Quantcast

Monza 2017, interviste
Cronaca Cronaca Sportiva

F1, GP Monza 2017. Le interviste a Hamilton, Bottas, Vettel, Raikkonen

Lewis Hamilton: “Fantastico essere primo in campionato ora”; Valtteri Bottas: “Macchina incredibile grazie al lavoro del team”; Sebastian Vettel: “Abbiamo vissuto una gara difficile, ma siamo pronti per un grande finale di stagione”

Raggiante e soddisfatto Lewis Hamilton, trionfatore di questo GP d’ Italia 2017 a Monza, sesto successo stagionale. Un risultato che vale anche il primo posto nella classifica mondiale al britannico che, festeggiato ed anche fischiato sul podio, ha espresso tutto il suo piacere di correre nel Bel Paese e con una Mercedes semplicemente perfetta: Adoro questo GP e la passione dei tifosi, in particolare quest’energia che non si vede da nessun’altra parte, forse solo a Silverstone – ammette il britannico – Sono contento perchè il team ha fatto un lavoro eccezionale e dobbiamo tutto a loro. Oggi il motore Mercedes si è dimostrato superiore a quello Ferrari. Davvero fantastico essere in prima posizione nel campionato“.

Sorridente come non mai anche Valtteri Bottas compiaciuto del suo secondo posto e della monoposto guidare: Come per Lewis, all’inizio è stata complicata ma ho tenuto la testa giù recuperando passo dopo passo le posizioni e la macchina andava fortissimo. E’ stata davvero un piacere guidarla. Ringrazio il team perchè con il loro lavoro abbiamo reso possibile questo fantastico risultato”.

Sebastian Vettel acciuffa con i denti il terzo gradino del podio di Monza al termine di una gara decisamente più difficile di quanto si sarebbe atteso. Partire dalla sesta posizione non era un ottimo viatico, ma concludere i 53 giri ad oltre mezzo minuto di distacco dal rivale diretto Lewis Hamilton non può certo fare dormire sonni  tranquilli al quattro volte campione del mondo. Sul podio, davanti ad una marea di pubblico ferrarista, il tedesco ha voluto comunque “tranquillizzare” i tifosi. “Oggi abbiamo vissuto una gara difficile – ha esordito durante la intervista di Martin Brundle e Jean Alesi – ma vi posso assicurare che stiamo arrivando. In vista del finale di stagione torneremo e daremo tutto per puntare al titolo”.

Dopo il suo marchio di fabbrica “Forza Ferrari!” l’ormai ex leader della graduatoria ha analizzato il suo GP d’Italia. “Nonostante tutto è stato un Gran Premio divertente. Purtroppo partivo da dietro e non sono nemmeno stato perfetto al via, pattinando troppo e non riuscendo a recuperare posizioni prima di curva 1. Ho impiegato un po’ di tempo a trovare il giusto feeling con la mia vettura, prima di potermi fidare al cento per cento e compiere i sorpassi che mi hanno portato sul podio”.

Da quel momento, però, cos’è successo? “Non avevo il passo delle Mercedes, era chiaro, per cui ho preferito non rischiare e arrivare senza problemi al terzo posto. Negli ultimi 15-20 giri ho sentito che nella vettura qualcosa non era perfetto per cui, bene così”. 

Speravi in qualcosa di più per questa gara? “Ovviamente si spera sempre di vincere, ma oggi non era possibile, le Mercedes erano imprendibili. Dal mio punto di vista posso dire che mi sono divertito alla guida e mi sono gustato Monza con tutto questo pubblico meraviglioso. Vi ripeto, siamo pronti per il finale di stagione e lo disputeremo alla grande”.

Kimi Raikkonen: “Ho lottato tutta la gara con il bilanciamento e alla fine non potevo tenere dietro Ricciardo”

Kimi Raikkonen non si immaginava certo un GP d’Italia così grigio, prima dell’inizio di questo fine settimana. Invece, dopo una qualifica complicata (ma comunque conclusa davanti al compagno Sebastian Vettel) il finlandese ha completato i 53 giri della gara monzese senza guizzi e, anzi, subendo sorpassi che non gli possono certo aver fatto piacere. 

La conferma arriva ai microfoni di Sky Sport: “Ho avuto problemi con il posteriore della mia vettura sin dall’inizio – svela il campione del mondo 2007 – Non so quanto possano avere inciso, ma sicuramente mi sono ritrovato a lottare con il bilanciamento della mia SF70H per tutta la durata della corsa. Da metà gara sono andato leggermente meglio, ma non mi sono mai sentito veramente a mio agio. A questo punto starà a noi capire cosa non è andato nel migliore dei modi”.

Sorpreso dalla reazione della Red Bull e dal sorpasso subito da Daniel Ricciardo? “Nel duello con Daniel ovviamente lui ha sfruttato le gomme migliori (SuperSoft contro Soft) e quando mi ha attaccato nella prima chicane mi ha davvero fregato. Non mi aspettavo che frenasse così tardi, ma c’è riuscito. Se non fosse successo in quel momento, comunque, il sorpasso sarebbe arrivato poco dopo, andava troppo forte rispetto a me”.

Deluso per questo fine settimana del GP di casa? “Sicuramente si è rivelato più complicato del previsto, ma ormai dobbiamo pensare ai prossimi appuntamenti”.

redazione sportiva / oasport

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania