Quantcast

Economia

Fmi taglia stime Pil Italia

Le stime del Fondo Monetario Internazionale sul tasso di crescita dell’Italia

Il Fondo Monetario Internazionale taglia il tasso di crescita dell’Italia: il pil cresce dell’1,2% nel 2018 e dell’1% nel 2019, in calo rispetto al +1,5% del 2017. Questi i dati che emergono dalle previsioni del Fmi contenute nel World Economic Outlook.
Per quanto riguarda il tasso di disoccupazione il Fmi da buone notizie, in Italia stima un calo dall’11,3% del 2017 al 10,8% di quest’anno e per il 2019 si attende il 10,5%.
Anche sul debito pubblico si attende un calo dal 131,8% del 2017 al 130,3% del Pil quest’anno e al 128,7% del pil nel 2019, scendendo al 125,1% nel 2023. Stiamata riduzione del deficit che dovrebbe scendere dal 2,3% del 2017 all’1,7% nel 2018 e nel 2019, per poi attestarsi al 2,2% nel 2023.

In Italia le passate riforme pensionistiche e del mercato del lavoro dovrebbero essere preservate e ulteriori misure andrebbero perseguite, quali una decentralizzazione della contrattazione salariale per allineare i salari con la produttività del lavoro a livello aziendale», spiega il Fmi, invitando l’Italia a preservare la riforma Fornero” si legge nel World Economic Outlook.

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania