Quantcast

Cultura

Torre Annunziata, il bene confiscato alla camorra sarà destinato ad attività socio-culturali

“Villa Cesarano”, il bene confiscato alla camorra sarà destinato ad attività socio-culturali

Torre Annunziata – Un bene confiscato alla camorra finalmente trova una nuova collocazione fra le attività della città. L’immobile in questione è la villa “Villa Cesarano”.

Nel novembre del 2011, l’Agenzia del Demanio formalizzò il trasferimento del bene confiscato alla criminalità organizzata, sito in Traversa Andolfi, al patrimonio indisponibile del comune di Torre Annunziata. Con una delibera del marzo 2013, l’Ufficio Tecnico Comunale venne incaricato di valutare i costi di ristrutturazione e adeguamento dell’immobile. Al fine di realizzare due mini appartamenti abitabili. Ma il progetto, date le scarse risorse finanziarie dell’Ente, non fu mai realizzato.

L’’assessore al Patrimonio, Emanuela Cirillo spiega:

«Dopo diversi anni in cui l’immobile è rimasto inutilizzato abbiamo ora, con l’approvazione di una nuova delibera di giunta, la possibilità concreta di poterne usufruire, dandolo in concessione ad associazioni ed enti impegnati in diversi ambiti sociali. La volontà dell’Amministrazione Comunale è quella di recuperare gli immobili sottratti alla camorra per destinarli ad attività socio-culturali. Che, oltre alla promozione di progetti ed iniziative, costituiscono anche un’opportunità di sviluppo e lavoro. Il bene verrà assegnato a titolo gratuito e per un periodo da determinarsi a seconda della destinazione d’uso – conclude l’assessore -, e sarà rinnovabile una sola volta, al fine di consentire la possibilità di avvicendamento dei concessionari».

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania