Attualità

Venezuela, al referendum contro Maduro vince il no

CARACAS –  Oltre il 98% degli elettori ha votato contro la nuova Assemblea Costituente – proposta dal presidente Maduro – al posto del Parlamento.

Nonostante i 7 milioni di cittadini che hanno preso parte al simbolico referendum convocato dalle forze della Mud,  l’ opposizione sperava in una valanga di “no” per avviare un concreto cambiamento del regime politico verso una transizione democratica.

SCONTRI E MORTI DURANTE LA CONSULTAZIONE

Durante le operazioni di voto, uomini armati hanno attaccato a colpi di arma da fuoco un seggio elettorale allestito nei pressi di Catia, cittadina a nord ovest di Caracas, secondo quanto denunciato dal portavoce dell’opposizione Carlos Ortiz. Secondo la procura, almeno una persona è morta nella capitale, ma i dirigenti dell’opposizione riferiscono di due vittime e quattro feriti gravi. Al momento la vittima accertata è una donna, Xiomara Escot, infermiera di 61 anni.

I media locali riferiscono che durante lo scontro a fuoco circa 500 persone hanno trovato riparo all’interno di una chiesa nei pressi del seggio elettorale, mentre il gruppo “paramilitare” continuava a sparare sui cittadini inermi in fila per votare.

LA CRISI POLITICA IN VENEZUELA

Il Venezuela – un tempo tra i paesi più ricchi dell’America Latina – vive da circa tre anni, dopo l’elezione del presidente Maduro, una profonda crisi economica. L’inflazione ha raggiunto il tasso più alto al mondo (700 percento) e l’economia si è ridotta di quasi un quinto. Mancano cibo e medicine e il tasso di mortalità infantile è salito al 30 %. Il 52% della popolazione vive in povertà assoluta e il 93% non h abbastanza denaro per comprare da mangiare. Il presidente Maduro ha incolpato l’élite economica del paese e gli Stati Uniti, colpevoli di voler rovesciare il governo. Molte persone, compresi alcuni ex sostenitori del presidente, sono scese in piazza per protestare; e l’ondata di violenze ha incominciato a fare le prime vittime.

 

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale