Quantcast

Banner Gori
Coronavirus al 18 marzo
Attualità Cronaca

Coronavirus al 18 marzo, aggiornamento ore 18.00: 28.710 positivi

Nell’ambito del monitoraggio sanitario sulla diffusione del Coronavirus al 18 marzo  sul territorio nazionale la Protezione Civile segnala 28.710 persone positive al virus con, purtroppo, 2.978 decessi che sono il numero più alto al mondo, ad oggi.

Ad oggi, in Italia sono stati 35.713 i casi totali.

Nel dettaglio i casi attualmente positivi sono:

  • 12.266 in Lombardia,
  • 3.915 in Emilia-Romagna,
  • 2.953 in Veneto,
  • 2.187 in Piemonte,
  • 1.476 nelle Marche,
  • 1.291 in Toscana,
  • 744 in Liguria,
  • 650 nel Lazio,
  • 423 in Campania*,
  • 436 nella Provincia autonoma di Trento,
  • 416 in Friuli Venezia Giulia,
  • 366 nella Provincia autonoma di Bolzano,
  • 362 in Puglia, 267 in Sicilia,
  • 249 in Abruzzo,
  • 241 in Umbria,
  • 162 in Valle d’Aosta,
  • 132 in Sardegna,
  • 126 in Calabria,
  • 27 in Basilicata,
  • 21 in Molise.

Coronavirus 2019 (2019-nCoV), ripartizione per province al 18 marzo 2020

  • I pazienti ricoverati con sintomi sono 14.363
  • In terapia intensiva 2.257,
  • In isolamento domiciliare. 12.090
  • I deceduti sono 2.978, ma questo numero potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso.

Conferenza stampa del Capo del Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli sui dati relativi all’emergenza coronavirus 17 marzo 2020 (ore 18.00) con Nicola Magrini il direttore generale dell’AIFA, e con Ranieri Guerra direttore generale aggiunto dell’OMS.

Redazione

 

Print Friendly, PDF & Email
https://alleanzalavoro.it/

In merito all'autore

Avatar

Redazione

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più