Quantcast

LAVORO Politica

Il Reddito di Cittadinanza allarga l’acquisto di prodotti e si estende ad altri soggetti

Si amplia il paniere del reddito di cittadinanza. Intanto l’Inps è pronto ad estendere il reddito di cittadinanza a chi ha da poco perso il lavoro.

Nei prossimi giorni dovrebbe essere ufficializzato dal Ministero dello Sviluppo Economico e del Lavoro (di cui entrambi è Ministro il Vicepremier Luigi Di Maio) l’aggiornamento del paniere indicante i prodotti che si possono acquistare con il Reddito di Cittadinanza.

La norma al momento fissa una serie paletti, sicché con la card è possibile comprare farmaci e alimenti, saldare le bollette e pagare la rata del mutuo o dell’affitto della casa. Consentiti prelievi tra 100 e 210 euro, a seconda della numerosità del nucleo.

I tecnici del Governo per potere allargare i beni acquistabili sarebbero al lavoro su un decreto attuativo (quando si approva una nuova norma c’è spesso bisogno di dettagli pratici e tecnici per essere applicata, appunto un decreto attuativo. E nelle stanze dei Ministeri o Assessorati quando si tratta di Regioni, provvede a ciò la cosiddetta burocrazia ovverosia esperti addetti a questo).

Con l’allargamento del paniere si potrà acquistare il cellulare (ma resta il no all’abbonamento ai servizi streaming come Netflix o Spotify), il vino (ma niente vodka o rum), i vestiti (niente collane o bracciali), i mobili, i libri, alcuni giocattoli ed elettrodomestici sia grandi che piccoli.

Con il decreto in arrivo verrà espressamente proibito l’acquisto di superalcolici, gioielli e altri accessori di lusso, beni antiquari e prodotti finanziari. I limiti sui prelievi di somme in denaro, infine, rimarranno inalterati.

È Previsto anche l’allargamento dei beneficiari del Reddito di cittadinanza. Infatti presto dovrebbero rientrare nei parametri richiesti per ottenere l’assegno e cominciare il percorso di reinserimento lavorativo anche coloro che hanno perso il lavoro da poco. Al momento questi ultimi non possono fare richiesta per il sussidio perché la documentazione da presentare deve riferirsi all’anno precedente. In pratica, chi perde il lavoro, ma fino a qualche tempo fa aveva un reddito superiore ai 9.360 euro, non può fare domanda per il beneficio.

“Il decreto è già pronto, credo manchi il veicolo legislativo per valutare le richieste per accedere al reddito di cittadinanza sulla base del reddito corrente, ciò permetterà ai disoccupati in particolari situazioni, percettori di sussidio di disoccupazione o disoccupati da oltre diciotto mesi, di accedere al reddito” ha detto recentemente sulla questione il Presidente dell’Inps Pasquale Tridico ascoltato dalla Commissione Lavoro della Camera.

Il Reddito di Cittadinanza pertanto, gradualmente conferma e attua con aggiustamenti i principi per i quali era stato voluto dal Governo 5stelle-lega. Il primo che il denaro possa arrivare finalmente ad una parte di quelle famiglie che non sapeva come arrivare a fine mese e che ora ha una risorsa per poter vivere meglio. Dall’altro rappresenta anche una misura in grado di rilanciare i consumi interni.

Il Governo tuttavia solleciti questi decreti attuativi che sono legittimamente attesi dai cittadini e imprese della distribuzione.

Adduso Sebastiano

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania