclei familiari titolari di un contratto di locazione che hanno subito una diminuzione della capacità reddituale per effetto delle misure restrittive per il contenimento dell’epidemia da Covid-19.

L’ammontare del contributo è pari al 50% del canone mensile per 3 mensilità, fino ad un massimo complessivo da 750 euro. Le domande, i cui modelli sono scaricabili sul sito istituzionale del Comune di Castellammare di Stabia, devono essere compilate e inviate, allegando il documento di identità, entro le ore 12.00 del giorno 8 maggio 2020 all’indirizzo email servizisociali.stabia@asmepec.it, predisposto anche per ricevere email non certificate.

Per poter accedere al contributo, sono necessari i seguenti requisiti:

  • Essere titolare di un contratto di locazione registrato prima del 23 febbraio 2020 ed in corso di validità, di un immobile di categoria da A2 ad A7 adibito come abitazione principale.
  • Non essere titolare del 100% del diritto di proprietà, usufrutto, uso o abitazione di un alloggio situato sul territorio regionale e adeguato al proprio nucleo familiare.
  • Avere percepito nell’anno 2018, per l’intero nucleo familiare, un reddito imponibile pari o inferiore a 35mila euro.
  • Per i nuclei familiari in cui vi è un soggetto titolare di reddito di impresa, arte o professione: aver subito una riduzione degli affari di almeno il 50% nei mesi di marzo e aprile 2020 rispetto a gennaio e febbraio dello stesso anno.
  • Per i nuclei familiari in cui vi è un soggetto titolare di reddito da lavoro dipendente o assimilato al lavoro dipendente: aver subito una riduzione degli affari di almeno il 20% nei mesi di marzo e aprile 2020 rispetto a gennaio e febbraio dello stesso anno.
  • Per i nuclei familiari in cui vi sono soggetti titolari di reddito da lavoro dipendente e soggetti titolari di reddito di impresa, oppure il medesimo soggetto è titolare di entrambe le categorie di reddito, è necessario che per almeno una categoria di reddito sia rispettato il requisito di cui ai punti 4 e 5

(SCARICA LA DOMANDA)

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più