Quantcast

Banner Gori
Attualità Cronaca

Strasburgo. Vendicare i fratelli morti in Siria il movente dell’aggressione

Cherif Chekatt, il presunto attentatore di Strasburgo, avrebbe detto di aver ucciso per vendicare i fratelli morti in Siria. È quanto scrive il quotidiano Le Parisien  citando la testimonianza del conducente del taxi su cui il terrorista è fuggito dopo la sparatoria in centro. Sempre secondo il giornale, Chekatt ha lasciato libero il tassista solo dopo che questi si è professato un musulmano praticante rispettoso della preghiera.

Gli esami medici, e la videosorveglianza, mostrano che Chekatt ha colpito volontariamente le sue vittime alla testa o alla nuca con una pistola calibro 8 di vecchia fattura, mentre sarebbero almeno 4 le persone pugnalate.

E a proposito di Siria, le forze curdo Siriane sostenute dagli Stati Uniti hanno liberato centinaia di civili nella Siria orientale intrappolati nei combattimenti tra ISIS e le forze della coalizione internazionale a guida americana. Lo riferiscono i vertici militari delle forze curdo siriane che operano nel quadro della coalizione che sono avanzate nelle ultime ore nel Centro della zona ancora in mano all’Isis, ma le informazioni non possono essere verificate in maniera indipendente sul terreno.

Intanto in Italia, dopo l’attentato di Strasburgo, sono stati innalzati i controlli antiterrorismo

Dopo la riunione in seduta straordinaria, indetta per le ore 12 di ieri al Viminale, per una prima valutazione della minaccia in seguito all’attentato di Strasburgo dell’altra sera, il Comitato di Analisi strategica Antiterrorismo (Casa), con un comunicato diffuso dalla polizia, ha fatto sapere che:

“sono state analizzate le informazioni provenienti dagli uffici antiterrorismo francesi e verificati eventuali collegamenti con l’Italia del protagonista del gesto che, al momento, sono stati esclusi” e, concludendo, aggiunge “Anche in relazione alle prossime festività natalizie, è stato deciso di sensibilizzare tutti gli uffici territoriali delle forze di polizia ed implementare al massimo i controlli preventivi in chiave antiterrorismo. Prosegue il raccordo informativo con le autorità di Parigi, alle quali è stato assicurato il massimo supporto per le indagini e la ricerca dell’attentatore”.

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania