Quantcast
Banner Gori
Ad ogni passo un'autodichiarazione: è in vigore la nuova ordinanza n°82 Covid-19: ultimi aggiornamenti dal Sindaco Cimmino : controllo del territorio e mascherina fino a settembre Antiche Terme : esito primo giorno dei test "drive-in" Comune di Stabia ed Eav : firmata oggi la convenzione attiva il servizio pagamento PagoPA: Cimmino spiega i dettagli 19 LUGLIO 1992: Cimmino ricorda la strage di via D'Amelio Il Sindaco Cimmino in azione contro il "furbetto di turno" Castellammare di Stabia : più spazio con il Dl Rilancio Il Sindaco Cimmino riceve incarico di vicepresidente vicario dell’Anci Campania Cimmino Juve Stabia
Notizie Varie

19 LUGLIO 1992: Cimmino ricorda la strage di via D’Amelio

Il Primo Cittadino Cimmino scrive un messaggio per ricordare la strage di via D’Amelio avvenuta in questo giorno del 1992.

19 LUGLIO 1992: Cimmino ricorda la strage di via D’Amelio

CASTELLAMMARE DI STABIA- Non è mancato in questo giorno così significativo per la storia del nostro Paese, il messaggio da parte del Sindaco Cimmino sulla strage di via D’Amelio avvenuta nel 1992, in cui morirono il magistrato Paolo Borsellino e i cinque agenti della sua scorta: Agostino Catalano, Emanuela Loi, Claudio Traina, Vincenzo Li Muli, Eddie Walter Cosina.

Paolo Borsellino è un esempio di coraggio, professionalità, determinazione. Un magistrato esemplare, che ha dedicato tutta la sua vita alla legalità, alla giustizia, alla lotta contro le mafie.
“Siamo cadaveri che camminano” aveva commentato poco dopo l’omicidio di Giovanni Falcone. Ma non ha mai chinato il capo e ha sempre posto il suo rigore morale e la sua missione dinanzi alla minaccia costante che pendeva su di lui.
Sono trascorsi 28 anni dalla strage di via D’Amelio, il barbaro attentato a Borsellino. Ed è nostro dovere, come istituzioni e come cittadini, tramandare la sua storia e il suo ricordo alle nuove generazioni.
A Paolo Borsellino e Giovanni Falcone è dedicata la nostra sala consiliare a Palazzo Farnese, un luogo simbolo di giustizia e libertà in cui continueremo ad esercitare il nostro ruolo di condottieri contro le mafie e contro qualsiasi forma di illegalità.

Ricordare questi eventi di storia, seppur tristi è fondamentale, perché come diceva lo stesso Paolo Borsellino ” Se la gioventù le negherà il consenso, anche l’onnipotente e misteriosa mafia svanirà come un incubo”.

Stéphanie Esposito

COLLEGATA:

ATTUALITÀ

Azzolina:”Dove c’è la scuola, c’è un presidio di legalità e c’è lo Stato”

Ricorre oggi l’anniversario dell’attentato di via Mariano d’Amelio. Azzolina: ” La scuola è in prima linea nella difesa del valore…

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere  autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.
Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più