Quantcast
Banner Gori
campania stop distributori benzina foto free google
Notizie Varie

Campania, petizione contro lo stop dei distributori di benzina: “Decisione inaccettabile”

Campania, petizione contro la chiusura dei distributori di benzina: “Decisione inaccettabile, stanno commettendo un attentato all’Italia”
Campania – A partire da domani, giorno 25 marzo, come annunciato nelle scorse ore da Faib, Fegica, Figisc/Anisa, partirà uno stop degli impianti di benzina.
Le ragioni di tale decisione deriverebbero dalle condizioni di lavoro degli operatori in servizio presso gli impianti di distribuzione, poco tutelati in questa emergenza sanitaria legata all’epidemia di Covid-19.
Ad opporsi vigorosamente alla decisione è stato il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, che insieme al conduttore radiofonico Gianni Simioli ha promosso una raccolta firma contro lo stop: “Comprendiamo le ragioni dei benzinai ma agendo in questo modo si sono comportati da irresponsabili. È inaccettabile una decisione del genere senza preavviso e senza che venga garantita l’apertura di un numero minimo di pompe. Come faranno i medici, gli infermieri, le forze del ordine, i militari, le ambulanze ed i camion che trasportano cibo a muoversi? Stanno commettendo un attentato all’Italia in questo modo. Se non sarà garantito un numero sufficiente di distributori aperti allora dovranno essere sequestrate delle pompe in modo da garantire lo svolgimento delle funzioni più essenziali.”
Link della petizione: http://chng.it/8RYLWJzxn7

Faib, Fegica, Figisc/Anisa, attraverso una nota congiunta, hanno annunciato che da mercoledì notte partiranno i primi stop che riguarderanno i distributori della rete autostradale, compresi raccordi e tangenziali; e, via via,tutti gli altri anche lungo la viabilità ordinaria.

Correremo il rischio dell’impopolarità e dei facili strali lanciati da comode poltrone, ma davvero non abbiamo né voglia, né la forza per spiegare o convincere delle solari ragioni che ci sostengono. Chi volesse approfondire può chiedere conto a Governo, concessionari autostradali, compagnie petrolifere e retisti indipendenti: a ciascuno di essi compete fare per intero la propria parte se si vuole assicurare la distribuzione di benzina e gasolio.” spiegano le associazioni di categoria.

Campania stop Campania stop

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più