Quantcast
Banner Gori
Mensa scolastica, bimba che mangia
Salute e Scienze

Una settimana nella mensa scolastica di tuo figlio

Mensa scolastica : Come si mangia nelle scuole italiane? Abbiamo dato un’occhiata ai menù delle elementari in sei diverse città e forse quei pranzi non sono così terribili come ci ricordiamo noi

Mensa scolasticaVi siete mai chiesti cosa mangiano i vostri figli a scuola? Per cinque giorni a settimana nelle mense si consuma uno dei pasti più importanti: il pranzo, infatti, rappresenta il 35% del fabbisogno e delle calorie che i più piccoli assumono quotidianamente; per di più in un’età in cui si dovrebbe educarli a un’alimentazione corretta per prevenire lo sviluppo di disturbi alimentari. Quando pensiamo alle mense scolastiche, però, difficilmente immaginiamo tavolate di cibi sani e nutrienti: nei nostri ricordi di studenti affiorano immagini di piatti immangiabili,e di intervalli negati e passati a fissare scodelle con avanzi di finocchi cotti al latte e minestrine di colori e sapori non meglio definiti. Ma le mense scolastiche sono davvero così terribili?

Le scuole e le aziende che gestiscono la ristorazione sanno quanto i genitori si preoccupano di cosa finisce nei piatti dei loro figli ed è per questo che da tempo pubblicano su internet l’elenco dei piatti proposti agli studenti. Confrontando alcuni menù della terza settimana di ottobre del 2015, ad esempio, ecco cosa si mangia nelle scuole elementari di alcune delle principali città italiane:

Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì
Torino Fusilli al pesto, lonza impanata, insalata di pomodori, frutta Vellutata di verdure con riso, manzo olio e limone, insalata di carote, banana Casarecci alle zucchine, raschera DOP, Bra DOP, toma DOP piemontesi, insalata di patate e fagiolini, frutta Ravioli di magro al pomodoro, platessa dorata, insalata verde e carote, succo di frutta Mezze penne in bianco, rolata di tacchino, zucchine olio e parmigiano, frutta
Milano Risotto e zucchine, formaggio (primosale), patate arrosto, frutta fresca di stagione Pasta al pomodoro, cotoletta di lonza alla milanese, insalata di stagione, frutta fresca di stagione Crema di cannellini con crostini integrali, polpette di tacchino, pomodori in insalata, frutta fresca di stagione Carotte a tronchetto, pizza margherita, gelato Pasta al pesto, tonno, fagiolini all’olio, frutta fresca di stagione
Genova Pasta al sugo di pomodoro, formaggio fresco, insalata verde e mais, frutta fresca Minestra di verdure con pasta, cosce di pollo al forno, pomodori in insalata, frutta fresca Pasta al pesto, polpette di vitellone al pomodoro, piselli, frutta fresca Pizza margherita, prosciutto cotto, insalata verde, frutta fresca Riso al sugo di pomodoro, tonno sott’olio, patate lessate, frutta fresca
Roma Pennette rigate al pomodoro, arrosto di bovino al tegame, misto di carote, patate e fagiolini, pane, coppetta di gelato Crema di lenticchie con corallini, formaggio crescenza, patate croccanti al forno, pane, frutta Riso alla parmigiana, frittata, spinaci all’olio, pane, frutta Gnocchetti sardi al pomodoro, petto di pollo panato, carote flangè, pane, frutta Conchiglie rigate al burro e parmigiano, arrosto di maiale al tegame, fagiolini all’olio, pane, frutta
Bologna Crema di legumi con cereali/crostini, formaggio, verdura cotta, frutta fresca Pasta all’uovo al ragù di bovino/suino, crocchette o torino di verdure, verdura cruda, frutta fresca Pasta di semola alle verdure, polpette, verdura cruda, frutta fresca Pasta di semola al pomodoro, hamburger di bovino, purè, frutta fresca Riso allo zafferano, filetto di pesce gratinato, verdura cruda, frutta fresca
Napoli Pasta al pomodoro, uova strapazzate al formaggio, frutta fresca di stagione Pasta con piselli, tacchino arrosto, carciofi stufati, frutta fresca di stagione Riso al pomodoro, arista di maiale al forno, insalata verde, frutta fresca di stagione Pasta con patate, sovracoscia di pollo, bieta all’agro, frutta fresca di stagione Pasta al tonno, bastoncini di pesce, insalata di pomodori, frutta fresca di stagione

Visto così non sembra tanto male. In Italia vengono preparati e serviti nelle mense un milione e 230 mila pasti ogni giorno. La gestione è affidata dai comuni alle aziende di ristorazione, che si occupano di preparare, trasportare e distribuire i piatti rispettando le direttive che vengono dalle regioni e dal ministero della Salute. Quest’ultimo nel 2010 ha pubblicato un documento che fissa degli standard minimi perché un piatto possa essere portato in tavola, specificando anche quante volte in una settimana i bambini devono mangiare i diversi tipi di alimenti.

Secondo il ministero, i pranzi serviti agli studenti della scuola primaria devono rientrare in un range compreso tra le 520 e le 810 kcal al giorno. Dal lunedì al venerdì, in cinque pasti su cinque viene servita una porzione di pasta o riso, quando questa non è sostituita da un piatto unico, come pizza o lasagne, e tutti giorni nei piatti dei bambini finisce una porzione di verdura e un frutto. La carne viene servita tra le due e le tre volte a settimana, il formaggio non più di due, mentre pesce, uova e salumi compaiono al massimo una volta.

L’offerta delle mense scolastiche varia grazie a due diversi menù, per il periodo autunno-inverno e per quello primavera-estate, e con un sistema di rotazione su 4 o 5 settimane, in modo che i piatti non si ripetano più volte nello stesso mese. Anche per quanto riguarda la qualità degli ingredienti ci sono buone notizie. Secondo una ricerca di Bio Bank (portale che monitora e raccoglie i dati sul biologico in Italia), dal 2010 al 2014 l’uso di prodotti biologici è cresciuto del 43%. La regione in cui più mense hanno deciso di servire pasti bio è la Lombardia, con 224 cucine che preparano pasti interamente o parzialmente a base di prodotti biologici, seguita dal Veneto (192) e dall’Emilia-Romagna (172).

 Una volta tanto, inoltre, l’Italia non ha nulla da invidiare all’estero. Recentemente il sito Usa Quartz ha confrontato l’offerta delle mense scolastiche di Parigi e New York per capire cosa non funziona nella dieta degli studenti americani. Tra i problemi degli Stati Uniti c’è una carenza impressionante di frutta e verdura. Basti pensare che in passato il Senato americano ha cercato di far passare il ketchup per un surrogato del pomodoro nel calcolo delle porzioni minime di vegetali nei piatti delle mense.
Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì
Parigi Baguette, costoletta di maiale in salsa dijon, prosciutto di tacchino, purè, formaggio emmental, mela Baguette, insalata, spaghetti al salmone, yogurt alla frutta, composta di mele Pane fresco, insalata di cetrioli con crème fraîche, vitello saltato coin olive e broccoli, formaggio di capra, torta di semolino col caramello Baguette, insalata con pomodori, cipolla e coriandolo, carne saltata con fagiolini e prezzemolo, fomraggio brie, pera Baguette, omelette con patate, insalata di carote, pomodori e mais, crumble di mele
New York Panino al formaggio, salsa marinara, spinaci Maccheroni al formaggio, pane tostato all’aglio, fagioli Hamburger, patatine fritte, insalata di cavolo Pollo con i broccoli, riso fritto vegetariano, rotolo d’uovo con salsa agrodolce, mela Pizza ortolana, rustico ripieno di carne, insalata di pomodori

Se mangiassimo per una settimana in una scuola della Grande Mela, di mele ne vedremmo ben poche: la frutta viene servita in uno solo pasto su cinque, la verdura finisce nel piatto tre volte a settimana, mentre le pietanze fritte compaiono nel menù almeno un paio di volte. Gli Stati Uniti guardano alla Francia come a un modello da imitare, ma a ben vedere i menù dei nostri vicini d’oltralpe non sono molto diversi dai nostri. E questo sembra avere un impatto positivo sulla salute dei bambini. Secondo gli ultimi dati raccolti dall’Istituto Superiore di Sanità, in Italia è in continuo calo il tasso di obesità infantile. Dal 2008 al 2014, infatti, il numero di bambini obesi è sceso di oltre il 18%, mentre quelli sovrappeso sono diminuiti poco meno del 10%. Non basterà a far digerire ai vostri figli broccoli e pesce, ma un giorno forse vi ringrazieranno.

Stato nutrizionale bambini
Percentuale di bambini obesi e sovrappeso
Stato ponderale tra gli 8 e i 9 anni

vivicentro.it/salute –  lastampa / Una settimana nella mensa scolastica di tuo figlio FRANCESCO ZAFFARANO

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Redazione

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più