26.3 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

giovedì, Maggio 26, 2022

Monterosi Tuscia – Juve Stabia 3 – 0. Il Podio Gialloblu

Da leggere

La Juve Stabia cade rovinosamente contro il Monterosi, che sorpassa in classifica le Vespe, grazie alla tripletta di Costantino, spina nel fianco per i campani.

PODIO

Medaglia d’oro: ad Umberto Eusepi, che ci prova tre volte trovando sulla sua strada un grande Alia. L’ariete della Juve Stabia punta la porta del Monterosi, sempre di testa, ma non riesce a riaprire la gara solo per la giornata di grazie del portiere dei laziali. Nel nulla o quasi visto oggi tra i gialloblu, Eusepi per poco non ha timbrato il tabellino.

Medaglia d’argento: a Matteo Stoppa, accesosi a tratti nella ripresa. Stesso discorso fatto per Eusepi: non una delle migliori giornate per il talentino doriano ma almeno un pizzico di ardore c’è stato. Nella seconda frazione di gioco Stoppa ha aumentato la velocità, arrivando più volte in area per la conclusione personale o il servizio ad Eusepi.

Medaglia di bronzo: ai tifosi della Juve Stabia, ancora vicini alla squadra dopo la trasferta di Bari. L’ennesima dimostrazione di passione dei supporter gialloblu avrebbe meritato una prestazione decisamente migliore, al di là del risultato finale.

CONTROPODIO

Medaglia d’oro: a Magnus Troest, che nelle ultime due gare ha spento la luce. Il danese fa peggio di quanto visto a Bari, facendosi superare tecnicamente e fisicamente dagli attaccanti laziali. Goffo il “tramezzino” che innesca con Dini nel vantaggio di Costantino, Troest balla clamorosamente anche nel raddoppio del Monterosi, quando di fa soffiare palla da Artistico e poi perde proprio Costantino in marcatura.

Medaglia d’argento: a Francesco Donati, che prosegue nel suo campionato al di sotto delle aspettative. Ennesima prova incolore del terzino scuola Empoli, che non spinge, non crossa né va vicino a centrare la porta con l’unica conclusione della sua gara. Senza alternative concrete, con Peluso che pare decisamente acerbo, torna di attualità il guizzo creativo con cui Padalino lo scorso anno abbassò Scaccabarozzi terzino destro.

Medaglia di bronzo: ad Accursio Bentivegna, che non può salvarsi per il bel sinistro di inizio gara. Per carità, il suo mancino esalta i riflessi di Alia ma la gara del 10 gialloblu termine praticamente su quel tiro. Troppo poco per chi è chiamato ad accendere la fantasia in squadra, soprattutto godendo della fiducia illimitata di Novellino, che ha totalmente eclissato Ceccarelli nel medesimo ruolo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy