Quantcast

Cultura

Festival del cinema di Venezia, tanti film e tre italiani in gara

La 75 esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia si prospetta ricca di novità, tra piattaforme non cinematografiche (come il colosso Netflix), autori affermati, film di genere e autori italiani in gara.

Inizia a Venezia la strada Bradley Cooper verso la regia e gli Oscar con  A star is born, quarto remake di questa storia popolarissima.

Netflix si preannuncia outsider di questa 75esima edizione presentandosi con produzioni ambiziose, forti, potenti. Come Roma, il film in concorso realizzato dal premio oscar messicano Alfonso Cuarón e dedicato alla sua infanzia in Messico; The other side of the wind, l’ultimo film di Orson Welles montato da Frank Marshall con le oltre 100 ore di girato tramandate dal regista americano; e The Ballad of Buster Scruggs dei fratelli Coen, un western a episodi con Tim Blake Nelson e James Franco.

I FILM IN CONCORSO

Ventuno sono i film in concorso quest’anno. Dopo il successo di La La Land, Damien Chazelle torna con Ryan Gosling in versione astronauta per l’attesissimo First Man; Suspiria di Luca Guadagnino; The Sisters Brothers di Jacques Audiard con Joaquin Phoenix e Jake GyllenhaalAt Eternity’s Gate di Julian Schnabel con Willem Defoe nei panni di Vincent Van Gogh e The Favourite di Yorgos Lanthimos con Olivia Colman di The CrownEmma Stone e Rachel Weisz. Fra gli altri titoli in gara, anche Vox Lux di Brady Corbet con Natalie Portman e Jude Law; Double Vies di Olivier Assayas con Juliette Binoche e Guillaume Canet; e Capri-Revolution di Mario Martone con Marianna Fontana, una delle gemelle di Indivisibili, presentato proprio a Venezia due anni fa.

FILM FUORI CONCORSO

Anche per questa edizione tanti film attesi dalla stampa e dal pubblico. Come Sulla mia pelle, il film di Alessio Cremonini prodotto da Netflix che aprirà la sezione Orizzonti e che vede Alessandro Borghi nel ruolo di Stefano Cucchi in un film che ricostruisce le ultime ore di vita del giovane ragazzo massacrato di botte; Una storia senza amore di Roberto Andò con Micaela Ramazzotti e Alessandro Gassman; Les Estivants di Valeria Bruni Tedeschi con Valeria Golino e Riccardo Scamarcio; Dragged Across Concrete con Mel Gibson e Vince Vaugh e il documentario El Pepe, una vida suprema di Emir Kusturica. Molto clamore, invece, per la presentazione di Charlie Says, il film di Mary Harron che racconta la storia delle donne della setta di Charles Manson, interpretato da Matt Smith.

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

-

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania