Quantcast

Banner Gori
Alex Mediterranea in porto a Lampedusa (foto da FB Mediterranea)
Alex Mediterranea in porto a Lampedusa
Attualità Editoriali

Veliero Alex in porto a Lampedusa, i migranti sono sequestrati a bordo

Come annunciato, la nave della Ong Alex Mediterranea è entrata in porto poco dopo le 17 e, alle 17:22, ha accostato alla banchina del Porto di Lampedusa.

Veliero Alex in porto a Lampedusa, i migranti sono sequestrati a bordo

Il veliero Alex, alla fine, è stato costretto a scegliere di attraccare a Lampedusa, ma migranti restano sequestrati a bordo per volere ed ordine di Caporal Salvini e, per questo, la Ong denuncia: ‘Questo è sequestro di persona’. Ma Salvini, in questo caso nelle vesti di ministro dell’Interno, e con giubbino della Polizia, tiene la linea e continua a sbraitare: “Forze dell’ordine pronte a intervenire. Questi sono complici dei trafficanti di esseri umani’ e snobba anche la Trenta.

Questa, nella sua parte essenziale, è la news del momento e, francamente, sono stanco (o meglio, schifato) del dover scrivere ogni giorno delle bizze di Caporal Salvini che non ne vuol sapere di comportarsi seriamente, se non anche umanamente, e, come Don Chisciotte, preferisce la sua battaglia contro i mulini a vento rifiutando persino gli aiuti offerti da Elisabetta Trenta, e cioè da colei che, almeno sulla carta, dal 1º giugno 2018 risulta essere il Ministro della difesa nel Governo Conte (Conte si fa per dire).

Chiedo quindi scusa e, per questa volta, mi limito a riportare, in integrale, la news così come la dà l’Agenzia ANSA e fermo qui le mie riflessioni ed analisi non prima però di aver allietato un pochino l’animo e lo spirito con una poesia di Salvatore Di Giacomo (questo sì vero napoletano non venduto, comunque di cultura e con memoria) che ben si adatta:

Strunz,
ch’arravugliat’ staj,
n’goppa a nu marciapiede
dint a na sfera e sole.
Nù muscuglione t’ gir attuorn’
e t’ canta na ninna nanna,
e tu t’adduorm,
STRUNZ

Ecco, ora mi sento meglio e posso passare a fornirvi più dettali come su promesso.

La barca a vela Alex della ong Mediterranea ha attraccato nelle banchina del porto di Lampedusa. Dal molo qualcuno ha applaudito, altre persone hanno gridato “bravi, bravi”. Sono presenti le forze dell’ordine. I migranti, tutti con il salvagente addosso, sono ora sul ponte del veliero in attesa.

“Siamo in una situazione surreale. Ci sono persone che rischiano di svenire e che devono andare in bagno, i nostri servizi igienici sono inservibili e nessuno ci dice cosa fare. Questo è un sequestro di persona, non è più uno Stato di diritto. Devono farci sbarcare”.

Lo ha detto Alessandra Sciurba, portavoce di Mediterranea Saving Humans commentando la situazione a bordo del veliero Alex.

“Non autorizzo nessuno sbarco di chi se ne frega delle leggi italiane e aiuta gli scafisti”. Lo dice il ministro dell’Interno Matteo Salvini, a proposito della nave Alex appena arrivata a Lampedusa. “Io denunciato per sequestro di persona? Siamo al ridicolo”, aggiunge Salvini.

“La nave dei centri sociali, che a quest’ora sarebbe già arrivata a Malta che aveva dato la disponibilità di un porto sicuro, infrange la legge, ignora i divieti ed entra in acque italiane. Le Forze dell’ordine sono pronte ad intervenire, vediamo se anche in questo caso la ‘giustizia’ tollererà l’illegalità: in un Paese normale arresti e sequestro della nave sarebbero immediati. Questi non sono ‘salvatori’, questi sono complici dei trafficanti di esseri umani”. Lo dice il ministro dell’Interno Matteo Salvini.

“Al Decreto Sicurezza Bis la Lega presenterà emendamenti per aumentare le multe fino al milione di euro e rendere più semplici sequestri dei mezzi”. Lo afferma il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini, facendo riferimento al caso dell’ultimo arrivo a Lampedusa del veliero Alex.

La Germania è pronta ad accogliere alcuni dei migranti che si trovano a bordo delle due navi delle ong al largo di Lampedusa. Lo ha detto il ministro dell’Interno tedesco Horst Seehofer. “Sia nel caso della ‘Alan Kurdi’ che nel caso di ‘Alex’ siamo pronti, nell’ambito di una soluzione solidale europea, a prendere alcune delle persone salvate”, ha detto.

E’ ancora scontro fra le Ong ed il ministro dell’Interno Salvini sui salvataggi di migranti in mare e la volontà di portarli a Lampedusa. La nave ‘Alan Kurdi’ della Ong Sea Eye, con a bordo 65 naufraghi, sfida il titolare del Viminale e si dirige verso l’isola. In un tweet la Ong afferma: “Non siamo intimiditi da un ministro dell’Interno”.

“Ieri sono stati consegnati più di 400 litri di acqua potabile alla barca a vela Alex e altrettanti sono stati successivamente rifiutati. Oltre all’acqua, l’Italia ha garantito cibo, coperte e medicinali”.

Lo rende noto il vicepremier Matteo Salvini.

“Attraverso il proprio ufficio stampa, Alex ha fatto sapere che le bottiglie d’acqua erano troppo ingombranti e a causa delle condizioni igienico-sanitarie ha deciso di infrangere il divieto di accesso nelle acque italiane”, aggiunge il titolare del Viminale. “Pur di infrangere la legge mettono a rischio la vita degli immigrati”, commenta Salvini.

“Con 65 persone soccorse a bordo ci stiamo dirigendo verso Lampedusa. Non siamo intimiditi da un ministro dell’Interno ma siamo diretti verso il più vicino porto sicuro. Si applica la legge del mare, anche quando qualche rappresentante di governo rifiuta di crederlo”.

Così Sea Eye in un tweet in mattinata, sulla rotta presa dalla nave Alan Kurdi dopo il salvataggio di ieri. Una motovedetta della Guardia di Finanza ha notificato al comandante della nave il divieto di ingresso, transito e sosta nelle acque territoriali italiane.

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania