Quantcast

Cronaca

Bombe d’acqua, situazione critica al Sud: a Lamezia morti giovane madre e figlio, l’altro è disperso

Bombe d’acqua, situazione critica al Sud: a Lamezia morti giovane madre e figlio, l’altro è disperso

Calabria e tutto il Sud Italia colpiti in queste ore da violenti nubifragi. A Lamezia Terme una donna e suo figlio di 7 anni sono morti, travolti dall’acqua. Disperso il secondo bimbo di 2 anni che era con loro. Il marito della donna aveva lanciato l’allarme per la scomparsa nella serata di ieri, ma i corpi sono stati scoperti solo in mattinata. Poche speranze di ritrovare vivo il figlio più piccolo, anche se le ricerche proseguono senza sosta. I vigili del fuoco hanno inviato elicotteri anche da Salerno e Catania.
Madre e figli si trovavano nella zona di San Pietro Lametino quando la pioggia ha raggiunto in quella zona un picco di intensità. La vettura è stata ritrovata dai soccorritori con le 4 frecce d’emergenza accese, ma all’interno non c’era nessuno.
Stiamo valutando di dichiarare lo stato di emergenza“, spiega Mario Oliverio, presidente della Regione, la più colpita dalla forte ondata di maltempo che in queste ore sta interessando tutto il Sud, con voli cancellati e persone messe in salvo in gommone dalla furia dell’acqua. Centinaia le richieste di soccorso ai vigili del fuoco, che hanno messo in campo 200 persone richiamando in servizio anche chi era di riposo.
Il picco dell’emergenza sembra condensarsi proprio nella zona di Lamezia Terme, dove è esondato il torrente Cantagalli e in alcuni quartieri l’acqua ha invaso le case costringendo gli abitanti a rifugiarsi agli ultimi piani. Le strade allagate sono impraticabili e le operazioni di salvataggio si svolgono con i gommoni. Sono 16 le persone tratte in salvo da una squadra dei Vigili del fuoco sulla statale 18. Si tratta di due operai che erano rimasti bloccati in un capannone nella zona industriale, alcuni abitanti di Acconia di Curinga che si erano rifugiati sul tetto delle loro case ed altri che erano rimasti bloccati in macchina. Diversi abitanti dei comuni di Maida, San Pietro a Maida, Curinga e Cortale, che non sono potuti rientrare in casa, sono stati accolti nei locali di un centro commerciale.

A Catania scuole chiuse e allerta gialla dopo il violento nubifragio che si è abbattuto sulla città. Ancora scuole chiuse a Catanzaro, Crotone e Soverato dove l’allerta meteo è arancione. Disagi a Bari per una bomba d’acqua. A Gioia del Colle i vigili del fuoco hanno soccorso una mamma rimasta con i suoi due bambini bloccata nell’auto in panne, mentre a Santeramo in Colle un fulmine ha colpito alcune balle di fieno in campagna, provocando un incendio per il quale è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania