Quantcast
Banner Gori
Monaco, i rilievi degli investigatori dopo l'attacco alla stazione (ansa)
Cronaca

Monaco: uomo accoltella passeggeri nella stazione, un morto e 3 feriti.

Monaco, Urlava “Allah akbar”. La procura: “Ha agito apparentemente per motivazioni islamiste”. Arrestato dalla polizia, ha 27 anni, è cittadino tedesco. Il ministro dell’Interno bavarese: “L’accoltellatore soffre di disturbi mentali e ha avuto problemi di dipendenza da stupefacenti”. A Capodanno era scattato l’allarme per il rischio di un attentato jihadista

UN UOMO armato di coltello ha aggredito alcuni passeggeri nella stazione di ferroviaria di Grafing, cittadina a sud-est di Monaco di Baviera. Dopo l’attacco aveva tentato di fuggire, ma la polizia lo ha arrestato: è un giovane tedesco di 27 anni di Hessen di nazionalità tedesca, identificato per ora come Paul H. Il ministro dell’Interno bavarese Joachim Herrmann ha dichiarato che “soffre di disturbi mentali ed ha avuto problemi di dipendenza da stupefacenti”. Il primo bilancio è di un morto (una donna) e tre persone ferite in modo grave. Secondo le prime testimonianze, l’uomo urlava Allah akbar, “Dio è grande” in arabo. L’attacco è avvenuto verso le 5 del mattino. La stazione di treni locali è stata chiusa e il traffico interrotto. I pubblici ministeri hanno ordinato il silenzio stampa. “Siamo profondamente scossi”, ha dichiarato Angelika Obermayr, sindaco di Grafing.

La prima vittima in Germania del jihad. ll portavoce della procura di Monaco di Baviera aveva dichiarato in prima battuta che l’aggressore avrebbe agito “apparentemente per motivazioni islamiste”. Il ministro dell’Interno del Land, poi, non aveva escluso altre questioni come “problemi mentali o dipendenza da alcol o da droghe”. Ma se fosse confermato il movente politico islamista, sarebbe la prima vittima in Germania di un attentato terroristico di matrice jihadista. La terza aggressione di ispirazione Is in Germania dallo scorso settembre. Nel mese di marzo, un’adolescente di 15 anni, di origine marocchina, aveva ferito gravemente un agente di polizia nella stazione di Hannover. A settembre, un iracheno di 41 anni, in libertà condizionata dopo un periodo in carcere per affiliazione a organizzazione “terroristica”, è stato ucciso dopo aver ferito un poliziotto a Berlino. A metà marzo obiettivi tedeschi erano stati presi di mira in Turchia. Il 17 novembre 2015 era stata cancellata la partita Germania-Olanda ad Hannover – era prevista la presenza della Merkel – per un allarme attentati proveniente dai servizi segreti.

L’allarme attentati islamisti. Il primo gennaio di quest’anno in Germania era scattata l’allerta proprio per il rischio di un attentato terroristico a Monaco. Allora avevano fatto scattare l’allarme i sospetti che ci fossero “cinque o sette persone che volevano commettere attentati suicidi a Monaco” nel nome dell’Is nella Stazione Centrale e nella vicina località  di Pasing durante la notte di Capodanno. Negli ultimi 15 anni sono stati sventati 11 attentati terroristici in Germania. A raccontarlo è il capo della polizia tedesca, Holger Muench. “Abbiamo constatato che l’islamismo è presente anche qui”.

L’allarme attentati neonazisti. Ma in Germania la preoccupazione per attentati riguarda anche il fronte dell’estrema destra. Il 13 gennaio la procura federale tedesca aveva accusato tre uomini e una donna dell’estrema destra di aver formato un gruppo per pianificare attentati contro moschee e centri di accoglienza profughi.

vivicentro.it-cronaca / Monaco: uomo accoltella passeggeri nella stazione, un morto e 3 feriti ALBERTO CUSTODERO

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Redazione

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più