Quantcast

Cronaca

Mantova, donna entra in un museo e accoltella i visitatori: una vittima, diversi feriti

Mantova, donna entra in un museo e accoltella i visitatori: una vittima, diversi feriti

Pomeriggio da incubo quello di ieri in provincia di Mantova: una donna di origine polacca, B. Chmurzynska, per cause ancora da accertare, ha accoltellato quattro persone all’interno del museo di Canneto sull’Oglio.
Una donna di 54 anni, ferita al costato, è morta. La vittima era una dipendente del Comune di Canneto sull’Oglio che lavorava al museo del Giocattolo ospitato all’interno del museo civico di piazza Gramsci.
Secondo quanto riportato da La Gazzetta di Mantova, l’assalitrice avrebbe aggredito con due coltelli la dipendente del museo. Poi si sarebbe avventata su un ragazzo di circa trent’anni della protezione civile di Asola, infliggendogli tre coltellate, la più grave alla schiena. Trasportato in elicottero in ospedale, non sarebbe in pericolo di vita.
Una volta uscita dal museo, la donna avrebbe attaccato anche una signora in carrozzina e il figlio che la stava spingendo. L’uomo è rimasto ferito da un fendente, mentre la signora ha riportato ferite cadendo. Le loro condizioni non desterebbero particolari preoccupazioni.
Sul posto sono intervenute le forze dell’ordine che hanno blindato l’area. La donna è stata fermata per omicidio e lesioni volontarie. A immobilizzarla il comandante della polizia municipale di Asola, Marco Quatti. L’agente, riferisce laRepubblica, l’avrebbe bloccata lanciandole contro una bicicletta all’esterno del museo civico, poi le ha dato un calcio per disarmarla. “Aveva gli occhi fuori dalle orbite”, ha raccontato Quatti, che si trovava fuori servizio in visita al padre nella casa di riposo di fronte al museo.
Ancora ignote le cause del suo gesto. Secondo quanto emerso, la notte scorsa aveva già aggredito una persona che stava prendendo le sigarette a un distributore automatico, che però aveva reagito riuscendo ad allontanarla. Dai primi accertamenti degli investigatori l’assassina in passato avrebbe accusato problemi psichici tanto da essere seguita dai servizi sociali del Comune.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania