VIVICENTRO https://vivicentro.it Quotidiano on line - Radio - Televisione Mon, 10 Aug 2020 19:27:40 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.3.2 https://vivicentro.it/wp-content/uploads/2017/08/cropped-Logo-Pagina-32x32.jpg VIVICENTRO https://vivicentro.it 32 32 FORMULA UNO, GP del 70°Anniversario – Le pagelle di Carlo Ametrano https://vivicentro.it/sport/motori/formula-uno-70-anniversario-pagelle/ https://vivicentro.it/sport/motori/formula-uno-70-anniversario-pagelle/#respond Mon, 10 Aug 2020 19:17:42 +0000 https://vivicentro.it/?p=408282 Formula Uno – Verstappen vince il GP con una gestione perfetta delle gomme. Dietro di lui le due Mercedes di Hamilton e Bottas in crisi con le gomme che diventano il tallone d’achille di una vettura pefetta. Il campionato di Formula Uno 2020 ha vissuto la quinta tappa con il GP di 70° Anniversario. Le […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo FORMULA UNO, GP del 70°Anniversario – Le pagelle di Carlo Ametrano

]]>

Formula Uno – Verstappen vince il GP con una gestione perfetta delle gomme. Dietro di lui le due Mercedes di Hamilton e Bottas in crisi con le gomme che diventano il tallone d’achille di una vettura pefetta.

Il campionato di Formula Uno 2020 ha vissuto la quinta tappa con il GP di 70° Anniversario. Le due Mercedes scattano bene al via, ma dietro le insegue sin da subito Max Verstappen che con una gara regolare e perfetta dai box le supera e vince il primo GP della stagione. Immediatamente fuori dal podio uno strepitoso Leclerc che con una sola sosta guadagna ben 4 posizioni e conquista i punti necessari affinchè la Ferrari diventi la terza forza del mondiale.

Oggi abbiamo ascoltato per la nostra rubrica “Un voto per la Formula Uno” lo scrittore stabiese Carlo Ametrano, autore del libro “Ayrton… per sempre nel cuore” e grande appassionato di Formula Uno.

Pubblichiamo l’estratto dell’intervista telefonica:

Buongiorno Carlo prima di chiederti i voti per questo GP ti chiediamo un tuo giudizio sulla corsa.

E’ stata ancora una volta una corsa bella e avvincente. La Red Bull e in particolare la Honda hanno dimostrato di essere forti. La Mercedes ha questo problema con le gomme che le rendono non imbattibili. Disastro Ferrari con Vettel che si gira e termina la corsa fuori dai punti, non capisco come non si decida di mandare via il tedesco per prendere Giovinazzi.

Dopo questo preambolo ti chiediamo i tuoi voti per questa gara. Iniziamo dal primo che è Verstappen

Gara perfetta per lui, aiutato anche dalla strategia perfetta del suo muretto. Voto 10

Hamilton chiude al secondo posto?

La Mercedes ha questo problema con le gomme, ha fatto bene a cambiarle a 8 giri dalla fine. altrimenti avrebbe rischiato di fare la fine di 7 giorni fa con l’esplosione del pneumatico. Voto 9

Bottas parte in pole position e si ritrova terzo? 

Valtteri è fresco di rinnovo e sa che deve essere lo scudiero di Luis, non può secondo me lamentarsi con la scuderia per non averlo aiutato nella gestione della gara. Voto 7,5

Fuori dal podio di questo primo GP di Formula Uno

Leclerc tiene ancora alta la bandiera della Ferrari?

Di più non si poteva chiedere. Straordinariamente ha fatto un solo cambio gomme ed è arrivato in fondo. Voto 7

Albon arriva al quinto posto, la pressione fa bene?

Sembra che si sia svegliato, la pressione di un possibile suo allontanamento gli ha fatto bene. Certo è che arriva a circa 40 secondi da Verstappen, però è un buon piazzamento. Voto 6,5

Stroll e Hulkenberg arrivano sesti e settimi quando invece ambivano ad arrivare quarti e quinti. Che ne pensi?

La Racing Point ha deluso per quello che ha fatto vedere nelle gare precedenti. Ci si aspettava di più, devo dire che resta una buona macchina molto veloce. Ad entrambi i piloti gli dò un 6

Ocon arriva solo ottavo, con una Renault deludente in questo week end. La tua valutazione? 

Effettivamente la Renault non è stata veloce come sette giorni fa. Il suo dovere Ocon lo fa e porta dei punti utili alla scuderia. L’impressione è che oggi di più non si poteva fare e questo mio pensiero è confermato dal fatto che il più quotato Ricciardo ha finito la corsa al 14 posto. Voto 6

Lando Norris al nono posto? 

La McLaren oggi non era brillante. Lando ha condotto una gara senza lode e senza infamia facendosi superare solo da Leclerc che ieri ne aveva di più. Voto 6

Daniil Kvjat decimo?

Un buon punto per la scuderia e nulla più, si toglie lo sfizio di finire davanti al compagno di scuderia Gasly. Voto 6

Carlo noi ti facciamo i complimenti e ti ringraziamo. Ma prima di dare appuntamento a tutti in nostri lettori per i voti del prossimo GP di Formula Uno che si correrà in Spagna a Barcellona, ci dai notizia dei tuoi prossimi appuntamenti?

Carlo Ametrano MURETTO BOX Formula Uno

A settembre dovrei intervenire a Sport Italia nei nuovi studi della trasmissione SI MOTORI che va in onda in prima serata il martedì sul canale 60 d.t.t. ed è condotto da Filippo Gherardi. Li ringrazio ancora per lo spazio che mi hanno già concesso e per il nuovo invito.

Per le mie prossime ospitate e appuntamenti vi terrò aggiornati. Ci sentiremo tra una settimane per il  prossimo GP della Formula uno che si correrà a Barcellona.

Vi terrò aggiornati.

Se vuoi riascoltare tutta l’intervista telefonica di Carlo Ametrano, è possibile farlo semplicemente cliccando play sul lettore multimediale che segue:

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo FORMULA UNO, GP del 70°Anniversario – Le pagelle di Carlo Ametrano

]]>
https://vivicentro.it/sport/motori/formula-uno-70-anniversario-pagelle/feed/ 0
In carcere 2 dei soggetti dell’aggressione al carabiniere in Stabia https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/in-carcere-2-dei-soggetti-dellaggressione-al-carabiniere-in-stabia/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/in-carcere-2-dei-soggetti-dellaggressione-al-carabiniere-in-stabia/#respond Mon, 10 Aug 2020 18:54:22 +0000 https://vivicentro.it/?p=408283 In esecuzione due ordinanze di custodia cautelare in carcere di 2 soggetti coinvolti nell’aggressione al carabiniere a Castellammare di Stabia In carcere 2 dei soggetti dell’aggressione al carabiniere in Stabia Nella serata odierna, in Castellammare di Stabia (NA), i Carabinieri della Sezione Operativa della locale Compagnia, in esecuzione di due ordinanze di custodia cautelare in […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo In carcere 2 dei soggetti dell’aggressione al carabiniere in Stabia

]]>

In esecuzione due ordinanze di custodia cautelare in carcere di 2 soggetti coinvolti nell’aggressione al carabiniere a Castellammare di Stabia

In carcere 2 dei soggetti dell’aggressione al carabiniere in Stabia

Nella serata odierna, in Castellammare di Stabia (NA), i Carabinieri della Sezione Operativa della locale Compagnia, in esecuzione di due ordinanze di custodia cautelare in carcere – emesse dal G.I.P. del Tribunale di Torre Annunziata su richiesta di questa Procura della Repubblica – hanno proceduto all’arresto di due pregiudicati stabiesi ritenuti responsabili dei reati di violenza aggravata a pubblico ufficiale e di lesioni personali pluriaggravate ai danni dell ‘appuntato scelto dei Carabinieri, Giovanni Ballarò.

L’attività investigativa, coordinata da questa Procura della Repubblica e condotta senza sosta dai Carabinieri del citato Reparto, ha consentito di pervenire alla identificazione degli ultimi due autori dell’aggressione ai danni del suddetto Carabiniere.

In particolare, le attività investigative, condotte mediante la meticolosa analisi delle immagini filmate dal Carabiniere aggredito e di quelle estrapolate dal sistema di videosorveglianza di un esercizio commerciale ubicato nei pressi del luogo dell’aggressione, hanno consentito di identificare con ragionevole certezza:

  1. – quello, tra gli aggressori del Carabiniere, che aveva posto in essere l’azione più violenta ai danni del Ballarò. avendo colpito quest’ultimo dapprima con pugni e calci e successivamente con uno sgabello in ferro al capo, facendolo stramazzare al suolo privo di sensi;
  2. – l’ultimo dei sei aggressori, che, dopo aver accompagnato sul luogo dell’aggressione un altro dei correi con un motociclo, era sceso dallo stesso ed aveva preso ripetutamente a calci il militare anche quando questi era già a terra.

Pertanto, allo stato, sono stati identificati ed arrestati tutti i componenti del gruppo di persone che lo scorso primo agosto, nel centro della città di Castellammare di Stabia, avevano posto in essere una brutale e violenta aggressione ai danni di un carabiniere, il quale, libero dal servizio, stava filmando, con il proprio smartphone, i soggetti coinvolti in una lite avvenuta poco prima per strada, al fine di acquisire gli elementi necessari alla loro successiva identificazione.

Al termine delle formalità di rito, gli indagati saranno associati alla casa circondariale di Napoli Poggioreale.

Cristina Adriana Botis

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

COLLEGATE:

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo In carcere 2 dei soggetti dell’aggressione al carabiniere in Stabia

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/in-carcere-2-dei-soggetti-dellaggressione-al-carabiniere-in-stabia/feed/ 0
Elia: “Difficile accettare questo epilogo. Grazie e forza Juve Stabia” https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/elia-juve-stabia-3/ https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/elia-juve-stabia-3/#respond Mon, 10 Aug 2020 17:28:24 +0000 https://vivicentro.it/?p=408272 Salvatore Elia, esterno offensivo della Juve Stabia, saluta la città di Castellammare, tifosi, staff e compagni con un post su Instagram Elia: “Difficile accettare questo epilogo. Grazie di cuore e forza Juve Stabia”   Salvatore Elia, esterno offensivo della Juve Stabia, con un post pubblicato sul suo profilo Instagram, si rammarica per l’epilogo della stagione […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Elia: “Difficile accettare questo epilogo. Grazie e forza Juve Stabia”

]]>

Salvatore Elia, esterno offensivo della Juve Stabia, saluta la città di Castellammare, tifosi, staff e compagni con un post su Instagram

Elia: “Difficile accettare questo epilogo. Grazie di cuore e forza Juve Stabia”

 

Salvatore Elia, esterno offensivo della Juve Stabia, con un post pubblicato sul suo profilo Instagram, si rammarica per l’epilogo della stagione delle Vespe culminata con l’amarissima retrocessione in Serie C. Per l’occasione il gioiellino del settore giovanile dell’Atalanta, al suo secondo anno con le Vespe, saluta la città di Castellammare, i tifosi, i compagni, lo staff tecnico e il mister, per quella che certamente è stata l’ultima stagione di Elia tra le fila della Juve Stabia.

Una stagione, quella di Salvatore Elia, troppo condizionata dai tanti infortuni muscolari. Quando il prodotto del settore giovanile dell’Atalanta ha recuperato un minimo di condizione fisica, è diventato il trascinatore della Juve Stabia soprattutto nella fase immediatamente successiva il lockdown.

Caserta lo ha reinventato terzino sinistro contro il Benevento risultando tra i migliori in campo e ripetendosi nella gara successiva con la Salernitana che però resterà alla storia per essere stata l’ultima gara di Elia con la maglia della Juve Stabia.  Dopo la gara di Salerno infatti l’ennesimo infortunio muscolare ne ha decretato la fine della stagione in anticipo e la sua assenza si è fatta sentire molto nel finale del torneo.

Di seguito il messaggio pubblicato da Salvatore Elia sul proprio profilo Instagram.

“Non sempre tutto va come si vorrebbe e a volte non basta metterci anima e cuore perchè gli episodi influiscano sul gioco. E’ stato difficile accettare questo epilogo, lo è stato per voi come per noi e ancora adesso la delusione è tanta. 

Volevo però ringraziarvi per questi due anni, sono arrivato a Castellammare da ragazzino e me ne vado da adulto.. Qui sono cresciuto e ho vissuto due anni intensi, fatti di momenti belli e brutti ma che porto con me e che ricorderò sempre volentieri. 

Ci tengo a ringraziare in primis la città di Castellammare per l’affetto e tutti i tifosi che ci hanno sostenuto fino alla fine, i miei compagni, lo staff, il mister e la Juve Stabia. Grazie di cuore e forza Juve Stabia”. 

 

a cura di Natale Giusti 

 

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Elia: “Difficile accettare questo epilogo. Grazie e forza Juve Stabia”

]]>
https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/elia-juve-stabia-3/feed/ 0
Via Leopardi: un uomo arrestato in esecuzione di un ordine di carcerazione https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/via-leopardi-un-uomo-arrestato-in-esecuzione-di-un-ordine-di-carcerazione/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/via-leopardi-un-uomo-arrestato-in-esecuzione-di-un-ordine-di-carcerazione/#respond Mon, 10 Aug 2020 16:34:42 +0000 https://vivicentro.it/?p=408266 Nel corso di operazioni di controllo sul territorio, gli agenti sono intervenuti in via Leopardi per mettere fine ad una lite tra due persone. Via Leopardi: un uomo arrestato in esecuzione di un ordine di carcerazione Stamattina gli agenti del Commissariato San Paolo, durante il servizio di controllo del territorio, su segnalazione della Centrale Operativa […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Via Leopardi: un uomo arrestato in esecuzione di un ordine di carcerazione

]]>

Nel corso di operazioni di controllo sul territorio, gli agenti sono intervenuti in via Leopardi per mettere fine ad una lite tra due persone.

Via Leopardi: un uomo arrestato in esecuzione di un ordine di carcerazione

Stamattina gli agenti del Commissariato San Paolo, durante il servizio di controllo del territorio, su segnalazione della Centrale Operativa sono intervenuti in via Leopardi per una lite tra due persone.

I poliziotti, dopo aver riportato la calma, hanno accertato che uno dei due uomini, Luciano Sepe, napoletano di 42 anni, era destinatario di un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso nel gennaio di quest’anno dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli, poiché condannato alla pena di 7 mesi di reclusione per esercizio abusivo di attività di gioco o scommesse e per esercizio di gioco d’azzardo.

La piaga del gioco d’azzardo è una ferita che difficile da sanare nel nostro Paese. Non si tratta di semplice “gioco”, il più delle volte è una vera e propria malattia che avvelena la coscienza e la vita del “giocatore” che è portato inevitabilmente ad “avvelenare anche la vita delle persone a lui vicine.

 

 

 

 

Stéphanie Esposito Perna

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o

utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere

autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede

comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente

articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Via Leopardi: un uomo arrestato in esecuzione di un ordine di carcerazione

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/via-leopardi-un-uomo-arrestato-in-esecuzione-di-un-ordine-di-carcerazione/feed/ 0
Barista aggredita a Pontevico (BS): arrestato 49enne pluripregiudicato https://vivicentro.it/regioni/nord/cronaca-nord/barista-aggredita-a-pontevico-bs-arrestato-49enne-pluripregiudicato/ https://vivicentro.it/regioni/nord/cronaca-nord/barista-aggredita-a-pontevico-bs-arrestato-49enne-pluripregiudicato/#respond Mon, 10 Aug 2020 16:19:56 +0000 https://vivicentro.it/?p=408268 Pontevico (BS) 9 agosto 2020: Aggredisce la barista e minaccia i presenti con un coltello. Disarmato e fermato da un giovane Allievo Carabiniere. Barista aggredita a Pontevico (BS): arrestato 49enne pluripregiudicato I Carabinieri della Stazione di Pontevico hanno tratto in arresto per lesioni personali aggravate un 49nne del posto, pluripregiudicato per reati in materia di […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Barista aggredita a Pontevico (BS): arrestato 49enne pluripregiudicato

]]>

Pontevico (BS) 9 agosto 2020: Aggredisce la barista e minaccia i presenti con un coltello. Disarmato e fermato da un giovane Allievo Carabiniere.

Barista aggredita a Pontevico (BS): arrestato 49enne pluripregiudicato

I Carabinieri della Stazione di Pontevico hanno tratto in arresto per lesioni personali aggravate un 49nne del posto, pluripregiudicato per reati in materia di reati contro la persona e contro il patrimonio.

L’uomo nella tarda serata di ieri, per futili motivi, dopo aver infastidito i clienti di un bar situato nella piazza principale si è scagliato contro la barista colpevole di averlo ripreso per il suo comportamento ed estratto un coltello a serramanico minacciava tutti presenti scagliando alcune sedie contro la vetrata del bar infrangendola.

Tra gli avventori era presente un giovane allievo carabiniere frequentatore di corso presso la Scuola Allievi Carabinieri di Torino che vista la situazione critica, non esitava ad intervenire e dopo essersi qualificato, disarmava l’uomo e lo bloccava.

Sul posto giungevano immediatamente Carabinieri della locale Stazione che prendevano in custodia l’uomo, successivamente tratto in arresto per il reato di lesioni personali, minaccia e danneggiamento.

Giudicato per direttissima, l’arresto veniva convalidato.

Cristina Adriana Botis

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Barista aggredita a Pontevico (BS): arrestato 49enne pluripregiudicato

]]>
https://vivicentro.it/regioni/nord/cronaca-nord/barista-aggredita-a-pontevico-bs-arrestato-49enne-pluripregiudicato/feed/ 0
F1 Ferrari, le parole di Leclerc e Vettel al termine del GP a Silverstone https://vivicentro.it/sport/motori/f1-ferrari-le-parole-di-leclerc-e-vettel-al-termine-del-gp-a-silverstone/ https://vivicentro.it/sport/motori/f1-ferrari-le-parole-di-leclerc-e-vettel-al-termine-del-gp-a-silverstone/#respond Mon, 10 Aug 2020 14:31:34 +0000 https://vivicentro.it/?p=408258 In Inghilterra Leclerc chiude quarto sfiorando il podio. Vettel invece finisce dodicesimo   F1 Ferrari, le parole di Leclerc e Vettel al termine del GP a Silverstone   Ferrari spaccata in due. Da una parte c’è chi migliora di weekend in weekend come Charles Leclerc, mentre dall’altra c’è chi non ha ancora trovato il  feeling […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo F1 Ferrari, le parole di Leclerc e Vettel al termine del GP a Silverstone

]]>
In Inghilterra Leclerc chiude quarto sfiorando il podio. Vettel invece finisce dodicesimo

 

F1 Ferrari, le parole di Leclerc e Vettel al termine del GP a Silverstone

 

Ferrari spaccata in due. Da una parte c’è chi migliora di weekend in weekend come Charles Leclerc, mentre dall’altra c’è chi non ha ancora trovato il  feeling con la sua vettura come Sebastian Vettel. La gara di ieri del 70° anniversario della Formula Uno è lo specchio del momento diverso che stanno vivendo i due ferraristi: Leclerc, scegliendo di fermarsi solo una volta, ha sognato per qualche istante di salire sul podio. Per il suo compagno di squadra invece la gara è iniziata in salita dopo il suo errore in curva uno che lo ha fatto ripartire dall’ultima casella. Momenti diversi, così come  le loro dichiarazioni che riportiamo di seguito.

 

Leclerc:”Gara più che positiva, stiamo crescendo”

Quarto posto come una vittoria?È brutto sentirlo, ma dobbiamo guardare le cose come stanno adesso, e se me lo avessero detto prima della gara avrei firmato subito. Non capisco dove abbiamo trovato questa performance. A un certo momento pensavo anche di attaccare Bottas, cosa che non pensavo potesse succedere quest’anno. Ora vorrei analizzare i dati, per capire da dove viene questa performance. All’inizio non era il caso di battagliare, ma verso la fine ci ho creduto e un podio sarebbe stato eccezionale. Ho spinto, anche se alla fine non ce l’ho fatta, ma è stata una gara molto positiva per me”.

 

 

Vettel:”Tutto questo è frustante”

“Siamo reduci da due settimane molto negative, al momento non sono giornate buone per me, è frustrante. Ci abbiamo provato, ma il modo in cui mi sono girato al primo giro non ha aiutato, forse ho avuto un colpo da un cordolo ma la strategia in generale non è stata grandiosa. Andiamo avanti e cercherò a di continuare a fare del mio meglio”.

 

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo F1 Ferrari, le parole di Leclerc e Vettel al termine del GP a Silverstone

]]>
https://vivicentro.it/sport/motori/f1-ferrari-le-parole-di-leclerc-e-vettel-al-termine-del-gp-a-silverstone/feed/ 0
Nocera, travolta da un’auto perde una gamba: petizione per installare un autovelox nel luogo dell’incidente https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/nocera-travolta-da-unauto-perde-una-gamba-petizione-per-installare-un-autovelox-nel-luogo-dellincidente/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/nocera-travolta-da-unauto-perde-una-gamba-petizione-per-installare-un-autovelox-nel-luogo-dellincidente/#respond Mon, 10 Aug 2020 14:24:32 +0000 https://vivicentro.it/?p=408254 Nocera Inferiore, 18enne perde una gamba dopo essere stata travolta da un’auto guidata da un pirata della strada: petizione per installare un autovelox nel luogo dell’incidente Lo scorso 31 luglio a Nocera Inferiore, a causa di un incidente, Giulia, una ragazza di 18 anni, ha perso una gamba. Era seduta su un muretto con la […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Nocera, travolta da un’auto perde una gamba: petizione per installare un autovelox nel luogo dell’incidente

]]>
Nocera Inferiore, 18enne perde una gamba dopo essere stata travolta da un’auto guidata da un pirata della strada: petizione per installare un autovelox nel luogo dell’incidente

Lo scorso 31 luglio a Nocera Inferiore, a causa di un incidente, Giulia, una ragazza di 18 anni, ha perso una gamba. Era seduta su un muretto con la sua amica Chiara, quando una Mini, guidata da un ragazzo poi risultato positivo ad alcol e cannabis, ha perso il controllo e ha travolto il muretto dove erano sedute le due giovani ragazze.
Prima dell’impatto, Giulia ha avuto la lucidità di spingere via la sua amica ma non è riuscita a mettere a riparo se stessa. A causa delle ferite riportate, i medici sono stati costretti ad amputarle la gamba. La sua storia è diventata virale grazie alla raccolta fondi avviata dall’amica che era con lei in quel momento, che servirà ad aiutarla a sostenere le cure mediche e la riabilitazione che dovrà sostenere.

La responsabile dei Verdi-Europa Verde nel salernitano, Sofia Esposito, in seguito a questo drammatico evento ha deciso di dar vita ad una petizione on-line per chiedere l’installazione di un autovelox e di un impianto semaforico sull’ ex SS18 tra Nocera Superiore e Cava De ‘Tirreni, dove è avvenuto l’incidente, per evitare, come già spesso è accaduto anche in passato, altri gravi incidenti. (Clicca qui per firmarla)

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Nocera, travolta da un’auto perde una gamba: petizione per installare un autovelox nel luogo dell’incidente

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/nocera-travolta-da-unauto-perde-una-gamba-petizione-per-installare-un-autovelox-nel-luogo-dellincidente/feed/ 0
Arrestato un uomo per furto da distributori in ospedale a Montichiari https://vivicentro.it/regioni/nord/cronaca-nord/arrestato-un-uomo-per-furto-da-distributori-in-ospedale-a-montichiari/ https://vivicentro.it/regioni/nord/cronaca-nord/arrestato-un-uomo-per-furto-da-distributori-in-ospedale-a-montichiari/#respond Mon, 10 Aug 2020 13:45:21 +0000 https://vivicentro.it/?p=408263 I Carabinieri della Stazione di Carpenedolo, hanno arrestato un 44nne residente a calcinato colto in flagranza di reato: furto in Ospedale. Arrestato un uomo per furto da distributori in ospedale a Montichiari I militari dopo aver ricevuto diverse denunce di furto su cambiamonete e distributori, per un danno complessivo di circa ottomila euro, hanno analizzato […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Arrestato un uomo per furto da distributori in ospedale a Montichiari

]]>

I Carabinieri della Stazione di Carpenedolo, hanno arrestato un 44nne residente a calcinato colto in flagranza di reato: furto in Ospedale.

Arrestato un uomo per furto da distributori in ospedale a Montichiari

I militari dopo aver ricevuto diverse denunce di furto su cambiamonete e distributori, per un danno complessivo di circa ottomila euro, hanno analizzato le immagini video e individuato un sospettato che hanno iniziato a seguire per alcune nottate. L’uomo la scorsa notte si è introdotto nell’ospedale di Montichiari raggiungendo la zona dove sono installati alcuni distributori e mediante un cacciavite ha forzato lo sportello e asportato il denaro contenuto.
Questa volta ad attenderlo c’erano i Carabinieri di Carpenedolo che dopo un breve inseguimento a piedi e una colluttazione lo hanno bloccato e recuperato i 60 euro in monete appena sottratte.
I militari hanno quindi tratto in arresto l’uomo per il reato di furto aggravato e resistenza a P.U.. Sottoposto a rito direttissimo il Giudice ha convalidato l’arresto.

Cristina Adriana Botis

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Arrestato un uomo per furto da distributori in ospedale a Montichiari

]]>
https://vivicentro.it/regioni/nord/cronaca-nord/arrestato-un-uomo-per-furto-da-distributori-in-ospedale-a-montichiari/feed/ 0
Juve Stabia | Il Podio e il Contropodio della stagione 2019-2020 https://vivicentro.it/sport/juvestabia/podio-giallo-blu-juvestabia/juve-stabia-podio-contropodio-2019-2020/ https://vivicentro.it/sport/juvestabia/podio-giallo-blu-juvestabia/juve-stabia-podio-contropodio-2019-2020/#respond Mon, 10 Aug 2020 13:25:49 +0000 https://vivicentro.it/?p=408249 Venerdì 31 luglio 2020 si è conclusa la stagione regolare della Serie B che ha visto la retrocessione in Serie C di Livorno, Juve Stabia e Trapani. Una retrocessione incredibile che ha lasciato un gran senso di amarezza nei tifosi della Juve Stabia alla luce dei 36 punti in 28 partite conquistati dalle Vespe nel […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Juve Stabia | Il Podio e il Contropodio della stagione 2019-2020

]]>

Venerdì 31 luglio 2020 si è conclusa la stagione regolare della Serie B che ha visto la retrocessione in Serie C di Livorno, Juve Stabia e Trapani. Una retrocessione incredibile che ha lasciato un gran senso di amarezza nei tifosi della Juve Stabia alla luce dei 36 punti in 28 partite conquistati dalle Vespe nel periodo pre Lockdown. Alla ripresa del campionato il misero bottino di 5 punti non è bastato a salvare le Vespe dal ritorno in serie C.

Dopo alcuni giorni da questo evento sportivo catastrofico per il mondo gialloblè pubblichiamo, come abbiamo sempre fatto, il Podio e il Contropodio della stagione.

IL PODIO:

Medaglia d’oro: a Francesco Forte, il trascinatore della Juve Stabia. Diciassette reti sono tante in qualunque squadra ma pesano almeno il doppio quando non si gode dei rifornimenti continui tipici di una squadra di vertice. I numeri spiegano benissimo quanto sia stato significativo l’apporto dello Squalo alla squadra stabiese, di cui è stato a lungo leader in campo e fuori. Letale per gli avversari, forte di nome e di fatto, non è un caso che il 32 gialloblu sia ai vertici anche della statistiche circa i punti portati alla sua squadra grazie alle sue reti. Scommessa vinta, quella su Forte, dell’ex direttore sportivo Polito, coraggioso a puntare sull’attaccante romano emigrato in Belgio. Starà ora al nuovo direttore sportivo Ghinassi scegliere la soluzione migliore, che sia separazione o prosieguo insieme, per la Juve Stabia e Forte.

Medaglia d’argento: a Giacomo Calò, l’Enigmista del Romeo Menti. Buona parte delle reti di Forte, e in generale della Juve Stabia, nascono dalle geniali intuizioni del regista triestino confermatosi anche dopo il salto di categoria. Appena qualche partita per ambientarsi in Serie B, poi Calò è sbocciato a suon di assist (14 quelli della sua stagione) e magie da calcio piazzato. Giovane direttore d’orchestra grintoso e di talento, Jack non ha mai fatto mancare il suo contributo concreto, anche in posizioni inusuali e non adatte alla sue caratteristiche. Nonostante il suo futuro fosse già scritto dalla scorsa estate, è rimasto calato fino alla fine nella realtà che per tre anni lo ha coccolato, anche nelle meste gare finali nelle quali è stato l’ultimo a gettare la spugna.

Medaglia di bronzo: a Ivan Provedel, che solo parzialmente ha chiuso a chiave la porta stabiese. I sette mesi stabiesi del portiere friulano hanno mostrato come Provedel abbia tutte le qualità per difendere da titolare la porta di una compagine di vertice. Da sogno tanti interventi dell’estremo difensore, che almeno una volta in ogni gara ha tirato fuori dai guai la Juve Stabia. Copertina della sua parentesi a Castellammare l’incornata che ad Ascoli ha regalato il pari alla squadra di Caserta. Peccato non aver protetto con una difesa sufficientemente ermetica uno dei migliori portieri visti al Menti negli ultimi anni. Si separeranno ma Provedel e la Juve Stabia si sono fatti del bene a vicenda.

CONTROPODIO:

Medaglia d’oro: a Davide Di Gennaro, flop del mercato estivo. Doveva essere il calciatore in grado di far fare il salto di qualità alla Juve Stabia, invece per il centrocampista lombardo è arrivata la seconda pesante bocciatura dopo la stagione alla Salernitana. Mai integrato tatticamente ed emotivamente nella nuova realtà, il gol estemporaneo di Pisa è stata l’unica gioia illusoria concessa da Di Gennaro ai suoi tifosi. Non sono mancate per lui maglie da titolare in gare importanti ma il 10 ha puntualmente mancato la prestazione. Triste e non sorprendente il suo addio anticipato.

Medaglia d’argento: a Alessandro Rossi e Karamoko Cissè, che insieme contano la miseria di cinque reti. Tanto brava la dirigenza è stata puntando su Forte ma altrettanto fallimentari sono state le scelte sul resto del parco attaccanti. Liquidato in modo ingeneroso Paponi, la Juve Stabia ha puntato su Cisse, falcidiato da continui problemi fisici (su 38 partite ne ha giocate 18) e mai in grado di fare la differenza. L’esplosione di Forte ha poi definitivamente eclissato il guineano. Quasi non classificabile la stagione di Rossi, ancora con le spalle troppo poco larghe per la Serie B, e capace di andare in rete solo alla penultima gara della stagione. Il mistero non è solo come si sia arrivati a certe scelte ma anche perché a gennaio non sia stato rinforzato il reparto offensivo.

Medaglia di bronzo: a Bright Addae, delusione più cocente della stagione stabiese. Arrivato come colpo del mercato, strappato grazie ad un super ingaggio alla concorrenza, il mediano ghanese ha clamorosamente deluso le aspettative. Al di là delle caratteristiche tattiche, la gestione della sua condizione atletica è stata surreale. Riuscito a raggiungere una buona forma a dicembre (con annesso reti successive a Chievo e Crotone), Addae dopo il lockdown non è praticamente tornato in campo, mostrandosi nella versione più opaca di sé, lontanissimo da una condizione adeguata. Le prestazione e la forma fisica dell’ex Ascoli dopo la pausa forzata sono l’emblema del disastroso post covid della Juve Stabia.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Juve Stabia | Il Podio e il Contropodio della stagione 2019-2020

]]>
https://vivicentro.it/sport/juvestabia/podio-giallo-blu-juvestabia/juve-stabia-podio-contropodio-2019-2020/feed/ 0
40enne tunisino e compagna italiana arrestati con 8,33 Kg di droga https://vivicentro.it/regioni/nord/cronaca-nord/40enne-tunisino-e-compagna-italiana-arrestati-con-833-kg-di-droga/ https://vivicentro.it/regioni/nord/cronaca-nord/40enne-tunisino-e-compagna-italiana-arrestati-con-833-kg-di-droga/#respond Mon, 10 Aug 2020 12:26:34 +0000 https://vivicentro.it/?p=408257 BRESCIA: Un 40enne tunisino e la compagna italiana, trovati in possesso di 8 chilogrammi di eroina, sono stati arrestati in via Risorgimento. 40enne tunisino e compagna italiana arrestati con 8,33 Kg di droga I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Brescia hanno tratto in arresto nei giorni scorsi due conviventi, una quarantenne […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo 40enne tunisino e compagna italiana arrestati con 8,33 Kg di droga

]]>

BRESCIA: Un 40enne tunisino e la compagna italiana, trovati in possesso di 8 chilogrammi di eroina, sono stati arrestati in via Risorgimento.

40enne tunisino e compagna italiana arrestati con 8,33 Kg di droga

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Brescia hanno tratto in arresto nei giorni scorsi due conviventi, una quarantenne tunisino, regolare sul Territorio Nazionale, e la compagna bresciana, sua coetanea, poiché trovati in possesso, complessivamente di 8,33 chilogrammi di sostanza stupefacente di tipo eroina.

Giovedì pomeriggio, i Carabinieri, nel percorrere via Risorgimento, hanno subito notato alcune strane manovre effettuate dalla una Mercedes Cl. A in uso alla coppia ed, affiancata la vettura, hanno riconosciuto negli occupanti due noti pregiudicati per reati in materia di stupefacenti. Alla donna, alla guida del veicolo, veniva quindi intimato l’alt e, a bordo strada, avevano inizio i controlli che permettevano subito di rinvenire, sotto al poggiapiedi del guidatore, un sacchetto in plastica contenente 1,5 chilogrammi di eroina.
Sulla persona della donna, perquisita da personale femminile, venivano rinvenute altre 11 dosi della medesima sostanza, del peso complessivo di 17 grammi.
I controlli venivano quindi, inevitabilmente, estesi all’abitazione della coppia, situata nel Quartiere Abba, dove i Carabinieri, in breve tempo, avevano modo di trovare altri 625 grammi di eroina nascosti in una scarpiera e due panetti da circa mezzo chilo l’uno di sostanza stupefacente nascosti all’interno del garage.
Nell’abitazione venivano trovare inoltre le chiavi di un vecchio furgone, un Renault Master, intestato al tunisino, che, parcheggiato a pochi metri dall’abitazione, veniva anch’esso perquisito. Il controllo dava, anche in questo caso, esito positivo, perché sul veicolo venivano rinvenuti altri 5 chilogrammi di eroina, suddivisa in panetti di varie grammature.

Ad esito dei controlli, i due conviventi venivano tratti in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio, in concorso, di ben 8,330 chilogrammi di eroina. L’uomo veniva associato in carcere mentre la donna, in stato interessante, veniva ristretta agli arresti domiciliari.

Nella giornata di sabato si è tenuta l’udienza nel corso della quale veniva convalidato il loro arresto.

Cristina Adriana Botis

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo 40enne tunisino e compagna italiana arrestati con 8,33 Kg di droga

]]>
https://vivicentro.it/regioni/nord/cronaca-nord/40enne-tunisino-e-compagna-italiana-arrestati-con-833-kg-di-droga/feed/ 0
Napoli, Stadio Collana: GDF e Procura indagano su eventuali danni erariali https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/napoli-stadio-collana-gdf-e-procura-indagano-su-eventuali-danni-erariali/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/napoli-stadio-collana-gdf-e-procura-indagano-su-eventuali-danni-erariali/#respond Mon, 10 Aug 2020 12:17:50 +0000 https://vivicentro.it/?p=408246 Napoli, verifica della Guardia di Finanza e della Procura della Corte dei Conti su eventuali danni erariali nell’ambito della concessione dello Stadio A. Collana Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza, attraverso il proprio Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria, su delega, direzione e costante coordinamento della Procura Regionale presso la Sezione Giurisdizionale della Corte dei Conti […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Napoli, Stadio Collana: GDF e Procura indagano su eventuali danni erariali

]]>
Napoli, verifica della Guardia di Finanza e della Procura della Corte dei Conti su eventuali danni erariali nell’ambito della concessione dello Stadio A. Collana

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza, attraverso il proprio Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria, su delega, direzione e costante coordinamento della Procura Regionale presso la Sezione Giurisdizionale della Corte dei Conti per la Campania, nella persona del Sostituto Procuratore Generale, Dott. Davide Vitale, ha espletato, con articolata attività, intrapresa oramai da più di un anno, approfonditi accertamenti concernenti il contratto di concessione, intercorrente tra la Regione Campania e la Giano S.S.D. S.r.l., ed avente ad oggetto l’affidamento in uso e gestione del complesso sportivo denominato “A. Collana” di Napoli.

Nel corso delle attività di indagine sono state rilevate una serie di criticità in relazione alla mancata esecuzione delle verifiche, da parte della Direzione Generale per le Risorse Strumentali della Regione Campania, sull’operato della Giano S.S.D. S.r.l. In particolare, l’attenzione si è concentrata sui fondamentali e primari obblighi discendenti dalla suindicata convenzione, e cioè sui lavori di miglioramento del citato complesso sportivo, nonché su alcune rilevanti anomalie relative all’atto aggiuntivo (pertinente modifica del piano economico finanziario) del medesimo contratto.

Criticità queste ultime che, se non tempestivamente evidenziate dagli Organi inquirenti all’Ente Regionale, si sarebbero potute rilevare pregiudizievoli per il raggiungimento del fine pubblico cui l’impianto sportivo è destinato. La Giunta Regionale campana, a seguito della collaborazione tra gli organi inquirenti e l’Ufficio di Gabinetto del Presidente della Regione, ha provveduto a emanare apposita delibera per la successiva nomina di un Commissario ad acta in luogo del Direttore Generale per le Risorse Strumentali, al quale sarà assegnato l’incarico di controllare l’esecuzione della predetta concessione.

Alla luce degli approdi investigativi, in un’ottica di conformazione ai principi di legittimità e merito dell’azione amministrativa, la Regione Campania ha, infatti, condiviso la necessità di approfondire e porre rimedio alle criticità emerse.

Stadio Arturo Collana, Napoli

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Napoli, Stadio Collana: GDF e Procura indagano su eventuali danni erariali

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/napoli-stadio-collana-gdf-e-procura-indagano-su-eventuali-danni-erariali/feed/ 0
Castellammare, l’Amerigo Vespucci supporta la candidatura a Capitale della Cultura 2022 https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/castellammare-lamerigo-vespucci-supporta-la-candidatura-a-capitale-della-cultura-2022/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/castellammare-lamerigo-vespucci-supporta-la-candidatura-a-capitale-della-cultura-2022/#respond Mon, 10 Aug 2020 11:27:59 +0000 https://vivicentro.it/?p=408243 Castellammare, l’Amerigo Vespucci supporta la candidatura a Capitale della Cultura 2022, il Capitano di Vascello Gianfranco Bacchi: “L’affetto che ci lega alla città e alla popolazione ha radici lontane” La città di Castellammare di Stabia ha incassato il prestigioso appoggio dei marinai dell’Amerigo Vespucci per la candidatura a Capitale della Cultura italiana 2022: “Siamo a […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Castellammare, l’Amerigo Vespucci supporta la candidatura a Capitale della Cultura 2022

]]>
Castellammare, l’Amerigo Vespucci supporta la candidatura a Capitale della Cultura 2022, il Capitano di Vascello Gianfranco Bacchi: “L’affetto che ci lega alla città e alla popolazione ha radici lontane”

La città di Castellammare di Stabia ha incassato il prestigioso appoggio dei marinai dell’Amerigo Vespucci per la candidatura a Capitale della Cultura italiana 2022:

“Siamo a Castellammare perché per noi marinai del Vespucci è come essere a casa. L’affetto che ci lega alla città e alla popolazione ha radici lontane e non solo legate all’origine della nave ma alle manifestazioni di entusiasmo e passione che riceviamo da sempre dagli stabiesi e che la Marina ricambia anche con questo tributo, ovvero la presenza odierna nella rada di Castellammare.” ha dichiarato il Capitano di Vascello del Vespucci, Gianfranco Bacchi.

“Castellammare candidata quale Capitale della Cultura 2022 – continua il Capitano – avrà sempre il supporto del suo gioiello fatto di lamiera, legno, ottone ma soprattutto del cuore dei marinai che lo conducono in giro per il mondo. La città che diede i Natali al Vespucci nel lontano 1931 e che ha replicato il fascino del varo sullo scivolo solo lo scorso anno vedendo entrare in mare la maestosità di Nave Trieste, è casa dei marinai del Vespucci e in quanto tale trainata dalla stessa forza del vento che spinge le nostre vele. W Castellammare di Stabia, W il Vespucci”.

LEGGI ANCHE:

Capitale italiana della Cultura 2022, Castellammare sfida altre 27 città candidate

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Castellammare, l’Amerigo Vespucci supporta la candidatura a Capitale della Cultura 2022

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/castellammare-lamerigo-vespucci-supporta-la-candidatura-a-capitale-della-cultura-2022/feed/ 0
CorSport – Napoli, Veretout è il nome per il centrocampo https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/corsport-napoli-veretout-e-il-nome-per-il-centrocampo/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/corsport-napoli-veretout-e-il-nome-per-il-centrocampo/#respond Mon, 10 Aug 2020 10:09:53 +0000 https://vivicentro.it/?p=408241 Il francese è pronto a sostituire il partente Allan   CorSport – Napoli, Veretout è il nome per il centrocampo   Con la partenza di Allan ormai scontata, il Napoli lavora per capire chi possa essere l’uomo giusto per sostituirlo. Secondo quanto scritto dal Corriere dello Sport,il d.s Giuntoli ha messo gli occhi su Jordan […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo CorSport – Napoli, Veretout è il nome per il centrocampo

]]>
Il francese è pronto a sostituire il partente Allan

 

CorSport – Napoli, Veretout è il nome per il centrocampo

 

Con la partenza di Allan ormai scontata, il Napoli lavora per capire chi possa essere l’uomo giusto per sostituirlo. Secondo quanto scritto dal Corriere dello Sport,il d.s Giuntoli ha messo gli occhi su Jordan Veretout della Roma. A tal proposito, ecco quanto riportato dal quotidiano:

 

“Veretout resta l’alternativa alla partenza di Allan. A Gattuso piace parecchio fin dai tempi del Milan. Chiaro, il cambio di proprietà alla Roma rimette in discussioni parecchie cose, ma la pista Veretout resta caldissima anche per quest’estate”

 

 

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo CorSport – Napoli, Veretout è il nome per il centrocampo

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/corsport-napoli-veretout-e-il-nome-per-il-centrocampo/feed/ 0
Il Mattino – Napoli, si complica la pista Boga: le alternative https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/il-mattino-napoli-si-complica-la-pista-boga-le-alternative/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/il-mattino-napoli-si-complica-la-pista-boga-le-alternative/#respond Mon, 10 Aug 2020 09:55:38 +0000 https://vivicentro.it/?p=408237 Gli azzurri alla caccia del sostituto di Callejon   Il Mattino – Napoli, si complica la pista Boga: le alternative   Con la stagione appena conclusa, il Napoli pensa al mercato. Un ciclo che ha visto José Callejon chiudere il suo percorso con la maglia azzurra. Proprio per questo il d.s Giuntoli si è messo […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Il Mattino – Napoli, si complica la pista Boga: le alternative

]]>
Gli azzurri alla caccia del sostituto di Callejon

 

Il Mattino – Napoli, si complica la pista Boga: le alternative

 

Con la stagione appena conclusa, il Napoli pensa al mercato. Un ciclo che ha visto José Callejon chiudere il suo percorso con la maglia azzurra. Proprio per questo il d.s Giuntoli si è messo alla ricerca del sostituto. Il nome principale è quello di Boga ma, secondo quanto scritto da Il Mattino, il Sassuolo chiede troppo. A tal proposito, ecco quanto riportato dal quotidiano:

 

“Sul fronte attacco i buoni rapporti con il Sassuolo tengono viva l’operazione Boga ma il Napoli non va oltre 20 milioni per l’esterno francese. Su questo aspetto Gattuso si è speso molto: considera Boga un po’ anarchico sotto il profilo tattico ma vede in lui un grandissimo talento. Tra i nomi indicati dal tecnico calabrese, c’è anche il turco Under della Roma che piace tanto e il sempre vivo Bernardeschi”

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Il Mattino – Napoli, si complica la pista Boga: le alternative

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/il-mattino-napoli-si-complica-la-pista-boga-le-alternative/feed/ 0
Tuttosport: Gattuso-Napoli, l’accordo potrebbe slittare a dicembre https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/tuttosport-gattuso-napoli-laccordo-potrebbe-slittare-a-dicembre/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/tuttosport-gattuso-napoli-laccordo-potrebbe-slittare-a-dicembre/#respond Mon, 10 Aug 2020 09:45:13 +0000 https://vivicentro.it/?p=408233 Il Napoli offre un prolungamento fino al 2024 Tuttosport: Gattuso-Napoli, l’accordo potrebbe slittare a dicembre Gattuso-rinnovo. Per chi pensava che potesse essere un discorso facile, evidentemente si sbagliava. Infatti, secondo quanto riportato dal Tuttosport, l’accordo su un contatto che nessuna delle due parti vuole firmare potrebbe slittare a dicembre. A tal proposito, ecco quanto scritto […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Tuttosport: Gattuso-Napoli, l’accordo potrebbe slittare a dicembre

]]>
Il Napoli offre un prolungamento fino al 2024

Tuttosport: Gattuso-Napoli, l’accordo potrebbe slittare a dicembre

Gattuso-rinnovo. Per chi pensava che potesse essere un discorso facile, evidentemente si sbagliava. Infatti, secondo quanto riportato dal Tuttosport, l’accordo su un contatto che nessuna delle due parti vuole firmare potrebbe slittare a dicembre. A tal proposito, ecco quanto scritto dal quotidiano:

 

“Sarà anche l’occasione per iniziare a discutere di un contatto che nessuna delle due parti sembrerebbe avere voglia di firmare. “Ho l’accordo ancora per un anno e ho voglia di proseguire. Ma per me i contratti non contano nulla, la mio priorità è quella di lavorare bene, non certo la durata del contratto: sapete che ho anche lasciato i soldi quando avevo accordi di 2 e 3 anni. Voglio lavorare in tranquillità e sentirmi a mio agio, perché dolo quando sto bene con me stesso posso dare il massimo”, l’argomento è già stato toccato da Gattuso nella conferenza stampa post Barcellona ed è una traccia per imbastire la discussione in vista dell’accordo triennale che De Laurentiis ha in mente per il coach calabrese. La sensazione è quella di uno slittamento nella firma, magari a dicembre, anche per verificare la reciproca soddisfazione a procedere insieme ancora un anno”

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Tuttosport: Gattuso-Napoli, l’accordo potrebbe slittare a dicembre

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/tuttosport-gattuso-napoli-laccordo-potrebbe-slittare-a-dicembre/feed/ 0
Gabriele Lavia incanta al Teatro Antico di Taormina con Dostoevskij (recensione) https://vivicentro.it/regioni/isole/terza-pagina-isole/gabriele-lavia-incanta-al-teatro-antico-di-taormina-con-dostoevskij-recensione/ https://vivicentro.it/regioni/isole/terza-pagina-isole/gabriele-lavia-incanta-al-teatro-antico-di-taormina-con-dostoevskij-recensione/#respond Mon, 10 Aug 2020 09:00:05 +0000 https://vivicentro.it/?p=408223 Gabriele Lavia incanta al Teatro Antico di Taormina con la sua interpretazione de “Il sogno di un uomo ridicolo” di Dostoevskij “Io non posso credere che il male sia lo stato normale degli uomini, gli uomini possono essere felici sulla terra, ama gli altri come te stesso, è tutto qui. Non occorre altro… È tutto […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Gabriele Lavia incanta al Teatro Antico di Taormina con Dostoevskij (recensione)

]]>

Gabriele Lavia incanta al Teatro Antico di Taormina con la sua interpretazione de “Il sogno di un uomo ridicolo” di Dostoevskij

“Io non posso credere che il male sia lo stato normale degli uomini, gli uomini possono essere felici sulla terra, ama gli altri come te stesso, è tutto qui. Non occorre altro… È tutto qui e subito troverai il modo giusto di comportarti con l’altro” – Con questa “vecchia verità” Lavia dà voce al protagonista del testo -.

La tormentata vita dello scrittore Fëdor Michajlovič Dostoevskij è stata portata in scena ieri sera, al Teatro Antico di Taormina da Gabriele Lavia, riscuotendo intenso successo.

Dopo il lungo lockdown per questa stagione di spettacoli al Teatro Antico organizzata dalla Fondazione Taormina Arte Sicilia, un ritorno atteso e gradito ha riportato il Teatro in un luogo magico. Gabriele Lavia fa entrare nel teatro tutto sé stesso, con quello che è e pensa di essere e quello che pensa e crede sia vita.

Nelle sue opere Dostoevskij, indagò l’interiorità umana e i sentimenti contrastanti che interessavano l’io, anticipando Freud e la psicoanalisi prestando grande importanza alle contraddizioni dell’inconscio. Di forte impatto articoli e testi di questo scrittore hanno sempre fatto riflettere e condotto lettori e appassionati ad una forte introspezione personale, fra i quali si annovera “Il sogno di un uomo ridicolo”, del 1877.

Quest’uomo ridicolo, perché privo di stimoli rispetto alla vita, ha deciso già da qualche tempo di mettere fine alla sua esistenza. In casa ha una rivoltella e ogni notte immagina di puntarsela alla tempia, finché una sera, ispirato da una stella nel cielo, decide che è giunto il momento. Mentre l’idea assume contorni netti nella sua testa, viene distratto da una bambina, che dopo avergli tirato la giacca, con poche parole invoca il suo aiuto. Pare che la sua mamma stia male ma l’uomo noncurante della richiesta, la scaccia brutalmente. Giunge così alla sua umile casa dove, dopo aver compiuto il mesto rituale, è pronto a uccidersi. A un tratto il pensiero della bambina fa scattare in lui qualcosa, si sente sopraffatto da emozioni discordanti, come l’empatia e la vergogna, che non pensava più di poter provare, accantona dunque l’idea di suicidarsi e si addormenta. Nel sogno l’uomo vede se stesso, giace morto dopo essersi sparato al cuore e sente tutto ciò che avviene durante il suo funerale e la sua sepoltura, in una condizione indefinita di spazio e tempo.

Si chiede allora chi è quell’essere che lo costringe a patire tali tormenti, lui, che ha sempre creduto all’esistenza di un non-essere. A questo punto, una creatura lo conduce sulla Terra, ma si tratta di una copia, qui, infatti, gli uomini vivono felici e in pace tra loro e la natura è rigogliosa. A un tratto l’uomo è pervaso dalla vita, ma ben presto quell’Eden inizia a essere devastato dalla menzogna, dalla gelosia, dalla crudeltà, che lui ha portato, così quasi per gioco, mentre la natura viene distrutta e gli animali diventano cattivi. Quel sogno non è altro che la realtà.

Alla fine svegliatosi, comprende che la sua missione è di predicare la verità. Ritrova la bambina ma il suo messaggio d’amore lo porta a essere deriso dagli uomini e a finire in manicomio.

Il testo è un’attenta riflessione sulla vita che sfiora la filosofia e la religione, e che per la profondità della tematica non può far altro che smuovere le coscienze. Per l’autore la presenza di Dio si concreta nell’approccio con gli ultimi della società, siano questi una prostituta o una bambina. Una contraddizione apparente, che mostra come anche l’uomo più distaccato alla fine possa provare amore incondizionato verso i suoi simili, essendo questo uno status innato.

Le opere di Dostoevskij risentono di aspetti autobiografici e un inno così sofferto alla vita non può che essere figlio del dolore. Il protagonista Gabriele Lavia nel doppio ruolo di attore e regista ha dimostrato ancora una volta di essere uno dei migliori interpreti contemporanei, conducendo il pubblico presente verso un’introspezione e un’analisi di se stessi rilevante. Perchè in fondo la linea di confine che pensiamo possa esistere tra noi e il mondo non è poi così spessa.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Gabriele Lavia incanta al Teatro Antico di Taormina con Dostoevskij (recensione)

]]>
https://vivicentro.it/regioni/isole/terza-pagina-isole/gabriele-lavia-incanta-al-teatro-antico-di-taormina-con-dostoevskij-recensione/feed/ 0
Sequestrati tre immobili nell’isola di Salina nelle Eolie https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/sequestrati-tre-immobili-nellisola-di-salina-nelle-eolie/ https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/sequestrati-tre-immobili-nellisola-di-salina-nelle-eolie/#respond Mon, 10 Aug 2020 08:38:23 +0000 https://vivicentro.it/?p=408224 Sequestrati tre immobili a Salina, isola delle Eolie (ME). Denunciate quattro persone per il riciclaggio/auto-riciclaggio. I finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Palermo, nell’ambito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica del capoluogo, hanno dato esecuzione a un decreto di sequestro preventivo, emesso d’urgenza dal Pubblico Ministero, nei confronti di GIACCHETTO Faustino […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Sequestrati tre immobili nell’isola di Salina nelle Eolie

]]>

Sequestrati tre immobili a Salina, isola delle Eolie (ME). Denunciate quattro persone per il riciclaggio/auto-riciclaggio.

I finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Palermo, nell’ambito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica del capoluogo, hanno dato esecuzione a un decreto di sequestro preventivo, emesso d’urgenza dal Pubblico Ministero, nei confronti di GIACCHETTO Faustino (cl. ’63), dei due figli e di IMBURGIA Gioacchino (cl. ‘67), relativo a tre unità immobiliari site nel comune di Santa Marina Salina* (ME), ritenute oggetto di condotte di riciclaggio/auto-riciclaggio.

*Santa Marina Salina è un comune italiano di 881 abitanti della città metropolitana di Messina in Sicilia. È ubicato nell’isola di Salina, nell’arcipelago delle isole Eolie.

L’indagine delle Fiamme Gialle del Nucleo di polizia economico-finanziaria ha tratto origine dagli esiti degli accertamenti svolti qualche anno fa nei confronti di un comitato d’affari – ideato, promosso e diretto da GIACCHETTO Faustino e composto da numerosi professionisti ed imprenditori – che, attraverso la sistematica corruzione di esponenti politici e dirigenti pubblici, nonché lo “schermo” di uno storico ente di formazione professionale siciliano (il C.I.A.P.I.), aveva illecitamente percepito contributi pubblici per diversi milioni di euro e condizionato il regolare svolgimento delle gare di appalto per la gestione di “grandi eventi” in Sicilia.

In relazione a tali condotte GIACCHETTO Faustino è stato destinatario nel giugno 2013 di misure cautelari personali e reali disposte dal GIP di Palermo e, successivamente, gli sono state applicate dal locale Tribunale anche severe misure di prevenzione personali e patrimoniali (con confisca di un ingente patrimonio).

Successivi approfondimenti investigativi, svolti dagli specialisti del Gruppo Tutela Spesa Pubblica del Nucleo di polizia economico-finanziaria, hanno consentito di appurare che GIACCHETTO, nel corso delle indagini a suo carico, aveva effettuato operazioni finanziarie e immobiliari finalizzate a sottrarre parte del proprio patrimonio ad eventuali provvedimenti di sequestro.

In particolare, nel marzo del 2013, pochi mesi prima di essere tratto in arresto, aveva emesso tre assegni circolari per un totale di euro 550 mila a favore della società immobiliare GESTIONE RESIDENZE SICILIANE S.r.l., con sede in Bagheria (PA), rappresentata dall’imprenditore IMBURGIA Gioacchino, senza alcun atto scritto, così integrando il reato di trasferimento fraudolento di valori. A dicembre del 2018, dopo la definizione del primo grado della procedura di prevenzione a carico di GIACCHETTO Faustino, la citata società immobiliare ha ceduto ai figli di GIACCHETTO tre unità immobiliari site nel comune di Santa Marina Salina per un prezzo complessivo di euro 550 mila, corrisposto utilizzando proprio i tre assegni consegnati a IMBURGIA nel marzo del 2013. In tal modo GIACCHETTO Faustino è riuscito a sottrarre tale somma all’esecuzione dei sequestri (penale e di prevenzione) disposti nei suoi confronti e dei suoi prossimi congiunti.

I tre immobili, del valore complessivo stimato in circa 850 mila euro, sono stati messi “a reddito” dai GIACCHETTO, utilizzandoli per locazioni brevi a fini turistici.

A seguito dell’approfondita ricostruzione dell’operazione, GIACCHETTO Faustino è stato denunciato per auto-riciclaggio, mentre a carico dei figli e di IMBURGIA Gioacchino è stato ipotizzato il reato di riciclaggio, trattandosi di una compravendita che ha reimmesso nel circuito legale detta illecita provvista di denaro, frutto del trasferimento fraudolento del 2013, ostacolando l’identificazione della sua provenienza delittuosa. Il Pubblico Ministero, condividendo le conclusioni investigative, ha emesso un decreto di sequestro preventivo in via di urgenza, relativo ai tre immobili, convalidato dal GIP del Tribunale di Palermo.

La Guardia di Finanza, in stretta sinergia con la Procura della Repubblica di Palermo, continua ad operare quale polizia economico-finanziaria, con l’obiettivo di prevenire e reprimere i fenomeni di riciclaggio e reimpiego dei proventi criminali nei circuiti finanziari leciti, che generano gravi distorsioni nell’economia legale alterando le condizioni di concorrenza e il corretto funzionamento dei mercati.

Sequestrati tre immobili e denunciate quattro persone

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Sequestrati tre immobili nell’isola di Salina nelle Eolie

]]>
https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/sequestrati-tre-immobili-nellisola-di-salina-nelle-eolie/feed/ 0
Altra escort positiva che si è resa irreperibile. Si cercano i clienti https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/altra-escort-positiva-che-si-e-resa-irreperibile-si-cercano-i-clienti/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/altra-escort-positiva-che-si-e-resa-irreperibile-si-cercano-i-clienti/#respond Mon, 10 Aug 2020 07:14:33 +0000 https://vivicentro.it/?p=408205 È accaduto stavolta a Crotone. La escort si sarebbe resa irreperibile. L’Asp cerca di ricostruire i contatti avuti con i clienti. Dopo il recente caso di Modica, dove una escort, poi risultata contagiata aveva avuto diversi contatti ravvicinati ma ovviamente riservati, ora è un’altra escort che ha “esercitato” a Crotone a preoccupare l’Azienda sanitaria provinciale. […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Altra escort positiva che si è resa irreperibile. Si cercano i clienti

]]>

È accaduto stavolta a Crotone. La escort si sarebbe resa irreperibile. L’Asp cerca di ricostruire i contatti avuti con i clienti.

Dopo il recente caso di Modica, dove una escort, poi risultata contagiata aveva avuto diversi contatti ravvicinati ma ovviamente riservati, ora è un’altra escort che ha “esercitato” a Crotone a preoccupare l’Azienda sanitaria provinciale. La donna dopo essere stata sottoposta al test che ha dato esito positivo è scomparsa.

Secondo quanto scrive il Corriere della Calabria, dopo la conferma della positività, l’Asp di Crotone ha avviato i controlli per ricostruire i contatti avuti negli ultimi giorni dalla donna con i clienti, che con ogni probabilità è di nazionalità straniera. Da ieri pomeriggio, però, la ragazza si è dileguata e inutili sono stati finora i tentativi di trovarla.

Il richiamo al recente fatto di Modica, di cui ci eravamo anche occupati, riguardava una donna, sembra escort di professione, rientrata in Umbria dopo un soggiorno in Sicilia. La donna aveva appena trascorso 15 giorni a Modica, nel Ragusano, dove aveva preso in affitto un mini-appartamento per esercitare la sua “professione”, ricevendo diversi clienti su appuntamento. Successivamente si è spostata in Umbria, prendendo un autobus per Catania e un treno fino a Foligno, dove si è sentita male e quindi trasferita all’Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia, dove è stata riscontrata la positività a Covid-19. Immediatamente è partita l’indagine epidemiologica volta a rintracciare le persone che sono entrate in contatto con la donna.

L’Asp di Ragusa aveva lanciato un invito ai clienti a presentarsi presso la struttura per effettuare gli accertamenti al coronavirus. La Polizia locale di Modica nel frattempo aveva individuato due uomini che avevano incontrato la giovane squillo che aveva abitato nella cittadina siciliana per due settimane e che successivamente a Foligno, nel perugino, è risultata positiva al coronavirus. Uno sarebbe risultato negativo, mentre l’altro sarebbe stato posto in quarantena.

L’opinione.

Quanto sopra accade in tutta Italia ed a tutti i livelli (con donne e uomini) dissimulandone la realtà con l’endemica nostrana ipocrisia e retorica culturale (e giuridica). E non si può che ribadire le conclusioni più volte ripetute nei nostri articoli, ovverosia che in una Nazione cosiddetta occidentale, civile, repubblicana e democratica, come l’Italia, si dovrebbe avere l’attenzione intellettuale di guardare la nostra opaca realtà e pertanto nella fattispecie regolarizzare la prostituzione (femminile e maschile) specialmente d’importazione, togliendola dal mondo grigio se non anche oscuro, specialmente dal profitto della criminalità organizzata, da delinquenti, usurai locali senza scrupoli, maitresse sfruttatrici o politici corrotti e papponi, ma senza perseguitarla come vorrebbero i facili moralisti o deliranti integralisti, oppure voltandosi altrove o eludendo con retoriche e sermoni, bensì regolarizzandola con leggi moderne, civili, chiare, serie, severe , sanitarie, fiscali, tutelando chi vuole svolgere il mestiere come pure chi legittimamente non lo vuole sotto casa, nel condominio, o prossimo alle scuole, lungo le strade cittadine, ecc.

Altri nostri articoli, cui alcuni dall’inizio della pandemia, inerenti il controllo della prostituzione da parte della criminalità e della politica corrotta e pappone:

“19 Luglio 2020 Due persone denunciate per favoreggiamento della prostituzione

“18 Luglio 2020 Nel ragusano una prostituta affittuaria è risultata positiva. Si cercano i clienti

“5 Marzo 2020 Coronavirus e prostituzione. Il DPCM per il contrasto al contagio

“6 Febbraio 2020 Prostituzione: arresti ad Agrigento e Messina (in Germania)

“27 Novembre 2019 Casa d’appuntamento: indagate quattro persone, due espulse

“23 Aprile 2019 Feste hard in cambio di voti, due condanne

“30 Gennaio 2019 I Carabinieri di Messina hanno sgominato un’associazione dedita alla tratta di essere umani

“12 Febbraio 2019 La Lega presenta un disegno di legge per regolamentare la prostituzione

“26 Gennaio 2019 La Shoah del 27 gennaio 2019 vista con gli occhi delle donne vittime e carnefici

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Altra escort positiva che si è resa irreperibile. Si cercano i clienti

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/altra-escort-positiva-che-si-e-resa-irreperibile-si-cercano-i-clienti/feed/ 0
A Ficiru Lodda…. Hanno sbagliato Alla Grande (Lo Piano Saint Red) https://vivicentro.it/regioni/isole/opinioni-isole/a-ficiru-lodda-hanno-sbagliato-alla-grande-lo-piano-saint-red/ https://vivicentro.it/regioni/isole/opinioni-isole/a-ficiru-lodda-hanno-sbagliato-alla-grande-lo-piano-saint-red/#respond Mon, 10 Aug 2020 07:08:45 +0000 https://vivicentro.it/?p=408203 3 leghisti, un 5 Stelle e un Renziano a Ficiru Lodda, (hanno sbagliato alla grande), chiedendo il bonus di 600 euro per le partite Iva A Ficiru Lodda….Hanno sbagliato Alla Grande. Lo Piano Saint Red Tre deputati della Lega, uno di Cinque Stelle, uno di Italia Viva, a “Ficiru Lodda”, (hanno sbagliato alla grande), pensando […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo A Ficiru Lodda…. Hanno sbagliato Alla Grande (Lo Piano Saint Red)

]]>

3 leghisti, un 5 Stelle e un Renziano a Ficiru Lodda, (hanno sbagliato alla grande), chiedendo il bonus di 600 euro per le partite Iva

A Ficiru Lodda….Hanno sbagliato Alla Grande. Lo Piano Saint Red

Tre deputati della Lega, uno di Cinque Stelle, uno di Italia Viva, a “Ficiru Lodda”, (hanno sbagliato alla grande), pensando di chiedere all’Inps, in piena emergenza Covid 19, il bonus di 600 euro per le partite Iva, inutile dire che lo hanno ottenuto a pieni voti. Questo almeno è quanto si vocifera, sulla loro identità, visto che i nomi sono tenuti ancora segreti come segrete sono mantenute le cose più lorde di questa nostra nazione ormai sempre più italietta popolata di italioti.

Essendo coinvolti esponenti della maggioranza e minoranza, unanime è stato lo sdegno proveniente da tutto il mondo politico.

Il Presidente della Camera Fico ha definito vergognoso il comportamento dei 5 onorevoli, al tempo stesso li ha “invitati” a restituire il malloppo.

Ha poi aggiunto che dal punto di vista giuridico tutto sembra regolare, stessa cosa non si può dire dal punto di vista morale.

Di Maio, Salvini e la Meloni, dopo mesi di battibecchi continui, nello stigmatizzare il comportamento dei cinque onorevoli su questa incresciosa quanto inquietante vicenda, si sono ritrovati d’accordo

Sicuramente ai 5 deputati non gli saranno bastati i benefit e tutti i privilegi loro concessi; forse non sono a conoscenza che 15 mila euro al mese rappresentano lo stipendio di almeno 12 lavoratori con famiglia a carico.

Per gli onorevoli, fra gli altri benefit vi sono i viaggi aerei, alberghi a 5 stelle, ristoranti alla moda, tutto a carico dei contribuenti.

I nomi dei 5 parlamentari, almeno per il momento, sono coperti dalla privacy, speriamo che non resteranno a lungo nel limbo dell’anonimato e che vengano espulsi sia dal parlamento che dai Partiti d’appartenenza, è il minimo che si possa fare in simili frangenti.

Identica cosa accadde per altre categorie privilegiate, solo per fare un esempio, un numero ristretto di Notai chiesero la stessa cifra durante l’emergenza Covid 19.

Sembra che vergogna e dignità, pur viaggiando su strade parallele, spesso si intersecano, questo episodio non è il solo, ve ne sono stati tanti altri che non fanno altro che gettare un’ombra di discredito su tutta la politica.

Lo Piano SaintRed

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo A Ficiru Lodda…. Hanno sbagliato Alla Grande (Lo Piano Saint Red)

]]>
https://vivicentro.it/regioni/isole/opinioni-isole/a-ficiru-lodda-hanno-sbagliato-alla-grande-lo-piano-saint-red/feed/ 0
Ischia, controlli sulla movida: sanzionati sei locali https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/ischia-controlli-sulla-movida-sanzionati-sei-locali/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/ischia-controlli-sulla-movida-sanzionati-sei-locali/#respond Sun, 09 Aug 2020 18:43:24 +0000 https://vivicentro.it/?p=408201 Ischia, controlli sulla movida: sanzionati sei locali Ischia, “Movida” sull’isola verde: sanzionati sei locali Ieri sera gli agenti del Commissariato di Ischia, con il supporto degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nei comuni di Ischia, Forio e Casamicciola finalizzato a garantire il regolare svolgimento della […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Ischia, controlli sulla movida: sanzionati sei locali

]]>

Ischia, controlli sulla movida: sanzionati sei locali

Ischia, “Movida” sull’isola verde: sanzionati sei locali

Ieri sera gli agenti del Commissariato di Ischia, con il supporto degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nei comuni di Ischia, Forio e Casamicciola finalizzato a garantire il regolare svolgimento della “movida” .
Nel corso dell’attività sono state identificate 232 persone di cui 50 con precedenti di polizia e sono stati controllati 50 ciclomotori e 33 autovetture.
Sono stati eseguiti 7 controlli ad esercizi commerciali di somministrazione di alimenti e bevande, 6 dei quali sono stati sanzionati per violazione delle diposizioni anti-Covid19 poiché i dipendenti non indossavano la mascherina.
Inoltre, durante i controlli effettuati agli sbarchi, i poliziotti hanno fermato un 19enne napoletano con precedenti di polizia, trovandolo in possesso di un coltello a serramanico; il giovane è stato denunciato per porto di armi od oggetti atti ad offendere.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Ischia, controlli sulla movida: sanzionati sei locali

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/ischia-controlli-sulla-movida-sanzionati-sei-locali/feed/ 0
Stabia – Torre Annunziata, sequestro di sigarette di contrabbando https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/stabia-torre-annunziata-sequestro-di-sigarette-di-contrabbando/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/stabia-torre-annunziata-sequestro-di-sigarette-di-contrabbando/#respond Sun, 09 Aug 2020 18:39:49 +0000 https://vivicentro.it/?p=408198 Stabia – Torre Annunziata, sequestro di sigarette di contrabbando Torre Annunziata e Castellammare di Stabia: I Carabinieri del Comando provinciale di Napoli sempre più incisivi nelle zone a rischio. 5 arresti. I militari dell’Arma in prima linea anche nella lotta al contrabbando. 8mila pacchetti di bionde sequestrati Continuano i servizi invasivi e penetranti disposti dal […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Stabia – Torre Annunziata, sequestro di sigarette di contrabbando

]]>

Stabia – Torre Annunziata, sequestro di sigarette di contrabbando

Torre Annunziata e Castellammare di Stabia: I Carabinieri del Comando provinciale di Napoli sempre più incisivi nelle zone a rischio. 5 arresti. I militari dell’Arma in prima linea anche nella lotta al contrabbando. 8mila pacchetti di bionde sequestrati

Continuano i servizi invasivi e penetranti disposti dal comando provinciale di napoli nei tessuti delicati dei territori di torre annunziata e castellammare.
i carabinieri della stazione di torre annunziata e della sezione operativa oplontina hanno arrestato per spaccio e detenzione di sostanza stupefacente due coniugi incensurati di 38 e 36 anni di trecase. i militari dell’arma hanno bloccato l’uomo – in via carminiello di torre annunziata – mentre cedeva della marijuana a un cliente. ciò è bastato per estendere la perquisizione a casa dei due e lì sono state rinvenute e sequestrate un chilo e 200 grammi della stessa sostanza. rinvenuti e sequestrati anche 3 bilancini di precisione. era tutto stipato nella credenza della cucina.
i coniugi sono stati tradotti al carcere in attesa di giudizio.
ma i servizi “alto impatto” dei carabinieri di torre annunziata continuano con la lotta anche al contrabbando di sigarette. avevano constatato un maggiore flusso di sigarette di contrabbando in città e per questo motivo – durante le svariate perquisizioni – i militari di torre annunziata hanno fatto visita a una 43enne incensurata di pompei. nella sua abitazione rinvenuti e sequestrati ben 8mila pacchetti di bionde di contrabbando per un peso complessivo di 160 chili.
la donna – una volta arrestata – è stata sottoposta agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.
a castellammare, invece, i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della locale compagnia non sono stati da meno. a finire in manette per detenzione di droga a fini di spaccio raffaele di martino – 22enne del posto già noto alle ffoo – e la sua fidanzata incensurata 18enne.
i carabinieri hanno fermato la ragazza ed hanno deciso di controllarla. perquisita, è stata trovata in possesso di 10 grammi di marijuana suddivisa in 11 dosi pronte alla vendita e la somma contante di 1315 euro provento del reato. la 18enne ha riferito che alloggiava con il suo compagno in un albergo di castellammare. i militari hanno deciso di controllare anche la camera dell’hotel e lì hanno trovato di martino in compagnia di altri 80 grammi della stessa sostanza stupefacente, di 3 bilancini di precisione e vario materiale per il confezionamento della droga.
Gli arrestati sono stati sottoposti agli arresti domiciliari presso le loro rispettive abitazioni in attesa di giudizio.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Stabia – Torre Annunziata, sequestro di sigarette di contrabbando

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/stabia-torre-annunziata-sequestro-di-sigarette-di-contrabbando/feed/ 0
Juve Stabia, il pagellone: lo “squalo” Forte, una delle poche note positive https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/juve-stabia-il-pagellone-lo-squalo-forte-una-delle-poche-note-positive/ https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/juve-stabia-il-pagellone-lo-squalo-forte-una-delle-poche-note-positive/#respond Sun, 09 Aug 2020 17:04:02 +0000 https://vivicentro.it/?p=408190 Juve Stabia, il pagellone: lo “squalo” Forte, una delle poche note positive. I voti della redazione di ViViCentro.it ai protagonisti delle Vespe nella stagione appena conclusa con la retrocessione  Juve Stabia, il pagellone: lo “squalo” Forte, una delle poche note positive   Con la sconfitta di Cosenza del 31 luglio scorso per 3-1 si è […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Juve Stabia, il pagellone: lo “squalo” Forte, una delle poche note positive

]]>

Juve Stabia, il pagellone: lo “squalo” Forte, una delle poche note positive. I voti della redazione di ViViCentro.it ai protagonisti delle Vespe nella stagione appena conclusa con la retrocessione 

Juve Stabia, il pagellone: lo “squalo” Forte, una delle poche note positive

 

Con la sconfitta di Cosenza del 31 luglio scorso per 3-1 si è chiusa una stagione assolutamente da dimenticare per le Vespe. Una stagione che fino allo scorso 8 marzo, con l’ultima gara disputata dalla Juve Stabia contro lo Spezia e vinta per 3-1, era stata tutto sommato in linea con l’obiettivo stagionale della salvezza, ma che poi nella fase post-lockdown ha riservato tante amarezze ai tifosi gialloblè. Ne deriva che anche i voti assegnati ai singoli protagonisti delle Vespe sono di conseguenza abbastanza bassi salvo rare eccezioni. Una retrocessione davvero amara soprattutto perché assolutamente imprevedibile prima della sosta forzata di 3 mesi per la pandemia da Coronavirus.

Analizziamo il rendimento delle Vespe nel corso di tutta questa lunghissima stagione culminata purtroppo con la retrocessione in Serie C dopo un solo anno di permanenza in cadetteria.

 

Provedel 6,5. Il portiere ex Empoli arrivato nel mercato di gennaio fa il suo esordio a Pisa e si vede fin da subito che ha le doti tecniche di un estremo difensore che farà tanta strada nel corso della sua carriera. Memorabile il suo gol ad Ascoli con un colpo di testa su punizione battuta da Calò nei minuti finali di Ascoli-Juve Stabia. Qualche errore di troppo nella fase post-lockdown, come in occasione del primo gol di Ciofani nella gara con la Cremonese, ma si faceva davvero fatica a non venire travolti dagli errori di una difesa davvero “colabrodo” delle Vespe.

Russo 6,5. Fa il suo esordio, anche se in realtà si tratta di un ritorno tra le Vespe, nella gara di Crotone. Il suo lo fa ed anche molto bene. Da sicurezza al reparto per gran parte del girone di andata della Juve Stabia. Si arrende solo ad un infortunio muscolare occorsogli a gennaio.

Allievi 5,5. Rientra da un grave infortunio e viene buttato nella mischia contro la Salernitana per infortunio muscolare occorso a Troest. Risulterà tra i migliori in quella gara. Nel resto delle apparizioni nel corso della stagione viene utilizzato sia come centrale difensivo che eterno basso a sinistra. Coinvolto anche lui nei tanti errori difensivi della Juve Stabia di questa stagione. Purtroppo un conto è avere di fronte attaccanti di Serie C e un’altra avere contro attaccanti di cadetteria. Anche per lui qualche errore importante nel finale di stagione come nel rigore del vantaggio del Cosenza. Può essere un elemento importante da cui ripartire nel prossimo campionato di Serie C.

Fazio 5,5. Importante jolly difensivo utilizzato sia a destra che come centrale difensivo. Molto bene nel girone di andata, qualche defaillance di troppo nella fase post-lockdown. Grave l’errore di Benevento dove spiana la strada a Sau con un errore marchiano per la vittoria dei sanniti. Anche lui sotto contratto come Allievi e può essere elemento importante da cui ripartire per il pacchetto difensivo della C.

Germoni 4,5. Stagione decisamente al di sotto delle aspettative con diversi errori importanti che hanno caratterizzato negativamente il suo campionato. Penalizzato dalla difesa a quattro, va meglio quando in qualche occasione Caserta lo impiega nel 3-5-2 come quinto di centrocampo.

Ricci 5. Abbastanza bene nella fase pre-lockdown, assolutamente un altro giocatore in senso negativo nelle ultime dieci gare di campionato. Rimedia un’espulsione davvero ingenua contro il Livorno che costa tre punti alle Vespe e apre la strada alla crisi che poi culminerà nella retrocessione. Peccato perchè nel girone di andata aveva stupito tutti favorevolmente.

Tonucci 5. Purtroppo dopo quella di Foggia arriva un’altra retrocessione che macchia la sua carriera. Abbastanza bene il girone di andata ma poi si perde nella fase post-lockdown nel mare molto mosso della difesa gialloblè. Da matita blu il suo erroraccio che spiana la strada alla vittoria della Cremonese nella penultima gara di campionato.

Troest 5. Stagione da dimenticare anche per lui. Solo lontano parente del vichingo che aveva rappresentato un’ostacolo insormontabile per gli attaccanti della Serie C lo scorso anno. Ma la Serie B è un’altra cosa e lui se ne accorge subito.

Vitiello 5. L’età avanza ed è sempre più difficile tenere testa agli attaccanti sguscianti della Serie B che più di una volta lo mettono in difficoltà sulla sua fascia difensiva di competenza. Cerca di cavarsela con l’esperienza ma non basta.

Addae 4,5. Una delle più grandi delusioni arrivate dal mercato estivo. Presentato come un centrocampista che ad Ascoli stavano rimpiangendo tutti, in realtà a Castellammare fa solo due cose positive: il gol iniziale della rimonta di Verona contro il Chievo e il gol-vittoria nel finale contro il Crotone. E’ sicuramente l’elemento che si presenta dopo il lockdown con la peggiore condizione fisica e inspiegabilmente Caserta lo mette in campo addirittura da titolare nelle ultime gare decisive della stagione preferendolo ad elementi apparsi molto più tonici come Mastalli e Calvano.

Calò 6,5. E’ uno di quelli che non molla mai. Si conferma implacabile cecchino nel tiro dalla distanza e sui calci piazzati porta punti importantissimi alla Juve Stabia che purtroppo alla fine non sono serviti. Una delle note più positive della stagione delle Vespe. Elemento imprescindibile che merita di giocarsi le sue chance anche in massima serie con il Genoa.

Calvano 6. Un girone di andata da 7 in pagella, in alcune gare si dimostra un trascinatore insostituibile. Cala alla distanza soprattutto dopo l’infortunio al ginocchio che a fine anno lo rende indisponibile per un paio di mesi. Nel post-lockdown ad un certo punto non viene più visto da mister Caserta che nelle ultime gare non lo considera più titolare

Izco 4,5. Impalpabile il suo contributo alla causa. Di lui si ricorda solo il passaggio per Di Gennaro in occasione del pareggio in extremis a Pisa. Poi il nulla

Mallamo 6. Si dimostra un ottimo giocatore proveniente dal settore giovanile dell’Atalanta. Già nel girone di andata fa intravvedere le sue doti e Caserta lo impiega sia nel 4-2-3-1 come trequartista che nel 4-3-3 come mezzala di centrocampo. Nella fase post-lockdown diventa la vera anima delle Vespe. Importantissimo il suo gol del 3-2 al Chievo in una rimonta rocambolesca che purtroppo le Vespe non hanno saputo capitalizzare nelle ultime giornate di campionato.

Mastalli 6. Torna da un brutto infortunio e quando potrebbe rientrare in campo ci si mette il lockdown a ritardare ancora il suo ritorno al calcio giocato. Fa l’esordio in Serie B nella gara contro la Virtus Entella nella quale risulta tra i migliori. Poi ancora una bella gara a Frosinone. Resterà un vero mistero la scelta di mister Caserta di non contare su di lui nelle ultime gare di campionato.

Di Gennaro 4. Di lui si ricorda solo il gol nel finale di gara di Pisa che porta un punto importantissimo alle Vespe. Ma poi il nulla. E non si capisce perchè mister Caserta nella fase post-lockdown lo faccia giocare consecutivamente in tre gare prima che lui decida di non continuare il suo rapporto con la Juve Stabia fino al termine della stagione.

Buchel 4. Davvero impalpabile la sua presenza nella rosa della Juve Stabia. Anche lui come Di Gennaro decide di andare via prima della fine della stagione. Un ingaggio che si poteva benissimo evitare.

Mezavilla 5. Impiegato dal primo minuto in qualche gara nel girone di andata come centrale difensivo, come in piena emergenza contro il Frosinone, ma purtroppo anche nel suo caso l’età avanza e adattarsi a giocare in quel ruolo è possibile in Serie C ma diventa più difficile in cadetteria. Forse sarebbe servito a centrocampo nel finale arroventato di campionato ma un infortunio lo ferma per più giornate proprio nel finale di torneo.

Bifulco 5. Troppo a fasi alterne come le luci ad intermittenza di un albero di Natale. Probabilmente il meglio di sè lo da nelle due gare con la Virtus Entella e con il Frosinone. Importante anche il gol che all’andata da il via alla vittoria contro il Venezia. Ma è troppo poco, da lui ci si aspettava ben altro

Canotto 5,5. Nella prima parte di campionato sarebbe da 7 fino alla gara con lo Spezia in cui è tra i migliori in campo. Nella fase post-lockdown va in campo un Canotto solo lontano parente di quello ammirato fino a qualche mese prima. Troppo egoista nella fase finale del torneo e troppo nervoso. Si becca un’espulsione con l’Entella che si poteva evitare e che gli costa tre giornate di squalifica in un momento topico del torneo poi ridotte a due.

Cissè 4,5. Troppi guai fisici e soprattutto la pubalgia ne condizionano il rendimento. Non da il contributo alla causa che ci si aspettava e a Cosenza nella gara decisiva con uno sciagurato tocco fa anche l’assist decisivo per il gol con cui i lupi mandano all’inferno le Vespe. Stagione da dimenticare

Di Mariano 4,5. Anche per lui stagione impalpabile. A gennaio viene presentato come un acquisto che deve far fare il salto di qualità alla Juve Stabia sugli esterni offensivi. Niente di tutto ciò. Ci si aspettava molto di più.

Elia 5,5. Anche per lui stagione troppo condizionata dai tanti infortuni muscolari. Quando recupera un minimo di condizione fisica diventa il trascinatore della Juve Stabia soprattutto nella fase immediatamente successiva il lockdown. Caserta lo reinventa terzino sinistro contro il Benevento e risulta tra i migliori in campo ripetendosi nella gara successiva con la Salernitana. Ma poi l’ennesimo infortunio muscolare ne decreta la fine della stagione.

Forte 7,5. E’ lo “squalo” il vero trascinatore della Juve Stabia. I 17 gol ne fanno il terzo miglior attaccante di tutta la Serie B. Ed è un vero scempio che la squadra non riesca a capitalizzare un bottino di reti così ampio del suo bomber. Andrà quasi certamente via anche perché merita di calcare palcoscenici decisamente di categorie superiori. Nel finale di campionato Caserta con i continui cambi di modulo tattico finisce per isolarlo in attacco ma lui ciò nonostante riesce a fare reparto da solo. Tanta roba, è il caso dire.

Rossi 4,5. Altro giocatore ex Salernitana e Lazio da cui si aspettava molto di più. Dimostra tutti i suoi limiti in un campionato di livello qualitativo elevato come la Serie B.

Melara 5. Qualche apparizione in scampoli di gara ma è troppo poco per poter esprimere un giudizio. Di lui si ricorda in positivo solo l’assist per il gol di Forte nella vittoria di Trapani per 1-2.

Caserta 4,5. Per il tecnico nativo di Melito Porto Salvo la valutazione sarebbe da 6,5 fino a marzo. Nei primi due terzi di campionato la Juve Stabia, tranne diversi scivoloni di troppo fuori casa, conduce un campionato in linea con l’obiettivo salvezza. E se ciò avviene è anche merito del suo allenatore e delle sue scelte tattiche. Nel post-lockdown cambia radicalmente lo scenario e sono troppi gli errori anche di Caserta che fanno scendere la valutazione fino ad un 4,5 di stima. Troppe alchimie tattiche che tolgono sicurezze alla squadra che già ne aveva poche di suo. Inconcepibile l’utilizzo di Addae da titolare, lontanissimo dalla migliore condizione fisica, nelle ultime gare di campionato e la rinuncia a Mastalli e Calvano che sembravano più tonici. E poi troppi cambi di modulo tattico che generano solo confusione e lasciano Forte sempre più solo in attacco e senza palle giocabili.

 

a cura di Natale Giusti

 

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Juve Stabia, il pagellone: lo “squalo” Forte, una delle poche note positive

]]>
https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/juve-stabia-il-pagellone-lo-squalo-forte-una-delle-poche-note-positive/feed/ 0
Sicilia, nuova ordinanza regionale anti covid-19. Controlli e ingressi limitati https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/sicilia-nuova-ordinanza-regionale-anti-covid-19-controlli-e-ingressi-limitati/ https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/sicilia-nuova-ordinanza-regionale-anti-covid-19-controlli-e-ingressi-limitati/#respond Sun, 09 Aug 2020 15:23:47 +0000 https://vivicentro.it/?p=408191 Sicilia: controlli e ingressi limitati nei locali e negli esercizi pubblici con sanzioni per i trasgressori e nuove misure sanitarie. Il Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha emanato una nuova ordinanza dopo l’improvviso aumento di casi positivi in Sicilia. Controlli e ingressi limitati nei locali e negli esercizi pubblici, con sanzioni fino al massimo […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Sicilia, nuova ordinanza regionale anti covid-19. Controlli e ingressi limitati

]]>

Sicilia: controlli e ingressi limitati nei locali e negli esercizi pubblici con sanzioni per i trasgressori e nuove misure sanitarie.

Il Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha emanato una nuova ordinanza dopo l’improvviso aumento di casi positivi in Sicilia.

Controlli e ingressi limitati nei locali e negli esercizi pubblici, con sanzioni fino al massimo previsto per i trasgressori, ma anche misure sanitarie speciali per contrastare il diffondersi del Coronavirus tra i migranti sbarcati in Sicilia.

Sono alcune delle disposizioni contenute nell’ordinanza firmata poco fa dal Presidente della Regione, Nello Musumeci, a seguito della pubblicazione dell’ultimo decreto del Presidente del Consiglio dei ministri.

In Sicilia, nelle discoteche e negli esercizi pubblici similari, sono vietati gli eventi al chiuso, mentre per quelli all’aperto si fa riferimento alle linee guida recepite dal Dpcm e predisposte dalla Conferenza delle Regioni, individuando i principi di distanziamento, obbligo della mascherina e riduzione della capienza massima per garantire il distanziamento previsto nelle aree destinate al ballo.

La nuova ordinanza invita le Prefetture ed i sindaci a predisporre controlli nell’ambito delle rispettive competenze e prevede inoltre il massimo delle sanzioni amministrative per i trasgressori delle disposizioni. In particolare, per le serate di Ferragosto, per agevolare l’organizzazione di controlli adeguati da parte delle autorità di pubblica sicurezza competenti, il governatore ha disposto l’obbligo di comunicazione entro le 48 ore antecedenti all’evento per gli esercenti delle attività destinate al ballo e con afflusso di pubblico numeroso.

Un articolo dell’ordinanza del Presidente Musumeci è dedicato all’emergenza migranti. Niente tendopoli per ospitare i migranti e in caso di altre strutture individuate dal Governo centrale serve la preventiva idoneità della locale Asp. La dura misura tiene conto dell’elevata incidenza dei soggetti positivi al Coronavirus tra le persone sbarcate nel territorio siciliano che è determinata, in larga parte, dalla promiscuità dei luoghi di partenza e di accoglienza, con l’effetto di un rapporto proporzionale assai superiore alla media regionale tra il numero complessivo dei soggetti interessati e quelli risultati positivi. Nelle more dell’eventuale sottoscrizione di un protocollo di sicurezza sanitaria tra il Ministero dell’Interno e la presidenza della Regione Siciliana, chiesto più volte dallo stesso Presidente, nell’ordinanza appena emanata viene disposto obbligo del tampone su ogni migrante sbarcato.

È prevista inoltre un’adeguata profilassi sanitaria con visita medica di tutti i soggetti interessati. Il divieto di allestire o utilizzare tensostrutture è determinato dai frequenti e deprecabili episodi quotidiani di fuga dei migranti e dalla pericolosa promiscuità che si determina fra gli stessi ospiti, con gli assembramenti. I luoghi destinati alla quarantena dei migranti, invece, saranno definiti solo dopo il parere dell’autorità sanitaria che dovrà verificare la conformità dei siti alle regole di prevenzione del contagio e distanziamento interpersonale.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Sicilia, nuova ordinanza regionale anti covid-19. Controlli e ingressi limitati

]]>
https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/sicilia-nuova-ordinanza-regionale-anti-covid-19-controlli-e-ingressi-limitati/feed/ 0
F1, GP del 70° anniversario: capolavoro Verstappen! Bene anche Leclerc https://vivicentro.it/sport/motori/f1-gp-del-70-anniversario-capolavoro-verstappen-bene-anche-leclerc/ https://vivicentro.it/sport/motori/f1-gp-del-70-anniversario-capolavoro-verstappen-bene-anche-leclerc/#respond Sun, 09 Aug 2020 14:48:36 +0000 https://vivicentro.it/?p=408184 A Silverstone trionfa super Max Verstappen. Secondo Bottas davanti a Lewis Hamilton   F1, GP del 70° anniversario: capolavoro Verstappen! Bene anche Leclerc   In casa Ferrari molto bene Leclerc quarto; Vettel chiude dodicesimo   Il Gran Premio del 70° anniversario inizia con un ottimo spunto da parte di Bottas che tiene la prima posizione. […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo F1, GP del 70° anniversario: capolavoro Verstappen! Bene anche Leclerc

]]>
A Silverstone trionfa super Max Verstappen. Secondo Bottas davanti a Lewis Hamilton

 

F1, GP del 70° anniversario: capolavoro Verstappen! Bene anche Leclerc

 

In casa Ferrari molto bene Leclerc quarto; Vettel chiude dodicesimo

 

Il Gran Premio del 70° anniversario inizia con un ottimo spunto da parte di Bottas che tiene la prima posizione. Benissimo anche Max Vertstappen che supera Niko Hulkenberg guadagnando la terza casella. Disastro invece di  Sebastain Vettel: testa coda in curva uno! Male anche Leclerc che perde due posizioni. Dopo due giri la classifica recita: primo Bottas, secondo Hamilton che spinge e prova a mettere pressione, terzo Verstappen, quarto Hulkenberg davanti al compagno Lance Stroll. Nelle retrovie ottima partenza di Giovinazzi che si trova quindicesimo. La gara si preannuncia scoppiettante, molto dipenderà dalle strategie che attueranno i team per la gestione gomme: Verstappen, che è partito con la bianca, spinge e prova a mettere pressione a Lewis Hamilton.  L’olandese ci prova, la Mercedes risponde  chiamando in box prima il leader Valteri Bottas, poi Lewis Hamilton. Verstappen è attualmente il leader del Gran Premio; terzo Bottas davanti a Lewis Hamilton.  Rientra in box anche Leclerc che al giro 21 tira la staccata e guadagna la decima casella su Lando Norris: super sorpasso di Leclerc! Davanti ci sono dei grandi problemi per Lewis Hamilton: ancora le gomme! Se per la Mercedes ci sono difficoltà nella gestione gomme, Max  Verstappen invece, senza neanche un pit stop, continua a volare! Al giro 27 l’olandese però deve rientrare in box montando gomma gialla. Nel momento in cui Verstappen esce dai box,  Bottas passa sul traguardo prendendo la prima posizione. Con gomma nuova  l’olandese si avvicina, si mette all’esterno di Bottas, riesce nel sorpasso e ritorna leader del GP! In una gara pazza, il giro veloce dal nulla lo fa per il momento Charles Leclerc sesto in 1:30.668! Il monegasco spinge, ringrazia Stroll e Hulkenberg  che rientrano in box e si mette alla caccia della terza posizione di Bottas. Secondo pit stop intanto anche per Lewis Hamilton che monta gomme bianche. A dieci dal termine la classifica recita: primo Verstappen, secondo Bottas, terzo Leclerc davanti a Lewis Hamilton!  Il campione del mondo però ha gomma fresca, si avvicina e supera Charles Leclerc guadagnando la terza posizione.  Hamilton insiste, vede davanti il suo compagno di squadra Bottas:  il 44 è più veloce, va all’attacco del finlandese, lo supera e strappa la seconda posizione. Il distacco dalla Red Bull però è troppo  e alla fine un super Max Verstappen vince il Gran Premio del 70° anniversario!  Gara capolavoro dell’olandese! Secondo Hamilton, terzo Bottas

 

IL PODIO

Max Verstappen 25 punti Red Bull
Lewis Hamilton 18 punti Mercedes
Valteri Bottas 15 punti Mercedes

 

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo F1, GP del 70° anniversario: capolavoro Verstappen! Bene anche Leclerc

]]>
https://vivicentro.it/sport/motori/f1-gp-del-70-anniversario-capolavoro-verstappen-bene-anche-leclerc/feed/ 0
Tenta truffa ad anziani spacciandosi per parente: denunciato un 31enne https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/tenta-truffa-ad-anziani-spacciandosi-per-parente-denunciato-un-31enne/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/tenta-truffa-ad-anziani-spacciandosi-per-parente-denunciato-un-31enne/#respond Sun, 09 Aug 2020 10:36:29 +0000 https://vivicentro.it/?p=408182 Nella mattinata di venerdì, tre anziani sono stati bersaglio di un tentativo di truffa da parte di un uomo di 31 anni, spacciatosi per parente. Tenta truffa ad anziani spacciandosi per parente: denunciato un 31enne NAPOLI- Venerdì mattina gli agenti del commissariato Bagnoli sono intervenuti presso un condominio di via Terracina dove un uomo aveva […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Tenta truffa ad anziani spacciandosi per parente: denunciato un 31enne

]]>

Nella mattinata di venerdì, tre anziani sono stati bersaglio di un tentativo di truffa da parte di un uomo di 31 anni, spacciatosi per parente.

Tenta truffa ad anziani spacciandosi per parente: denunciato un 31enne

NAPOLI- Venerdì mattina gli agenti del commissariato Bagnoli sono intervenuti presso un condominio di via Terracina dove un uomo aveva tentato di truffare tre anziani tutti residenti nello stesso stabile e imparentati tra loro.
I poliziotti hanno accertato che l’uomo, spacciandosi ora per il figlio, ora per il nipote delle vittime, le aveva contattate telefonicamente annunciando che a breve un postino avrebbe consegnato loro un plico dietro il pagamento di 3800 euro.
I tre anziani, insospettiti dalle telefonate avvenute a poca distanza le une dalle altre, e dopo essersi confrontati tra di loro, hanno avvisato i poliziotti che hanno bloccato il truffatore, un napoletano 31enne, mentre stava consegnando il “pacco” a una delle vittime denunciandolo per tentata truffa aggravata.

Purtroppo si riportano spesso nelle cronache episodi del genere. Non mancano le campagne di sensibilizzazione rivolte proprio a chi si ritrova ad essere il “bersaglio” di questi truffatori.

Positivo l’esito della vicenda, dove “le vittime” hanno saputo agire con prudenza e fare affidamento alle Forze dell’Ordine.

 

 

Stéphanie Esposito

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o
utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere
autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede
comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente
articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Tenta truffa ad anziani spacciandosi per parente: denunciato un 31enne

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/tenta-truffa-ad-anziani-spacciandosi-per-parente-denunciato-un-31enne/feed/ 0
Tuttosport: Juve-Milik può saltare, il Napoli prepara la strategia https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/tuttosport-juve-milik-puo-saltare-il-napoli-prepara-la-strategia/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/tuttosport-juve-milik-puo-saltare-il-napoli-prepara-la-strategia/#respond Sun, 09 Aug 2020 10:24:07 +0000 https://vivicentro.it/?p=408177 Il polacco è pronto a salutare il Napoli   Tuttosport: Juve-Milik può saltare, il Napoli prepara la strategia   La sfida di ieri contro il Barcellona potrebbe essere stata l’ultima di Milik con la maglia del Napoli. Il polacco ha già l’accordo con la Juventus ma, con il cambio di allenatore nei bianconeri, non è […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Tuttosport: Juve-Milik può saltare, il Napoli prepara la strategia

]]>
Il polacco è pronto a salutare il Napoli

 

Tuttosport: Juve-Milik può saltare, il Napoli prepara la strategia

 

La sfida di ieri contro il Barcellona potrebbe essere stata l’ultima di Milik con la maglia del Napoli. Il polacco ha già l’accordo con la Juventus ma, con il cambio di allenatore nei bianconeri, non è detto che la trattativa possa concludersi.  Riportiamo a tal proposito quanto scritto da Tuttosport:

 

“Quella di ieri è stata l’ultima partita di Callejon dopo 7 anni di Napoli e pure per Milik sta per essere pronunciata la parola fine. L’attaccante polacco ha tempo trovato un accordo con la Juventus, ma ora nel clan bianconero fatanno una riflessione: con l’arrivo di Pirlo ci sarà ancora il gradimento per un calciatore che era stato scelto dall’ormai ex Sarri? Il Napoli non va di fretta e aspetta sviluppi sull’argomento, se poi verso la fine di settembre ancora non si sarà prodotto il passaggio Milik a un altro club italiano, allora ci si lancerà sul mercato estero, magari con qualche scambio alla pari”

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Tuttosport: Juve-Milik può saltare, il Napoli prepara la strategia

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/tuttosport-juve-milik-puo-saltare-il-napoli-prepara-la-strategia/feed/ 0
Napoli, i quotidiani bocciano Koulibaly:”Un disastro. Un suo errore chiude la partita” https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/napoli-i-quotidiani-bocciano-koulibaly-un-disastro-un-suo-errore-chiude-la-partita/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/napoli-i-quotidiani-bocciano-koulibaly-un-disastro-un-suo-errore-chiude-la-partita/#respond Sun, 09 Aug 2020 10:05:04 +0000 https://vivicentro.it/?p=408175 Match da dimenticare per il senegalese   Napoli, i quotidiani bocciano Koulibaly:”Un disastro. Un suo errore chiude la partita”   Nella dolorosa sconfitta del Napoli contro il Barcellona, il peggior in campo è stato,secondo i giornali, Kalidou Koulibaly. Riportiamo di seguito, i voti rifilati al senegalese:   Gazzetta 4.5 “Inizia permettendosi un tacco, ma prosegue […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Napoli, i quotidiani bocciano Koulibaly:”Un disastro. Un suo errore chiude la partita”

]]>
Match da dimenticare per il senegalese

 

Napoli, i quotidiani bocciano Koulibaly:”Un disastro. Un suo errore chiude la partita”

 

Nella dolorosa sconfitta del Napoli contro il Barcellona, il peggior in campo è stato,secondo i giornali, Kalidou Koulibaly. Riportiamo di seguito, i voti rifilati al senegalese:

 

Gazzetta 4.5

“Inizia permettendosi un tacco, ma prosegue collezionando errori di varia gravità: regala un corner, e soprattutto falcia Messi provocando il rigore”

 

Corriere dello Sport 4

“Un disastro inatteso. È coinvolto in tutt’e tre i gol del  Barça: sul primo però non ci sono colpe dirette , va a terra perché Lenglet gli spinge addosso Demme; sul secondo si fa superare da Messi; sul terzo dormita clamorosa, nella sua area con la palla al piede se la fa soffiare dal 10 catalano e lo abbatte con un calcione da dietro procurando il rigore”

 

Tuttosport 5

“Non è sempre ben piazzato ad accorciare. In più si compiace troppo nei disimpegni e, infatti, confeziona la leggerezza del rigore su Messi”

 

Il Mattino  5.5

“In 9′ fa tre interventi puliti, precisi, perfetti. Sul gol di Lenglet, cade spinto da Demme e può recriminare. Un suo errore chiude la partita. Ma è assai impreciso”

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Napoli, i quotidiani bocciano Koulibaly:”Un disastro. Un suo errore chiude la partita”

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/napoli-i-quotidiani-bocciano-koulibaly-un-disastro-un-suo-errore-chiude-la-partita/feed/ 0
Repubblica – Napoli, ecco cosa manca per il rinnovo di Gattuso https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/repubblica-napoli-ecco-cosa-manca-per-il-rinnovo-di-gattuso/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/repubblica-napoli-ecco-cosa-manca-per-il-rinnovo-di-gattuso/#respond Sun, 09 Aug 2020 10:00:07 +0000 https://vivicentro.it/?p=408173 Il tecnico pronto a firmare un triennale   Repubblica – Napoli, ecco cosa manca per il rinnovo di Gattuso   Con la sconfitta contro il Barcellona si conclude la stagione 2019/20 del Napoli. Gli azzurri, pensando già alla prossima, sono intenzionati a ripartire da Rino Gattuso ma, secondo quanto scritto da Repubblica, ci sono ancora […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Repubblica – Napoli, ecco cosa manca per il rinnovo di Gattuso

]]>
Il tecnico pronto a firmare un triennale

 

Repubblica – Napoli, ecco cosa manca per il rinnovo di Gattuso

 

Con la sconfitta contro il Barcellona si conclude la stagione 2019/20 del Napoli. Gli azzurri, pensando già alla prossima, sono intenzionati a ripartire da Rino Gattuso ma, secondo quanto scritto da Repubblica, ci sono ancora degli intoppi che non permettono la conclusione della trattativa. A tal proposito, ecco quanto riportato dal quotidiano:

 

“Il Napoli ha già investito tanto con gli acquisti di Osimhen, Rrahmani e Petagna. Ed è in arrivo il prolungamento di contratto di Gattuso, atteso a Capri da De Laurentiis. C’è l’ipotesi di un triennale, ma sulle clausole rescissorie e sull’ingaggio del tecnico non c’è ancora l’accordo. Ringhio ha fretta: alle porte c’è già il ritiro a Castel di Sangro”

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Repubblica – Napoli, ecco cosa manca per il rinnovo di Gattuso

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/repubblica-napoli-ecco-cosa-manca-per-il-rinnovo-di-gattuso/feed/ 0
Borrelli, ex Juve Stabia: “Riprenditi subito la categoria appena lasciata” https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/borrelli-juve-stabia/ https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/borrelli-juve-stabia/#respond Sun, 09 Aug 2020 09:36:31 +0000 https://vivicentro.it/?p=408168 Antonio Borrelli, ex portiere della Juve Stabia, ha pubblicato sul suo profilo Instagram un messaggio d’amore nei confronti delle Vespe appena retrocesse Borrelli, ex Juve Stabia: “Riprenditi subito la categoria appena lasciata”   Antonio Borrelli, ex portiere della Juve Stabia che nel 2004 conquistò l’accesso alla Serie C2 nello scontro diretto con il Potenza e […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Borrelli, ex Juve Stabia: “Riprenditi subito la categoria appena lasciata”

]]>
Antonio Borrelli, ex portiere della Juve Stabia, ha pubblicato sul suo profilo Instagram un messaggio d’amore nei confronti delle Vespe appena retrocesse

Borrelli, ex Juve Stabia: “Riprenditi subito la categoria appena lasciata”

 

Antonio Borrelli, ex portiere della Juve Stabia che nel 2004 conquistò l’accesso alla Serie C2 nello scontro diretto con il Potenza e vinse anche la Coppa Italia di Serie D nell’epica rimonta interna contro la Massese, ha pubblicato sul suo profilo Instagram un bellissimo e commovente messaggio d’amore nei confronti delle Vespe e dei colori gialloblù per commentare l’amara retrocessione che ha relegato di nuovo in Serie C la Juve Stabia dopo solo un anno di permanenza in Serie B.

Di seguito il messaggio carico di emozione pubblicato da Borrelli sul suo profilo Instagram.

“Ero ancora un ragazzino
quando ti ho indossata, ma ti ho AMATA
dal primo giorno…
Ho pianto per te, ma ho anche gioito
tantissimo e mi sono preso un sacco di
soddisfazioni..
Quest’anno ti ho seguita partita dopo partita, come d’altronde faccio da 17 anni a
questa parte, e fino all’ultima gara contro il
Cosenza ho sperato e pregato che avresti
avuto almeno la chance di giocarti i play
out, ma purtroppo cosi non è andata, e a
fine gara quasi piangevo davanti alla tv..
Ma come si dice, la vita va avanti ed è
inutile piangerci addosso, ma quest’anno
affronta questo campionato di “C” con il
massimo impegno e riprenditi subito la
categoria che hai lasciato, perché glielo
“devi” al pubblico che ti sostiene e alla città
di CASTELLAMMARE..
IN BOCCA AL LUPO VITA MIA…
TI PORTO SEMPRE NEL MIO CUORE
FORZA JUVE STABIA…
a cura di Natale Giusti

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Borrelli, ex Juve Stabia: “Riprenditi subito la categoria appena lasciata”

]]>
https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/borrelli-juve-stabia/feed/ 0
Sparatoria a Catania, due morti e quattro feriti https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/sparatoria-a-catania-due-morti-e-quattro-feriti/ https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/sparatoria-a-catania-due-morti-e-quattro-feriti/#respond Sun, 09 Aug 2020 06:30:21 +0000 https://vivicentro.it/?p=408160 Sparatoria a Catania la sera di sabato 8 agosto. Due morti e quattro feriti. Si ipotizza un legame con lo spaccio della droga. Sparatoria con due morti e quattro feriti questa sera poco prima delle 20 a Catania nel popolare quartiere di Librino, in via Grimaldi. Sul posto i Carabinieri per identificare le due persone […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Sparatoria a Catania, due morti e quattro feriti

]]>

Sparatoria a Catania la sera di sabato 8 agosto. Due morti e quattro feriti. Si ipotizza un legame con lo spaccio della droga.

Sparatoria con due morti e quattro feriti questa sera poco prima delle 20 a Catania nel popolare quartiere di Librino, in via Grimaldi. Sul posto i Carabinieri per identificare le due persone decedute: al vaglio degli inquirenti l’ipotesi investigativa che le sei persone facciano parte di due gruppi criminali contrapposti.

Sembra che tutto sia nato da un chiarimento degenerato in una lite e infine in sparatoria. Non si esclude che l’episodio abbia un legame con lo spaccio di droga.

Sul posto rilievi a cura del SIS del Reparto Operativo. Indagano i Carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale coordinati dalla Procura di Catania. Non si esclude alcuna pista.

Nell’immagine di copertina la sede del Comando Provinciale Carabinieri di Catania.

Altri nostri recenti articoli riguardanti l’attività dei Carabinieri in Sicilia:

“2 Agosto 2020 Ubriaco e drogato tampona un’auto uccidendo il conducente. Arrestato

“1 Agosto 2020 Simulando una riconciliazione violenta la ex fidanzata. Arrestato

“29 Luglio 2020 Palermo: disarticolate due associazioni criminali legate a “cosa nostra

“28 Luglio 2020 Anni di violenze fino al tentato omicidio della moglie. Arrestato

“26 Luglio 2020 Arrestati due pregiudicati responsabili di numerosi furti e rapine

“23 Luglio 2020 Maltrattamento di animali. I Carabinieri arrestano due persone

“1 Luglio 2020 Sicilia-Germania, 46 arresti per mafia e altri reati

“23 Giugno 2020 10 arresti in un mandamento mafioso di Palermo

“19 Giugno 2020 Spacciavano hashish nel territorio di Misilmeri. Sgominata banda

“17 Giugno 2020 Trentenne colto in flagrante mentre rubava nella scuola. Arrestato

“6 Giugno 2020 I Carabinieri: Caltanissetta arresto; Ragusa truffa; Palermo spaccio

“10 Giugno 2020 Tredici misure cautelari eseguite dai Carabinieri a Palermo per spaccio

“29 Aprile 2020 Spaccio e casa di riposo abusiva. I Carabinieri sulle strade siciliane

“25 Febbraio 2020 Operazione Thor, Carabinieri del ROS di Catania

“5 Dicembre 2019 I Carabinieri di Bagheria (PA) hanno eseguito un’ordinanza cautelare nei confronti del sindaco, vicesindaco, un assessore e funzionari comunali

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Sparatoria a Catania, due morti e quattro feriti

]]>
https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/sparatoria-a-catania-due-morti-e-quattro-feriti/feed/ 0
Mertens:”Non siamo riusciti a segnare. Callejon ci mancherà” https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/news-napoli/mertens-non-siamo-riusciti-a-segnare-callejon-ci-manchera/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/news-napoli/mertens-non-siamo-riusciti-a-segnare-callejon-ci-manchera/#respond Sat, 08 Aug 2020 22:25:53 +0000 https://vivicentro.it/?p=408154 Mertens:”Testa all’anno prossimo” Mertens:”Non siamo riusciti a segnare. Callejon ci mancherà” Dries Mertens, attaccante del Napoli, è stato intervenuto ai microfoni di Sky al termine della sconfitta contro il Barcellona per 3-1. Ecco le sue dichiarazioni: “Abbiamo fatto bene nei primi dieci minuti, poi abbiamo regalato la partita. Loro hanno qualità e hanno creato occasioni […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Mertens:”Non siamo riusciti a segnare. Callejon ci mancherà”

]]>
Mertens:”Testa all’anno prossimo”

Mertens:”Non siamo riusciti a segnare. Callejon ci mancherà”

Dries Mertens, attaccante del Napoli, è stato intervenuto ai microfoni di Sky al termine della sconfitta contro il Barcellona per 3-1. Ecco le sue dichiarazioni:

“Abbiamo fatto bene nei primi dieci minuti, poi abbiamo regalato la partita. Loro hanno qualità e hanno creato occasioni da gol dal nulla. Nella ripresa abbiamo mostrato che stiamo bene fisicamente e che sappiamo essere pericolosi. Abbiamo creato ma non  siamo riusciti a segnare. Dopo il gol preso abbiamo dimenticato le cose da fare. Se continuiamo così, l’anno prossimo faremo sicuramente bene. Voglio allenarmi già, abbiamo voglia e fame. Ci è mancato il gol, nel secondo tempo abbiamo giocato bene ma se continuiamo così possiamo fare bene. Callejon ci mancherà tanto, anche a me. Mi ha dato tanti assist, ha un taglio notevole e questo spesso fa abbassare la difesa avversaria. Alcuni calciatori devono alzare il loro libello e poi i sono nuovi innesti che faranno alzare il libello.

 Dribbling? Significa che stai bene fisicamente. Noi stiamo sempre meglio, dobbiamo continuare a lavorare così.”

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Mertens:”Non siamo riusciti a segnare. Callejon ci mancherà”

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/news-napoli/mertens-non-siamo-riusciti-a-segnare-callejon-ci-manchera/feed/ 0
Napoli:”Usciamo a testa alta! Siamo stati all’altezza” https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/news-napoli/napoli-usciamo-a-testa-alta-ci-rivediamo-a-settembre/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/news-napoli/napoli-usciamo-a-testa-alta-ci-rivediamo-a-settembre/#respond Sat, 08 Aug 2020 22:12:37 +0000 https://vivicentro.it/?p=408153 Napoli:”Ci rivediamo a settembre”   Napoli:”Usciamo a testa alta! Siamo stati all’altezza”   Al Camp Nou vince il Barcellona che batte 3-1 il Napoli. In gol nei catalani Lenglet, Messi e Suarez su rigore. Negli azzurri in rete invece il capitano Insigne anche lui dagli undici metri. Termina qui dunque la stagione 2019/20 del Napoli. […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Napoli:”Usciamo a testa alta! Siamo stati all’altezza”

]]>
Napoli:”Ci rivediamo a settembre”

 

Napoli:”Usciamo a testa alta! Siamo stati all’altezza”

 

Al Camp Nou vince il Barcellona che batte 3-1 il Napoli. In gol nei catalani Lenglet, Messi e Suarez su rigore. Negli azzurri in rete invece il capitano Insigne anche lui dagli undici metri. Termina qui dunque la stagione 2019/20 del Napoli. Riportiamo a tal proposito, il commento del club azzurro:

” Barcellona – La notte del Camp Nou è azulgrana. Il Barcellona batte il Napoli 3-1 e si qualifica ai quarti di finale di Champions League. Finisce l’avventura europea del Napoli che onora il palcoscenico più nobile internazionale restando in partita fino alla fine, tenendo anche sotto palla i catalani per buona parte della ripresa. Gli azzurri colpiscono pure due pali, il primo dei quali in apertura con Mertens che avrebbe potuto cambiare l’inerzia della sfida. Passa per primo, invece, il Barca con un colpo di testa di Lenglet viziato da una spinta su Demme e Koulibly in area. Poi Messi con un numero d’autore griffa il bis catalano. Ancora Messi propizia il rigore che Suarez mette dentro per il 3-0. Il Napoli non molla, nonostante il ciclone catalano, e si rimette in corsa con un rigore procurato da un guizzo di Mertens e segnato da Insigne con freddezza glaciale. Nella ripresa regna l’equilibrio con gli azzurri che schiacciano per vari minuti gli spagnoli dimostrando carattere e qualità. Va avanti il Barcellona, con legittimo merito, ma il Napoli lascia la Champions con la consapevolezza di essere all’altezza del prestigioso cimento. Finisce stasera la stagione azzurra, con in bacheca una Coppa Italia vinta battendo i campioni d’Italia della Juventus. Un trofeo che dà lustro all’annata e lancia energia positiva verso l’orizzonte della prossima stagione. Si ricomincerà a settembre, una nuova ed emozionante avventura azzurra.”

 

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Napoli:”Usciamo a testa alta! Siamo stati all’altezza”

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/news-napoli/napoli-usciamo-a-testa-alta-ci-rivediamo-a-settembre/feed/ 0
Gattuso:”Potevamo vincere! Gliel’abbiamo regalata” https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/news-napoli/gattuso-potevamo-vincere-glielabbiamo-regalata/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/news-napoli/gattuso-potevamo-vincere-glielabbiamo-regalata/#respond Sat, 08 Aug 2020 21:53:50 +0000 https://vivicentro.it/?p=408150 Gattuso:”Abbiamo sbagliato sui concetti difensivi” Gattuso:”Potevamo vincere! Gliel’abbiamo regalata” Gennaro Gattuso, allenatore del Napoli, è stato intervistato ai microfoni di Sky al termine della sconfitta contro il Barcellona per 3-1. Ecco le sue dichiarazioni: “Il rimpianto è tanto. Abbiamo avuto un blackout di mezz’ora e preso tre gol incredibili. La squadra per il resto ha […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Gattuso:”Potevamo vincere! Gliel’abbiamo regalata”

]]>
Gattuso:”Abbiamo sbagliato sui concetti difensivi”

Gattuso:”Potevamo vincere! Gliel’abbiamo regalata”

Gennaro Gattuso, allenatore del Napoli, è stato intervistato ai microfoni di Sky al termine della sconfitta contro il Barcellona per 3-1. Ecco le sue dichiarazioni:

“Il rimpianto è tanto. Abbiamo avuto un blackout di mezz’ora e preso tre gol incredibili. La squadra per il resto ha fatto la partita che doveva fare, con personalità pur senza la giusta continuità. Potevamo fare due gol dopo dieci minuti.  Mi fa rabbia prendere gol dal Barcellona da palla inattiva. Alleno giocatori forti che per diventare importanti devono avere una mentalità diversa. Se leggo i dati, non c’è stata partita. Abbiamo creato il doppio rispetto a loro. Poi ci sono le marcature preventive, scalare bene, la mentalità. Abbiamo pagato questo ma sono molto soddisfatto.

Potevamo vincerla, il Barcellona non sta benissimo pur essendo composta da grandi campioni. Nel secondo tempo non riuscivamo a giocare con continuità.

Setien? Abbiamo parlato di cose nostre, l’ho seguito per qualche anno. Ha una metodologia di lavoro che mi piace e siamo amici. Su tante cose vediamo il calcio allo stesso modo.

Individualità? Quando guadagni 14 milioni all’anno ci sono dei valori. Al di là dei valori, ho sentito dire che avrebbero giocato le riserve. Io riserve non ne ho viste. La differenza l’hanno fatta i singoli, i calciatori importanti. Se alleno il Napoli devo ringraziare De Laurentiis che mi ha dato una squadra di giovani che possono diventare forti.

Per i primi dieci minuti il Barcellona non usciva dalla sua metà campo.

Poca fisicità? Con Milik siamo andati sul fondo per alzare la palla, per il resto non abbiamo mai crossato. Mi è sembrato più di una buona partita da parte nostra. Sono un pizzico deluso. Vista dal campo, potevamo fare di più. Gliel’abbiamo un po’ regalata. Con un po’ di convinzione in più e con brillantezza mentale. Abbiamo sbagliato sui concetti difensivi e anche a livello di passaggi. L’errore di Koulibaly ci sta ma là mi arrabbio. Sono 6-7 anni che il Barcellona fa meno possesso palla di un avversario e stasera è uscito

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Gattuso:”Potevamo vincere! Gliel’abbiamo regalata”

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/news-napoli/gattuso-potevamo-vincere-glielabbiamo-regalata/feed/ 0
Insigne: “Ci abbiamo provato, dovevamo fare qualcosa in più nel primo tempo” https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/news-napoli/insigne-ci-abbiamo-provato-dovevamo-fare-qualcosa-in-piu-nel-primo-tempo/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/news-napoli/insigne-ci-abbiamo-provato-dovevamo-fare-qualcosa-in-piu-nel-primo-tempo/#respond Sat, 08 Aug 2020 21:34:30 +0000 https://vivicentro.it/?p=408147 Insigne: “Ci abbiamo provato, dovevamo fare qualcosa in più nel primo tempo. Ora cerchiamo di prepararci per fare una grande stagione l’anno prossimo” Il Capitano del Napoli, Lorenzo Insigne, è intervenuto ai microfoni di Sky al termine della partita persa contro il Barcellona (RILEGGI LIVE). Queste le sue parole: “Ci dispiace per come è arrivata […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Insigne: “Ci abbiamo provato, dovevamo fare qualcosa in più nel primo tempo”

]]>
Insigne: “Ci abbiamo provato, dovevamo fare qualcosa in più nel primo tempo. Ora cerchiamo di prepararci per fare una grande stagione l’anno prossimo”

Il Capitano del Napoli, Lorenzo Insigne, è intervenuto ai microfoni di Sky al termine della partita persa contro il Barcellona (RILEGGI LIVE). Queste le sue parole:

“Ci dispiace per come è arrivata questa eliminazione. Ci abbiamo provato ma sapevamo che sarebbe stato molto difficile contro una grande squadra. Soprattutto nel primo tempo potevamo fare meglio.

Assist per Lozano? Ho forzato la giocata, ci ho provato. Purtroppo la palla non è entrata

Il Barcellona è stato superiore? Hanno molti calciatori di fantasia, noi abbiamo provato a giocare da squadra come in campionato ma non ci siamo riusciti. Con Gattuso possiamo ancora crescere. Quest’anno è stato particolare. Loro hanno avuto anche più di una settimana per riposare, noi abbiamo giocato sempre. L’anno prossimo cercheremo di far bene sin dall’inizio.

Cosa manca? Credo che siamo sulla strada giusta, ma dobbiamo cercare di fare più gol, è un aspetto che ci manca e su cui dobbiamo lavorare. Dobbiamo migliorare sotto porta, anche stasera abbiamo creato molto senza concretizzare.

Messi? Su Koulibaly è stato furbo.  Sul primo gol c’era fallo. Siamo stati bravi a non perderci dopo il 3-0. Complimenti a loro, ora stacchiamo un po’. Cercheremo di prepararci per fare una grande stagione l’anno prossimo”.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Insigne: “Ci abbiamo provato, dovevamo fare qualcosa in più nel primo tempo”

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/news-napoli/insigne-ci-abbiamo-provato-dovevamo-fare-qualcosa-in-piu-nel-primo-tempo/feed/ 0
Barcellona-Napoli, le statistiche del match https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/news-napoli/barcellona-napoli-le-statistiche-del-match/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/news-napoli/barcellona-napoli-le-statistiche-del-match/#respond Sat, 08 Aug 2020 21:03:17 +0000 https://vivicentro.it/?p=408133 Barcellona-Napoli, le statistiche del match Al Camp Nou finisce 3-1 il primo tempo tra Barcellona-Napoli. Dominio dei catalani in gol prima con Lenglet al 10′ su calcio d’angolo, poi con Messi al 23′ e infine con Suarez su rigore. Negli azzurri in rete invece il capitano Lorenzo Insigne anche lui dal penalty. Nulla da fare […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Barcellona-Napoli, le statistiche del match

]]>

Barcellona-Napoli, le statistiche del match

Al Camp Nou finisce 3-1 il primo tempo tra Barcellona-Napoli. Dominio dei catalani in gol prima con Lenglet al 10′ su calcio d’angolo, poi con Messi al 23′ e infine con Suarez su rigore. Negli azzurri in rete invece il capitano Lorenzo Insigne anche lui dal penalty. Nulla da fare per gli  uomini di Gattuso che escono ancora agli ottavi di Champions League. Oltre alla stagione del Napoli,  termina anche l’esperienza partenopea di Callejon sempre più vicino all’addio.

 

Barcellona-Napoli, le statistiche del match

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Barcellona-Napoli, le statistiche del match

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/news-napoli/barcellona-napoli-le-statistiche-del-match/feed/ 0
RILEGGI LIVE – Barcellona-Napoli 3-1 (Lenglet 10′; Messi 23; Suarez 45′ rig; Insigne 50′ rig) https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/news-napoli/rileggi-live-barcellona-napoli-3-1-lenglet-10-messi-23-suarez-45-rig-insigne-50-rig/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/news-napoli/rileggi-live-barcellona-napoli-3-1-lenglet-10-messi-23-suarez-45-rig-insigne-50-rig/#respond Sat, 08 Aug 2020 20:58:00 +0000 https://vivicentro.it/?p=408112 LIVE – Barcellona-Napoli 90+6′ Partita finita, niente da fare per il Napoli: il Barcellona passa il turno 90+1′ 🔁 Cambio per il Barcellona: esce Suarez, entra Junior Firpo 90+1′ 🟨 Ammonito Suarez 90′ Cinque minuti di recupero 85′  Cross di Politano, Lozano riesce a deviare di testa da posizione defilatissima. Ter Stegen sottovaluta la giocata, […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo RILEGGI LIVE – Barcellona-Napoli 3-1 (Lenglet 10′; Messi 23; Suarez 45′ rig; Insigne 50′ rig)

]]>

LIVE – Barcellona-Napoli

90+6′ Partita finita, niente da fare per il Napoli: il Barcellona passa il turno

90+1′ 🔁 Cambio per il Barcellona: esce Suarez, entra Junior Firpo

90+1′ 🟨 Ammonito Suarez

90′ Cinque minuti di recupero

85′  Cross di Politano, Lozano riesce a deviare di testa da posizione defilatissima. Ter Stegen sottovaluta la giocata, palla sul palo!!

84′ 🔁 Cambio per il Barcellona: esce Griezmann, entra Monchu

81′ Milik trafigge Ter Stegen di testa, ma era in fuorigioco

78’🔁 Cambio per il Napoli: esce Insigne, entra Milik

78’🔁 Cambio per il Napoli: esce Fabian Ruiz, entra Elmas

70′ Subito grandissima occasione per Lozano: cross al bacio di Insigne, il messicano di testa sbaglia clamorosamente

68′ 🔁 Cambio per il Napoli: esce Zielinski, entra Lozano

68′ 🔁 Cambio per il Napoli: esce Callejon, entra Politano

59′ 🟨 Ammonito Zielinski

52′ Grandissima occasione per Insigne! Mertens calcia dalla sinistra, la palla viene deviata da un difensore ma arriva al numero 24 del Napoli che da ottima posizione, di testa, l’appoggia comodamente per Ter Stegen

46′ Ricomincia la partita

🔁 Cambio per il Napoli: esce Demme, entra Lobotka

45+6′ FINE PRIMO TEMPO

45+5′ ⚽GOOOOOL DEL NAPOLI!! Insigne non fallisce il rigore!

45+3′ Rakitic calcia Mertens in area di rigore. Penality per il Napoli!

45′ Cinque minuti di recupero

45′ ⚽ Gol del Barcellona: sul dischetto si presenta Suarez che spiazza Ospina

44′ Il Var concede il calcio di rigore, leggerezza incredibile di Koulibaly

41′ Koulibaly si fa recuperare da Messi e lo abbatte con un calcione in area: il Var valuta se concedere rigore

30′ Gol annullato al Barcellona: De Jong crossa, stop magico (ma con l’aiuto della mano) di Messi che supera Ospina in uscita disperata. Il Var annulla

23′ ⚽ Gol del Barcellona: Messi parte dalla destra, si accentra saltando tutta la difesa azzurra e in caduta batte Ospina

10′ ⚽ Gol del Barcellona: difesa del Napoli troppo passiva su un calcio d’angolo, Langlet con una spinta si libera di Demme e la mette dentro. L’arbitro ha valutato corretta la giocata, restano dei dubbi

4′ Ci prova ancora in Napoli! Mertens serve Callejon in ottima posizione, il tiro dello spagnolo viene murato dalla difesa blaugrana

2′ Subito gigantesca occasione per il Napoli!! Insigne cerca Mertens in area. La palla viene deviata da Semedo ma arriva lo stesso all’attaccante azzurro che calcia d’esterno e centra il palo!

1′ Partita iniziata!

Lettori di ViViCentro.it, benvenuti alla diretta testuale della sfida tra BarcellonaNapoli, valida per gli ottavi di finale di Champions League 2019/20. Ultimi preparativi al Camp Nou, prima del calcio di inizio fissato alle ore 21.00. Segui la partita insieme a noi.

Le Formazioni Ufficiali:

BARCELLONA: Ter Stegen; Semedo, Piqué, Lenglet, Alba; Sergi Roberto, Rakitic, De Jong; Messi; Suarez, Griezmann. A disposizione: Neto, Inaki Pena, Junior Firpo, Riqui Puig, Ansu Fati, Ronald Araujo, Monchu, Minguez, De La Fuente, Rein, Orellana.

NAPOLI: Ospina; Di Lorenzo, Koulibaly, Manolas, Mário Rui; Fabián Ruiz, Demme, Zielinski; Callejon, Mertens, Insigne. A disposizione: Meret, Karnezis, Allan, Llorente, Lozano, Elmas, Luperto, Maksimovic, Politano, Hysaj, Lobotka, Milik.

 

NAPOLI: Ospina; Di Lorenzo, Koulibaly, Manolas, Mário Rui; Fabián Ruiz, Demme, Zielinski; Callejon, Mertens, Insigne. A disposizione: Meret, Karnezis, Allan, Llorente, Lozano, Elmas, Luperto, Maksimovic, Politano, Hysaj, Lobotka, Milik.NAPOLI: Ospina; Di Lorenzo, Koulibaly, Manolas, Mário Rui; Fabián Ruiz, Demme, Zielinski; Callejon, Mert ens, Insigne. A disposizione: Meret, Karnezis, Allan, Llorente, Lozano, Elmas, Luperto, Maksimovic, Politano, Hysaj, Lobotka, Milik.NAPOLI: Ospina; Di Lorenzo, Koulibaly, Man olas, Mário Rui; Fabián Ruiz, Demme, Zielinski; Callejon, Mertens, Insigne. A disposizione: Meret, Ka rnezis, Allan, Llorente, Lozano, Elmas, Luperto, Maksimovic, Politano, Hysaj, Lobotka, Milik.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo RILEGGI LIVE – Barcellona-Napoli 3-1 (Lenglet 10′; Messi 23; Suarez 45′ rig; Insigne 50′ rig)

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/news-napoli/rileggi-live-barcellona-napoli-3-1-lenglet-10-messi-23-suarez-45-rig-insigne-50-rig/feed/ 0
Barcellona-Napoli, le statistiche del primo tempo https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/news-napoli/barcellona-napoli-le-statistiche-del-primo-tempo/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/news-napoli/barcellona-napoli-le-statistiche-del-primo-tempo/#respond Sat, 08 Aug 2020 19:55:58 +0000 https://vivicentro.it/?p=408117 I dati della sfida del Camp Nou Barcellona-Napoli, le statistiche del primo tempo Al Camp Nou finisce 3-1 il primo tempo tra Barcellona-Napoli. Primo tempo da dimenticare da parte degli azzurri. Dominio dei catalani in gol prima con Lenglet al 10′ su calcio d’angolo, poi con Messi al 23′ e infine con Suarez su rigore. […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Barcellona-Napoli, le statistiche del primo tempo

]]>
I dati della sfida del Camp Nou

Barcellona-Napoli, le statistiche del primo tempo

Al Camp Nou finisce 3-1 il primo tempo tra Barcellona-Napoli. Primo tempo da dimenticare da parte degli azzurri. Dominio dei catalani in gol prima con Lenglet al 10′ su calcio d’angolo, poi con Messi al 23′ e infine con Suarez su rigore. Negli azzurri in rete invece il capitano Lorenzo Insigne anche lui dal penalty. Per ora il Barcellona è ai quarti di finale, vedremo cosa accadrà nella ripresa.

 

Barcellona-Napoli, le statistiche del primo tempo

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Barcellona-Napoli, le statistiche del primo tempo

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/news-napoli/barcellona-napoli-le-statistiche-del-primo-tempo/feed/ 0
Agosto di nubifragi a Messina. Allagamenti. Frana una collina https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/agosto-di-nubifragi-a-messina-allagamenti-frana-una-collina/ https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/agosto-di-nubifragi-a-messina-allagamenti-frana-una-collina/#respond Sat, 08 Aug 2020 15:29:15 +0000 https://vivicentro.it/?p=408104 Agosto è iniziato a Messina con tre giorni di pioggia e allagamenti e frane. Il Sindaco ha annunciato che saranno denunciate le responsabilità. Appena ieri 7 agosto, una violenta pioggia aveva improvvisamente martellato la città durante la mattinata lasciando   numerose strade, condomini e negozi allagati, soprattutto nella zona Nord tra Ganzirri e Torre Faro. Anche […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Agosto di nubifragi a Messina. Allagamenti. Frana una collina

]]>

Agosto è iniziato a Messina con tre giorni di pioggia e allagamenti e frane. Il Sindaco ha annunciato che saranno denunciate le responsabilità.

Appena ieri 7 agosto, una violenta pioggia aveva improvvisamente martellato la città durante la mattinata lasciando   numerose strade, condomini e negozi allagati, soprattutto nella zona Nord tra Ganzirri e Torre Faro. Anche nella provincia specialmente tirrenica ci sono stati forti acquazzoni che hanno provocato delle frane.

La pioggia aveva iniziato a cadere dal pomeriggio del giorno prima, per poi ieri, venerdì, rovesciarsi più intensamente sulla città.

I Vigili del fuoco del Comando provinciale di Messina hanno dovuto contemporaneamente operare su varie zone del territorio messinese per contrastare gli straripamenti che si sono creati in città a causa dei vigorosi temporali di ieri mattina. La squadra dei Vigili del Fuoco è ricorsa anche a piccole motopompe idrovore, trasportate su carrello agganciato al PICK-UP attrezzato per questo tipo di rischio, per potere agire in luoghi della città più difficilmente raggiungibili da mezzi pesanti. Una trentina sono stati gli interventi.

Oggi 8 agosto, nuovamente una violenta perturbazione localizzata ha scatenato su Messina una pioggia intensa che ha colpito stamattina la città. In pochi minuti sono venuti giù oltre 60 mm di pioggia. quantitativo rarissimo per il mese di agosto e 102mm complessivi nel totale degli ultimi 3 giorni di pioggia consecutivi.

Si registrano strade, negozi e cantine allagate, smottamenti e torrenti esondati. La Protezione civile sta monitorando la situazione. L’Amministrazione comunale ha inviato un ‘alert’ alla popolazione raccomandando prudenza. A causa della tanta acqua, è franata la collina sopra la strada Panoramica dello Stretto. Terra, rocce e detriti sono caduti sulla strada che è interrotta. Un’automobile è stata investita dalla terra caduta, ma per ora non risultano feriti.

Su Messina intanto è tornato il sole seppure la perturbazione è ancora relativamente presente e si è spostata sulla costa tirrenica, in particolare su Barcellona Pozzo di Gotto e Terme Vigliatore (cui le due foto a destra) ove ci sono piogge intense.

Pressoché sommersa la strada in via Consolare Pompea nelle zone adiacenti al Lago di Ganzirri dove l’acqua è arrivata sopra i marciapiedi minacciando di farsi strada fino a dentro le abitazioni e le attività commerciali. Situazione analoga sul Viale della Libertà al centro della città. Sempre nella zona centrale, allagata anche la via Garibaldi con l’acqua che è arrivata fino alle porte del Teatro Vittorio Emanuele.

Le forti piogge erano state annunciate dall’allerta meteo arancione diramata dalla Protezione Civile. Sono in corso le operazioni di soccorso da parte dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile.

Il Sindaco di Messina Cateno De Luca ha pubblicato un video sulla propria pagina Fb scrivendo significativamenteA CIASCUNO LE PROPRIE RESPONSABILITÀ!”.

Agosto è iniziato con tre giorni di pioggia, allagamenti e frane

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Agosto di nubifragi a Messina. Allagamenti. Frana una collina

]]>
https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/agosto-di-nubifragi-a-messina-allagamenti-frana-una-collina/feed/ 0
Super Bottas si prende la pole! La griglia di partenza F1 a Silverstone https://vivicentro.it/sport/motori/super-bottas-si-prende-la-pole-la-griglia-di-partenza-f1-a-silverstone/ https://vivicentro.it/sport/motori/super-bottas-si-prende-la-pole-la-griglia-di-partenza-f1-a-silverstone/#respond Sat, 08 Aug 2020 14:50:08 +0000 https://vivicentro.it/?p=408097 F1, GP del 70° anniversario a Silverstone: un super Bottas si prende la pole! Fatica invece la Ferrari. La griglia di partenza Super Bottas si prende la pole! La griglia di partenza F1 a Silverstone A Silverstone comanda sempre la Mercedes.  La pole position la porta a casa Valteri Bottas che chiude in 1:25.154 davanti […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Super Bottas si prende la pole! La griglia di partenza F1 a Silverstone

]]>

F1, GP del 70° anniversario a Silverstone: un super Bottas si prende la pole! Fatica invece la Ferrari. La griglia di partenza

Super Bottas si prende la pole! La griglia di partenza F1 a Silverstone

A Silverstone comanda sempre la Mercedes.  La pole position la porta a casa Valteri Bottas che chiude in 1:25.154 davanti a Lewis Hamilton. Seconda fila composta dalla Racing Point di Niko Hulkenberg e Max Verstappen. MVP di giornata senza dubbio Daniel Ricciardo che riesce a posizionare la sua Renault in quinta casella in 1:26.297.Fantastica la qualifica anche per Gasly che posiziona la sua AlphaTauri settima. Tante fatiche invece per la Ferrari: Leclerc chiude ottavo; dodicesimo invece Vettel fuori già al Q2. Delude anche la McLaren con Norris che partirà decimo, mentre il suo compagno di squadra Sainz ,anche lui fuori al Q2, tredicesimo. La qualifica invece dell’Alfa Romeo è lo specchio della stagione che sta trascorrendo il team italiano: Giovinazzi partirà penultimo davanti al suo compagno di squadra Raikkonen. Questi sono dunque i risultati delle qualifiche, ora non ci resta che attendere domani con la gara alle 15:10. Riportiamo a proposito, la griglia di partenza:

  1. Valtteri Bottas (Mercedes)
  2. Lewis Hamilton (Mercedes)
  3. Nico Hulkenberg (Racing Point)
  4. Max Verstappen (Red Bull)
  5. Daniel Ricciardo (Renault)
  6. Lance Stroll (Racing Point)
  7. Pierre Gasly (AlphaTauri)
  8. Charles Leclerc (Ferrari)
  9. Alexander Albon (Red Bull)
  10. Lando Norris (McLaren)
  11. Esteban Ocon (Renault)
  12. Sebastian Vettel (Ferrari)
  13. Carlos Sainz (McLaren)
  14. Romain Grosjean (Haas)
  15. George Russell (Williams)
  16. Daniil Kvyat (AlphaTauri)
  17. Kevin Magnussen (Haas)
  18. Nicholas Latifi (Williams)
  19. Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo)
  20. Kimi Raikkonen (Alfa Romeo)

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Super Bottas si prende la pole! La griglia di partenza F1 a Silverstone

]]>
https://vivicentro.it/sport/motori/super-bottas-si-prende-la-pole-la-griglia-di-partenza-f1-a-silverstone/feed/ 0
Napoli, controlli sulla movida: 17enne denunciato per droga https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/napoli-controlli-sulla-movida-17enne-denunciato-per-droga/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/napoli-controlli-sulla-movida-17enne-denunciato-per-droga/#respond Sat, 08 Aug 2020 14:07:30 +0000 https://vivicentro.it/?p=408086 Napoli, controlli sulla movida: 17enne denunciato per droga Napoli, San Giovanni Maggiore a Pignatelli: denunciato un 17enne per droga. Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato Decumani, con il supporto degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato a contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Napoli, controlli sulla movida: 17enne denunciato per droga

]]>

Napoli, controlli sulla movida: 17enne denunciato per droga

Napoli, San Giovanni Maggiore a Pignatelli: denunciato un 17enne per droga.

Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato Decumani, con il supporto degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato a contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti nei luoghi interessati dalla “movida” del centro storico tra piazza Bellini, piazza S. Domenico Maggiore e piazza San Giovanni Maggiore a Pignatelli.
Nel corso dell’attività i poliziotti hanno notato in piazza San Giovanni Maggiore a Pignatelli due giovani che, con atteggiamento circospetto, si allontanavano in direzione di Largo Banchi Nuovi.
Gli agenti li hanno bloccati trovando uno dei due, un 17enne, in possesso di 8 bustine contenenti 7 grammi circa di marijuana, di diverse bustine per confezionamento della droga, della somma di 35 euro, di una pistola a salve priva di tappo rosso e di un manico di coltello privo di lama e lo hanno denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente; mentre l’altro, un 16enne che deteneva due dosi della stessa sostanza, è stato sanzionato amministrativamente.

 

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o
utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere
autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede
comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente
articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Napoli, controlli sulla movida: 17enne denunciato per droga

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/napoli-controlli-sulla-movida-17enne-denunciato-per-droga/feed/ 0
Afragola, la Polizia mette in atto controlli straordinari sul territorio https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/afragola-la-polizia-mette-in-atto-controlli-straordinari-sul-territorio/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/afragola-la-polizia-mette-in-atto-controlli-straordinari-sul-territorio/#respond Sat, 08 Aug 2020 14:01:06 +0000 https://vivicentro.it/?p=408083 Afragola, la Polizia mette in atto controlli straordinari sul territorio Afragola: controlli straordinari. Ieri sera gli agenti del Commissariato di Afragola, con il supporto della Polizia Locale di Afragola, degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania e delle unità cinofile antidroga dell’Ufficio Prevenzione Generale, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nelle zone […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Afragola, la Polizia mette in atto controlli straordinari sul territorio

]]>

Afragola, la Polizia mette in atto controlli straordinari sul territorio

Afragola: controlli straordinari.

Ieri sera gli agenti del Commissariato di Afragola, con il supporto della Polizia Locale di Afragola, degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania e delle unità cinofile antidroga dell’Ufficio Prevenzione Generale, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nelle zone della “movida” nei pressi del Parco Sant’Antonio, del Rione Salicelle e in via Sportiglione ad Afragola.
Nel corso dell’attività sono state identificate 113 persone di cui 10 con precedenti di polizia e sono stati controllati 5 veicoli.
In via Sportiglione sono state contestate violazioni del Codice della Strada per guida senza patente poiché mai conseguita, guida senza casco protettivo, mancanza di documenti di circolazione e mancata revisione periodica.

 

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o
utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere
autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede
comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente
articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Afragola, la Polizia mette in atto controlli straordinari sul territorio

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/afragola-la-polizia-mette-in-atto-controlli-straordinari-sul-territorio/feed/ 0
Ponticelli, controlli della polizia sul territorio: due arresti https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/ponticelli-controlli-della-polizia-sul-territorio-due-arresti/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/ponticelli-controlli-della-polizia-sul-territorio-due-arresti/#respond Sat, 08 Aug 2020 13:54:45 +0000 https://vivicentro.it/?p=408081 Ponticelli, controlli della polizia sul territorio: due arresti Ponticelli: due persone arrestate: i dettagli dell’operazione Ieri gli agenti del Commissariato Ponticelli, durante il servizio di controllo del territorio, hanno rintracciato in via A.C. De Meis Ciro Ioele, 48enne di Cercola, e lo hanno arrestato perché colpito da un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Ponticelli, controlli della polizia sul territorio: due arresti

]]>

Ponticelli, controlli della polizia sul territorio: due arresti

Ponticelli: due persone arrestate: i dettagli dell’operazione

Ieri gli agenti del Commissariato Ponticelli, durante il servizio di controllo del territorio, hanno rintracciato in via A.C. De Meis Ciro Ioele, 48enne di Cercola, e lo hanno arrestato perché colpito da un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso nei suoi confronti il 23 luglio scorso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palermo poiché condannato a 5 anni, 7 mesi e 2 giorni di reclusione per associazione per delinquere e lesioni personali.

Inoltre, stamattina i poliziotti hanno rintracciato in via Al Chiaro di Luna, presso l’abitazione di una persona e nascosto in un armadio, Francesco Pietri, 20enne napoletano, e lo hanno arrestato perché colpito da un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso nei suoi confronti il 14 luglio scorso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli in quanto condannato a 5 anni, 9 mesi e 19 giorni di reclusione per rapina e furto.

 

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o
utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere
autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede
comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente
articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Ponticelli, controlli della polizia sul territorio: due arresti

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/ponticelli-controlli-della-polizia-sul-territorio-due-arresti/feed/ 0
TuttoSport- Napoli,  ecco le date per il ritiro a Castel di Sangro https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/tuttosport-napoli-ecco-le-dati-per-il-ritiro-a-castel-di-sangro/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/tuttosport-napoli-ecco-le-dati-per-il-ritiro-a-castel-di-sangro/#respond Sat, 08 Aug 2020 10:20:03 +0000 https://vivicentro.it/?p=408076 Tutto dipenderà dal Barcellona TuttoSport- Napoli,  ecco le date per il ritiro a Castel di Sangro Al termine della stagione, e quindi della Champions, il Napoli sarà pronto a organizzare il suo ritiro pre-campionato a Castel di Sangro. A tal proposito, ecco quanto riportato da TuttoSport sulle possibili date:   “L’inizio della prossima stagione dipenderà […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo TuttoSport- Napoli,  ecco le date per il ritiro a Castel di Sangro

]]>
Tutto dipenderà dal Barcellona

TuttoSport- Napoli,  ecco le date per il ritiro a Castel di Sangro

Al termine della stagione, e quindi della Champions, il Napoli sarà pronto a organizzare il suo ritiro pre-campionato a Castel di Sangro. A tal proposito, ecco quanto riportato da TuttoSport sulle possibili date:

 

“L’inizio della prossima stagione dipenderà anche dalla gara di questa sera. Se il Napoli dovesse riuscire nell’impresa di eliminare il Barcellona e andare alla final eight in Portogallo, allora dovrà essere spostata la data di inizio ritiro a Castel di Sangro. In caso di eliminazione dalla Champions, invece, sarà tutto confermato, con gli azzurri che cominceranno la preparazione in vista della stagione 2020-21 da domenica 23 agosto e per due settimane”

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo TuttoSport- Napoli,  ecco le date per il ritiro a Castel di Sangro

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/tuttosport-napoli-ecco-le-dati-per-il-ritiro-a-castel-di-sangro/feed/ 0
Repubblica – Napoli: Demme, Manolas  e Insigne in campo dal 1′ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/repubblica-napoli-demme-manolas-e-insigne-in-campo-dal-1/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/repubblica-napoli-demme-manolas-e-insigne-in-campo-dal-1/#respond Sat, 08 Aug 2020 10:12:43 +0000 https://vivicentro.it/?p=408074 Gattuso ha sciolto gli ultimi dubbi   Repubblica – Napoli: Demme, Manolas  e Insigne in campo dal 1′   Questa sera alle 21:00 il Napoli di Gattuso se la vede contro il Barcellona di Lionel Messi. Tanta attesa per la partita più importante della stagione: da dentro o fuori. Riportiamo qui di seguito quanto scritto […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Repubblica – Napoli: Demme, Manolas  e Insigne in campo dal 1′

]]>
Gattuso ha sciolto gli ultimi dubbi

 

Repubblica – Napoli: Demme, Manolas  e Insigne in campo dal 1′

 

Questa sera alle 21:00 il Napoli di Gattuso se la vede contro il Barcellona di Lionel Messi. Tanta attesa per la partita più importante della stagione: da dentro o fuori. Riportiamo qui di seguito quanto scritto dal quotidiano Repubblica sulle probabili scelte di Gattuso in vista di questa sera:

 

“Dopo le vane proteste di Aurelio De Laurentiis, che aveva chiesto ufficialmente all’Uefa di cambiare la sede della partita a causa dell’aumento dei contagi in Spagna, gli azzurri se ne sono fatti una ragione e la vigilia è dunque scivolata via senza ulteriori polemiche e malumori. Buone notizie erano giunte del resto dalla rifinitura svolta in mattinata al San Paolo, subito prima della partenza per Barcellona. Tra i convocati c’è infatti pure Lorenzo Insigne, che ha superato di slancio il test dell’ultimo allenamento a Fuorigrotta. Quello di Insigne è l’unico dubbio, mentre il resto della formazione è già fatto. Manolas e Demme hanno vinto infatti i ballottaggi con Maksimovic e Lobotka. Tra i pali ci sarà Ospina, che s’è tolto in carriera delle belle soddisfazioni nelle sfide con Messi. Ma gli azzurri hanno bisogno di far gol e non potrà dunque limitarsi ad aspettare il Barcellona. Lo sa Gattuso e lo sanno pure i giocatori, che non vogliono concludere la loro stagione stasera al Camp Nou. Chi passa il turno volta alla Final Eight di Lisbona e chi perde va in vacanza.  Il Napoli ha però davanti a sé una esaltante missione in più: battere Messi e trasformare l’8 agosto in una data storica. La notte dei sogni”

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Repubblica – Napoli: Demme, Manolas  e Insigne in campo dal 1′

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/repubblica-napoli-demme-manolas-e-insigne-in-campo-dal-1/feed/ 0
“Sotto le stelle di agosto”, torna il concerto di musica classica a Ladispoli https://vivicentro.it/nazionale-24h/terza-pagina-nazionale/eventi/sotto-le-stelle-di-agosto-torna-il-concerto-di-musica-classica-a-ladispoli/ https://vivicentro.it/nazionale-24h/terza-pagina-nazionale/eventi/sotto-le-stelle-di-agosto-torna-il-concerto-di-musica-classica-a-ladispoli/#respond Sat, 08 Aug 2020 09:57:31 +0000 https://vivicentro.it/?p=408067 Paola Turchetta, Michele Forese e Rosalba Lapresentazione, protagonisti di una serata “sotto le stelle” dedicata alla musica classica A Ladispoli torna il concerto di musica classica “Sotto le stelle di agosto”, con Paola Turchetta, Michele Forese e Rosalba Lapresentazione di Maria D’Auria Ladispoli- Venerdì 28 agosto alle ore 21:00, Ladispoli ospita il concerto di musica […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo “Sotto le stelle di agosto”, torna il concerto di musica classica a Ladispoli

]]>

Paola Turchetta, Michele Forese e Rosalba Lapresentazione, protagonisti di una serata “sotto le stelle” dedicata alla musica classica

A Ladispoli torna il concerto di musica classica “Sotto le stelle di agosto”, con Paola Turchetta, Michele Forese e Rosalba Lapresentazione

di Maria D’Auria

Ladispoli- Venerdì 28 agosto alle ore 21:00, Ladispoli ospita il concerto di musica classica Sotto le stelle di agosto, all’Arena dell’Arte “La Grottaccia” in Via Rapallo, 14.

All’evento, organizzato dall’AssociazioneI servitori dell’Arte”, parteciperanno tre illustri interpreti della musica classica che hanno già calcato insieme le scene riscuotendo grande successo. Maria Paola Turchetta, Michele Forese e Rosalba Lapresentazione saranno i protagonisti di una serata ricca di emozioni.

Per l’occasione, il soprano Turchetta eseguirà arie d’opera e canzoni napoletane, mentre il flauto di Michele Forese consentirà di ascoltare brillanti fantasie e variazioni su temi lirici. Infine, il pianoforte di Rosalba Lapresentazione, oltre ad accompagnare i solisti, ci porterà nel mondo mozartiano. La particolare e naturale acustica del luogo consentirà l’ascolto degli esecutori nella purezza del suono.

Turchetta-Lapresentazione-Forese

INFO

L’ingresso è ad offerta libera

Considerato che i posti sono limitati, si consiglia di prenotare ai seguenti contatti:

info@iservitoridellarte.com

cell.: 3345393001

Leggi ancheIl concerto di musica classica al Teatro Vannini, successo ed emozioni”

copyright-vivicentro

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo “Sotto le stelle di agosto”, torna il concerto di musica classica a Ladispoli

]]>
https://vivicentro.it/nazionale-24h/terza-pagina-nazionale/eventi/sotto-le-stelle-di-agosto-torna-il-concerto-di-musica-classica-a-ladispoli/feed/ 0
CorSport – Napoli, Veretout il primo nome per il centrocampo https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/corsport-napoli-veretout-il-primo-nome-per-il-centrocampo/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/corsport-napoli-veretout-il-primo-nome-per-il-centrocampo/#respond Sat, 08 Aug 2020 09:50:02 +0000 https://vivicentro.it/?p=408068 Gli azzurri erano sul francese già l’anno scorso CorSport – Napoli, Veretout il primo nome per il centrocampo Il Napoli lavora sul mercato. Obiettivo centrocampista. Infatti, secondo quanto scritto dal Corriere dello Sport, in caso di partenza di Allan il nome del sostituto è quello di Jordan Veretout. A tal proposito, ecco quanto riportato dal […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo CorSport – Napoli, Veretout il primo nome per il centrocampo

]]>
Gli azzurri erano sul francese già l’anno scorso

CorSport – Napoli, Veretout il primo nome per il centrocampo

Il Napoli lavora sul mercato. Obiettivo centrocampista. Infatti, secondo quanto scritto dal Corriere dello Sport, in caso di partenza di Allan il nome del sostituto è quello di Jordan Veretout. A tal proposito, ecco quanto riportato dal quotidiano:

 

“Arrivato lo scorso anno dopo un colloquio chiarificatore con Fonseca, Veretout preferì la Roma al  Napoli e al Milan. E non si è pentito della scelta. Ma i rapporti tra il club e il procuratore non sono proprio idilliaci. Per di più, come Giuffredi sa, la Roma è obbligata a vendere per riequilibrare il bilancio e provare a rinforzarsi. Da qui l’idea di Giuntoli di portare Veretout a Napoli insieme a Under. Ma servirà una proposta economica vantaggiosa, che prescinda dal progetto del Napoli di dirottare Milik a Trigoria. Progetto complicato”

 

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo CorSport – Napoli, Veretout il primo nome per il centrocampo

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/corsport-napoli-veretout-il-primo-nome-per-il-centrocampo/feed/ 0
TORRE ANNUNZIATA: Controlli nel Centro Storico oplontino https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/torre-annunziata-controlli-nel-centro-storico-oplontino/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/torre-annunziata-controlli-nel-centro-storico-oplontino/#respond Sat, 08 Aug 2020 08:36:27 +0000 https://vivicentro.it/?p=408064 TORRE ANNUNZIATA: controlli dei Carabinieri nel centro storico oplontino, chiuso un ingrosso di prodotti ittici e arrestato un uomo. TORRE ANNUNZIATA: Controlli nel Centro Storico oplontino TORRE ANNUNZIATA- Proseguono incessantemente i controlli dei Carabinieri nelle aree a maggior rischio del centro storico oplontino. Le operazioni dei militari dell’arma si sono focalizzate nella zona sud, tra […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo TORRE ANNUNZIATA: Controlli nel Centro Storico oplontino

]]>

TORRE ANNUNZIATA: controlli dei Carabinieri nel centro storico oplontino, chiuso un ingrosso di prodotti ittici e arrestato un uomo.

TORRE ANNUNZIATA: Controlli nel Centro Storico oplontino

TORRE ANNUNZIATA- Proseguono incessantemente i controlli dei Carabinieri nelle aree a maggior rischio del centro storico oplontino. Le operazioni dei militari dell’arma si sono focalizzate nella zona sud, tra il rione Murattiano e Torre Centrale.
I Carabinieri della Stazione di Torre Annunziata hanno effettuato perquisizioni in via Cuparella. Ed è proprio lì che Gennaro Antille, 27enne già noto alle ff.oo., è stato arrestato per detenzione abusiva di armi, munizioni clandestine e ricettazione. I Carabinieri hanno trovato nella parete della sua abitazione un incavo nascosto tra i mattoni.

Dentro c’era una pistola Beretta 92, in perfetta efficienza, trovata con il colpo in canna e 14 cartucce nel serbatoio.

Altre 12 cartucce erano state accantonate nello stesso involucro di plastica con il quale era stata avvolta l’arma. L’uomo è stato tradotto al carcere di Poggioreale in attesa di giudizio.
Poco distante, in via Roma, i Carabinieri del N.A.S. di Napoli hanno controllato una rivendita all’ingrosso di prodotti ittici freschi, risultata mancante dei minimi requisiti igienico sanitari e strutturali.

Durante il sopralluogo, i militari hanno constatato che non c’era nemmeno l’allaccio alla rete idrica pubblica per l’approvvigionamento dell’acqua potabile, per il funzionamento dei servizi igienici e la pulizia degli ambienti.

Le diverse violazioni alla normativa comunitaria hanno determinato la chiusura dell’impianto, di valore pari a circa 100 mila euro.
I controlli dei militari, supportati dalle componenti specialistiche dell’Arma, verranno ulteriormente intensificati nel periodo a cavallo del ferragosto.

Stéphanie Esposito

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o
utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere
autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede
comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente
articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo TORRE ANNUNZIATA: Controlli nel Centro Storico oplontino

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/torre-annunziata-controlli-nel-centro-storico-oplontino/feed/ 0
Castellammare: Terra nei luoghi della devastazione ambientale https://vivicentro.it/regioni/sud/politica-sud/castellammare-terra-nei-luoghi-della-devastazione-ambientale/ https://vivicentro.it/regioni/sud/politica-sud/castellammare-terra-nei-luoghi-della-devastazione-ambientale/#respond Sat, 08 Aug 2020 08:24:36 +0000 https://vivicentro.it/?p=408060 Prosegue il “tour” della lista Terra nei luoghi della devastazione ambientale in Campania: dopo sant’Antimo e le fonderie Pisano tocca a Castellammare e Nocera, luoghi simbolo dell’inquinamento in Campania. Castellammare: Terra nei luoghi della devastazione ambientale Prosegue il “tour” della lista Terra nei luoghi della devastazione ambientale in Campania: dopo sant’Antimo e le fonderie Pisano […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Castellammare: Terra nei luoghi della devastazione ambientale

]]>

Prosegue il “tour” della lista Terra nei luoghi della devastazione ambientale in Campania: dopo sant’Antimo e le fonderie Pisano tocca a Castellammare e Nocera, luoghi simbolo dell’inquinamento in Campania.

Castellammare: Terra nei luoghi della devastazione ambientale

Prosegue il “tour” della lista Terra nei luoghi della devastazione ambientale in Campania: dopo sant’Antimo e le fonderie Pisano tocca a Castellammare e Nocera, luoghi simbolo dell’inquinamento in Campania.
Stefania Fanelli e Luca Saltalamacchia, “co-candidati” alla presidenza dichiarano:
Fanelli e Saltalamacchia: “Aria fetida, scarichi di reflui domestici ed industriali nei luoghi che potrebbe essere tra i più belli della nostra regione”.
“Questo è quello che vogliamo far emergere: da un lato gli scempi ambientali che da troppi anni si consumano in regione Campania e rispetto ai quali non possiamo più far finta di niente, dall’altro le grandi opportunità in termini di sviluppo che potrebbero scaturire da una riqualificazione ambientale radicale“.

Il problema di base rispetto all’inquinamento ambientale è senz’altro la coscienza sociale: per quanto possano essere emanati leggi, regolamenti -e simili- con rispettive sanzioni, per chi non è rispettoso dei suddetti, fino a quando non ci si sente responsabili anche di quello che succede Fuori dalle mura domestiche, il problema sarà sempre irrisolvibile.
Indubbiamente è altrettanto necessario che chi viene posto ai vertici nelle Stanza del potere, sia all’altezza delle decisioni da prendere e dei programmi politici da attuare, affinché venga rispettato l’ambiente e quindi il diritto alla Salute di tutti noi.

 

Stéphanie Esposito

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o
utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere
autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede
comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente
articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Castellammare: Terra nei luoghi della devastazione ambientale

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/politica-sud/castellammare-terra-nei-luoghi-della-devastazione-ambientale/feed/ 0
Allarme ONU: in Libia sta per esplodere un’altra bomba, quella sociale https://vivicentro.it/nazionale-24h/attualita/allarme-onu-in-libia-sta-per-esplodere-unaltra-bomba-quella-sociale/ https://vivicentro.it/nazionale-24h/attualita/allarme-onu-in-libia-sta-per-esplodere-unaltra-bomba-quella-sociale/#respond Sat, 08 Aug 2020 07:53:54 +0000 https://vivicentro.it/?p=408054 Dopo l’esplosione al porto ora l’ONU lancia un nuovo allarme: sta per esplodere una bomba sociale; è iniziata una crisi umanitaria. Allarme ONU: in Libia sta per esplodere un’altra bomba, quella sociale Gli analisti delle Nazioni Unite hanno emesso previsioni fosche: la crisi umanitaria in Libano sta per iniziare. Il Libano stava già soffrendo di […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Allarme ONU: in Libia sta per esplodere un’altra bomba, quella sociale

]]>

Dopo l’esplosione al porto ora l’ONU lancia un nuovo allarme: sta per esplodere una bomba sociale; è iniziata una crisi umanitaria.

Allarme ONU: in Libia sta per esplodere un’altra bomba, quella sociale

Gli analisti delle Nazioni Unite hanno emesso previsioni fosche: la crisi umanitaria in Libano sta per iniziare.

Il Libano stava già soffrendo di una grave crisi economica prima dell’esplosione che ha provocato la morte di almeno 154 persone, 5.000 feriti e oltre 300.000 senzatetto. Oltre a queste cifre, ci sono un milione di persone che vivono al di sotto della soglia di povertà mentre il 75% dei libanesi ha chiesto aiuti di Stato ed il 33% ha perso il lavoro.

La situazione, stando all’Organizzazione mondiale della sanità, ora diventa ancora più grave visto che il sistema sanitario è stato gravemente danneggiato, con tre ospedali incapaci di funzionare e, come se non bastasse, con la dichiarazione del Programma alimentare mondiale che ha affermato che i danni al porto di Beirut interromperanno le forniture alimentari per cui i prezzi aumenteranno.

Secondo il New York Times, il presidente libanese Michel Aoun ha respinto le richieste di un’indagine internazionale sulla devastante esplosione di martedì nel porto di Beirut e ha detto che le autorità locali esamineranno se è stato innescato da “interferenze esterne”, come una bomba.

I libanesi hanno accusato per anni l’elite politica di corruzione, negligenza e cattiva gestione anche in merito alla decisione di mantenere l’enorme quantità di materiale esplosivo nel porto a poca distanza dal centro cittadino.

Nel merito dell’esplosione il governo libanese ha riconfermato che, a quanto risulta loro ad ora, l’esplosione è stata il risultato dell’esplosione di 2.750 tonnellate di nitrato di ammonio che erano state immagazzinate nel porto per sei anni in condizioni di sicurezza incerte mentre, dal canto suo, il leader del movimento militante di Hezbollah, Hassan Nasrallah, ha negato di aver immagazzinato armi o munizioni nel porto

Cristina Adriana Botis

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Allarme ONU: in Libia sta per esplodere un’altra bomba, quella sociale

]]>
https://vivicentro.it/nazionale-24h/attualita/allarme-onu-in-libia-sta-per-esplodere-unaltra-bomba-quella-sociale/feed/ 0
Medaglia d’ ORO al VALORE ATLETICO ad Angela Procida https://vivicentro.it/regioni/sud/politica-sud/medaglia-d-oro-al-valore-atletico-ad-angela-procida/ https://vivicentro.it/regioni/sud/politica-sud/medaglia-d-oro-al-valore-atletico-ad-angela-procida/#respond Sat, 08 Aug 2020 07:52:29 +0000 https://vivicentro.it/?p=408053 All’ Atleta Stabiese è stato comunicato dal Comitato Italiano Paralimpico il conferimento della medaglia d’ORO al valore ATLETICO, per i prestigiosi risultati sportivi del 2019. Medaglia d’ ORO al VALORE ATLETICO ad Angela Procida CASTELLAMMARE DI STABIA- L’ Atleta Stabiese Angela Procida ha reso noto, tramite canali social, la splendida notizia di essere stata insignita […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Medaglia d’ ORO al VALORE ATLETICO ad Angela Procida

]]>

All’ Atleta Stabiese è stato comunicato dal Comitato Italiano Paralimpico il conferimento della medaglia d’ORO al valore ATLETICO, per i prestigiosi risultati sportivi del 2019.

Medaglia d’ ORO al VALORE ATLETICO ad Angela Procida

CASTELLAMMARE DI STABIA- L’ Atleta Stabiese Angela Procida ha reso noto, tramite canali social, la splendida notizia di essere stata insignita della medaglia d’ORO al VALORE ATLETICO dal Comitato Italiano Paralimpico.

“Oggi voglio condividere con voi una grande notizia, una notizia che mi rende orgogliosa di tutto il mio percorso sportivo. Il Comitato Italiano Paralimpico ha deciso di conferirmi la medaglia d’ORO al valore ATLETICO, grazie ai miei prestigiosi risultati sportivi del 2019.
Non ho parole per esprimere le mie belle emozioni, sono davvero felice, ma soprattutto sento di ringraziare i miei allenatori Francesca ed Enzo Allocco, la Speedo Italia, VOLCHEM Integratori Energetici, per essermi stati vicini in tutti questi traguardi e che mi saranno vicini per i prossimi obiettivi. Inoltre grazie alla FINP Federazione Italiana Nuoto Paralimpico e il Comitato Italiano Paralimpico .
Tutto questo mi dà ancora più forza per allenarmi in vista di #Tokyo2020″.

Il 22 Luglio Angela Procida ha annunciato la sua Candidatura alle Elezioni Regionali della Campania 2020 a sostegno di Stefano Caldoro.

“Molto spesso mi avete definita “forte” e “determinata ” perché nel corso della mia vita ho affrontato tante cose, a partire dagli ostacoli che la vita ti mette davanti fino ad arrivare ad una finale Mondiale di nuoto. Ho sempre cercato di difendere i “diritti” non solo dei diversamente abili, ma della persona, e sono convinta che ora sia il momento per iniziare a farlo più “Concretamente”, pertanto ho intrapreso questo percorso politico.
CAMBIAMO la nostra Regione e il nostro futuro.
Un grazie speciale a chi ha deciso di credere in me”.

 

 

Stéphanie Esposito

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Medaglia d’ ORO al VALORE ATLETICO ad Angela Procida

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/politica-sud/medaglia-d-oro-al-valore-atletico-ad-angela-procida/feed/ 0
Raccontare gli italiani attraverso la Sicilia – Recital di Gianfranco Jannuzzo https://vivicentro.it/nazionale-24h/terza-pagina-nazionale/spettacoli/raccontare-gli-italiani-attraverso-la-sicilia-recital-di-gianfranco-jannuzzo/ https://vivicentro.it/nazionale-24h/terza-pagina-nazionale/spettacoli/raccontare-gli-italiani-attraverso-la-sicilia-recital-di-gianfranco-jannuzzo/#respond Sat, 08 Aug 2020 05:11:41 +0000 https://vivicentro.it/?p=408078 Al Teatro Scoperto questa sera ore 21:30, Gianfranco Jannuzzo, eccellenza italiana con un fortissimo talento comico elegante e sornione, racconta la Sicilia e L’Italia da Nord a Sud. RECITAL di e con Gianfranco Jannuzzo Ho sempre cercato di raccontare gli italiani attraverso l’uso dei nostri dialetti, convinto, come sono, che essi abbiano, per la loro […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Raccontare gli italiani attraverso la Sicilia – Recital di Gianfranco Jannuzzo

]]>

Al Teatro Scoperto questa sera ore 21:30, Gianfranco Jannuzzo, eccellenza italiana con un fortissimo talento comico elegante e sornione, racconta la Sicilia e L’Italia da Nord a Sud.

RECITAL

di e con Gianfranco Jannuzzo

Ho sempre cercato di raccontare gli italiani attraverso l’uso dei nostri dialetti, convinto, come sono, che essi abbiano, per la loro naturale immediatezza, spontaneità, ricchezza di sfumature, una forza di comunicazione straordinaria e che rivelino, quasi sempre, il carattere, l’intima indole di chi li adopera: Veneti, Calabresi, Liguri o Campani che siano. Siamo tutti orgogliosi di essere Lombardi o Lucani, c’è sempre in tutti noi tanto sano campanilismo, ma alla fine siamo semplicemente orgogliosi di essere Italiani.
“Recital” è uno spettacolo nel quale accanto a quelli che considero i miei “cavalli di battaglia” presento alcuni brani inediti. Racconto la mia Sicilia, così come l’ho vissuta e conosciuta; la Sicilia che ho imparato ad amare  grazie all’amore che ne avevano e ne hanno i miei genitori.
Una Sicilia allegra e amara, spensierata e triste, meravigliosa e spietata, solare e introversa, indolente e attiva.
Isola, forse, ma sicuramente Ponte per mille culture.
Ne racconto le contraddizioni.
La Sicilia ricca, fertile e ubertosa di Federico II “Stupor Mundi “e la Sicilia umiliata, ferita e vilipesa delle stragi e dei caduti” “Orror Mundi”.
E raccontando la Sicilia racconto gli Italiani che con il nostro straordinario senso dell’umorismo sappiamo ridere di tutto e di tutti e soprattutto, cosa ancora più importante, di noi stessi.

                                                                      Gianfranco Jannuzzo

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Raccontare gli italiani attraverso la Sicilia – Recital di Gianfranco Jannuzzo

]]>
https://vivicentro.it/nazionale-24h/terza-pagina-nazionale/spettacoli/raccontare-gli-italiani-attraverso-la-sicilia-recital-di-gianfranco-jannuzzo/feed/ 0
GORI al lavoro per il risanamento dell’intero bacino idrografico del Sarno https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/gori-risanamento-bacino-idrografico-sarno/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/gori-risanamento-bacino-idrografico-sarno/#respond Fri, 07 Aug 2020 18:38:29 +0000 https://vivicentro.it/?p=408045 GORI AL LAVORO PER IL RISANAMENTO DELL’INTERO BACINO IDROGRAFICO DEL SARNO 5,2 MILIONI DI EURO DALLA REGIONE CAMPANIA PER IL COMPLETAMENTO DELLA RETE FOGNARIA E LA MESSA IN SICUREZZA IDRAULICA DEL TERRITORIO Si è aperto con la visita alla sorgente di Santa Maria la Foce, l’incontro di questa mattina dedicato alle tematiche relative al Servizio […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo GORI al lavoro per il risanamento dell’intero bacino idrografico del Sarno

]]>

GORI AL LAVORO PER IL RISANAMENTO DELL’INTERO BACINO IDROGRAFICO DEL SARNO

5,2 MILIONI DI EURO DALLA REGIONE CAMPANIA PER IL COMPLETAMENTO DELLA RETE FOGNARIA E LA MESSA IN SICUREZZA IDRAULICA DEL TERRITORIO

Si è aperto con la visita alla sorgente di Santa Maria la Foce, l’incontro di questa mattina dedicato alle tematiche relative al Servizio Idrico Integrato. Il sopralluogo, a cui hanno partecipato il Presidente di GORI, Michele Di Natale, il Sindaco di Sarno, Giuseppe Canfora, il Presidente dell’Ente Idrico Campano, Luca Mascolo, e il Vice Presidente della Regione Campania, Fulvio Bonavitacola, ha interessato la centrale in cui si raccolgono le acque delle sorgenti di Santa Maria la Foce, Santa Marina di Lavorate e Cancello: un impianto gestito da GORI da aprile 2019, che serve circa 19 comuni, telecontrollato e oggetto di numerosi interventi di efficientamento e messa in sicurezza. Durante la seconda parte dell’incontro, che si è svolta presso l’aula consiliare del Comune di Sarno, si è discusso anche del Piano di Interventi per il completamento e adeguamento del sistema fognario/depurativo del Bacino idrografico del fiume Sarno, con un approfondimento sulle opere che, in particolare, interesseranno proprio la città che al fiume deve il suo nome e le sue origini. Nell’ambito del vasto programma di interventi finanziati dalla Regione Campania per 80 milioni di euro e di cui GORI è soggetto attuatore, rientrano, infatti, anche 5,2 milioni di euro destinati al completamento della rete fognaria e alla messa in sicurezza idraulica del comune di Sarno. Merito della sinergia e degli sforzi profusi da tutti gli enti competenti per il superamento di un’emergenza ambientale che da anni flagella un territorio di straordinaria bellezza.

Il risanamento del fiume Sarno è parte del problema del mezzogiorno; la sua risoluzione, invece, è un bell’esempio di proficua interazione tra tutte le realtà preposte – dichiara il Presidente di GORI, Michele Di Natale – lo strumento operativo per porre a fine a questa emergenza è stato individuato in GORI. Lavoreremo con serietà e trasparenza per realizzare questo progetto, verso il quale indirizzeremo tutte le nostre competenze. E mi auguro che presto potrà nascere una vera e propria cultura delle opere e dell’ambiente, un luogo in cui far vivere queste tematiche alle persone, proprio qui, vicino al Sarno”.

Soddisfazione espressa anche dal sindaco, Giuseppe Canfora: “GORI, unitamente alla Regione Campania e all’Ente Idrico Campano, con la collaborazione della nostra amministrazione, sta realizzando un intervento importante per mettere al centro il ciclo integrato delle acque e dimostrare quanto il fiume Sarno possa divenire un elemento di ricchezza e bellezza per il nostro territorio”.

Sarno come un tassello che fa parte della fitta tela di opere realizzate e in programma nei comuni dell’agro-nocerino sarnese. “Stiamo lavorando alacremente per superare l’immobilismo storico su questo tema. Proprio nei giorni scorsi, infatti, attraverso la messa in esercizio dei primi rami dei collettori SUB 1 e SUB 2 è stato realizzato il convogliamento dei reflui di Pompei all’impianto di depurazione di Scafati, e quello dei reflui di San Valentino Torio, Terzigno e San Giuseppe Vesuviano all’impianto di depurazione di Angri. Un intervento che consente l’eliminazione complessiva degli scarichi in ambiente di oltre 150.000 abitanti equivalenti, cioè dell’inquinamento prodotto sia dai residenti sia dagli insediamenti industriali” sottolinea il Presidente dell’Ente Idrico Campano, Luca Mascolo.

Vedere dal vivo la bellezza delle sorgenti del fiume Sarno ci deve dare l’impulso per intervenire sulle criticità – conclude il Vice Presidente della Regione, Fulvio Bonavitacola – il nostro obiettivo è quello di rendere questo corso d’acqua cristallino per tutto il suo percorso. Un lavoro da attuare con GORI attraverso il convogliamento dei reflui ai depuratori. Un’opera importante, che consentirà finalmente il risanamento ambientale di un territorio straordinario”.

Presenti all’incontro anche il Presidente della Provincia di Salerno, Michele Strianese e il Presidente dell’Ente Parco Regionale Fiume Sarno, Antonio Crescenzo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo GORI al lavoro per il risanamento dell’intero bacino idrografico del Sarno

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/gori-risanamento-bacino-idrografico-sarno/feed/ 0
Gattuso:”La grande prestazione potrebbe non bastare. Insigne? Solo se è al 100%” https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/news-napoli/gattuso-grande-prestazione-potrebbe-non-bastare-insigne-solo-se-e-al-100/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/news-napoli/gattuso-grande-prestazione-potrebbe-non-bastare-insigne-solo-se-e-al-100/#respond Fri, 07 Aug 2020 17:35:49 +0000 https://vivicentro.it/?p=408042 Gattuso:”Abbiamo l’Everest da scalare”   Gattuso:”La grande prestazione potrebbe non bastare. Insigne? Solo se è al 100%”   Rino Gattuso, allenatore del Napoli, è intervenuto in conferenza stampa in vista della sfida di domani contro il Barcellona. Ecco le sue dichiarazioni: “Sappiamo che sarà una partita molto, molto difficile. Sappiamo le qualità del Barça e […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Gattuso:”La grande prestazione potrebbe non bastare. Insigne? Solo se è al 100%”

]]>
Gattuso:”Abbiamo l’Everest da scalare”

 

Gattuso:”La grande prestazione potrebbe non bastare. Insigne? Solo se è al 100%”

 

Rino Gattuso, allenatore del Napoli, è intervenuto in conferenza stampa in vista della sfida di domani contro il Barcellona. Ecco le sue dichiarazioni:

“Sappiamo che sarà una partita molto, molto difficile. Sappiamo le qualità del Barça e che tipo di squadra è. Noi in questo momento dobbiamo fare una grande prestazione, sia tecnica che tattica e forse non basterà nemmeno. C’è consapevolezza di affrontare una grandissima e servirà una grande prestazione per uscire con un risultato positivo, e forse potrebbe non bastare nemmeno.  Insigne ha fatto il 50% dell’allenamento, oggi si è allenato col gruppo. Domani voglio sentire dalla sua bocca che si sentirà al 100%. Sarà una decisione sua,  ma se non sarà al top non scenderà in campo dal primo minuto. Per quanto riguarda Lozano, non è cambiato nulla. Dopo il lockdown ha lavorato molto duramente e ha iniziato a fare ciò che io e il mio staff chiedevamo e ha iniziato a giocare di più.  Attacca gli spazi, va sempre nell’1 contro 1 e può fare la differenza. Il problema non è Lozano, ma come vogliamo far giocare la squadra in questo momento.

Differenze post-quarantena? Penso che il lockdown abbia creato uno sport diverso. Tutti siamo stati bravi a far ripartire la macchina, ma sinceramente non è calcio. Noi abbiamo giocato 12 partite in tre giorni. Non so chi abbia avuto più vantaggi, sicuramente abbiamo accumulato tanto stress. Abbiamo avuto la fortuna di centrare l’obiettivo prima attraverso la Coppa Italia, giocando alcune partite finali anche col freno a mano tirato e senza quella mentalità che mi piace. Di certo abbiamo fatto bene in questo finale di campionato, dall’andata contro il Barcellona a oggi in più di un qualcosa siamo migliorati.

Se uno va a leggere gli ultimi anni tra Milan e Napoli, i numeri dicono diversamente. Se poi l’organizzazione tattica viene scambiata come difensivismo, va bene. Non è un problema mio. Io so cosa voglio proporre ed è un problema che non mi sono mai creato. Da giocatore ho fatto cose importanti con caratteristiche totalmente differente da cosa cerco oggi come allenatore, sarà dura togliersi quell’etichetta ma va bene così.

Porte chiuse? Il pubblico è il calcio. Un calcio senza pubblico non è calcio. La tifoseria è vibrazione, ti dà un qualcosa in più. Qualche volta può essere un bene e altre volte può crearti delle problematiche. Domani ci sarà un piccolo vantaggio, perché sarebbe stato diverso venire qui con 90 mila persone a cantare.

Fabian? Ha ancora grandi margini di miglioramento. Riesce a esprimersi con un calcio tecnico e di palleggio. Può migliorare ancora tanto. Ha dato tanto e ci sta dando tanto, ha una grande carriera davanti. Queste tipo di partite per gente come Fabian, Elmas, Zielinski e Lozano, perché il Napoli ha tanti giovani, sono esperienze che bisogna vivere e che aiuteranno se si vorrà diventare un campione”

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Gattuso:”La grande prestazione potrebbe non bastare. Insigne? Solo se è al 100%”

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/news-napoli/gattuso-grande-prestazione-potrebbe-non-bastare-insigne-solo-se-e-al-100/feed/ 0
Controlli straordinari del Reparto Prevenzione Crimine Campania https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/controlli-straordinari-del-reparto-prevenzione-crimine-campania/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/controlli-straordinari-del-reparto-prevenzione-crimine-campania/#respond Fri, 07 Aug 2020 16:25:05 +0000 https://vivicentro.it/?p=408039 Nel pomeriggio di ieri, gli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno effettuato controlli nei pressi della Stazione Centrale, piazza Garibaldi, piazza del Carmine e Porta Nolana. Controlli straordinari del Reparto Prevenzione Crimine Campania NAPOLI- Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato Vicaria-Mercato e dell’Ufficio Prevenzione Generale, con il supporto degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Controlli straordinari del Reparto Prevenzione Crimine Campania

]]>

Nel pomeriggio di ieri, gli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno effettuato controlli nei pressi della Stazione Centrale, piazza Garibaldi, piazza del Carmine e Porta Nolana.

Controlli straordinari del Reparto Prevenzione Crimine Campania

NAPOLI- Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato Vicaria-Mercato e dell’Ufficio Prevenzione Generale, con il supporto degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno effettuato un servizio straordinario di controlli del territorio nei pressi della Stazione Centrale, di piazza Garibaldi, piazza del Carmine e Porta Nolana.

Nel corso dell’attività sono state identificate 35 persone di cui 25 con precedenti di polizia e controllati 10 veicoli.
In piazza del Carmine i poliziotti hanno denunciato un uomo sorpreso a svolgere l’attività di parcheggiatore abusivo e, contestualmente, gli hanno notificato un ordine di allontanamento.

Inoltre, è stato eseguito un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Napoli nei confronti di Luciano Cardone, 50enne napoletano, in quanto condannato a 5 anni, 6 mesi e 18 giorni di reclusione per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.
Infine, gli agenti hanno segnalato all’Autorità Giudiziaria una donna per inottemperanza al divieto di dimora a Napoli.

 

Stéphanie Esposito

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o
utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere
autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede
comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente
articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Controlli straordinari del Reparto Prevenzione Crimine Campania

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/controlli-straordinari-del-reparto-prevenzione-crimine-campania/feed/ 0
“Rail Safe Day” : l’operazione della Polizia di Stato in Campania https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/rail-safe-day-loperazione-della-polizia-di-stato-in-campania/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/rail-safe-day-loperazione-della-polizia-di-stato-in-campania/#respond Fri, 07 Aug 2020 16:14:52 +0000 https://vivicentro.it/?p=408037 L’ operazione “Rail Safe Day” attuata dalla Polizia di Stato nelle principali stazioni ferroviarie della Campania, nella giornata di ieri, ha dato importanti risultati. “Rail Safe Day” : l’operazione della Polizia di Stato in Campania Nella giornata di ieri 6 agosto, ha avuto luogo in tutte le principali stazioni della Campania e nelle aree adiacenti, […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo “Rail Safe Day” : l’operazione della Polizia di Stato in Campania

]]>

L’ operazione “Rail Safe Day” attuata dalla Polizia di Stato nelle principali stazioni ferroviarie della Campania, nella giornata di ieri, ha dato importanti risultati.

“Rail Safe Day” : l’operazione della Polizia di Stato in Campania

Nella giornata di ieri 6 agosto, ha avuto luogo in tutte le principali stazioni della Campania e nelle aree adiacenti, l’operazione “Rail Safe Day”, ad opera degli agenti della Polizia di Stato, nell’ambito di una più vasta operazione sul piano nazionale finalizzata a contrastare comportamenti anomali/impropri o l’indebita presenza di persone normalmente dedite ad attività illecite in ambito ferroviario.
805 persone sospette identificate, di cui 130 risultate con precedenti di polizia; 2 persone denunciate in stato di libertà, uno per atti osceni in luogo pubblico e l’altro per molestie; 24 autoveicoli controllati e 2 contravvenzioni elevate.

L’operazione, anche alla luce del maggior afflusso di viaggiatori legato agli spostamenti per le vacanze estive e, ancor di più all’imminente festività di ferragosto, ha visto impiegati circa 100 uomini e donne della Polizia di Stato con il concorso di Unità Cinofile e del Reparto Prevenzione Crimine Campania, messe a disposizione dalla Questura di Napoli ed ha coinvolto le stazioni ferroviarie più importanti della regione: gli scali di Napoli Centrale, Napoli Piazza Garibaldi e zone limitrofe .
Il dispositivo straordinario di sicurezza è stato effettuato con l’ausilio dei metal detector in dotazione a tutte le pattuglie, mentre i controlli alle persone sospette nelle banche dati delle forze dell’ordine, sono state eseguite con smartphone di ultima generazione che consentono, tramite lettura ottica del documento, una identificazione immediata del soggetto sottoposto a controllo.
Importante è risultata la collaborazione del personale del Presidio F.S. di Protezione Aziendale che, attraverso il rilevamento della temperatura corporea ai viaggiatori e l’attività di safety, ha implementato l’intero dispositivo di sicurezza.

 

 

Stéphanie Esposito

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o
utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere
autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede
comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente
articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo “Rail Safe Day” : l’operazione della Polizia di Stato in Campania

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/rail-safe-day-loperazione-della-polizia-di-stato-in-campania/feed/ 0
Misura cautelare per atti persecutori per 33enne stabiese https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/misura-cautelare-per-atti-persecutori-per-33enne-stabiese/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/misura-cautelare-per-atti-persecutori-per-33enne-stabiese/#respond Fri, 07 Aug 2020 16:00:31 +0000 https://vivicentro.it/?p=408030 Castellammare di Stabia: eseguita ordinanza di aggravamento di misura cautelare in carcere nei confronti di un 33enne stabiese, per atti persecutori. Misura cautelare per atti persecutori per 33enne stabiese CASTELLAMMARE DI STABIA- Mercoledì pomeriggio gli agenti del Commissariato di Castellammare di Stabia hanno dato esecuzione a un’ordinanza di aggravamento di misura cautelare in carcere, emessa […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Misura cautelare per atti persecutori per 33enne stabiese

]]>

Castellammare di Stabia: eseguita ordinanza di aggravamento di misura cautelare in carcere nei confronti di un 33enne stabiese, per atti persecutori.

Misura cautelare per atti persecutori per 33enne stabiese

CASTELLAMMARE DI STABIA- Mercoledì pomeriggio gli agenti del Commissariato di Castellammare di Stabia hanno dato esecuzione a un’ordinanza di aggravamento di misura cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Torre Annunziata nei confronti di N.D.M., 33enne stabiese, già sottoposto agli arresti domiciliari con dispositivo elettronico.
L’uomo, in seguito ad un’attività investigativa, è ritenuto responsabile di atti persecutori e minacce gravi, effettuate attraverso i social network e via telefono, nei confronti della ex-moglie a cui aveva inviato foto e messaggi dal contenuto intimidatorio, ingenerando nella donna un fondato timore per la propria incolumità.

Pozzuoli: un uomo arrestato per lesioni personali aggravate.
Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato di Pozzuoli, durante il servizio di controllo del territorio, su segnalazione della Centrale Operativa sono intervenuti presso un’abitazione di via Annecchino per una lite familiare.
I poliziotti hanno trovato una donna che ha raccontato di essere vittima di comportamenti violenti del convivente il quale, già in altre occasioni, l’aveva aggredita, in presenza dei figli minori, con pugni e calci per futili motivi.
L’uomo, un napoletano di 28 anni, è stato arrestato per lesioni personali aggravate.

 

 

Stéphanie Esposito

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o
utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere
autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede
comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente
articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Misura cautelare per atti persecutori per 33enne stabiese

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/misura-cautelare-per-atti-persecutori-per-33enne-stabiese/feed/ 0
F1, GP del 70° anniversario: i Mercedes comandano il venerdì di prove libere https://vivicentro.it/sport/motori/f1-gp-del-70-anniversario-i-mercedes-comandano-il-venerdi-di-prove-libere/ https://vivicentro.it/sport/motori/f1-gp-del-70-anniversario-i-mercedes-comandano-il-venerdi-di-prove-libere/#respond Fri, 07 Aug 2020 16:00:23 +0000 https://vivicentro.it/?p=408032 FP1 a Bottas; Hamilton primo invece nelle FP2   F1, GP del 70° anniversario: i Mercedes comandano il venerdì di prove libere   Come da tradizione, il venerdì di prove libere va alle due Mercedes. La prima sessione l’ha portata a casa Valteri Bottas che ha chiuso in 1:26.166 . Nelle FP2 invece il più […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo F1, GP del 70° anniversario: i Mercedes comandano il venerdì di prove libere

]]>
FP1 a Bottas; Hamilton primo invece nelle FP2

 

F1, GP del 70° anniversario: i Mercedes comandano il venerdì di prove libere

 

Come da tradizione, il venerdì di prove libere va alle due Mercedes. La prima sessione l’ha portata a casa Valteri Bottas che ha chiuso in 1:26.166 . Nelle FP2 invece il più veloce è stato il suo compagno di squadra Lewis Hamilton in 1:25.606. Ottimo venerdì anche per Daniel Ricciardo che chiude in  terza posizione con la sua Renault. Continua  a  mettere pressione Max Verstappen che, dopo la terza posizione nelle FP1, ha chiuso la seconda quarto ma con un passo gara vicino a quelle delle due Mercedes. È tornata invece a spingere la Racing Point che ha chiuso in quinta e sesta posizione con Stroll e Hulkenberg. Da monitorare la situazione invece in casa Ferrari: Leclerc dopo la quinta posizione della mattina, chiude il venerdì in settima casella con un passo gara che però non convince. Sempre peggio invece Vettel che posiziona la sua vettura  quattordicesima. Continuano a faticare anche i motorizzati Ferrari: l’Alfa chiude diciassettesima con Raikkonen e ultima con Antonio Giovinazzi.Quindicesimo invece Grosjean davanti al compagno di squadra Magnussen diciottesimo.   Termina dunque il venerdì di prove libere, ora non ci resta che attendere domani con la terza sessione alle 12:00 e le qualifiche alle 15:00.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo F1, GP del 70° anniversario: i Mercedes comandano il venerdì di prove libere

]]>
https://vivicentro.it/sport/motori/f1-gp-del-70-anniversario-i-mercedes-comandano-il-venerdi-di-prove-libere/feed/ 0
Napoli, furto nella Stazione Centrale: ladro di dischi in vinile arrestato dalla Polizia https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/napoli-furto-nella-stazione-centrale-ladro-di-dischi-in-vinile-arrestato-dalla-polizia/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/napoli-furto-nella-stazione-centrale-ladro-di-dischi-in-vinile-arrestato-dalla-polizia/#respond Fri, 07 Aug 2020 14:37:04 +0000 https://vivicentro.it/?p=408020 Napoli, ladro di dischi in vinile arrestato dalla Polizia: si tratta di un un 48enne napoletano, già noto alle Forze dell’Ordine Nella giornata di ieri, un uomo è stato sorpreso a trafugare 16 dischi in vinile da uno degli scaffali della nota libreria della Stazione Ferroviaria di Napoli Centrale. Il ladro, un 48enne napoletano già […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Napoli, furto nella Stazione Centrale: ladro di dischi in vinile arrestato dalla Polizia

]]>
Napoli, ladro di dischi in vinile arrestato dalla Polizia: si tratta di un un 48enne napoletano, già noto alle Forze dell’Ordine

Nella giornata di ieri, un uomo è stato sorpreso a trafugare 16 dischi in vinile da uno degli scaffali della nota libreria della Stazione Ferroviaria di Napoli Centrale. Il ladro, un 48enne napoletano già noto alle forze dell’ordine, è stato bloccato mentre provava a far perdere le proprie tracce tra i tanti clienti presenti in quel momento.

A notare i suoi movimenti sospetti è stata la vigilanza interna che ha immediatamente allertato gli agenti della Polizia Ferroviaria di pattuglia all’esterno dell’esercizio commerciale, consentendo di bloccare in tempo il malfattore e recuperare l’intera refurtiva, restituita alla direzione commerciale.

Condotto negli Uffici del Settore Operativo Polfer, l’arrestato è stato associato presso le Camere di attesa della Questura di Napoli per essere giudicato con rito direttissimo. All’esito della convalida, l’uomo è stato condannato a un anno e sei mesi di reclusione e 500 euro di multa.

La Polizia Ferroviaria di Napoli, in concomitanza con l’aumento progressivo dei viaggiatori e dei turisti che notoriamente si registra in questo particolare periodo dell’anno nelle stazioni ferroviarie, ha rafforzato le attività di prevenzione e vigilanza al fine di impedire il verificarsi di fenomeni illeciti e/o eventi delittuosi di ogni genere assicurando una maggiore sicurezza dei viaggiatori e di tutti gli operatori addetti alla circolazione ferroviaria.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Napoli, furto nella Stazione Centrale: ladro di dischi in vinile arrestato dalla Polizia

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/napoli-furto-nella-stazione-centrale-ladro-di-dischi-in-vinile-arrestato-dalla-polizia/feed/ 0
Teatro Antico: Medea e Il sogno di un uomo ridicolo con Gabriele Lavia https://vivicentro.it/regioni/isole/terza-pagina-isole/teatro-antico-medea-e-il-sogno-di-un-uomo-ridicolo-con-gabriele-lavia/ https://vivicentro.it/regioni/isole/terza-pagina-isole/teatro-antico-medea-e-il-sogno-di-un-uomo-ridicolo-con-gabriele-lavia/#respond Fri, 07 Aug 2020 14:22:45 +0000 https://vivicentro.it/?p=408023 Doppio appuntamento al Teatro Antico per la stagione di spettacoli teatrali organizzata dalla Fondazione Taormina Arte Sicilia: Medea di Euripide per la regia di Gabriele Lavia l’8 agosto  Il sogno di un uomo ridicolo di Dostoevskij, interprete Gabriele Lavia il 9 agosto “Oggi questo teatro deve diventare il trono dell’arte”. Questo è il testamento di […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Teatro Antico: Medea e Il sogno di un uomo ridicolo con Gabriele Lavia

]]>

Doppio appuntamento al Teatro Antico per la stagione di spettacoli teatrali organizzata dalla Fondazione Taormina Arte Sicilia:

Medea di Euripide per la regia di Gabriele Lavia l’8 agosto 

Il sogno di un uomo ridicolo di Dostoevskij, interprete Gabriele Lavia il 9 agosto

“Oggi questo teatro deve diventare il trono dell’arte”.

Questo è il testamento di Eduardo De Filippo pronunciato al Teatro Antico il 15 settembre del 1984. Sul palcoscenico il grande attore napoletano commosso davanti a un pubblico numeroso ed entusiasta ha sancito il futuro di uno dei teatri all’aperto più belli al mondo. Sono trascorsi trentasei anni e Gabriele Lavia, direttore artistico della sezione prosa di Taormina Arte dal 1984 al 1994, che questo teatro quindi conosce bene nella doppia veste di regista prima e attore subito dopo, metterà in scena l’8 agosto, in prima nazionale, Medea di Euripide, una particolare riduzione operata dallo stesso Lavia con interpreti Federica De Martino e Simone Toni e il giorno successivo, il 9 agosto, diventerà attore  ed interpreta di Il sogno di un uomo ridicolo di Fedor Dostoevskij. 

Sul palcoscenico del Teatro Antico Gabriele Lavia è stato Riccardo III, Amleto, Macbeth, ha duellato con Kleist in un’interpretazione e riduzione teatrale passata alla storia di Taormina Arte; Lavia ha fatto sì che il TEATRO uscisse dal suo naturale luogo e coinvolgesse tutta la città: si rifletteva sulla drammaturgia nella terrazza del Palacongressi con Mariangela Melato, Valeria Morricone e Monica Guerritore e al contempo i clown rallegravano i bambini in piazza Badia e la sera infine lo spettacolo decretava il successo di critica e di pubblico. 

Doppio appuntamento di teatro dopo il lungo lockdown per questa stagione di spettacoli al Teatro Antico organizzata dalla Fondazione Taormina Arte Sicilia con una prima nazionale l’8 agosto di una delle tragedie più conosciute di Euripide che ci racconta della difficoltà di una donna di farsi accettare come tale e di non farsi implodere dal solo ruolo di accudimento e di madre.

Questa “nostra” Medea, – afferma Lavia -, vuole essere fedelissima al testo, alla “parola” di Euripide e, nello stesso tempo, “infedelissima” alla sua drammaturgia. In altri termini, la struttura della tragedia greca: il coro, il messaggio, tutti i personaggi, vengono come “ingoiati” da una nuova struttura contemporanea, in un dialogo serrato, aspro, tra il marito infedele e la moglie tradita.

Così il paradigma di un “certo” dramma moderno e spudorato destruttura completamente la drammaturgia della Grecità della stupenda tragedia di Euripide per restituirla “spogliata”. In un dialogo serrato, concitato, crudele e amaro. Un “ora” e “qui” riconoscibili nel nostro “oggi”.

La tragedia della madre impazzita d’amore e di dolore, si svuota e si fa povera di ogni “memoria classica” per riempirsi tutta e arricchirsi essenzialmente soltanto d’incomprensione, dolore, gelosia, infelicità, pazzia, vendetta…Questi i sentimenti che travolgono moglie e marito, in una lunga, terribile, dolorosa “Scena da un matrimonio”. Il sentimento di perdita, di svuotamento, di spiazzamento da un “ambito-antico” a una condizione “nostra”, nel rigoroso rispetto del “testo” poetico, toglie allo spettatore ogni pre-concetto estetico intorno ad un certo “spettacolo moderno” di un testo antico. Immaginiamo una sinfonia che venga suonata a Jazz soltanto da due strumenti “amorosi e virtuosi” che tenendo ferma nel cuore la “tragedia” di Euripide “per due voci sole” in uno spietato duetto che lasci lo spettatore letteralmente senza fiato. 

Quello che noi chiamiamo tradizione è un concetto “temporale”.  Nel senso che un tempo antico viene trasferito, “tradizionato”, nel tempo di “oggi” che è tempo-moderno. É attraverso questo “modo” che noi siamo il “tempo”. Moderno è il nostro modo di essere il Tempo.

Questa “rigorosa” tradizione del tempo è l’impegno nel senso profondo di dare noi stessi “in pegno” in questo nostro spettacolo necessario.

Il giorno dopo 9 agosto Gabriele Lavia diventa attore e interpreta Il sogno di un uomo ridicolo di Fedor Dostoevskij. La pièce teatrale offre una riflessione profonda e appassionata sulla condizione dell’essere umano. Il monologo rappresenta un mondo che si è condannato alla sofferenza, auto-recluso, serrato e costretto in una metaforica camicia di forza, condizione e impedimento di ogni buona azione. Dostoevskij concepisce Il sogno di un uomo ridicolo come un racconto fantastico, scritto intorno al 1876 e inizialmente inserito nel Diario di uno scrittore. Storia di un uomo che ripercorre la sua vita e le ragioni per cui si è sempre sentito estraneo alla società. Deciso ad uccidersi, invece si addormenta davanti alla pistola carica e inizia un sogno straordinario che lo porta alla scoperta della verità. Approda in un altro pianeta, dove gli abitanti sono puri ed innocenti, e in quella purezza lui per la prima volta non viene additato come ridicolo. Il suo arrivo però contamina tutta la popolazione che in poco tempo acquista tutti i difetti “umani”.

Il testo si rivolge, dietro la finzione letteraria, alla società intera e ne denuncia i vizi che la allontanano dalla felicità fondata semplicemente sull’amore e sulla solidarietà, al posto dell’avidità e dell’egoismo. Sulla condivisione incondizionata anziché sulla presunzione della scienza che solo teorizza le leggi della felicità. E questa idea di felicità ci riporta al messaggio evangelico – di puro amore -, di Cristo, al di là di ogni religione e prima di ogni potere.

Gabriele Lavia racconta che in più momenti della sua carriera si è trovato a confrontarsi con questo testo: “La prima volta lo lessi a degli amici a 18 anni e ancora non ero un attore”, “Il sogno di un uomo ridicolo è forse la più sconcertante opera di Dostoevskij”, spiega ancora Lavia: “Narra la situazione paradossale di un uomo che, decidendo di suicidarsi, si addormenta davanti la rivoltella e sogna il suicidio e la vita dopo la morte”

“Testimonial” di Taormina Arte 2020, presente sul manifesto ufficiale della manifestazione, La Sacerdotessa di Iside, l’importante reperto archeologico ritrovato a Taormina e testimonianza raffinatissima e particolarmente rara del culto romano (di origine egiziana) di Iside e Giove Serapide in Sicilia e in particolare a Taormina, per una stagione culturale fortemente voluta, simbolo di rinascita, di desiderata armonia, simbolo di vita nova.

La programmazione 2020 al Teatro Antico è organizzata dalla Fondazione Taormina Arte Sicilia, con l’Assessorato Regionale Turismo, Sport e Spettacolo, l’Assessorato Regionale Beni Culturali e Identità Siciliana, il Comune di Taormina e il Parco Archeologico Naxos-Taormina.

Info:

www.taoarte.it

info@taormina-arte.com

tel. 391. 746. 2146

Biglietti in prevendita su www.ctbox.it

Mariella Musso

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Teatro Antico: Medea e Il sogno di un uomo ridicolo con Gabriele Lavia

]]>
https://vivicentro.it/regioni/isole/terza-pagina-isole/teatro-antico-medea-e-il-sogno-di-un-uomo-ridicolo-con-gabriele-lavia/feed/ 0
Patto per Catania, a settembre via ai concorsi di progettazione https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/patto-per-catania-a-settembre-via-ai-concorsi-di-progettazione/ https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/patto-per-catania-a-settembre-via-ai-concorsi-di-progettazione/#respond Fri, 07 Aug 2020 14:12:51 +0000 https://vivicentro.it/?p=408017 Con il Patto per Catania si consentirà al capoluogo etneo di sfruttare al meglio fondi strutturali e finanziamenti europei. Nuovo confronto tra Comune di Catania, Ance, Architetti, Geometri e Ingegneri. Fondi comunitari del Patto per Catania e nuovi cantieri: ultime battute per la definizione dei Concorsi di progettazione che consentiranno al capoluogo etneo di sfruttare […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Patto per Catania, a settembre via ai concorsi di progettazione

]]>

Con il Patto per Catania si consentirà al capoluogo etneo di sfruttare al meglio fondi strutturali e finanziamenti europei.

Nuovo confronto tra Comune di Catania, Ance, Architetti, Geometri e Ingegneri.

Fondi comunitari del Patto per Catania e nuovi cantieri: ultime battute per la definizione dei Concorsi di progettazione che consentiranno al capoluogo etneo di sfruttare al meglio fondi strutturali e finanziamenti europei per portare a termine tre grandi opere: dai 40 km di piste ciclabili al recupero del Palanesima, passando per la riqualificazione delle arterie di ingresso della città.

Ieri – presso la sede di Ance Catania – nuovo incontro tra l’Amministrazione comunale (presente il direttore della Direzione Politiche Comunitarie e Fondi Strutturali Fabio Finocchiaro), l’Ance (Giuseppe Piana), gli Architetti (Alessandro Amaro, con i consiglieri Maurizio Mannanici ed Eleonora Bonanno), gli Ingegneri (Giuseppe Platania) e il Collegio dei Geometri (Agatino Spoto), per finalizzare gli ultimi aspetti dei bandi che verranno lanciati attraverso la piattaforma del CNAPPC (Consiglio nazionale Architetti), con il modello recentemente sperimentato con successo dalla Regione Siciliana per la nuova Cittadella Giudiziaria

«Stiamo finalizzando l’iter progettuale– spiega l’ingegnere Fabio Finocchiaro – da settembre apriremo ufficialmente i bandi per tre nuovi concorsi di progettazione volti alla riqualificazione della nostra città. In cantiere, come già annunciato dall’assessore alle Politiche Comunitarie del Comune di Catania Sergio Parisi, c’è la nuova pista ciclabile, che collegherà tutti i punti più importanti della città, puntando alla mobilità integrata. Si tratta di un percorso interconnesso di 42 chilometri circa, del valore vicino a 8 milioni e 200mila euro, che consentirà di raggiungere tutti gli “attrattori” di Catania, culturali e non. A questo si aggiungono il progetto di riqualificazione del Palanesima, per cui sono stati stanziati quasi 10 milioni di euro, e i lavori dell’asse viario che collega la Strada Statale 114 fino alla Stazione Centrale».

L’accelerazione amministrativa voluta e concordata dalle parti interessate rientra nell’iniziativa #CataniaSicura. Ai concorsi di progettazione e al coinvolgimento degli Ordini nella stesura dei bandi, potrebbe aggiungersi un altro step: «Velocizzare e snellire i procedimenti – aggiunge l’ingegnere – è uno degli obiettivi che ci siamo prefissati. In quest’ottica potremmo presto avviare un processo di esternalizzazione di incarichi per il supporto al RUP (Responsabile Unico del Procedimento), con l’affidamento ai liberi professionisti – lì dove sarà attuabile in conformità con le normative – con l’obiettivo di snellire il lavoro dei tecnici del Comune».

«Ci siamo battuti a fondo per ottenere risultati importanti, snellire la burocrazia e ripartire dopo il lockdown – commentano i presidenti di Ance, Architetti, Geometri e Ingegneri – questa città ha mostrato tante debolezze e criticità negli anni. Ed è giusto che ognuno faccia la propria parte. Noi giochiamo un ruolo importante, soprattutto in questa fase. E ricorrere al concorso di progettazione a due fasi, da noi richiesto più volte, ci ha permesso di raggiungere grandi obiettivi in tempi brevi. Gli stessi condivisi con l’Amministrazione Comunale, con cui, con soddisfazione, abbiamo intrapreso questo percorso. Il prossimo importante passo sarà quello di formulare e definire i bandi, per consentire al Comune di partire ufficialmente tra un mese».

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Patto per Catania, a settembre via ai concorsi di progettazione

]]>
https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/patto-per-catania-a-settembre-via-ai-concorsi-di-progettazione/feed/ 0
Koulibaly:”Razzismo? Ho pensato di fermarmi” https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/koulibaly-razzismo-ho-pensato-di-fermarmi/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/koulibaly-razzismo-ho-pensato-di-fermarmi/#respond Fri, 07 Aug 2020 10:36:02 +0000 https://vivicentro.it/?p=408015 Koulibaly:”Il colore della pelle non può essere un problema” Koulibaly:”Razzismo? Ho pensato di fermarmi” Kalidou Koulibaly, difensore del Napoli, ha rilasciato un’intervista sul sito ufficiale Uefa toccando un tema molto delicato come quello del razzismo. Ecco le sue dichiarazioni:   “La prima volta che ne ho avuto esperienza, ogni volta che toccavo palla mi veniva […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Koulibaly:”Razzismo? Ho pensato di fermarmi”

]]>
Koulibaly:”Il colore della pelle non può essere un problema”

Koulibaly:”Razzismo? Ho pensato di fermarmi”

Kalidou Koulibaly, difensore del Napoli, ha rilasciato un’intervista sul sito ufficiale Uefa toccando un tema molto delicato come quello del razzismo. Ecco le sue dichiarazioni:

 

“La prima volta che ne ho avuto esperienza, ogni volta che toccavo palla mi veniva fatto il verso della scimmia.  Pensai di aver fatto qualcosa di male, non sapevo cosa fare e mi sentivo perso. Avevo paura di tornare in campo un’altra volta, ma poi arrivai a capire che il problema non ero io ma chi faceva quei versi, e pensai che fosse arrivato il momento di fermarmi. Mi fa male, spero possano essere prese delle misure. Le persone devono capire che l’identità di una persona non è l’aspetto esteriore, bisogna capire cosa c’è dentro di loro: il colore della pelle non può essere un problema”

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Koulibaly:”Razzismo? Ho pensato di fermarmi”

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/koulibaly-razzismo-ho-pensato-di-fermarmi/feed/ 0
Gazzetta – Napoli, la probabile formazione contro il Barcellona https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/gazzetta-napoli-la-probabile-formazione-contro-il-barcellona/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/gazzetta-napoli-la-probabile-formazione-contro-il-barcellona/#respond Fri, 07 Aug 2020 10:32:24 +0000 https://vivicentro.it/?p=408012 In porta spazio a Ospina Gazzetta – Napoli, la probabile formazione contro il Barcellona   Domani è il grande giorno. Alle 21:00, gli azzurri di Rino Gattuso se la vedono contro il Barcellona di Messi e company. Secondo quanto scritto dalla Gazzetta dello Sport, oltre alla situazione legata a Insigne, ci sono anche altri ballottaggi […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Gazzetta – Napoli, la probabile formazione contro il Barcellona

]]>
In porta spazio a Ospina

Gazzetta – Napoli, la probabile formazione contro il Barcellona

 

Domani è il grande giorno. Alle 21:00, gli azzurri di Rino Gattuso se la vedono contro il Barcellona di Messi e company. Secondo quanto scritto dalla Gazzetta dello Sport, oltre alla situazione legata a Insigne, ci sono anche altri ballottaggi nella testa di Gattuso. A tal proposito, ecco quanto riportato dal quotidiano:

 

“Nel 4-3-3 di Gattuso sembrano esser stati definiti gli ultimi due ballottaggi: Kostas Manolas e Stanislav Lobotka, mentre in attacco se non dovesse farcela Insigne, pronta a partire dalla panchina, il posto da titolare spetterebbe a Eljif Elmas”

La probabile formazione azzurra

Napoli(4-3-3):Ospina;Di Lorenzo,Manolas,Koulibaly,Mario  Rui;Fabian Ruiz,Demme,Zielinski;Callejon,Mertens,Elmas

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Gazzetta – Napoli, la probabile formazione contro il Barcellona

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/gazzetta-napoli-la-probabile-formazione-contro-il-barcellona/feed/ 0
CorSport – Napoli, trattativa in chiusura per Under https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/corsport-napoli-trattativa-in-chiusura-per-under/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/corsport-napoli-trattativa-in-chiusura-per-under/#respond Fri, 07 Aug 2020 10:27:28 +0000 https://vivicentro.it/?p=408001 Il Napoli punta sul turco giallorosso CorSport – Napoli, trattativa in chiusura per Under   Il Napoli pensa al Barcellona ma anche al mercato. Si guarda in casa Roma: infatti, secondo quanto scritto dal Corriere dello Sport, gli azzurri sono vicinissimi a chiudere per Cenzig Under. A tal proposito, ecco quanto riportato dal quotidiano:   […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo CorSport – Napoli, trattativa in chiusura per Under

]]>
Il Napoli punta sul turco giallorosso

CorSport – Napoli, trattativa in chiusura per Under

 

Il Napoli pensa al Barcellona ma anche al mercato. Si guarda in casa Roma: infatti, secondo quanto scritto dal Corriere dello Sport, gli azzurri sono vicinissimi a chiudere per Cenzig Under. A tal proposito, ecco quanto riportato dal quotidiano:

 

“La Roma, compresi i giocatori che tornano dai prestiti, ha un libro paga da oltre 30 unità, senza contare i giovani, per un totale di circa 160 milioni di stipendi. Sono numeri che in ogni caso andranno asciugati per consentire alla società di ritrovare equilibrio. Per quanto riguarda i giocatori ritenuti meno strategici, cambia poco: Under andrà al Napoli, salvo ribaltoni, e anche Kluivert verrà venduto per fare cassa. Si cerca una squadra per Florenzi, un paio di centrocampisti potrebbero essere ceduti davanti a una proposta conveniente: da  Cristante e Veretout, passando per Diawara, nessuno ha il posto assicurato nella rosa definitiva della prossima stagione”

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo CorSport – Napoli, trattativa in chiusura per Under

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/corsport-napoli-trattativa-in-chiusura-per-under/feed/ 0
Calò: La Juve Stabia sarà sempre una parentesi importante della mia vita https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/calo-juve-stabia-parentesi-importante/ https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/calo-juve-stabia-parentesi-importante/#respond Fri, 07 Aug 2020 10:04:30 +0000 https://vivicentro.it/?p=407998 Il campionato della Juve Stabia si è concluso con la retrocessione amara dalla serie B alla Serie C dopo appena un anno. Ieri il nuovo D. S. Filippo Ghinassi si è presentato alla città con le idee chiare e ha annunciato che nei prossimi giorni, di concerto con il nuovo allenatore, sceglierà chi resterà alla […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Calò: La Juve Stabia sarà sempre una parentesi importante della mia vita

]]>

Il campionato della Juve Stabia si è concluso con la retrocessione amara dalla serie B alla Serie C dopo appena un anno.

Ieri il nuovo D. S. Filippo Ghinassi si è presentato alla città con le idee chiare e ha annunciato che nei prossimi giorni, di concerto con il nuovo allenatore, sceglierà chi resterà alla Juve Stabia e chi andrà via.

Tra i calciatori che hanno sicuramente terminato la loro avventura alla Juve Stabia c’è il giovane centrocampista Giacomo Calò, che l’estate scorsa è stato ceduto al Genova e lasciato in prestito per un anno alla corte di Fabio Caserta.

Giacomo Calò arrivato nell’estate del 2017 dal settore giovanile della Sampdoria, triestino di nascita, ha avuto un cammino in crescendo con le Vespe diventando il punto fermo del centrocampo gialloblè.

Il primo anno ha fatto alcune comparse ma nulla di più. L’affermazione a Castellammare è avvenuta lo scorso anno, in cui la Juve Stabia vince per la prima volta nella sua storia un campionato di Serie C. Famose sono state le sue reti da calcio d’angolo tanto che l’accostamento a Palanca è stato facile per tutti.

Quest’anno all’esordio in serie B ha collezionato 33 presenze su 38 con 14 assist e 4 reti un bottino niente male.

Questo è il saluto che Giacomo Calò sul proprio profilo Instagram ha rivolto ai tifosi di Castellammare di Stabia:

“Ringrazio la città di Castellammare per questi tre anni speciali per me. Nel bene e nel male ho dato tutto me stesso per la vostra causa che da subito era diventata anche la mia. Sono cresciuto tanto, ho gioito, ho sofferto e mi sono formato con voi. Nel mio piccolo spero nonostante tutto di lasciarvi un bel ricordo. Ringrazio i compagni di questi anni, lo staff, la società e i tifosi. Sarà per sempre una parentesi importante della mia vita.”

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Calò: La Juve Stabia sarà sempre una parentesi importante della mia vita

]]>
https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/calo-juve-stabia-parentesi-importante/feed/ 0
Taormina: sequestrato circa mezzo milione di euro a diciassette alberghi https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/taormina-sequestrato-circa-mezzo-milione-di-euro-a-diciassette-alberghi/ https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/taormina-sequestrato-circa-mezzo-milione-di-euro-a-diciassette-alberghi/#respond Fri, 07 Aug 2020 09:57:09 +0000 https://vivicentro.it/?p=408000 Sequestrato ai responsabili di diciassette alberghi di Taormina che non hanno versato l’imposta di soggiorno riscossa dai turisti (video). I Finanzieri del Comando Provinciale di Messina hanno complessivamente sequestrato circa mezzo milione di euro ai responsabili di diciassette strutture alberghiere site nel comune di Taormina (ME) che hanno omesso, nel tempo, di versare l’imposta di […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Taormina: sequestrato circa mezzo milione di euro a diciassette alberghi

]]>

Sequestrato ai responsabili di diciassette alberghi di Taormina che non hanno versato l’imposta di soggiorno riscossa dai turisti (video).

I Finanzieri del Comando Provinciale di Messina hanno complessivamente sequestrato circa mezzo milione di euro ai responsabili di diciassette strutture alberghiere site nel comune di Taormina (ME) che hanno omesso, nel tempo, di versare l’imposta di soggiorno riscossa dai turisti della città.

L’operazione scaturisce da una complessa attività d’indagine, eseguita dai militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Taormina e coordinata dal Gruppo delle Fiamme Gialle di Messina, che ha portato all’emissione di un decreto di sequestro preventivo disposto dal Giudice per le Indagini Preliminari, su richiesta della Procura della Repubblica di Messina.

Le indagini esperite hanno consentito di accertare che i legali rappresentanti di importanti hotel presenti nella Perla dello Jonio, in qualità di incaricati di pubblico servizio in ordine alla riscossione delle somme dovute per l’imposta di soggiorno del comune di Taormina, si sono appropriati, nel tempo, delle somme ricevute dai propri clienti, omettendo di versarle nelle casse comunali.

L’attività investigativa, che si inquadra nell’ambito delle generali funzioni attribuite alla Guardia di Finanza ai fini della ricerca, prevenzione e repressione delle violazioni in materia di entrate dello Stato, delle Regioni, degli Enti locali e dell’Unione Europea, trae origine dall’analisi di dati ed elementi acquisiti dalle Fiamme Gialle taorminesi nell’ambito di un censimento delle strutture ricettive site nel comprensorio di Taormina, Giardini Naxos e Letojanni.

Dalle attività svolte, concernenti l’accertamento circa il regolare assolvimento, da parte dei gestori delle strutture ricettive, degli obblighi strumentali di dichiarazione e comunicazione afferenti all’imposta di soggiorno nei rispettivi Comuni di esercizio, e sostanziatesi, tra l’altro, nell’approfondimento dei dati rilevati dall’operazione “Tourist Tax”, in uso all’ente comunale, è emerso che gli albergatori investigati, in totale spregio della delibera del Consiglio n. 80 del 6 novembre 2012, che ha approvato il Regolamento dell’imposta di soggiorno nelle strutture alberghiere del territorio, risultavano inadempienti nei confronti dell’Ente.

Più in particolare, dall’analisi della documentazione acquisita agli atti dell’indagine, emergeva, altresì, come avessero ricevuto apposite diffide di pagamento, alle quali, tuttavia, rimanevano totalmente indifferenti.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Taormina: sequestrato circa mezzo milione di euro a diciassette alberghi

]]>
https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/taormina-sequestrato-circa-mezzo-milione-di-euro-a-diciassette-alberghi/feed/ 0
Castellammare, due nuovi casi di Covid-19: marito e moglie positivi https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/castellammare-due-nuovi-casi-di-covid-19-marito-e-moglie-positivi/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/castellammare-due-nuovi-casi-di-covid-19-marito-e-moglie-positivi/#respond Fri, 07 Aug 2020 08:46:22 +0000 https://vivicentro.it/?p=407990 Castellammare, due nuovi casi di Covid-19: marito e moglie positivi, rientravano da un’altra Regione. Hanno sintomi lievi Il sindaco di Castellammare di Stabia, Gaetano Cimmino, ha riferito di aver ricevuto comunicazioni dell’Asl circa due nuovi casi di Covid-19 correlati a cittadini stabiesi: si tratta di due coniugi di rientro da un’altra Regione, che a seguito […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Castellammare, due nuovi casi di Covid-19: marito e moglie positivi

]]>
Castellammare, due nuovi casi di Covid-19: marito e moglie positivi, rientravano da un’altra Regione. Hanno sintomi lievi

Il sindaco di Castellammare di Stabia, Gaetano Cimmino, ha riferito di aver ricevuto comunicazioni dell’Asl circa due nuovi casi di Covid-19 correlati a cittadini stabiesi: si tratta di due coniugi di rientro da un’altra Regione, che a seguito di alcuni lievi sintomi febbrili si sono sottoposti al tampone il cui esito è risultato positivo. Entrambi sono attualmente in buone condizioni in isolamento domiciliare insieme al proprio nucleo familiare.

Dall’azienda sanitaria arriva però anche una buona notizia: la 26enne operatrice sanitaria che lo scorso 25 luglio era risultata positiva al Covid-19 si è sottoposta il 2 e il 3 agosto ad ulteriori due tamponi, entrambi con esito negativo, ed è stata dichiarata ufficialmente guarita.

Continuerò a ripeterlo senza sosta: non possiamo permetterci di mollare la presa. Il virus è ancora in circolo ed è necessario prestare attenzione a tutte le vigenti disposizioni anti-Covid, indossando la mascherina in tutti i luoghi chiusi o affollati e rispettando il distanziamento sociale. Insieme siamo riusciti a superare la fase più acuta dell’emergenza. Insieme vinceremo questa sfida. Insieme ce la faremo.” ha commentato il primo cittadino stabiese augurando ai due nuovi contagiati una pronta e rapida guarigione.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Castellammare, due nuovi casi di Covid-19: marito e moglie positivi

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/castellammare-due-nuovi-casi-di-covid-19-marito-e-moglie-positivi/feed/ 0
Costante e intensa attività antidroga dei Carabinieri di Brescia https://vivicentro.it/regioni/nord/cronaca-nord/costante-e-intensa-attivita-antidroga-dei-carabinieri-di-brescia/ https://vivicentro.it/regioni/nord/cronaca-nord/costante-e-intensa-attivita-antidroga-dei-carabinieri-di-brescia/#respond Fri, 07 Aug 2020 08:45:57 +0000 https://vivicentro.it/?p=407993 Costante l’azione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Brescia nella prevenzione e il contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti. Costante e intensa attività antidroga dei Carabinieri di Brescia Dopo la recente attività svolta in Castel Mella e che ha portato al sequestro di 31 grammi di cocaina, ieri i Carabinieri della Compagnia di Brescia, in […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Costante e intensa attività antidroga dei Carabinieri di Brescia

]]>

Costante l’azione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Brescia nella prevenzione e il contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Costante e intensa attività antidroga dei Carabinieri di Brescia

Dopo la recente attività svolta in Castel Mella e che ha portato al sequestro di 31 grammi di cocaina, ieri i Carabinieri della Compagnia di Brescia, in città, hanno arrestato un cittadino straniero di origine marocchina, irregolare sul territorio nazionale. Al controllo l’uomo ha mostrato agli operanti una carta d’identità e una patente di guida palesemente contraffatte. Sottoposto a perquisizione personale e veicolare è stato trovato in possesso di 520 grammi di hashish e di 23 grammi di cocaina suddivisi in 29 dosi. Dai successivi accertamenti è emerso che l’uomo era rientrato illegalmente sul territorio nazionale poiché già espulso nel 2018 con accompagnamento alla frontiera a seguito di una pregressa condanna per violazione alla normativa sugli stupefacenti.

Accanto a questa attività, nella zona della stazione ferroviaria, è stato svolto un mirato servizio di controllo del territorio, con l’ausilio anche dei reparti speciali dell’Arma presenti sul capoluogo del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità, il Nucleo Ispettorato del Lavoro di Brescia e il Nucleo Carabinieri Cinofili di Orio al Serio (BG) e l’ausilio di una Stazione Mobile.

I controlli, proprio finalizzati alla prevenzione e repressione del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, sono stati estesi anche alle zone limitrofe lo scalo ferroviario e hanno interessato diversi locali pubblici. Qui oltre alla identificazione degli avventori si è proceduto alla verifica del rispetto delle misure sul distanziamento sociale nonché delle normative igienico-sanitarie e relative alla tutela dei lavoratori. In due casi sono state riscontrate irregolarità sotto il profilo igienico-sanitario e della normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. Riscontrata anche, in un caso, la presenza di due lavoratori irregolari.

Le sanzioni elevate hanno raggiunto la cifra di 15000 €.

L’attività si inserisce nel contesto di una mirata pianificazione operativa del Comando Provinciale Carabinieri di Brescia volta alla vigilanza delle aree ritenute maggiormente sensibili della città.

Cristina Adriana Botis

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Costante e intensa attività antidroga dei Carabinieri di Brescia

]]>
https://vivicentro.it/regioni/nord/cronaca-nord/costante-e-intensa-attivita-antidroga-dei-carabinieri-di-brescia/feed/ 0
Castellammare, il PD sull’aggressione al Carabiniere: “Sbagliato liquidarla come una banale lite” https://vivicentro.it/regioni/sud/politica-sud/castellammare-il-pd-sullaggressione-al-carabiniere-sbagliato-liquidarla-come-una-banale-lite/ https://vivicentro.it/regioni/sud/politica-sud/castellammare-il-pd-sullaggressione-al-carabiniere-sbagliato-liquidarla-come-una-banale-lite/#respond Fri, 07 Aug 2020 08:31:43 +0000 https://vivicentro.it/?p=407981 Castellammare, il PD sull’aggressione al Carabiniere: “Sbagliato liquidarla come una banale lite, l’Amministrazione Cimmino batta un colpo senza fare da scaricabarile “ Castellammare di Stabia – “Saremo in modo convinto in piazza aderendo alla manifestazione di solidarietà nei confronti di Giovanni Ballarò, voluta ed organizzata dal parroco don Salvatore Abagnale.” Questa la nota condivisa dalla […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Castellammare, il PD sull’aggressione al Carabiniere: “Sbagliato liquidarla come una banale lite”

]]>
Castellammare, il PD sull’aggressione al Carabiniere: “Sbagliato liquidarla come una banale lite, l’Amministrazione Cimmino batta un colpo senza fare da scaricabarile “

Castellammare di Stabia“Saremo in modo convinto in piazza aderendo alla manifestazione di solidarietà nei confronti di Giovanni Ballarò, voluta ed organizzata dal parroco don Salvatore Abagnale.” Questa la nota condivisa dalla sezione stabiese del PD che ha commentato gli ultimi risvolti nel caso dell’aggressione subita da un Carabiniere che stava cercando di sedare una rissa nei pressi della Villa Comunale.
Ci saremo consapevoli che la mobilitazione da sola non basta a fermare il clima di insicurezza e ferocia che si vive in città e a scagionare la politica e le istituzione dall’assunzione delle proprie responsabilità. Ci saremo perché riconosciamo lo straordinario lavoro fatto dalla Chiesa e dalle associazioni nei quartieri più difficili di questa città. Ci saremo perché è tempo di reagire tutti, istituzioni e cittadini. E’ tempo di svegliare le coscienze dal torpore.

E’ a nostro avviso sbagliato – sottolineano i democratici stabiesi – liquidare l’intera vicenda come una banale lite sconfinata in un’aggressione. I fatti accaduti restano di una gravità assoluta. Come Partito Democratico abbiamo proposto, a partire dall’aula consiliare, e quindi dalle istituzioni, una riflessione ampia a cui segua però un agire collettivo. Dobbiamo rafforzare la sicurezza dei luoghi pubblici e privati, elaborare nuove strategie di legalità diffusa, indagare la complessità del malessere sociale. Servono parole chiare e nette ma soprattutto azioni amministrative evidenti, coraggiose e coerenti con la necessità di preservare la sicurezza della città e diffondere la legalità. Le sirene della malavita non si sono certamente ammutolite, ma al contrario, minano il bene collettivo con tutti i mezzi a loro disposizione. Ribadiamo con forza, la necessità di convocare un Consiglio Comunale monotematico in via d’urgenza con all’ordine del giorno ‘’Emergenza Criminalità e Sicurezza dei cittadini’’.

Alle istituzioni il compito di discutere ed individuare proposte ed interventi all’altezza della situazione. È il momento che l’amministrazione riferisca quanto ha fatto e quanto ha intenzione di fare in merito alla sicurezza della città e alla serenità dei cittadini, dando gli opportuni chiarimenti anche in merito al funzionamento dell’impianto di videosorveglianza sul luogo dell’aggressione. Noi come forza politica siamo a lavoro per organizzare un momento di riflessione. Su questi temi non può esserci la consegna al silenzio. Pensiamo ad una fattiva collaborazione con le associazioni e le parrocchie sul tema del recupero e dell’educazione alla legalità partendo dai piu’ piccoli. La dispersione scolastica è un fenomeno che ci preoccupa, l’assenza di politiche sociali, l’inesistenza di programmazione, i richiami della strada costituiscono l’humus dove attecchisce la malavita, l’argine a tutto ciò è nell’assunzione di responsabilità e nella pratica quotidiana del governo di questi fenomeni. Noi siamo pronti a fare la nostra parte. Il tempo è scaduto. Il risveglio delle coscienze da solo non basta se non c’è risposta istituzionale adeguata. L’Amministrazione Cimmino batta un colpo senza fare da scaricabarile sono troppe le inadempienze nei più svariati settori.”

PD Circolo di Castellammare di Stabia

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Castellammare, il PD sull’aggressione al Carabiniere: “Sbagliato liquidarla come una banale lite”

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/politica-sud/castellammare-il-pd-sullaggressione-al-carabiniere-sbagliato-liquidarla-come-una-banale-lite/feed/ 0
Corruzione in discarica, arrestato mentre intascava la mazzetta https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/corruzione-in-discarica-arrestato-mentre-intascava-la-mazzetta/ https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/corruzione-in-discarica-arrestato-mentre-intascava-la-mazzetta/#respond Fri, 07 Aug 2020 08:00:03 +0000 https://vivicentro.it/?p=407969 Corruzione a Bellolampo (Pa), arrestati in flagranza il direttore tecnico della discarica e 2 imprenditori. Mazzetta da migliaia di euro. Ancora un caso di corruzione e arresti nella discarica di Bellolampo, praticamente una ormai collina di rifiuti alle spalle della piana ove sorge la città di Palermo, , raggiunge un’altezza di 430 m ed è […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Corruzione in discarica, arrestato mentre intascava la mazzetta

]]>

Corruzione a Bellolampo (Pa), arrestati in flagranza il direttore tecnico della discarica e 2 imprenditori. Mazzetta da migliaia di euro.

Ancora un caso di corruzione e arresti nella discarica di Bellolampo, praticamente una ormai collina di rifiuti alle spalle della piana ove sorge la città di Palermo, , raggiunge un’altezza di 430 m ed è visibile da quasi tutta la città.

Ci si era già occupati di corruzione e arresti nella discarica di Bellolampo “29 Giugno 2020 Operazione BEAUTIFUL FLASH: misure cautelari per 25 persone” e “13 Luglio 2020 Traffico illecito di rifiuti anche pericolosi. Arresti e sequestri di beni”.

In manette stavolta sono finiti per flagranza di reato:

Vincenzo Bonanno di 62 anni, Direttore Tecnico per la discarica di Bellolampo di Palermo, definita dalla Commissione antimafia regionale “simbolo della crisi rifiuti in Sicilia”, gestita dalla RAP s.p.a., società partecipata del Comune, che si occupa della lavorazione dei rifiuti solidi urbani provenienti dai Comuni di Palermo e di Ustica;

Emanuele Gaetano Caruso, originario di Paternò imprenditore nel settore dei rifiuti:

Daniela Pisasale di Siracusa ma residente a Catania, titolare di diverse società per il trattamento dei rifiuti che oltre ad essere la rappresentante della “Realizzazioni e Montaggi s.r.l.” e amministratore unico della “Ecoambiente Italia s.r.l.”.

Sono tutti accusati di corruzione aggravata.

Gli investigatori della Dia, a conclusione di un prolungato servizio di osservazione e pedinamento hanno sorpreso Caruso “nell’atto di consegnare a Bonanno una busta contenente 5000 euro in contanti. La successiva perquisizione nell’auto ha consentito di rinvenire all’interno ulteriori 13.250 euro. Gli uomini della Dia li pedinavano da giorni, fino a quando hanno assistito alla scena in diretta e sono scattati gli arresti.

Le inchieste sulla discarica di Bellolampo hanno riguardato persino max furti di gasolio, scoperti dai Carabinieri a fine giugno di quest’anno, organizzati da un operaio del movimento terra, Giovanni Calò, insieme ad altri dipendenti della Rap*: Alessandro Milazzo, Francesco Lopitale, Marco Corona, Fausto Mangano, Ciro Aurelio, Benedetto Scariano, Rosario Di Maggio, Salvatore Lullo, che avevano libero accesso ai mezzi e potevano svuotare i serbatoi di autocompattatori e mezzi pesanti come il compattatore Bomag per movimentare i rifiuti nell’impianto, o le pale cingolate, o ancora il polipo o ragno.

*La RAP S.p.A. – Risorse Ambiente Palermo – è un’Azienda a capitale pubblico del Comune di Palermo, impegnata su un territorio che si estende su una superficie di 159 Kmq, con una popolazione di circa 650 mila abitanti. Gli utenti della Società  sono tutti i cittadini palermitani e  tutti coloro che quotidianamente frequentano la nostra città  per motivi di studio, lavoro e turismo.

L’opinione.

Quando ci si appronta per scrivere gli articoli e si scorrono le quotidiane attività delle Forze dell’Ordine (almeno nei distretti o parte di essi ove vengono effettuate le indagini), si costata che giornalmente si ripetono arresti per corruzione e mazzette. Come anche poi, purtroppo, nelle discussioni private o anche nei commenti sui social, si sente e legge la percezione comune che, tanto, con buoni avvocati e considerata la decennale maggioranza di Giurisprudenza (stranamente) condiscendente, saranno come sempre tutti fuori, come d’altra parte avviene anche per delinquenti e mafiosi. Si potrebbe quasi dire che la generalizzata corruzione è anche la Storia da decenni dell’incancrenito sistema pubblico-politico-istituzionale-giuridico-burocratico-professionale-imprenditoriale-sindacale-intellettuale-mediatico-sociale, nello Stato, Regioni, Enti. Città Metropolitane e Comuni, italiano. La sensazione diviene ancora più amara dovendo ritenere che tanti grandi Uomini e Donne, negli anni, hanno dato vanamente pure la vita per combattere questo incarnato e culturalmente, quanto ufficialmente dissimulato, deviato (almeno sotto gli occhi di chi ancora può e vuole vedere) sistema nazionale. Si prova quindi la sgradevole percezione che non ci sia nulla da fare, seppure poi nel redigere il pezzo si spera sempre che possa almeno giovare per stimolare un pensiero socio-politico di cambiamento. Ma forse ancora mi illudo. Ciò in quanto ho già sperimentato di persona in annosa trincea che i Governi e Parlamenti di prima, dallo scranno più alto fino all’ultimo sgabello, di destra, sinistra e centro, erano di tutta evidenza interiormente conniventi, omertosi e retorici, se non anche mafiosi o quanto meno affiancati. Ma ho sperimentato anche che il Governo e Parlamento attuali si sono rivelati in merito una propaganda. Un esempio recente e che ho toccato con mano: quando si danno i giusti sostegni finanziari, facendo anche ulteriore debito pubblico, come nel caso dell’attuale crisi socio-economica dovuta alla pandemia da Covid-19, ragionevolezza vorrebbe, stante la notoria devianza etico-civile italiana, che si predispongano anche dei controlli, pure, anzi soprattutto, tramite i cittadini, dando a questi ultimi degli strumenti normativi per partecipare e vigilare sui propri Comuni, Enti e Regioni. Invece si spargono a pioggia i soldi pubblici, senza di fatto un predisposto e contemporaneo accertamento dell’uso e tanto pià con i cittadini che seppure di sana volontà civile, di fatto forzosamente impotenti, pertanto dando potere a Presidenti, Sindaci, ecc. per fare ciò che ne vogliono dei soldi pubblici, così amplificando l’endemico favoritismo, mercimonio e scambio di voto, politico-sociale-clientelare-elettorale di questa, eticamente mistificata ed imbellettata, italiana “Diligenza (come di recente l’ha definita anche il Presidente della Repubblica), statale, regionale e comunale. Una decennale legalizzata ingordigia che si compensa con l’estorsione fiscale. Fino a che dura.

Corruzione arrestati in flagranza

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Corruzione in discarica, arrestato mentre intascava la mazzetta

]]>
https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/corruzione-in-discarica-arrestato-mentre-intascava-la-mazzetta/feed/ 0
Favoreggiamento della prostituzione a Ospitaletto: tre denunce https://vivicentro.it/regioni/nord/cronaca-nord/favoreggiamento-della-prostituzione-a-ospitaletto-tre-denunce/ https://vivicentro.it/regioni/nord/cronaca-nord/favoreggiamento-della-prostituzione-a-ospitaletto-tre-denunce/#respond Fri, 07 Aug 2020 07:39:17 +0000 https://vivicentro.it/?p=407973 Gestivano alcune “case chiuse”. I Carabinieri di Ospitaletto denunciano un uomo e due donne per favoreggiamento della prostituzione. Favoreggiamento prostituzione a Ospitaletto: denunciati 1 uomo e 2 donne I Carabinieri della Stazione di Ospitaletto, a conclusione di una articolata attività di indagine intrapresa di iniziativa lo scorso mese di gennaio e protrattasi sino allo scorso […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Favoreggiamento della prostituzione a Ospitaletto: tre denunce

]]>

Gestivano alcune “case chiuse”. I Carabinieri di Ospitaletto denunciano un uomo e due donne per favoreggiamento della prostituzione.

Favoreggiamento prostituzione a Ospitaletto: denunciati 1 uomo e 2 donne

I Carabinieri della Stazione di Ospitaletto, a conclusione di una articolata attività di indagine intrapresa di iniziativa lo scorso mese di gennaio e protrattasi sino allo scorso luglio, hanno scoperto e disarticolato una organizzazione dedita allo sfruttamento della prostituzione.

Notato un sospetto via via di persone nei pressi di un locale commerciale situato nella zona industriale di Ospitaletto i militari predisponevano diversi servizi di monitoraggio. Appuravano che le continue visite alla struttura, in pieno giorno, erano riconducibile alla possibilità di usufruire di prestazioni sessuali a pagamento. Venivano quindi individuati tre soggetti, tutti italiani, un uomo e due donne, quali gestori della proficua attività.

In particolare l’uomo reperiva i locali da usare come casa di appuntamenti mentre le due donne gestivano i contatti con i clienti e le prostitute occupandosi anche della contabilità e della pubblicazione delle inserzioni pubblicitarie sui siti di annunci. L’indagine, che subiva una battuta d’arresto durante i mesi di forzata chiusura a causa della difficile situazione sanitaria legata all’epidemia di COVID-19 veniva riattualizzata alla riapertura delle attività accertando che l’attività di meretricio era ripresa nelle consuete modalità tanto che i militari riuscivano ad individuare un ulteriore locale commerciale ad Erbusco e un appartamento a Lonato del Garda usati dall’organizzazione quali alcove per gli incontri fra prostitute e clienti.

All’esito dell’attività investigativa i locali sono stati sequestrati dai Carabinieri di Ospitaletto su disposizione della locale A.G. e l’illecita attività interrotta, i tre dovranno rispondere di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione.

Cristina Adriana Botis

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Favoreggiamento della prostituzione a Ospitaletto: tre denunce

]]>
https://vivicentro.it/regioni/nord/cronaca-nord/favoreggiamento-della-prostituzione-a-ospitaletto-tre-denunce/feed/ 0
Caserta: “Un onore essere stato il vostro capitano e il vostro condottiero” https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/caserta-juve-stabia-16/ https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/caserta-juve-stabia-16/#respond Thu, 06 Aug 2020 21:16:18 +0000 https://vivicentro.it/?p=407964 Fabio Caserta, ex tecnico della Juve Stabia, ha pubblicato sul suo profilo Facebook il suo saluto alla città di Castellammare dopo otto anni in gialloblù Caserta: “Un onore essere stato il vostro capitano e il vostro condottiero” Fabio Caserta, ormai ex tecnico della Juve Stabia, ha pubblicato sul suo profilo Facebook un lungo messaggio in […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Caserta: “Un onore essere stato il vostro capitano e il vostro condottiero”

]]>
Fabio Caserta, ex tecnico della Juve Stabia, ha pubblicato sul suo profilo Facebook il suo saluto alla città di Castellammare dopo otto anni in gialloblù

Caserta: “Un onore essere stato il vostro capitano e il vostro condottiero”

Fabio Caserta, ormai ex tecnico della Juve Stabia, ha pubblicato sul suo profilo Facebook un lungo messaggio in cui saluta i tifosi, la città di Castellammare e in particolare la Curva Sud dopo otto anni di militanza in gialloblù prima da calciatore e poi da allenatore. Un messaggio carico di commozione per un uomo, prima ancora che calciatore e allenatore della Juve Stabia, che ha dato veramente tantissimo alla città di Castellammare nonostante l’ultima amarissima retrocessione di cui non è stato l’unico colpevole.

Di seguito le dichiarazioni di Fabio Caserta rilasciate sul suo profilo Facebook.

“Prima di scrivere ho voluto riflettere perché dentro di me c’era, e c’è ancora, tanta rabbia e
tristezza per come si è conclusa la mia esperienza a Castellammare.
Ed allora ho deciso di salutarvi con queste poche righe cui affido il compito di far comprendere
quanto sia stretto e speciale il mio legame con tutti VOI.
Tutto è nato il 31 gennaio 2012, una data indimenticabile: ultimo giorno del calciomercato.
Nulla lasciava presagire che la scelta di raggiungere la città delle acque avrebbe di colpo
cambiato la mia quotidianità.
Quel giorno ebbe inizio la mia esperienza con quella che sarebbe diventata la città mia e della
mia famiglia, ebbe inizio la storia con quella che poi sarebbe divenuta la mia famiglia per otto
bellissimi anni.
L’affetto che ho trovato in questa città mi ha immediatamente riempito il cuore di felicità, la
gente di Castellammare mi ha trattato da sempre come un loro figlio nei momenti belli ma
sopratutto nei miei momenti brutti e dolorosi, il tifo della Sud ed il calore del Menti mi hanno
sempre indotto a dare il massimo sino all’ultimo giorno, nel bene e nel male.
Quale professionista, prima come calciatore e poi come allenatore, probabilmente – anzi quasi
sicuramente – ho commesso degli errori ma nulla mi posso rimproverare sotto il profilo
dell’impegno e dell’abnegazione.
Ho sempre dato il massimo mettendo gli interessi della Juve Stabia e della città di Castellammare
prima dei miei, siano essi personali che economici.
Ho sempre e solo pensato al bene della Juve Stabia, squadra con la quale sono riuscito ad
ottenere tante gioie prima come calciatore e poi come allenatore.
Soprattutto come allenatore !!
Al primo anno ci siamo presentati ai nastri di partenza con un allenatore alla prima esperienza su
una panchina, ed una compagine costituita da gran parte da giovani calciatori e, nonostante ciò,
abbiamo collezionato un insperato quarto posto che ci ha permesso di disputare i playoff da cui
siamo stati eliminati senza alcun demerito … anzi !!
La seconda stagione invece …. è stata fantastica !!
Nessuno avrebbe scommesso un centesimo sulla possibilità di vincere il campionato.
Abbiamo messo a disposizione il nostro lavoro, abbiamo fatto parlare di noi: della nostra impresa
ne ha parlato tutta l’Italia sportiva.
Abbiamo compiuto un qualcosa che sotto certi aspetti è irripetibile, con una magnifica
promozione in B nell’annata dei record.
Ma purtroppo ogni rapporto prima poi giunge al termine ed anche il mio, nonostante il notevole
legame affettivo con questa splendida tifoseria e con questa magnifica città, è giunto ai titoli di
coda per una scelta non mia.
Se mi fosse toccato scegliere ed obbligato a lasciarvi, allora avrei di certo scelto un epilogo
diverso, quello di una salvezza tranquilla ed una squadra in B anche per l’annata prossima, ma
purtroppo non è andata così.
Ho pensato molto sul cosa scrivere in questa lettera di ringraziamento.
Mi sono venute in mente, come in un film, tutte le immagini dei miei anni qui con voi e devo
ammettere che, anche se ho vissuto periodi di frustrazione e di incazzature nel mio percorso
visivo, in mente ho ripercorso solo momenti positivi.
Sono affiorati in me solo ricordi piacevoli, che hanno mutato il mio stato d’animo.
Ci vorrebbe un’enciclopedia per descrivere tutti i momenti belli, tutte le sensazioni e le emozioni
che ho vissuto, perché allenare a Castellammare non è solo allenare lo Stabia, ma è fondersi con
un paese intero, vivere la Vostra quotidianità, prendere le Vostre abitudini ed imitare i Vostri
comportamenti.
Ce l’ho messa tutta: fino al lock down la squadra navigava in acque tranquille tanto che qualcuno
sognava traguardi inimmaginabili ad inizio stagione, ma poi l’arrivo della pandemia ha di fatto
scombussolato i piani facendoci terminare la parte finale del campionato nel modo che tutti
sappiamo.
Di questo solo io so quanto sono dispiaciuto, e per gli errori commessi sul campo sono il primo
ad esserne fortemente rammaricato, ma d’altronde solo chi non fa non sbaglia.
Tuttavia, non è mia abitudine guardare al passato, recriminare, cercare motivazioni,
giustificazioni o colpevoli.
Ringrazio Castellammare e gli Stabiesi, le tante persone che mi hanno manifestato stima e
rispetto, ed anche chi ha individuato in me la “causa di tutti i mali”.
Concludo dicendo che in questi anni ho vissuto un sogno bellissimo e voglio lasciare un segno
della mia immensa riconoscenza a tutti voi.
Ed allora A TUTTI VOI DICO GRAZIE, ed in modo particolare DICO GRAZIE a
tutti i ragazzi della CURVA SUD, CUORE ED ANIMA DEL TIFO E DEL CALCIO
STABIESE.
Grazie per quello che abbiamo passato insieme, per tutto quello che mi
avete trasmesso, per tutte le emozioni che mi avete fatto vivere e per tutti i
sacrifici e fatiche che abbiamo condiviso.
Spero di avervi dato qualcosa come giocatore, come allenatore e soprattutto
come uomo.
Ognuno di voi rimarrà sempre nel mio cuore e ogni domenica con il pensiero
sarò sempre vicino a voi !!
Vi lascio dicendo che E’ STATO UN ONORE PER ME VESTIRE I COLORI
GIALLOBLU, ESSERE IL VOSTRO CAPITANO E DA ULTIMO IL VOSTRO
CONDOTTIERO !!
GRAZIE, con affetto Fabio Caserta”. 
a cura di Natale Giusti

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Caserta: “Un onore essere stato il vostro capitano e il vostro condottiero”

]]>
https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/caserta-juve-stabia-16/feed/ 0
Napoli, controlli straordinari nei pressi della Stazione Centrale: denunciato un parcheggiatore abusivo https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/napoli-controlli-straordinari-nei-pressi-della-stazione-centrale-denunciato-un-parcheggiatore-abusivo/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/napoli-controlli-straordinari-nei-pressi-della-stazione-centrale-denunciato-un-parcheggiatore-abusivo/#respond Thu, 06 Aug 2020 19:02:33 +0000 https://vivicentro.it/?p=407961 Napoli, controlli straordinari nei pressi della Stazione Centrale: identificate 46 persone, denunciato un parcheggiatore abusivo Nella mattinata di oggi, gli agenti del Commissariato Vicaria-Mercato e dell’Ufficio Prevenzione Generale di Napoli, con il supporto degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nei pressi della Stazione Centrale, di […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Napoli, controlli straordinari nei pressi della Stazione Centrale: denunciato un parcheggiatore abusivo

]]>
Napoli, controlli straordinari nei pressi della Stazione Centrale: identificate 46 persone, denunciato un parcheggiatore abusivo

Nella mattinata di oggi, gli agenti del Commissariato Vicaria-Mercato e dell’Ufficio Prevenzione Generale di Napoli, con il supporto degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nei pressi della Stazione Centrale, di piazza Garibaldi e piazza del Carmine.
Nel corso dell’attività sono state identificate 46 persone di cui 19 con precedenti di polizia e controllati 23 veicoli.
In piazza del Carmine i poliziotti hanno denunciato un uomo poiché sorpreso nuovamente a svolgere l’attività di parcheggiatore abusivo e, contestualmente, gli hanno notificato un ordine di allontanamento.
Infine, i poliziotti hanno segnalato all’Autorità Giudiziaria due uomini, l’uno per inottemperanza al divieto di dimora a Napoli e l’altro, destinatario della misura dell’avviso orale, poiché si accompagnava a persone pregiudicate.

Riproduzione Riservata – Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. E’ possibile comunque richiedere autorizzazione scritta alla nostra redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link al nostro articolo.

 

La scorsa notte, due napoletani di 16 anni, con precedenti di polizia, sono stati arrestati per porto, detenzione di arma da sparo clandestina e resistenza aggravata a Pubblico Ufficiale, e denunciati per danneggiamento. LEGGI DI PIU’

Napoli, due 16enni arrestati per porto di arma clandestina e resistenza aggravata a Pubblico Ufficiale

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Napoli, controlli straordinari nei pressi della Stazione Centrale: denunciato un parcheggiatore abusivo

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/napoli-controlli-straordinari-nei-pressi-della-stazione-centrale-denunciato-un-parcheggiatore-abusivo/feed/ 0
Napoli, due 16enni arrestati per porto di arma clandestina e resistenza aggravata a Pubblico Ufficiale https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/napoli-due-16enni-arrestati-per-porto-di-arma-clandestina-e-resistenza-aggravata-a-pubblico-ufficiale/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/napoli-due-16enni-arrestati-per-porto-di-arma-clandestina-e-resistenza-aggravata-a-pubblico-ufficiale/#respond Thu, 06 Aug 2020 18:00:39 +0000 https://vivicentro.it/?p=407958 Napoli, due 16enni arrestati per porto e detenzione di arma clandestina e resistenza aggravata a Pubblico Ufficiale La scorsa notte, i Falchi della Squadra Mobile nel transitare in piazza Gian Battista Vico (Napoli) sono stati avvicinati da una persona che ha riferito di aver riconosciuto, in tre giovani a bordo di uno scooter con la […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Napoli, due 16enni arrestati per porto di arma clandestina e resistenza aggravata a Pubblico Ufficiale

]]>
Napoli, due 16enni arrestati per porto e detenzione di arma clandestina e resistenza aggravata a Pubblico Ufficiale

La scorsa notte, i Falchi della Squadra Mobile nel transitare in piazza Gian Battista Vico (Napoli) sono stati avvicinati da una persona che ha riferito di aver riconosciuto, in tre giovani a bordo di uno scooter con la targa coperta, coloro che, pochi giorni prima, lo avevano rapinato del suo cellulare con una pistola.
I poliziotti, con il supporto degli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, grazie alle descrizioni fornite dalla vittima, hanno intercettato il motociclo in via Foria ed hanno iniziato un lungo inseguimento nel corso del quale lo scooter ha speronato una moto di servizio per poi proseguire la fuga fino a via Cesare Rossaroll dove è stato bloccato dopo aver impattato contro un’auto in sosta.
I tre hanno continuato la fuga a piedi e, durante la corsa, uno di essi ha puntato un’arma contro gli operatori che, dopo un inseguimento, sono riusciti a bloccarne due.
Gli agenti hanno recuperato l’arma, una pistola a tamburo clandestina caricata con una cartuccia cal. 7,65, mentre, presso le abitazioni, hanno rinvenuto tre cartucce, due coltelli della lunghezza di 17 e 22 cm, due passamontagna e diversi capi di abbigliamento corrispondenti a quelli descritti dalla vittima nel giorno della rapina.
Due napoletani di 16 anni, con precedenti di polizia, sono stati arrestati per porto, detenzione di arma da sparo clandestina e resistenza aggravata a Pubblico Ufficiale, e denunciati per danneggiamento.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Napoli, due 16enni arrestati per porto di arma clandestina e resistenza aggravata a Pubblico Ufficiale

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/napoli-due-16enni-arrestati-per-porto-di-arma-clandestina-e-resistenza-aggravata-a-pubblico-ufficiale/feed/ 0
Castellammare, “La Notte dei Desideri”: intrattenimento e divulgazione alla Reggia di Quisisana https://vivicentro.it/regioni/sud/terza-pagina-sud/castellammare-la-notte-dei-desideri-intrattenimento-e-divulgazione-alla-reggia-di-quisisana/ https://vivicentro.it/regioni/sud/terza-pagina-sud/castellammare-la-notte-dei-desideri-intrattenimento-e-divulgazione-alla-reggia-di-quisisana/#respond Thu, 06 Aug 2020 17:25:26 +0000 https://vivicentro.it/?p=407953 Castellammare, torna “La Notte dei Desideri”: intrattenimento e divulgazione scientifica alla Reggia di Quisisana, martedì 11 agosto alle 20.30 Castellammare di Stabia – Intrattenimento abbinato alla divulgazione scientifica: torna, per il secondo anno consecutivo, “La Notte dei Desideri” in scena sulla balconata della Reggia di Quisisana. L’evento si terrà martedì 11 agosto alle ore 20.30 […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Castellammare, “La Notte dei Desideri”: intrattenimento e divulgazione alla Reggia di Quisisana

]]>
Castellammare, torna “La Notte dei Desideri”: intrattenimento e divulgazione scientifica alla Reggia di Quisisana, martedì 11 agosto alle 20.30

Castellammare di Stabia – Intrattenimento abbinato alla divulgazione scientifica: torna, per il secondo anno consecutivo, “La Notte dei Desideri” in scena sulla balconata della Reggia di Quisisana.

L’evento si terrà martedì 11 agosto alle ore 20.30 e prevede la partecipazione, in presenza o in video, di rappresentanti del mondo della scienza e altre eccellenze cittadine che esprimeranno i loro desideri nella notte delle stelle cadenti. Ad impreziosire la serata, presentata dal professor Pierluigi Fiorenza, ci sarà il concerto “Tango y mas” col quintetto di Alfredo e Michele Di Martino e due ballerini di “Napolitango”.

Alla manifestazione si accederà in maniera contingentata, secondo le vigenti normative anti-Covid, col biglietto d’invito che si potrà ritirare a partire dalle ore 10.00 di venerdì 7 agosto presso l’Azienda di Turismo di Castellammare, situata in piazza Matteotti, fino ad esaurimento ticket.

 

Riproduzione Riservata – Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. E’ possibile comunque richiedere autorizzazione scritta alla nostra redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link al nostro articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Castellammare, “La Notte dei Desideri”: intrattenimento e divulgazione alla Reggia di Quisisana

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/terza-pagina-sud/castellammare-la-notte-dei-desideri-intrattenimento-e-divulgazione-alla-reggia-di-quisisana/feed/ 0
Raddoppio ferroviario Messina-Catania “entro l’anno l’avvio dei lavori” https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/raddoppio-ferroviario-messina-catania-entro-lanno-lavvio-dei-lavori/ https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/raddoppio-ferroviario-messina-catania-entro-lanno-lavvio-dei-lavori/#respond Thu, 06 Aug 2020 16:35:40 +0000 https://vivicentro.it/?p=407947 Lo ha annunciato il Viceministro alle Infrastrutture Cancelleri “entro l’anno il via alla gara per il raddoppio ferroviario Messina-Catania” . “Per la realizzazione della direttrice ferroviaria Messina-Catania-Palermo, tratta Giampilieri-Fiumefreddo ho acquisito tutti i pareri ed entro l’anno ci sarà il bando di gara per l’avvio dei lavori – ha scritto il Viceministro alle Infrastrutture Giancarlo […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Raddoppio ferroviario Messina-Catania “entro l’anno l’avvio dei lavori”

]]>

Lo ha annunciato il Viceministro alle Infrastrutture Cancelleri “entro l’anno il via alla gara per il raddoppio ferroviario Messina-Catania” .

“Per la realizzazione della direttrice ferroviaria Messina-Catania-Palermo, tratta Giampilieri-Fiumefreddo ho acquisito tutti i pareri ed entro l’anno ci sarà il bando di gara per l’avvio dei lavoriha scritto il Viceministro alle Infrastrutture Giancarlo Cancellari sulla propria pagina facebook – Finalmente si è concluso l’iter che permette di dare il via alla gara per il raddoppio ferroviario sulla tratta Messina-Catania. Un’opera che sto seguendo dal primo giorno che mi sono insediato al Mit, perché creerà le condizioni per l’incremento dell’offerta ferroviaria siciliana e velocizzerà i servizi e il collegamento tra i capoluoghi di Catania e Messina. Un’opera del valore di 2 miliardi e 300 milioni di euro che contribuirà a dare una boccata d’ossigeno, in termini economici e occupazionali, creerà infatti molti posti di lavoro, e diminuirà il deficit infrastrutturale dell’isola. Sono felice di questo risultato, ora bisogna andare avanti, velocemente e in tempi brevi”.

Ci si era occupati del raddoppio ferroviario Messina-Catania sul percorso tra Giampilieri e Fiumefreddo in un articolo “16 Marzo 2019 Ferrovie, 1,7 miliardi per la Palermo-Catania e gara entro giugno per il raddoppio Giampilieri-Fiumefreddo” e “17 Febbraio 2020 Raddoppio ferroviario: a giugno 2020 il bando di gara”.

Il raddoppio ferroviario della tratta Messina-Catania è un’opera del valore di 2 miliardi e 300 milioni di euro che prevede, oltre al raddoppio della linea ferroviaria tra Giampilieri e Fiumefreddo, lunga circa 42 km di cui l’85% in galleria, la realizzazione delle nuove fermate di Fiumefreddo, Sant’Alessio Siculo-Santa Teresa di Riva, Alcantara, Taormina, Nizza-Alì e Itala-Scaletta. Tutta la tratta ferroviaria verrebbe spostata a monte rispetto al tracciato attuale, che invece scorre lungo la costa ionica guardando il mare e regalando paesaggi di impareggiabile valore.

La Riviera Jonica messinese-catanese – dopo decenni di generalizzata accidia politico-infrastrutturale che si trascina sin dal 1969 anno in cui fu costruita l’autostrada A18 Messina-Catania che diede un notevole impulso al cambiamento territoriale economico-occupazionale – potrà rivedere tornare un investimento importante sul proprio territorio.

Il raddoppio della tratta ferroviaria Messina-Catania sarà realizzato nei 42 chilometri tra Giampilieri (ME) e Fiumefreddo (CT), mentre per il resto del percorso esiste già il doppio binario, di cui ben 38 chilometri verranno costruiti in galleria per evitare l’attraversamento dei centri abitati, come invece si snoda l’attuale mono-binario, così liberando molte aree socio-abitative adesso impegnate e vincolate dalla vecchia ferrovia.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Raddoppio ferroviario Messina-Catania “entro l’anno l’avvio dei lavori”

]]>
https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/raddoppio-ferroviario-messina-catania-entro-lanno-lavvio-dei-lavori/feed/ 0
Gori incrementa il monitoraggio di fonti e impianti di distribuzione https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/gori-monitoraggio-fonti-impianti/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/gori-monitoraggio-fonti-impianti/#respond Thu, 06 Aug 2020 14:05:43 +0000 https://vivicentro.it/?p=407944 CARENZA IDRICA E AUMENTO DEL CONSUMO DI ACQUA POTABILE GORI INCREMENTA IL MONITORAGGIO DI FONTI E IMPIANTI E INVITA I CITTADINI AD UN USO SOSTENIBILE DELLA RISORSA L’inverno e la primavera 2020 hanno fatto registrare in tutta Italia, e nel Sud in particolare, una notevole scarsità di piogge rispetto alle medie del periodo. La diminuzione […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Gori incrementa il monitoraggio di fonti e impianti di distribuzione

]]>

CARENZA IDRICA E AUMENTO DEL CONSUMO DI ACQUA POTABILE
GORI INCREMENTA IL MONITORAGGIO DI FONTI E IMPIANTI E INVITA I CITTADINI AD UN USO SOSTENIBILE DELLA RISORSA

L’inverno e la primavera 2020 hanno fatto registrare in tutta Italia, e nel Sud in particolare, una notevole scarsità di piogge rispetto alle medie del periodo. La diminuzione delle precipitazioni, resa nota dall’Osservatorio permanente sugli utilizzi idrici dell’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale, e l’attuale aumento dei consumi di acqua potabile dovuto alle alte temperature estive, richiedono a tutti noi di mettere in campo ogni azione necessaria a prevenire scenari di scarsità della risorsa idrica e conseguenti deficit della fornitura.

Al fine di limitare eventuali situazioni di criticità, GORI ha notevolmente incrementato le attività di monitoraggio degli impianti e delle fonti gestite, provvedendo all’analisi continua dei dati registrati dai sistemi di telecontrollo al fine di assicurare la continuità del servizio, valutando differenti scenari a seconda delle diverse zone di fornitura, e azioni gestionali differenziate tese a prevenire e/o a ridurre gli effetti di una possibile carenza idrica.

In tale ottica, sulla scia di quanto già comunicato dall’Ente Idrico Campano con un’apposita campagna informativa contro lo spreco di acqua, diventa particolarmente importante anche il contributo dei cittadini, attraverso il rispetto delle seguenti buone pratiche di consumo.

  1. Prediligere la doccia al bagno. Per ogni doccia, infatti, si utilizzano circa 30-35 litri d’acqua invece dei 150-180 mediamente necessari per riempire la vasca da bagno.
  2. Evitare di sciacquare piatti e posate prima di riporli in lavastoviglie.
  3. Consumare consapevolmente l’acqua di rubinetto evitando di farla scorrere inutilmente: chiudere il flusso mentre ci si insapona, si spazzolano i denti o ci si rade la barba, e lavare le verdure utilizzando delle bacinelle.
  4. Usare la lavatrice e la lavastoviglie preferibilmente a pieno carico.
  5. Riparare sempre i rubinetti che perdono.

Al fine di scongiurare eventuali, transitorie mancanze d’acqua, GORI continuerà a monitorare con attenzione i pozzi, le sorgenti e gli impianti gestiti, nell’ottica della massima tutela della risorsa idrica, e di un utilizzo sempre più sostenibile e responsabile della stessa.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Gori incrementa il monitoraggio di fonti e impianti di distribuzione

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/gori-monitoraggio-fonti-impianti/feed/ 0
Juve Stabia | Improta: “Ripartiamo. Guardiamo avanti con fiducia” https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/improta-juve-stabia-ghinassi/ https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/improta-juve-stabia-ghinassi/#respond Thu, 06 Aug 2020 12:40:58 +0000 https://vivicentro.it/?p=407935 L’amministratore unico della Juve Stabia, Gianni Improta, é intervenuto oggi nella conferenza di presentazione del neo D.S. delle Vespe Filippo Ghinassi: “Siamo qui per presentare il neo ds della Juve Stabia, Filippo Ghinassi. É un direttore sportivo molto giovane ma che ha fatto benissimo all’Imolese nella sua esperienza li. É stato fortemente voluto dal presidente […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Juve Stabia | Improta: “Ripartiamo. Guardiamo avanti con fiducia”

]]>

L’amministratore unico della Juve Stabia, Gianni Improta, é intervenuto oggi nella conferenza di presentazione del neo D.S. delle Vespe Filippo Ghinassi:

“Siamo qui per presentare il neo ds della Juve Stabia, Filippo Ghinassi. É un direttore sportivo molto giovane ma che ha fatto benissimo all’Imolese nella sua esperienza li. É stato fortemente voluto dal presidente Andrea Langella e io gli auguro le migliori fortune.

Lui é un dirigente giovane così come sarà giovane la Juve Stabia della prossima stagione. Questo non vuol dire che non saremo ambiziosi, anzi. Vogliamo far sognare i nostri tifosi come successo nelle ultime stagioni.

Il tragico epilogo della retrocessione é stato inaspettato e fa ancora male ma questo non vuol dire che dobbiamo dimenticare quanto hanno fatto bene alla Juve Stabia l’ex ds Ciro Polito e il tecnico Fabio Caserta. Hanno scritto pagine importanti della storia delle vespe e meritano ogni bene. Non ci aspettavamo la retrocessione, credo che l’assenza dei tifosi abbia inciso più del dovuto.

Castellammare é una piazza importante e la Juve Stabia é una società gloriosa. Ghinassi avrà tanto lavoro da fare ma ciò che mi preme dire é che la società delle vespe permette a tutti di lavorare in armonia. Sugli abbonati non abbiamo ancora deciso, vedremo più avanti. La nostra speranza per la prossima stagione é sicuramente quella di riavere i nostri tifosi perché i tifosi delle Vespe fanno veramente la differenza e ne abbiamo avuto la dimostrazione.

Manniello e Langella si sono fidati di Filippo Ghinassi e lo farò anche io. Gli darò una mano dove possibile, ovviamente per il bene della Juve Stabia. L’aspetto tecnico tattico passa nelle mani di Andrea Langella dopo essere stato nelle mani di Franco Manniello.

Abbiamo tanta voglia di ripartire dopo due mesi che ci hanno tolto il sogno della B.”

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Juve Stabia | Improta: “Ripartiamo. Guardiamo avanti con fiducia”

]]>
https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/improta-juve-stabia-ghinassi/feed/ 0
Juve Stabia | Ghinassi: “Arrivo con fame e gioia come se andassi al Boca” https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/juve-stabia-ghinassi-arrivo-con-fame-e-gioia-come-se-andassi-al-boca/ https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/juve-stabia-ghinassi-arrivo-con-fame-e-gioia-come-se-andassi-al-boca/#respond Thu, 06 Aug 2020 12:32:07 +0000 https://vivicentro.it/?p=407932 Filippo Ghinassi, nuovo direttore sportivo della Juve Stabia, è stato presentato stamattina in sala stampa al “Menti”: le sue dichiarazioni Juve Stabia | Ghinassi: “Arrivo con fame e gioia come se andassi al Boca Juniors” Stamane al “Romeo Menti” la presentazione del nuovo direttore sportivo della Juve Stabia, Filippo Ghinassi, ex Imolese, che succede a […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Juve Stabia | Ghinassi: “Arrivo con fame e gioia come se andassi al Boca”

]]>

Filippo Ghinassi, nuovo direttore sportivo della Juve Stabia, è stato presentato stamattina in sala stampa al “Menti”: le sue dichiarazioni

Juve Stabia | Ghinassi: “Arrivo con fame e gioia come se andassi al Boca Juniors”

Stamane al “Romeo Menti” la presentazione del nuovo direttore sportivo della Juve Stabia, Filippo Ghinassi, ex Imolese, che succede a Ciro Polito esonerato al pari del tecnico Fabio Caserta due giorni fa. Le sue dichiarazioni sono state raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it.

“Mi avete accolto come Castellammare solo sa fare. Sono venuto per fare un colloquio. Il presidente Langella mi ha detto che cercava una figura fuori dall’ambiente di Castellammare. Una figura pulita che veniva da fuori. Io ho messo sul piatto i risultati di una realtà piccola. Arrivo qui con determinazione, fame e gioia come se arrivassi al Real Madrid, al Barcellona. E’ come se arrivassi al Boca Juniors e vogliamo voltare pagina. Chi ama questa maglia non può non avere sofferto. 

Ciò che posso fare è iniziare a lavorare domani. Non ho vissuto quest’amarezza e spero che l’ambiente non parli più di retrocessione ma pensi con positività al futuro. Siamo una realtà importante per la Serie C ma andremo a giocare forse nel campionato di Serie C più duro di tutti i tempi. Non “dobbiamo vincere” perchè c’è una squadra che deve vincere e sapete tutti quale è, ma sicuramente vogliamo vincere. Vogliamo restituire ai ragazzi della Curva la gioia di sentirsi orgogliosi della squadra della propria città. Capisco – continua Ghinassi – che l’ambiente abbia delle ferite che sanguinano ancora ma il calcio non ci aspetta. Mi aiuterà la mia testa libera e il mio entusiasmo per fare qualcosa di importante. Spero di trasmetterla all’ambiente. Sarà la Serie C più dura di tutti i tempi ma anche più affascinante. 

Non abbiamo l’obbligo di vincere ma vogliamo vincere, costruiremo una squadra per stupire in un girone durissimo. Mi piacerebbe vedere che le squadre che verranno qui siano felici e festeggino quando riescono a strappare un punto. 

Sceglieremo un allenatore bravo. Ieri è stata un’escalation per me. Hanno visto in me la figura di cui si crede abbiano bisogno. Conosco benissimo questa categoria. Andremo a ragionare bene su un allenatore forte che arrivi a Castellammare con la stessa fame che ho io. 

Sono stato anche responsabile del settore giovanile all’Imolese. Ieri ho parlato con Mainolfi e gli ho già chiesto qualche cosa. A Imola i giovani erano aiutati dalla dimensione che aveva l’Imolese. Mi piacciono i giovani non chi sverna. Dovrò capire quale è il vestito su misura per il settore giovanile della Juve Stabia. Devo comprendere questa realtà e capire cosa c’è in questo territorio. 

Ho dato un’occhiata sulla rosa. Ci sono ragazzi che avranno le stesse ferite che io ho trovato, che hanno vissuto una retrocessione. Per me la mentalità è unica. I calciatori che sono sotto contratto dopo l’allenatore saranno incontrati. Se c’è qualcuno che non ha la stessa testa che ho io, andrà via. Li guarderò negli occhi per capire se hanno la stessa fame che ho io. Forte è il terzo marcatore della Serie B. Noi vogliamo giocatori forti come lui. Se il ragazzo spera nella A e io lo devo convincere per giocare in C, faremmo solo un pastrocchio. Bisogna voltare pagina per il bene di tutti. 

Gli step sono scelta dell’allenatore e colloqui singoli con i calciatori. La prima parte del mio lavoro si svolgerà principalmente per telefono. Ho delle idee – continua Ghinassi – ma devono passare per lo step motivazionale di cui parlavo prima. Lo spessore del calciatore è oggettivo ma deve essere contestualizzato nel disegno tattico dell’allenatore. 

Non do numeri sul budget da investire, è giusto che lo faccia la società se lo vuole. Andiamo a fare la Serie C più dura e più bella di tutti i tempi. La Juve Stabia vuole fare bene e non ha paura di nessuno. Il ritiro? Il raduno sarà fatto forse nella settimana del 24 agosto, il ritiro sarà agli inizi di settembre. Andremo nella direzione di una gestione equilibrata della società che darà un grande futuro alla Juve Stabia. Si andrà incontro alla direzione della continuità. La durata del mio contratto è un anno. Se dimostrerò di essere in grado di essere all’altezza della Juve Stabia, ne parleremo”. 

a cura di Natale Giusti 

 

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Juve Stabia | Ghinassi: “Arrivo con fame e gioia come se andassi al Boca”

]]>
https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/juve-stabia-ghinassi-arrivo-con-fame-e-gioia-come-se-andassi-al-boca/feed/ 0
Napoli, Pianura: 56 piante di marijuana in cantina: 59enne denunciato https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/napoli-pianura-56-piante-di-marijuana-in-cantina-59enne-denunciato/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/napoli-pianura-56-piante-di-marijuana-in-cantina-59enne-denunciato/#respond Thu, 06 Aug 2020 11:46:40 +0000 https://vivicentro.it/?p=407928 Napoli, Pianura: serra di marijuana in casa. Sequestrate 56 piante. Inoltre nella zona di Soccavo un uomo è stato denunciato per furto di pneumatici ed evasione – VIDEO Napoli, Pianura: 56 piante di marijuana in cantina: 59enne denunciato Martedì mattina gli agenti della VI sezione della Squadra Mobile di Napoli, durante un servizio di contrasto […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Napoli, Pianura: 56 piante di marijuana in cantina: 59enne denunciato

]]>

Napoli, Pianura: serra di marijuana in casa. Sequestrate 56 piante. Inoltre nella zona di Soccavo un uomo è stato denunciato per furto di pneumatici ed evasione – VIDEO

Napoli, Pianura: 56 piante di marijuana in cantina: 59enne denunciato

Martedì mattina gli agenti della VI sezione della Squadra Mobile di Napoli, durante un servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno effettuato un controllo in via Strada Comunale Pianura-Marano presso l’abitazione di un uomo. All’interno della cantina i poliziotti hanno scoperto una serra per la coltivazione di piante di marijuana, completa di un complesso sistema di areazione forzata e di illuminazione per accelerare la crescita degli arbusti, alimentato da un impianto fotovoltaico di 12 pannelli solari.
I poliziotti hanno sequestrato 56 piante di marijuana ed hanno denunciato C.M., 59enne napoletano, per coltivazione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

A Soccavo, invece, stanotte gli agenti del Commissariato San Paolo, durante il servizio di controllo del territorio, su segnalazione della Centrale Operativa sono intervenuti in via Ben Hur per un furto di pneumatici.
I poliziotti hanno fermato un’auto con a bordo due uomini, uno dei quali si è dato alla fuga a piedi, ed hanno rinvenuto nella vettura diversi arnesi atti allo scasso e quattro ruote asportate poco prima ad un’automobile in sosta nella stessa strada.
V.N., 48enne napoletano sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, è stato denunciato per evasione e furto aggravato, e sanzionato per mancata copertura assicurativa; inoltre, l’auto è stata sottoposta a sequestro amministrativo.

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o
utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere
autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede
comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente
articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Napoli, Pianura: 56 piante di marijuana in cantina: 59enne denunciato

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/napoli-pianura-56-piante-di-marijuana-in-cantina-59enne-denunciato/feed/ 0
Torre Annunziata, operazione “Alto Impatto”: controlli sul territorio https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/torre-annunziata-operazione-alto-impatto-controlli-sul-territorio/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/torre-annunziata-operazione-alto-impatto-controlli-sul-territorio/#respond Thu, 06 Aug 2020 10:36:43 +0000 https://vivicentro.it/?p=407924 Torre Annunziata, operazione “Alto Impatto”: i carabinieri controllano il territorio Torre Annunziata, proseguono i servizi “Alto Impatto” da parte dei carabinieri, nel periodo estivo. I risultati Nel prosieguo dei servizi rafforzati di controllo del territorio disposti dal comando Provinciale di Napoli, incentrati sulle aree a maggior rischio del centro oplontino, i carabinieri della Compagnia di […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Torre Annunziata, operazione “Alto Impatto”: controlli sul territorio

]]>

Torre Annunziata, operazione “Alto Impatto”: i carabinieri controllano il territorio

Torre Annunziata, proseguono i servizi “Alto Impatto” da parte dei carabinieri, nel periodo estivo. I risultati

Nel prosieguo dei servizi rafforzati di controllo del territorio disposti dal comando Provinciale di Napoli, incentrati sulle aree a maggior rischio del centro oplontino, i carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata, insieme ai militari del Reggimento Campania e da un elicottero del Nucleo Elicotteri di Pontecagnano, hanno eseguito una nuova operazione “Alto Impatto” nel quartiere popolare “Penniniello”, procedendo all’esecuzione di perquisizioni per interi blocchi di edificio.

Sono state impiegate anche due unità cinofile, Katy e Nepal, due pastori tedeschi specializzati nella ricerca di stupefacenti ed armi e, per la prima volta, due team delle Aliquote di Primo Intervento del Gruppo Radiomobile di Napoli, dotate di specifici equipaggiamenti ed addestramento per l’effettuazione di interventi ad alto rischio.

Nell’isolato 21 sono stati rinvenuti 31 grammi di cocaina, 76 grammi di marijuana, 2 bilancini di precisione e diverse bustine per il confezionamento delle dosi. La “merce” era nascosta in diversi nascondigli ricavati nei gradini della scala comune ed in alcuni incavi nel muro.

Nelle fondazioni dello stabile, è stato scoperto un impianto destinato con tutta probabilità alla coltivazione illegale di canapa indica. Delle serre in tela cerata, lampade alogene ed allacci abusivi alle condutture idriche e alla rete elettrica, erano state predisposte in un luogo completamente nascosto alla vista dall’esterno. Trovati anche diversi vasi ancora riempiti di terriccio, mentre la coltivazione era già stata molto probabilmente rimossa nei giorni precedenti.

Rinvenuti anche 2 bossoli esplosi e calibro 9×21.

Durante le operazioni sono stati individuati 4 allacci abusivi alla rete elettrica. In un caso i cavi erano direttamente collegati alla rete comunale con un danno all’ente pubblico. Denunciate all’Autorità Giudiziaria 5 persone.

I servizi “Alto Impatto” – disposti dal Comando Provinciale di Napoli – sono così denominati in ragione dell’impiego combinato di Reparti dell’Arma territoriale, di quelli della linea Mobile e dei Reparti Speciali. Questi servizi – incentrati sulle aree della città a maggior rischio e densità criminale – permettono un maggior numero di militari con diverse competenze specialistiche.

I risultati ottenuti negli ultimi 36 giorni sono così riassunti in sintesi:

– 11 le persone arrestate e 16 quelle denunciate in stato di libertà;

– 4 le armi da fuoco sequestrate: 1 pistola automatica di fabbricazione turca, completa di silenziatore, 1 pistola mitragliatrice Uzi, 1 pistola mitragliatrice di fabbricazione artigianale ed 1 pistola calibro 7.65 di fabbricazione artigianale;

– 544 le munizioni rinvenute e sequestrate, di svariati calibri, dal 7,62 al 357 magnum al 9 mm.;

– 1 ordigno esplosivo improvvisato del peso di circa 400 grammi sequestrato;

– 1 pressa idraulica per la fabbricazione di munizioni per armi da fuoco sequestrata;

– 3,345 kg i chilogrammi di stupefacente sequestrati: 15 grammi di eroina, 271 grammi di cocaina, 3,1 kg di marijuana, 190 grammi di hashish;

– 1 pressa per il confezionamento di panetti di stupefacente rinvenuta e sequestrata;

– 1 impianto clandestino per la coltivazione illegale di canapa indica rinvenuto e sequestrato;

– 11.250 euro di somme in contante e di presunta origine illecita sequestrate;

– 21 le persone segnalate al Prefetto quali assuntori di stupefacente;

– 862 le persone e 501 i veicoli controllati;

– 96 le contravvenzioni al codice della strada elevate, per un importo complessivo di 60 mila e 300 euro, con il sequestro di 14 veicoli ed il ritiro di 19 patenti di guida.
Determinante l’ausilio fornito, in più circostanze, dai Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Napoli nonché del personale tecnico dell’Enel e della Gori, che hanno consentito di verificare ulteriori condotte illecite, a scapito di servizi essenziali per la comunità, individuando 20 allacci abusivi alla rete elettrica e idrica, con relative denunce a carico dei responsabili.

 

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Torre Annunziata, operazione “Alto Impatto”: controlli sul territorio

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/torre-annunziata-operazione-alto-impatto-controlli-sul-territorio/feed/ 0
CdM – Napoli, oggi il test decisivo per Insigne https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/cdm-napoli-oggi-il-test-decisivo-per-insigne/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/cdm-napoli-oggi-il-test-decisivo-per-insigne/#respond Thu, 06 Aug 2020 10:04:19 +0000 https://vivicentro.it/?p=407922 Il capitano vuole scendere in campo contro il Barcellona CdM – Napoli, oggi il test decisivo per Insigne Il capitano stringe i denti, vuole esserci. Lorenzo Insigne sta facendo il possibile per recuperare e,secondo quanto raccontato dal Corriere del Mezzogiorno, in giornata svolgerà il test decisivo per capire se potrà andare  a Barcellona. Riportiamo qui […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo CdM – Napoli, oggi il test decisivo per Insigne

]]>
Il capitano vuole scendere in campo contro il Barcellona

CdM – Napoli, oggi il test decisivo per Insigne

Il capitano stringe i denti, vuole esserci. Lorenzo Insigne sta facendo il possibile per recuperare e,secondo quanto raccontato dal Corriere del Mezzogiorno, in giornata svolgerà il test decisivo per capire se potrà andare  a Barcellona. Riportiamo qui di seguito quanto scritto dal quotidiano:

“Gattuso spera di poter contare sul tridente che ha fatto la storia, significherebbe avere a disposizione anche Insigne che ieri, oltre alle terapie, ha svolto anche un po’ di lavoro personalizzato tra la palestra e il campo. Il capitano è tornato ad assaporare il terreno di gioco, oggi intensificherà i test, lavorerà col gruppo probabilmente solo per una parte dell’allenamento, proverà anche a calciare, soprattutto d’interno piede per sollecitare la reazione dell’adduttore lungo sinistro che si è fermato nella gara contro la Lazio”

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo CdM – Napoli, oggi il test decisivo per Insigne

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/cdm-napoli-oggi-il-test-decisivo-per-insigne/feed/ 0
Il Mattino – Napoli, Callejon è vicinissimo all’addio https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/il-mattino-napoli-callejon-e-vicinissimo-alladdio/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/il-mattino-napoli-callejon-e-vicinissimo-alladdio/#respond Thu, 06 Aug 2020 09:45:11 +0000 https://vivicentro.it/?p=407920 La Champions sarà l’ultima competizione dello spagnolo in azzurro Il Mattino – Napoli, Callejon è vicinissimo all’addio Callejon-Napoli, una storia giunta al lieto fine. Al termine della stagione infatti, secondo quanto scritto da Il Mattino, lo spagnolo lascerà il Napoli definitivamente. A tal proposito, ecco quanto riportato dal quotidiano:   “L’eventuale arrivo di Boga, oltre […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Il Mattino – Napoli, Callejon è vicinissimo all’addio

]]>
La Champions sarà l’ultima competizione dello spagnolo in azzurro

Il Mattino – Napoli, Callejon è vicinissimo all’addio

Callejon-Napoli, una storia giunta al lieto fine. Al termine della stagione infatti, secondo quanto scritto da Il Mattino, lo spagnolo lascerà il Napoli definitivamente. A tal proposito, ecco quanto riportato dal quotidiano:

 

“L’eventuale arrivo di Boga, oltre a quelli di Osimhen e Petagna, prevede che Milik, Younes, Ounas e Llorente siano messi sul mercato: potranno entrare in scambi o essere utilizzati per far cassa. Anche Callejon è sempre più vicino all’addio: dopo la gara con il Barcellona ci sarà un ultimo incontro con lo spagnolo, il suo agente Quilon e Aurelio De Laurentiis. Già solo un modo cordiale per salutarsi dopo tanti anni, con una sorpresa sulla permanenza che, ormai, rasenta percentuali bassissime”

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Il Mattino – Napoli, Callejon è vicinissimo all’addio

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/il-mattino-napoli-callejon-e-vicinissimo-alladdio/feed/ 0
Manolas:”So come fermare il Barcellona. Suarez? C’è Koulibaly” https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/manolas-so-come-fermare-il-barcellona-suarez-ce-koulibaly/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/manolas-so-come-fermare-il-barcellona-suarez-ce-koulibaly/#respond Thu, 06 Aug 2020 09:33:29 +0000 https://vivicentro.it/?p=407917 Manolas:”Insigne? Speriamo recuperi”   Manolas:”So come fermare il Barcellona. Suarez? C’è Koulibaly” Kostas Manolas, difensore del Napoli, è stato intervistato dal quotidiano Repubblica in vista del match contro il Barcellona. Ecco le sue dichiarazioni: Com’è il Camp Nou? “Stadio imponente, farà impressione pure vuoto. Il campo è largo, ideale per il loro gioco. Dovremo prendere […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Manolas:”So come fermare il Barcellona. Suarez? C’è Koulibaly”

]]>
Manolas:”Insigne? Speriamo recuperi”

 

Manolas:”So come fermare il Barcellona. Suarez? C’è Koulibaly”

Kostas Manolas, difensore del Napoli, è stato intervistato dal quotidiano Repubblica in vista del match contro il Barcellona. Ecco le sue dichiarazioni:

Com’è il Camp Nou?

“Stadio imponente, farà impressione pure vuoto. Il campo è largo, ideale per il loro gioco. Dovremo prendere subito le misure, eseguire gli ordini di Gattuso  e stare sereni, perché l’aspetto mentale è decisivo. Ho già giocato al Camp Nou con la Roma”

 

L’ultima volta in Spagna finì 4-1 per il Barcellona.

“Risultato bugiardo, autoreti mia e di  De Rossi. Ma ci rifacemmo all’Olimpico: la Roma vinse 3-0 e andò in semifinale, dominando”

 

Il gol decisivo lo segnò lei.

“Fu un’emozione pazzesca, indimenticabile. Ma la semifinale fu merito dell’intera squadra. La Roma giocò 90′ super e il mio gol fu il premio per il lavoro di tutti. Spingemmo la palla in fondo alla rete”

 

È stato il gol più importante della sua carriera?

“Sì, ma sono legato anche a quello che segnai al Torino, con la dedica per Davide Astori, un ragazzo speciale. Eravamo stati spesso compagni di stanza. Perdita terribile”

 

Messi come si ferma?

“Di squadra, senza temerne il talento”

 

Al San Paolo non brillò.

“Ma il Barcellona fece gol lo stesso al primo tiro. Con loro è così: non c’è solo Messi, basta distrarsi un attimo per essere puniti”

 

Sono passati 165 giorni, da allora: c’è più spazio per le sorprese, giocando l’8 agosto?

“I valori non cambiano. Ma sono ottimista e non ho paura.  Vogliamo sorprendere il Barcellona.  La pressione l’hanno loro, anche se è una sfida speciale pure per noi”

 

C’è Suarez in più, rispetto all’andata.

“Ma anche Koulibaly. Pensiamo a fare la nostra partita, non agli avversari”

 

A proposito di capitani: Insigne recupera?

“Speriamo di sì, per noi Lorenzo è importante”

Come arriva il Napoli a questa partita?

“Abbiamo fatto bene con la Lazio, possiamo crescere ancora”

 

E Manolas come sta?
“Benissimo anche io, il dolore alle costole è passato”

Potreste passare ferragosto insieme, a Lisbona…

“Ma per arrivare alle Final Eight dobbiamo eliminare il Barcellona. Guai a pensare ad altro”

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Manolas:”So come fermare il Barcellona. Suarez? C’è Koulibaly”

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/manolas-so-come-fermare-il-barcellona-suarez-ce-koulibaly/feed/ 0
Paulo Fonseca conferenza Siviglia Roma https://vivicentro.it/sport/roma-calcio/news-roma/paulo-fonseca-conferenza-siviglia-roma/ https://vivicentro.it/sport/roma-calcio/news-roma/paulo-fonseca-conferenza-siviglia-roma/#respond Thu, 06 Aug 2020 05:44:01 +0000 https://vivicentro.it/?p=407913 Paulo Fonseca conferenza Siviglia Roma Alla vigilia della gara secca valevole per la qualificazione ai quarti di Europa League, il tecnico giallorosso Paulo Fonseca, all’interno della MSV Arena di Duisburg in Germania sede scelta per disputare la sfida in partita secca contro il Siviglia, ha risposto così alle domande dei giornalisti in conferenza.   Come arriva […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Paulo Fonseca conferenza Siviglia Roma

]]>

Paulo Fonseca conferenza Siviglia Roma

Alla vigilia della gara secca valevole per la qualificazione ai quarti di Europa League, il tecnico giallorosso Paulo Fonseca, all’interno della MSV Arena di Duisburg in Germania sede scelta per disputare la sfida in partita secca contro il Siviglia, ha risposto così alle domande dei giornalisti in conferenza.

 

Come arriva la squadra alla sfida di Europa League? Pellegrini può giocare in mediana?
“La squadra arriva qui molto motivata, siamo in un buon momento. È una partita molto difficile contro una grande squadra, sono molto motivati. Pellegrini a centrocampo è un’opzione per giocare nella posizione di Veretout, ma anche Cristante potrebbe giocare lì. Vedrò domani”.

Avendo i due giocatori più attesi, Zaniolo e Pellegrini, senza i 90 minuti, sta pensando a una staffetta?
“Zaniolo giocherà sicuro dall’inizio. Su Pellegrini o Cristante ho un dubbio”.

Ha il pensiero che se avesse cambiato modulo prima la stagione avrebbe potuto prendere una piega diversa?
Non penso mai al passato. Quello che è importante è ciò che facciamo adesso. Arriviamo qui con fiducia totale. Fare supposizioni non è il mio stile”.

Le tante voci sul passaggio di proprietà possono aver distratto la squadra?
“Siamo totalmente concentrati sulla partita, non pensiamo alla cessione del club. I giocatori sono molto motivati, non servono neanche le mie motivazioni. Tutti capiscono che è un momento importante, arriviamo qui con fiducia e ottimismo. Per questo la squadra dico che è pronta per giocare con il Siviglia”.

Prima partita senza Smalling, quanto perde la Roma? Giocherà Ibanez?
“Chris è molto importante, ma adesso non è più e io voglio pensare a chi è qui. Sono fiducioso con tutti quelli che sono qui. Nella sua posizione giocherà Ibanez, prima dell’infortunio ha giocato sempre bene, ho totale fiducia”.

Lei ha giocato con lo Shakhtar ad altissimo livello, sempre andata e ritorno. Come importanza questa è la patita più importante per lei, come fosse una finale?
“Indubbiamente è diversa, non hai due partite. Ma io voglio vincere sempre e questa non è diversa. È importante per noi, certo, ma l’ambizione è la stessa delle altre partite”.

 

Le probabili formazioni

 

IL TEMPO
Pau Lopez; Mancini, Smalling, Kolarov; Bruno Peres, Veretout, Diawara, Spinazzola; Perez, Mkhitaryan; Dzeko.

TUTTOSPORT
Pau Lopez; Mancini, Smalling, Kolarov; Bruno Peres, Veretout, Diawara, Spinazzola; Perez, Mkhitaryan; Dzeko.

CORRIERE DELLA SERA
Pau Lopez; Mancini, Smalling, Kolarov; Bruno Peres, Veretout, Diawara, Spinazzola; Perez, Mkhitaryan; Dzeko.

 

CORRIERE DELLO SPORT
Pau Lopez; Mancini, Smalling, Kolarov; Bruno Peres, Veretout, Diawara, Spinazzola; Perez, Mkhitaryan; Dzeko.

LA GAZZETTA DELLO SPORT
Pau Lopez; Mancini, Smalling, Kolarov; Bruno Peres, Veretout, Diawara, Spinazzola; Perez, Mkhitaryan; Dzeko.

IL MESSAGGERO
Pau Lopez; Mancini, Smalling, Kolarov; Bruno Peres, Veretout, Diawara, Spinazzola; Perez, Mkhitaryan; Dzeko.

LEGGO
Pau Lopez; Mancini, Smalling, Kolarov; Zappacosta, Veretout, Cristante, Spinazzola; Perez, Mkhitaryan; Dzeko.

Di Antonio Bonansingo

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Paulo Fonseca conferenza Siviglia Roma

]]>
https://vivicentro.it/sport/roma-calcio/news-roma/paulo-fonseca-conferenza-siviglia-roma/feed/ 0
Rastelli: “Juve Stabia, non farti prendere dalla negatività. Ti rialzerai” https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/rastelli-juve-stabia-puntata/ https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/rastelli-juve-stabia-puntata/#respond Wed, 05 Aug 2020 19:59:24 +0000 https://vivicentro.it/?p=407910 Abbiamo sentito l’ex tecnico della Juve Stabia Massimo Rastelli nel corso della puntata di Juve Stabia Live Talk Show: “Dispiace tantissimo per la retrocessione in Lega Pro della Juve Stabia. Purtroppo nel calcio si vince e si perde e ora bisogna essere bravi e lucidi nel ricostruire tutto per garantire un futuro luminoso alle vespe. […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Rastelli: “Juve Stabia, non farti prendere dalla negatività. Ti rialzerai”

]]>

Abbiamo sentito l’ex tecnico della Juve Stabia Massimo Rastelli nel corso della puntata di Juve Stabia Live Talk Show:

“Dispiace tantissimo per la retrocessione in Lega Pro della Juve Stabia. Purtroppo nel calcio si vince e si perde e ora bisogna essere bravi e lucidi nel ricostruire tutto per garantire un futuro luminoso alle vespe.

Anche nella mia ultima esperienza da giocatore ho vissuto una dolorosa retrocessione con la Juve Stabia, quindi so cosa si prova. All’epoca la società fu brava a mantenere la calma e a ripartire alla grande tant’è che l’anno dopo vincemmo il campionato. Essere lucidi e non farsi prendere dalla negatività credo sia fondamentale dopo una retrocessione. É facile gestire l’entusiasmo, bisogna gestire anche la negatività.

La Juve Stabia era tornata in B dopo un capolavoro assoluto. Quindi vanno dati i meriti alla società e ai protagonisti che avevano riportato in cadetteria i gialloblù. Quest’anno é andata così ma bisogna rialzarsi subito.

Ritornare alla Juve Stabia? Sarò onesto: in questo momento della mia carriera non mi sento di tornare in C. Ho ricevuto tante chiamate ma spero di allenare in cadetteria. Sono ambizioso e non voglio scendere di categoria. Almeno per ora. Poi nel calcio mai dire mai. La Juve Stabia é una squadra importante per me ma onestamente la categoria mi frena.

Il prossimo girone C di Lega Pro sarà molto duro e competitivo. Ci sono tante squadre che vogliono vincere e bisognerà capire quali sono le ambizioni della Juve Stabia. Sicuramente ripartirei dai giocatori in rosa che hanno le motivazioni di fare bene ancora in gialloblù.

Ai tifosi della Juve Stabia dico di restare vicino alla squadra anche in questo momento triste. La società saprà farsi perdonare. Devo tantissimo alle vespe, mi hanno lanciato come allenatore e ho solo bei ricordi della mia esperienza a Castellammare. Auguro ogni bene ai gialloblù”

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Rastelli: “Juve Stabia, non farti prendere dalla negatività. Ti rialzerai”

]]>
https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/rastelli-juve-stabia-puntata/feed/ 0
Arrestato un corriere calabrese e sequestrato mezzo chilo di cocaina https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/arrestato-un-corriere-calabrese-e-sequestrato-mezzo-chilo-di-cocaina/ https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/arrestato-un-corriere-calabrese-e-sequestrato-mezzo-chilo-di-cocaina/#respond Wed, 05 Aug 2020 18:37:08 +0000 https://vivicentro.it/?p=407906 La Guardia di Finanza di Messina ha arrestato un giovane corriere calabrese e sequestrato mezzo chilo di cocaina celata nella sua auto. I Finanzieri del Comando Provinciale di Messina hanno sequestrato oltre mezzo chilo di cocaina, trasportata su un’autovettura in transito nella città di Messina, e arrestato un corriere deputato al trasporto del narcotico. L’attività […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Arrestato un corriere calabrese e sequestrato mezzo chilo di cocaina

]]>

La Guardia di Finanza di Messina ha arrestato un giovane corriere calabrese e sequestrato mezzo chilo di cocaina celata nella sua auto.

I Finanzieri del Comando Provinciale di Messina hanno sequestrato oltre mezzo chilo di cocaina, trasportata su un’autovettura in transito nella città di Messina, e arrestato un corriere deputato al trasporto del narcotico.

L’attività operativa, frutto dell’intensificazione dei controlli per il periodo estivo sui mezzi in transito nella città dello Stretto, ha consentito di trarre in arresto M.C. (cl. 2000), calabrese di Melito Porto Salvo (RC), già gravato da precedenti di polizia, nonostante la giovane età.

Il corriere, ora tratto in arresto per essere sottoposto al giudizio per direttissima, è stato individuato e bloccato dai militari del Gruppo di Messina allo sbarco dai traghetti provenienti dalla Calabria, grazie all’ausilio delle unità cinofile del Corpo.

Lo stupefacente, che al dettaglio avrebbe fruttato circa 100.000,00 euro, risultava custodito in un involucro fasciato con strati di cellophane e sigillato con nastro da imballaggio, occultato all’interno di un incavo del vano motore dell’autovettura presa a “noleggio”, nell’inutile tentativo di sfuggire ai controlli ed al fiuto del cane antidroga “DANDY”.

L’odierna operazione si inquadra nell’ambito di un’attenta ed approfondita analisi di rischio, volta al monitoraggio dei punti di ingresso e di uscita dalla città peloritana, per il contrasto dei traffici illeciti posti in essere da soggetti che, sfruttando il sopraggiungere della stagione turistica e il notevole incremento di passeggeri che raggiungono l’Isola, provano a sfuggire ai controlli, mescolandosi agli inconsapevoli turisti.

L’attività effettuata dimostra, ancora una volta, la centralità della città di Messina quale porta d’ingresso dello stupefacente in Sicilia, nonché punto strategico per il transito e lo smercio di ingenti partite di stupefacenti, primaria fonte di finanziamento della locale criminalità organizzata.

Per tali ragioni, l’attenzione delle Fiamme Gialle messinesi e della locale Procura della Repubblica è altissima rispetto ad un fenomeno criminale di così grave impatto sociale e sintomatico, peraltro, dell’esistenza di agguerrite e strutturate organizzazioni criminali, in grado di gestire quantitativi così rilevanti di droga.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Arrestato un corriere calabrese e sequestrato mezzo chilo di cocaina

]]>
https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/arrestato-un-corriere-calabrese-e-sequestrato-mezzo-chilo-di-cocaina/feed/ 0
Ercolano: “Bisogna essere positivi. Vespe in crescendo negli ultimi anni” https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/ercolano-juve-stabia/ https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/ercolano-juve-stabia/#respond Wed, 05 Aug 2020 17:57:10 +0000 https://vivicentro.it/?p=407891 Tonino Ercolano, ex capo Ultras della Juve Stabia e tifoso storico delle Vespe, è intervenuto nel corso della trasmissione Juve Stabia Live: tutte le sue dichiarazioni Ercolano: “Bisogna essere positivi. Vespe in crescendo negli ultimi anni”   Tonino Ercolano, capo tifoso storico della Juve Stabia, è intervenuto nel corso della trasmissione Juve Stabia Live per […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Ercolano: “Bisogna essere positivi. Vespe in crescendo negli ultimi anni”

]]>

Tonino Ercolano, ex capo Ultras della Juve Stabia e tifoso storico delle Vespe, è intervenuto nel corso della trasmissione Juve Stabia Live: tutte le sue dichiarazioni

Ercolano: “Bisogna essere positivi. Vespe in crescendo negli ultimi anni”

 

Tonino Ercolano, capo tifoso storico della Juve Stabia, è intervenuto nel corso della trasmissione Juve Stabia Live per parlare del momento delicato delle Vespe appena retrocesse in Serie C dopo l’ennesima sconfitta in quel di Cosenza maturata venerdì scorso.

La trasmissione prodotta da ViViCentro Network, va in onda ogni martedì dalle 20:30 sulle pagine Facebook: Vivicentro.it, Juve Stabia Live, News Mania Quindicinale, ViViRadioWeb, Juve Stabia Unica Fede, Calcio D’Anticipo, Juve Stabia: La Leggenda, Agenzia Stabiese. In audio trasmessa in diretta su Radio Città Castellammare e in differita il mercoledì alle 21 su TV Oggi (canale 71 del digitale terrestre).

Di seguito le dichiarazioni di Tonino Ercolano, raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it.

“Bisogna essere positivi e pensare sempre in positivo. Non voglio commentare come è andato il campionato. Ognuno ha le sue teorie. C’è stata tanta sfortuna e anche un pò di incompetenza. Ricorderei ai tifosi che negli anni ’70 essersi salvati in un campionato di Serie D significava festeggiare. La tendenza di questa società è quella di fare sempre meglio. Quando andammo in C negli anni ’70 facemmo una grande festa. Negli anni ’90 siamo stati protagonisti anche se perdendo due finali playoff. Ma è un grafico in continuo crescendo quello della Juve Stabia. Conosco persone che ancora dicono di non venire più allo stadio perchè ci saremmo venduti la partita di Bari del 1975. Ma di cosa vogliamo parlare? 

Il nuovo allenatore? Vorrei avere la fortuna di essere il presidente della Juve Stabia ma non ho la forza economica per poterlo fare. Ora la società deve organizzarsi e devono decidere chi deve restare e chi no. Dovranno dare mandato ad un direttore sportivo per le scelte più importanti. Bisogna capire se si farà un campionato di vertice o di transizione. Anche la scelta dei giocatori dipenderà dall’obiettivo. 

Quest’anno abbiamo avuto una grossa pecca in difesa ma io credo che proprio la nostra difesa possa dare molto di più in un campionato di Serie C, con giocatori come Allievi, Fazio e qualche altro che possono diventare un nostro punto di forza. La gente pensa solo che in Serie C affronteremo le corazzate Bari, Palermo, Catania, Avellino ma nessuno dice che anche le altre squadre hanno paura della Juve Stabia come abbiamo dimostrato due anni fa vincendo il campionato a suon di record. 

Credo che il cambio di allenatore ci volesse qualche gara prima ma non perché Caserta non avesse le capacità. Mi fanno arrabbiare però le cose che ho saputo ieri. Si è scoperto che alcuni giocatori non stavano bene più con Caserta e che lo stesso tecnico aveva fatto fuori qualcuno di loro per questo motivo. Fa rabbia sapere queste cose dopo. Chi sapeva perché non ha preso provvedimenti prima? 

Ora dobbiamo guardare al futuro e non pensare più alla retrocessione. Malgrado tutto voglio ringraziare tutte le persone che hanno lavorato con la Juve Stabia. Inconcepibile parlare male di Franco Manniello. Ognuno ha i suoi difetti ma il suo modo di essere e il suo carattere ci hanno portato a grandissimi livelli”. 

 

a cura di Natale Giusti

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Ercolano: “Bisogna essere positivi. Vespe in crescendo negli ultimi anni”

]]>
https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/ercolano-juve-stabia/feed/ 0
Ricordato il poliziotto Agostino e la moglie uccisi da mano ancora oscure https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/ricordato-il-poliziotto-agostino-e-la-moglie-uccisi-da-mano-ancora-oscure/ https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/ricordato-il-poliziotto-agostino-e-la-moglie-uccisi-da-mano-ancora-oscure/#respond Wed, 05 Aug 2020 17:47:52 +0000 https://vivicentro.it/?p=407895 La Polizia di Stato ha ricordato il poliziotto Antonino Agostino e la moglie Ida Castelluccio, uccisi a Villagrazia di Carini (Pa) nel 1989. Stamani, la Polizia di Stato di Palermo ha ricordato l’agente Antonino Agostino, scomparso per mano mafiosa, proprio il 5 agosto di 31 anni fa. Il poliziotto e la moglie Ida Castelluccio furono […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Ricordato il poliziotto Agostino e la moglie uccisi da mano ancora oscure

]]>

La Polizia di Stato ha ricordato il poliziotto Antonino Agostino e la moglie Ida Castelluccio, uccisi a Villagrazia di Carini (Pa) nel 1989.

Stamani, la Polizia di Stato di Palermo ha ricordato l’agente Antonino Agostino, scomparso per mano mafiosa, proprio il 5 agosto di 31 anni fa.

Il poliziotto e la moglie Ida Castelluccio furono uccisi sul lungomare di Villagrazia di Carini in provincia di Palermo, da sicari giunti in moto. Per uno strano gioco del destino, la morte, per mano mafiosa, raggiunse la coppia in una fase di estrema felicità della loro vita: a conclusione di un momento di convivialità familiare, i coniugi avevano appena comunicato ai parenti di aspettare un figlio.

Antonino Agostino fu raggiunto per primo dai colpi dei killer e morì quasi sul colpo, facendo scudo alla moglie. La donna, anch’ella colpita intenzionalmente, sarebbe deceduta pochi minuti dopo in un nosocomio cittadino.

La giovane coppia è stata ricordata nel corso di una formale cerimonia che si è tenuta sul lungomare “Cristoforo Colombo”, di Villagrazia di Carini, alla presenza di autorità Civili e Militari che hanno deposto una Corona di alloro sul cippo che sorge a pochi metri dal luogo ove i coniugi furono trucidati.

A seguire, è stata celebrata una Santa Messa presso la Cattedrale di Palermo che verrà officiata, congiuntamente, da Don Luigi Ciotti e da Padre Massimiliano Purpura, Cappellano della Polizia di Stato.

Della drammatica vicissitudine del poliziotto Antonino Agostino e la moglie Ida Castelluccio ci eravamo occupati in articoli di qualche anno addietro  “26 Febbraio 2016 Delitto Agostino, all’Ucciardone confronto all’americana fra il padre dell’agente ucciso e “faccia da mostro” e poi ancora in “3 Agosto 2017 Strage di Bologna : «Le mele marce dello Stato» e lo struggente racconto dei coniugi Agostino”.

Il 5 agosto 1989 Antonino Agostino, agente di Polizia alla questura di Palermo, era a Villagrazia di Carini con la moglie Ida Castelluccio, sposata appena un mese prima ed incinta di due mesi. La sorella Flora festeggiava i 18 anni e così Antonino andò insieme alla moglie al villino dei genitori sul lungomare Colombo a Villagrazia di Carini. Era l’occasione per Ida di comunicare alla sua amica Flora di aspettare un bambino. Le due erano legatissime; grazie a lei nel 1986 aveva conosciuto Antonino. Verso le 19:40, prima di andarsene, i due giovani coniugi andarono dal vicino per fargli vedere l’album di nozze. Improvvisamente arrivò una motocicletta con due persone; iniziarono a sparare: Antonino fece in tempo ad aprire il cancello e fare scudo alla moglie. Colpito da vari proiettili morì all’istante. Ida urlò che stavano uccidendo il marito e da terra li affrontò “vi conosco”. Uno dei due le sparò al cuore.

I genitori di Agostino, uditi gli spari, andarono a soccorrere il figlio e la nuora: Antonino era morto, Ida si trascinava verso il corpo del marito. La madre di Agostino, insieme ad un vicino, la portarono in auto all’ospedale cittadino (distante pochi chilometri). Ida morì pochi minuti dopo il ricovero. Il corpo del giovane poliziotto fu coperto dalla madre quando tornò dall’ospedale. Quel giorno, Agostino non portava armi addosso. La squadra mobile di Palermo seguì inutilmente per mesi un’improbabile “pista passionale”.

La notte della morte di Antonino Agostino e della moglie, alcuni ignoti riuscirono ad entrare nell’abitazione dei coniugi defunti e fecero sparire degli appunti che riguardavano delle importanti indagini che stava conducendo Agostino. Antonino Agostino stava indagando sul fallito attentato dell’Addaura: Il 21 giugno 1989 alcuni agenti di scorta trovarono su una spiaggia dell’Addaura un borsone contenente cinquantotto candelotti di tritolo. In quella stessa spiaggia si trovava la villa di Giovanni Falcone, obiettivo del fallito attentato. Sicuramente. Agostino aveva forse scoperto qualcosa di importante su quel borsone-bomba dell’Addaura e per questo sarebbe stato eliminato. Attualmente i mandanti e gli esecutori dell’omicidio di Agostino e della Castelluccio sono di fatto ignoti.

Vincenzo Agostino, il padre di Antonino, dal giorno del duplice omicidio non si è più tagliato la barba come forma di protesta contro l’occultamento della verità sulla morte del figlio e della nuora.

Agostino e la moglie, furono assassinati da due killer arrivati a bordo di una moto di grossa cilindrata, trovata bruciata dopo il delitto. Un caso rimasto irrisolto per anni. E che adesso fa intravedere una storia mai raccontata.

Non era solo un duplice omicidio legato a “questioni sentimentali”, come cercarono di archiviarlo i vertici della polizia di Palermo all’epoca. Per 31 anni Vincenzo Agostino, il padre della vittima assistito dall’avvocato Fabio Repici, ha chiesto la verità. Oggi la Dia crede di averla trovata. Un obiettivo difficile: gli uomini del generale Giuseppe Governale hanno dovuto lavorare tanto visto che negli anni sono stati sottratti documenti essenziali: alcuni, è stato accertato, furono distrutti durante una perquisizione eseguita dopo il duplice delitto.

L’accertamento dei fatti – scrivono – veniva altresì ostacolato dalla iniziale reticenza di vari soggetti informati della segreta operatività dell’Agostino nell’ambito di una struttura di intelligence, nonché dall’assenza di dichiarazioni di collaboratori di giustizia, indici entrambi del peculiare regime di segretezza che aveva caratterizzato l’ultimo segmento di vita della vittima e le ragioni della sua soppressione che dovevano restare occulte anche all’interno di Cosa nostra”.

Secondo gli investigatori Agostino, ufficialmente poliziotto della sezione Volanti del commissariato di San Lorenzo, assolveva anche ‘mansioni coperte‘. Sulla carta era stato inserito in un gruppo che dava la caccia di latitanti di mafia di spicco. Che Agostino fosse stato assassinato perché in realtà come lavoro cercava i boss di Cosa nostra lo aveva ipotizzato per la prima volta la Procura di Palermo, con le indagini di Vittorio Teresi, Nino Di Matteo e Roberto Tartaglia.

“Lui ed Emanuele Piazza cercavano latitanti” ha detto in una delle sue deposizioni il pentito Vito Galatolo. Una rivelazione che in passato era stata fatta anche dal collaboratore – poi assassinato – Luigi Ilardo. E infatti già da alcuni anni gli investigatori hanno lavorato ad una traccia che collega la morte di Agostino a quella di Piazza, ex agente di polizia, ex assicuratore, collaboratore dei servizi segreti sotto copertura, scomparso senza lasciare tracce dalla sua casa di Sferracavallo il 16 marzo del 1990. A ucciderlo, ha scoperto anni fa l’ex Pm Di Matteo, fu Cosa nostra.

Per la Dia, Agostino e Piazza lavoravano in un gruppo segreto – per così dire – di buoni e cattivi. Ai primi appartenevano i due giovani uomini uccisi entrambi nel giro di sei mesi. Dei secondi, invece, faceva parte Giovanni Aiello, alias Faccia da Mostro, il killer col tesserino dei servizi in tasta indicato da diversi pentiti come il braccio armato dello Stato-mafia tra la fine degli anni ’80 e i primi anni ’90. Aiello fu pure indagato per il delitto Agostino, ma è morto d’infarto due anni fa mentre si trovava in spiaggia. Ovviamente ha sempre negato tutto.

Nella stessa “squadretta” c’era pure Guido Paolilli, considerato il “mentore” di Agostino. Ma alcuni anni fa fu intercettato dalla Procura nella sua casa di Montesilvano, in provincia di Pescara, mentre alla tv guardava un servizio in cui Vincenzo Agostino parlava del biglietto trovato nel portafogli del figlio. In quel pizzino c’era scritto: “Se mi succede qualcosa andate a cercare nell’armadio di casa”. Il commento di Paolilli davanti alla tv era il seguente: “Abbiamo distrutto una freca di carte”. Sono quelli i documenti svaniti dopo l’omicidio? Considerato uomo di Bruno Contrada, Paolilli ha sempre negato di aver pronunciato quelle parole: in passato la Procura di Palermo lo ha accusato di aver depistato le indagini.

Già a Pescara all’epoca del delitto, quello che era il “mentore” di Agostino venne richiamato a Palermo per indagare sull’omicidio dall’allora capo della squadra mobile, Arnaldo La Barbera. Anche quell’inchiesta fu subito indirizzata sul movente passionale. E dunque insabbiata.

Secondo la Dia fu proprio Paolilli a reclutare Agostino in quella “squadra segreta” che sulla carta serviva a cercare latitanti. In realtà, però, si occupava di altro. Doveva gestire complesse relazioni di tra alcuni uomini delle Istituzioni e il mondo di Cosa nostra.

“Le intercettazioni telefoniche – scrive la Dia – hanno dimostrato il coinvolgimento della struttura in alcuni importanti depistaggi“. Agostino, secondo la ricostruzione della Procura generale, se ne era accorto: aveva capito che non lavorava in un gruppo creato per cercare i boss nascosti. Anzi probabilmente quella squadra serviva allo scopo opposto: insabbiare la caccia ai latitanti. “E’ emerso da molteplici prove – prosegue la Dia – che Agostino aveva, nell’ultima parte della sua vita, compreso le reali finalità della struttura cui apparteneva (alla quale aveva offerto una pista molto seria – legata a familiari della moglie – per pervenire alla cattura di Salvatore Riina a San Giuseppe Jato), e se ne era allontanato poco prima del suo matrimonio, fatto che era stato posto a fondamento della decisione di uccidere lui e la moglie”. Questo gli costò la vita.

Le indagini sull’omicidio di Antonino Agostino e Ida Castelluccio sembrano trovare dopo 31 anni una svolta. La Procura Generale di Palermo ha chiesto il rinvio a giudizio dei boss Gaetano Scotto e Antonino Madonia. A questi nomi si aggiunge quello di Francesco Paolo Rizzuto, amico dell’agente ucciso. I primi due boss sono stati accusati di duplice omicidio, mentre l’amico di favoreggiamento aggravato. La coppia aspettava un bambino e furono freddati davanti al cancello di casa propria. Ad aprire il fuoco furono proprio i due killer arrivati sul luogo a bordo di una moto di grossa cilindrata, ritrovata successivamente parzialmente bruciata non lontano dal luogo del delitto.

Nel corso delle nuove indagini è emerso il nome di Francesco Paolo Rizzuto, detto “Paolotto”, che nell’anno 1989, ancora minorenne, era l’amico personale di Antonino Agostino. “Rizzuto, come risulta in atti della Procura, al momento del duplice omicidio si trovava sul posto e la notte precedente era con Antonino in una battuta di pesca – si legge nella nota della Direzione Investigativa Antimafia.

In seguito, i due avevano dormito presso l’abitazione estiva degli Agostino a Villagrazia di Carini. La mattina dopo, Agostino si sarebbe recato in ufficio, mentre l’amico Rizzuto si sarebbe attardato presso gli Agostino. In merito, è stato grazie alle tenaci investigazioni condotte dalla DIA di Palermo che è stato possibile raccogliere prove, attraverso attività tecniche riservate, che ora sono al vaglio del Gup, sul fatto che Rizzuto, in più occasioni, abbia dato delle dichiarazioni false, contraddittorie e reticenti in ordine a quanto accaduto nel giorno e nel luogo in cui fu commesso il delitto ed, in generale, su quanto a sua conoscenza.

Attraverso alcune intercettazioni risulta che lo stesso ha dichiarato ad un proprio congiunto di aver visto Agostino a terra sanguinante e di essersi sporcato la maglietta indossata piegandosi sul corpo ormai deceduto dell’amico, per poi fuggire buttando via l’indumento, precisando di non aver mai riferito tale circostanza quando venne sentito, poco dopo l’omicidio, dagli organi inquirenti”. Per tale motivo Francesco Paolo Rizzuto è ora indagato per favoreggiamento personale aggravato.

E dall’inchiesta della Dda di Palermo, prima che la Procura generale la avocasse, che sono emersi anche rapporti di Agostino con il giudice Giovanni Falcone nella fase in cui questi indagava sulla cosiddetta pista nera per l’omicidio del Presidente della Regione Siciliana Piersanti Mattarella.

Poteri occulti, mafiosi, uomini di Stato. Quello di Agostino, infatti, è un delitto che matura in quella zona grigia tra Cosa nostra e pezzi delle Istituzioni. Un quadro che gli uomini della Dia definiscono di “peculiare complessità, poiché ambientato nel torbido terreno di rapporti opachi tra componenti elitarie di Cosa nostra ed alcuni esponenti infedeli delle Istituzioni”. Non è un caso che tra i mafiosi accusati ci sia Gaetano Scotto, considerato il trait d’union tra Cosa nostra e i servizi segreti.

Al funerale di Agostino, ufficialmente semplice poliziotto delle Volanti, presenziò lo stesso Magistrato Giovanni Falcone, già tra i Giudici più famosi d’Italia. Come mai? Secondo il commissario Saverio Montalbano, che lo accompagnò, Falcone in quell’occasione gli disse “Questo è un omicidio contro di me e contro di lei“.

Ricordato il poliziotto Ricordato il poliziotto  Ricordato il poliziotto  Ricordato il poliziotto Ricordato il poliziotto  Ricordato il poliziotto  Ricordato il poliziotto  Ricordato il poliziotto 

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Ricordato il poliziotto Agostino e la moglie uccisi da mano ancora oscure

]]>
https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/ricordato-il-poliziotto-agostino-e-la-moglie-uccisi-da-mano-ancora-oscure/feed/ 0
Comune di Stabia ed Eav : firmata oggi la convenzione https://vivicentro.it/regioni/sud/politica-sud/comune-di-stabia-ed-eav-firmata-oggi-la-convenzione/ https://vivicentro.it/regioni/sud/politica-sud/comune-di-stabia-ed-eav-firmata-oggi-la-convenzione/#respond Wed, 05 Aug 2020 17:43:42 +0000 https://vivicentro.it/?p=407894 Firmata la convenzione tra il Comune di Castellammare di Stabia ed Eav: sarà disposto un servizio gratuito di navette. Comune di Stabia ed Eav : firmata oggi la convenzione CASTELLAMMARE DI STABIA- Nella giornata di oggi, il Sindaco Cimmino ha comunicato tramite canali social ufficiali, in merito all’accordo firmato tra il Comune ed Eav. Di […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Comune di Stabia ed Eav : firmata oggi la convenzione

]]>

Firmata la convenzione tra il Comune di Castellammare di Stabia ed Eav: sarà disposto un servizio gratuito di navette.

Comune di Stabia ed Eav : firmata oggi la convenzione

CASTELLAMMARE DI STABIA- Nella giornata di oggi, il Sindaco Cimmino ha comunicato tramite canali social ufficiali, in merito all’accordo firmato tra il Comune ed Eav.

Di seguito il comunicato:
È stata firmata oggi la convenzione tra il Comune di Castellammare di Stabia ed Eav per l’istituzione del servizio gratuito di navette di collegamento tra il nuovo parcheggio, che sarà disposto nell’area antistante le Nuove Terme, e il centro cittadino di Castellammare. Un servizio essenziale per l’attuazione del Piano Urbano di Mobilità, approvato dalla giunta comunale di Castellammare di Stabia, e per dotare la città di un’ampia area parcheggio e di un’infrastruttura che andrà a potenziare la mobilità cittadina.
La firma della convenzione, avvenuta presso la sede di Eav, prevede l’avvio del servizio in via sperimentale tra l’1 settembre e il 31 dicembre 2020, salvo proroghe esplicitamente concordate, con l’istituzione di un sistema di navette che ogni giorno, ad intervalli di 20 minuti, effettueranno i collegamenti degli utenti dal parcheggio al centro cittadino e viceversa, osservando i seguenti orari:
-tra l’1 e il 15 settembre, le navette saranno in funzione tra le ore 9.00 e le ore 14.00 e tra le ore 15.40 e le ore 2.00;
-tra il 16 settembre e il 31 dicembre, le navette saranno attive tra le ore 8.00 e le ore 24.00.
L’incontro odierno è stato anche un’occasione per chiarire alcuni aspetti relativi al progetto sulla tratta della Circumvesuviana Torre Annunziata-Castellammare, in attesa della definizione dell’iter procedurale sulla variante in corso.
È stato affrontato, inoltre, il tema riguardante la stazione Castellammare Terme, rispetto al quale io e il presidente di Eav Umberto De Gregorio abbiamo convenuto, d’intesa, di avviare un tavolo tecnico al fine di individuare il più idoneo percorso per giungere in tempi brevi alla riapertura della stazione.

MANIFESTAZIONE VENREDì 7 AGOSTO 2020:
Castellammare di Stabia è città di arte e cultura. Grazie all’Arma dei Carabinieri e alle forze dell’ordine tutte che hanno dimostrato ancora una volta che lo Stato c’è.
Ci costituiremo parte civile nel processo contro questi criminali. Facciamo della cultura il nostro cavallo di battaglia. Lo dobbiamo alla stragrande maggioranza degli stabiesi che sognano una città libera dalla criminalità che fonda le proprie radici nell’ignoranza.
Dobbiamo unire le nostre forze: associazioni, parrocchie, scuole, forze politiche. Venerdì 7 agosto 2020 alle ore 18 e 30 ci sarà una manifestazione pubblica. Tutti insieme possiamo fare la differenza.

 

 

Stéphanie Esposito

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o
utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere
autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede
comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente
articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Comune di Stabia ed Eav : firmata oggi la convenzione

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/politica-sud/comune-di-stabia-ed-eav-firmata-oggi-la-convenzione/feed/ 0
Al Mercato della “Maddalena” denunce per ricettazione https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/al-mercato-della-maddalena-denunce-per-ricettazione/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/al-mercato-della-maddalena-denunce-per-ricettazione/#respond Wed, 05 Aug 2020 17:10:55 +0000 https://vivicentro.it/?p=407888 Mercato della “Maddalena”: un uomo denunciato per ricettazione, introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi. Al Mercato della “Maddalena” denunce per ricettazione NAPOLI- Ieri mattina gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, hanno denunciato un uomo per ricettazione, introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Al Mercato della “Maddalena” denunce per ricettazione

]]>

Mercato della “Maddalena”: un uomo denunciato per ricettazione, introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi.

Al Mercato della “Maddalena” denunce per ricettazione

NAPOLI- Ieri mattina gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, hanno denunciato un uomo per ricettazione, introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi.
Gli agenti hanno notato in via San Candida due giovani a bordo di due motocicli che trasportavano due sacche di grosse dimensioni:
I conducenti, dopo essersi fermati accanto ad un uomo al quale dovevano consegnare le borse, alla vista della volante, sono scesi dai ciclomotori dandosi alla fuga, mentre l’uomo, che aveva tentato anch’egli di allontanarsi, è stato raggiunto e bloccato dai poliziotti che, dopo aver recuperato i due borsoni, vi hanno rinvenuto 8320 cd e dvd risultati contraffatti e 23 cinture recanti marchi contraffatti di note “griffe”.
A.K., 50enne pakistano con precedenti di polizia, è stato denunciato per ricettazione, introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi e per aver violato la normativa sulla protezione del diritto d’autore poiché deteneva materiale privo di contrassegno S.I.A.E; inoltre, i due motocicli sono stati sottoposti a sequestro.

 

Stéphanie Esposito

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o
utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere
autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede
comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente
articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Al Mercato della “Maddalena” denunce per ricettazione

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/al-mercato-della-maddalena-denunce-per-ricettazione/feed/ 0
Juve Stabia, il nuovo Direttore Sportivo è Filippo Ghinassi – UFFICIALE https://vivicentro.it/sport/juvestabia/comunicati-ufficiali-juvestabia/juve-stabia-il-nuovo-direttore-sportivo/ https://vivicentro.it/sport/juvestabia/comunicati-ufficiali-juvestabia/juve-stabia-il-nuovo-direttore-sportivo/#respond Wed, 05 Aug 2020 16:10:16 +0000 https://vivicentro.it/?p=407885 La Juve Stabia ha scelto il suo nuovo Direttore Sportivo. Si tratta di Filippo Ghinassi, ex diesse dell’Imolese. La scelta del giovane dirigente è stata presa dal Presidente Langella Si attendeva la scelta, per la Juve Stabia, del nuovo allenatore e del nuovo Direttore Sportivo. Il club ha sciolto la prima riserva, comunicando di aver […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Juve Stabia, il nuovo Direttore Sportivo è Filippo Ghinassi – UFFICIALE

]]>

La Juve Stabia ha scelto il suo nuovo Direttore Sportivo. Si tratta di Filippo Ghinassi, ex diesse dell’Imolese. La scelta del giovane dirigente è stata presa dal Presidente Langella

Si attendeva la scelta, per la Juve Stabia, del nuovo allenatore e del nuovo Direttore Sportivo. Il club ha sciolto la prima riserva, comunicando di aver affidato l’incarico di Direttore Sportivo al giovane Filippo Ghinassi, che ha ottenuto grandi risultati alla direzione dell’Imolese, squadra che lo scorso agosto aveva eliminato dalla Coppa Italia a sorpresa proprio le Vespe. Inizia quindi il nuovo corso stabiese, giovane ma ambizioso. Si attendono a questo punto sviluppi nei prossimi giorni circa il prossimo allenatore della squadra stabiese.

Questo il comunicato del club:

Filippo Ghinassi è il nuovo direttore sportivo della Juve Stabia. Il presidente Andrea Langella ha scelto un profilo giovane ma esperto, capace nei suoi cinque anni in Romagna di portare l’Imolese al punto più alto della sua storia (il terzo posto in C nella stagione 2018-2019). Classe 1979, Ghinassi per un lustro è stato direttore sportivo dell’Imolese, promossa nella sua gestione dalla D alla C nel 2017-2018. Il presidente Langella lo ha fortemente voluto a Castellammare per rilanciare le ambizioni del club. La presentazione del nuovo direttore sportivo avverrà domattina alle ore 10 allo stadio “Menti” alla presenza dell’amministratore unico della Juve Stabia, Gianni Improta.

Foto: TuttoMercatoWeb.it

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Juve Stabia, il nuovo Direttore Sportivo è Filippo Ghinassi – UFFICIALE

]]>
https://vivicentro.it/sport/juvestabia/comunicati-ufficiali-juvestabia/juve-stabia-il-nuovo-direttore-sportivo/feed/ 0
F1, gli appuntamenti del GP del 70° anniversario https://vivicentro.it/sport/motori/f1-gli-appuntamenti-del-gp-del-70-anniversario/ https://vivicentro.it/sport/motori/f1-gli-appuntamenti-del-gp-del-70-anniversario/#respond Wed, 05 Aug 2020 15:23:42 +0000 https://vivicentro.it/?p=407883 Si parte venerdì alle 12:00 con le FP1 F1, gli appuntamenti del GP del 70° anniversario La pista non cambia, le motivazioni e gli obiettivi neanche. La Formula Uno non si ferma, anzi. Ancora a Silverstone, questa volta il weekend viene intitolato: “Gran Premio del 70° anniversario”. In una stagione pazza, con tante difficoltà, al […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo F1, gli appuntamenti del GP del 70° anniversario

]]>
Si parte venerdì alle 12:00 con le FP1

F1, gli appuntamenti del GP del 70° anniversario

La pista non cambia, le motivazioni e gli obiettivi neanche. La Formula Uno non si ferma, anzi. Ancora a Silverstone, questa volta il weekend viene intitolato: “Gran Premio del 70° anniversario”. In una stagione pazza, con tante difficoltà, al comando c’è sempre la Mercedes di Lewis Hamilton. Dopo di lui,  Valteri Bottas che va alla caccia del riscatto dopo l’undicesimo posto di domenica scorsa, dovuto all’usura dell’anteriore sinistra. Chi ne ha approfittato è stato Max Verstappen: l’olandese con la sua Red Bull sa che può avvicinarsi e mettere, quantomeno, pressione alle due Mercedes.  Situazione un po’ diversa invece in casa Ferrari: il team di Maranello infatti va alla caccia della continuità con Charles Leclerc e del riscatto invece con Sebastian Vettel. Il tedesco infatti fa ancora fatica a trovare il feeling con la sua SF1000. Stesso riscatto che invece cerca la Racing Point: domenica la gara di Stroll è stata un po’ deludente, senza dimenticare invece Hulkenberg che per un problema alla Power Unit non ha potuto nemmeno prendere parte al GP. Questi sono dunque i motivi per i quali non perdere il Gran Premio del 70° anniversario. Riportiamo qui di seguito, il programma completo del secondo GP a Silverstone:

Venerdì 7 agosto

Ore 12.00 Prove libere 1

Ore 16.00 Prove libere 2

 

Sabato 8 agosto

Ore 12.00 Prove libere 3

Ore 15.00 Qualifiche

 

Domenica 9 agosto

Ore 15.10 Gran Premio del 70° anniversario

 

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo F1, gli appuntamenti del GP del 70° anniversario

]]>
https://vivicentro.it/sport/motori/f1-gli-appuntamenti-del-gp-del-70-anniversario/feed/ 0
Pompei, spaccio ed evasione: arrestato un pusher di 42 anni https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/pompei-spaccio-ed-evasione-arrestato-un-pusher-di-42-anni/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/pompei-spaccio-ed-evasione-arrestato-un-pusher-di-42-anni/#respond Wed, 05 Aug 2020 14:21:48 +0000 https://vivicentro.it/?p=407880 Pompei, spaccio ed evasione dagli arresti domiciliari: arrestato un pusher di 42 anni, rinvenuti 58 grammi di marijuana, un bilancino e diverso materiale per il confezionamento Nel pomeriggio di ieri, gli agenti del Commissariato di Pompei, nel corso del servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno notato una persona sospetta in via Traversa […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Pompei, spaccio ed evasione: arrestato un pusher di 42 anni

]]>
Pompei, spaccio ed evasione dagli arresti domiciliari: arrestato un pusher di 42 anni, rinvenuti 58 grammi di marijuana, un bilancino e diverso materiale per il confezionamento

Nel pomeriggio di ieri, gli agenti del Commissariato di Pompei, nel corso del servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno notato una persona sospetta in via Traversa Gesuiti.

L’uomo, dopo essere uscito da un appartamento, ha iniziato a camminare molto frettolosamente verso un terreno nei paraggi, dove ha prelevato qualcosa che ha consegnato ad un giovane in cambio di denaro.
I poliziotti hanno dunque deciso di intervenire, bloccando sia il pusher che l’acquirente, che è stato trovato in possesso di circa due grammi di marijuana. A quel punto, gli agenti hanno esteso i controlli presso l’abitazione da cui la persona era uscita e al terreno adiacente. Sono stati rinvenuti in totale: 58 grammi di marijuana, un bilancino e diverso materiale per il confezionamento della droga.
A. D. M., 42enne di Pompei sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, è stato arrestato per spaccio di sostanza stupefacente ed evasione, mentre l’acquirente è stato sanzionato amministrativamente.

 

Riproduzione Riservata – Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. E’ possibile comunque richiedere autorizzazione scritta alla nostra redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link al nostro articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Pompei, spaccio ed evasione: arrestato un pusher di 42 anni

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/pompei-spaccio-ed-evasione-arrestato-un-pusher-di-42-anni/feed/ 0
Capitale italiana della Cultura 2022, Castellammare sfida altre 27 città candidate https://vivicentro.it/regioni/sud/terza-pagina-sud/capitale-italiana-della-cultura-2022-castellammare-sfida-altre-27-citta-candidate/ https://vivicentro.it/regioni/sud/terza-pagina-sud/capitale-italiana-della-cultura-2022-castellammare-sfida-altre-27-citta-candidate/#respond Wed, 05 Aug 2020 14:04:31 +0000 https://vivicentro.it/?p=407871 Capitale italiana della Cultura 2022, Castellammare sfida altre 27 città candidate. Tra queste ci sono altre due campane: Procida e Padula Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo ha pubblicato la lista delle 28 città candidate a capitale italiana della cultura 2022. La Campania, per questa edizione, verrà rappresentata […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Capitale italiana della Cultura 2022, Castellammare sfida altre 27 città candidate

]]>
Capitale italiana della Cultura 2022, Castellammare sfida altre 27 città candidate. Tra queste ci sono altre due campane: Procida e Padula

Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo ha pubblicato la lista delle 28 città candidate a capitale italiana della cultura 2022. La Campania, per questa edizione, verrà rappresentata da tre città: Castellammare di Stabia (NA), Padula (SA), Procida (NA)

Durante la Conferenza Unificata, il Mibact ha ufficializzato l’elenco delle città che hanno perfezionato la propria candidatura come capitale italiana della della cultura 2022. Il prossimo 12 ottobre, tra queste 28 città, la Commissione sceglierà le dieci finaliste. Il progetto vincitore verrà annunciato il 12 novembre.

Oltre alle tre città campane in gara ci sono sono: Ancona, Arezzo, Aripino, Bari, Carbonia, Cerveteri, Fano, Isernia, L’Aquila, Modica, Molfetta, Palma di Montechiaro, Pieve di Soligo, Pisa, San Severo, Scicli, Taranto, Trani, Trapani, Tropea, Venosa, Verbania, Verona, Vigevano e Volterra. 

Non sarà un concorso di bellezza” ha sottolineato il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini.
“Viene premiata la città che riesce a sviluppare il progetto culturale più coinvolgente, più aperto, innovativo e trasversale”.

Per il 2023 invece, la scelta è già stata fatta: il Ministero ha infatti deciso, in segno di solidarietà per quanto successo durante l’epidemia da Covid-19, che le capitali italiane della cultura di quella edizione saranno le città di Bergamo e Brescia.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Capitale italiana della Cultura 2022, Castellammare sfida altre 27 città candidate

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/terza-pagina-sud/capitale-italiana-della-cultura-2022-castellammare-sfida-altre-27-citta-candidate/feed/ 0
Sequestrati B&B e spiaggia attrezzata abusivi. Denunciato un albergatore https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/sequestrati-bb-e-spiaggia-attrezzata-abusivi-denunciato-un-albergatore/ https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/sequestrati-bb-e-spiaggia-attrezzata-abusivi-denunciato-un-albergatore/#respond Wed, 05 Aug 2020 14:02:22 +0000 https://vivicentro.it/?p=407870 Sequestrati dalla Guardia di Finanza di Carini (Pa) dei B&B abusivi con spiaggia attrezzata. Denunciato un albergatore (video). Nell’ambito dell’intensificazione del controllo del territorio volto alla repressione dell’abusivismo commerciale i Finanzieri della Tenenza di Carini (PA), unitamente alla locale Polizia Municipale e ai militari della Guardia Costiera di Terrasini hanno proceduto al sequestro amministrativo del […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Sequestrati B&B e spiaggia attrezzata abusivi. Denunciato un albergatore

]]>

Sequestrati dalla Guardia di Finanza di Carini (Pa) dei B&B abusivi con spiaggia attrezzata. Denunciato un albergatore (video).

Nell’ambito dell’intensificazione del controllo del territorio volto alla repressione dell’abusivismo commerciale i Finanzieri della Tenenza di Carini (PA), unitamente alla locale Polizia Municipale e ai militari della Guardia Costiera di Terrasini hanno proceduto al sequestro amministrativo del complesso alberghiero ”Porto Rais”.

A seguito di diverse segnalazioni pervenute agli organi di polizia circa un presunto esercizio abusivo di attività di B&B, le Fiamme Gialle in sinergia con il personale del Comando Polizia Municipale, hanno avviato una mirata attività di acquisizione di notizie mediante la consultazione di fonti aperte rilevando l’esercizio dell’attività alberghiera sotto la denominazione “Le stanze sul mare”, con le diverse recensioni rilasciate dagli ospiti.

Contestualmente, con l’ausilio della Guardia di Costiera, si procedeva all’esecuzione di specifici sopralluoghi nell’area prospiciente il complesso alberghiero, dove veniva rilevato che la spiaggetta era stata attrezzata ad uso esclusivo degli avventori del B&B, impedendo di fatto la pubblica fruizione dell’area demaniale, senza il possesso di alcuna concessione e/o autorizzazione.

La posizione fiscale dell’operatore turistico, risultato di fatto un “evasore totale”, sarà oggetto di approfondimento da parte dei militari della Guardia di Finanza.

Per detti fatti, l’attività economica di affittacamere, esercitata in totale assenza delle prescritte autorizzazioni rilasciate dallo Sportello Unico delle Attività Produttive del Comune di Carini, è stata sottoposta a sequestro amministrativo, mentre la porzione di spiaggia ricadente nell’area demaniale e occupata abusivamente è stata sequestrata penalmente in forza degli artt 54 e 1161 del Codice della Navigazione e ai sensi dell’art. 633 del codice penale. Per quest’ultima violazione il responsabile della struttura vacanziera abusiva è stato deferito a piede libero all’Autorità Giudiziaria.

Altri recenti articoli riguardanti le attività della Guardia di Finanza in Sicilia:

“2 Aprile 2020 Semplice gel detergente venduto per dispositivo medico

“2 Maggio 2020 Senza patente; prodotti irregolari; frode. La GdF sulle strade siciliane

“10 Maggio 2020 Guardia di Finanza VS commercializzazione illecita

“21 Maggio 2020 Corruzione nella sanità in Sicilia: ‘Abbiamo cambiato la busta

“3 Agosto 2020 Riportato in Italia uno yacht da regata del valore di oltre 10 milioni

sequestrati sequestrati sequestrati sequestrati

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Sequestrati B&B e spiaggia attrezzata abusivi. Denunciato un albergatore

]]>
https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/sequestrati-bb-e-spiaggia-attrezzata-abusivi-denunciato-un-albergatore/feed/ 0
Noleggia 3 e-bike con documento falso e svanisce nel nulla: Denunciata. https://vivicentro.it/regioni/nord/cronaca-nord/noleggia-3-e-bike-con-documento-falso-e-svanisce-nel-nulla-denunciata/ https://vivicentro.it/regioni/nord/cronaca-nord/noleggia-3-e-bike-con-documento-falso-e-svanisce-nel-nulla-denunciata/#respond Wed, 05 Aug 2020 12:58:23 +0000 https://vivicentro.it/?p=407866 Una 31nne bresciana noleggia 3 e-bike con documento falso e svanisce nel nulla: denuncia da una società specializzata nel noleggio di e-bike. Noleggia 3 e-bike con documento falso e svanisce nel nulla: Denunciata. I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Brescia, hanno rinvenuto in un garage di proprietà di una 31nne bresciana 3 biciclette […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Noleggia 3 e-bike con documento falso e svanisce nel nulla: Denunciata.

]]>

Una 31nne bresciana noleggia 3 e-bike con documento falso e svanisce nel nulla: denuncia da una società specializzata nel noleggio di e-bike.

Noleggia 3 e-bike con documento falso e svanisce nel nulla: Denunciata.

I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Brescia, hanno rinvenuto in un garage di proprietà di una 31nne bresciana 3 biciclette elettriche oggetto di denuncia da una società specializzata nel noleggio di e-bike.

La donna, unitamente ad un complice in corso di identificazione, si era recata lo scorso 1 agosto presso la società di noleggio di Bergamo dove presentando un documento falso aveva noleggiato 3 biciclette elettriche del valore di oltre duemila euro cadauna.

Il negoziante constatata la mancata restituzione delle e-bike, ha sporto denuncia e segnalato la posizione risultante dal sistema GPS installato sui velocipidi.

I militari, con ausilio personale VV.FF. Brescia, hanno effettuato l’accesso presso un garage e recuperato le preziose biciclette.

I Carabinieri hanno quindi denunciato in stato di libertà la donna per il reato di truffa in concorso, sostituzione di persona e possesso di documenti falsi.

Cristina Adriana Botis

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Noleggia 3 e-bike con documento falso e svanisce nel nulla: Denunciata.

]]>
https://vivicentro.it/regioni/nord/cronaca-nord/noleggia-3-e-bike-con-documento-falso-e-svanisce-nel-nulla-denunciata/feed/ 0
Castellammare, l’ex Sindaco diserta la manifestazione per il carabiniere aggredito: “Non funziona così!” https://vivicentro.it/regioni/sud/politica-sud/castellammare-lex-sindaco-diserta-la-manifestazione-per-il-carabiniere-aggredito-non-funziona-cosi/ https://vivicentro.it/regioni/sud/politica-sud/castellammare-lex-sindaco-diserta-la-manifestazione-per-il-carabiniere-aggredito-non-funziona-cosi/#respond Wed, 05 Aug 2020 12:29:58 +0000 https://vivicentro.it/?p=407862 Castellammare, l’ex Sindaco Pannullo diserta la manifestazione per il carabiniere aggredito: “Non funziona così! Non si può marciare a braccetto con questi” L’ex Sindaco di Castellammare di Stabia, Toni Pannullo, ha annunciato che non prenderà parte alla manifestazione organizzata da Don Salvatore Abagnale per esprimere solidarietà nei confronti del Carabiniere aggredito nei pressi della Villa […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Castellammare, l’ex Sindaco diserta la manifestazione per il carabiniere aggredito: “Non funziona così!”

]]>
Castellammare, l’ex Sindaco Pannullo diserta la manifestazione per il carabiniere aggredito: “Non funziona così! Non si può marciare a braccetto con questi”

L’ex Sindaco di Castellammare di Stabia, Toni Pannullo, ha annunciato che non prenderà parte alla manifestazione organizzata da Don Salvatore Abagnale per esprimere solidarietà nei confronti del Carabiniere aggredito nei pressi della Villa Comunale. A spingerlo verso questa decisione sarebbe stata l’adesione da parte di alcune personalità politiche che l’ex primo cittadino considera artefici di questo declino morale a cui la città sta andando incontro.  Nel corso della sua lettera aperta al parroco, l’ex Sindaco ha anche denunciato i troppi slogan vuoti ai quali non hanno seguito delle azioni di denuncia:

Carissimo Salvatore, scrivo a Te per l’affetto e la stima che nutro nei Tuoi confronti come sacerdote e come uomo. Ho deciso di non partecipare alla manifestazione da Te organizzata, “Noi siamo di più”, per diversi ordini di motivi. In primis la omologazione di una manifestazione finirebbe per assumere contorni fuorvianti. Noi siamo di più ma non siamo tutti uguali. Ed all’indomani della manifestazione il messaggio che passerebbe è quello di una indistinta melassa in cui tutti abbiamo vissuto l’impegno sociale e politico in eguale maniera, in cui tutti abbiamo perseguito i medesimi valori nella vita quotidiana e professionale, in cui tutti siamo uguali a tutti. Basta non funziona così! Io non posso pretendere che altri non partecipino ma devo alla mia coscienza il diritto di non associare la mia faccia a quella di altri. Le storie in questa città si conoscono e chi come il sottoscritto ha da Sindaco denunciato per nomi e cognomi fatti e circostanze si troverebbe in palese e sconcertante contraddizione nel vedere il suo volto affiancato a quello d’altri.
Per non parlare poi dell’aspetto politico tout court, che non è una brutta parola. La politica è una cosa seria. Se si assumono posizioni anche dure, intransigenti nei confronti di si ritiene il responsabile politico di questa stagione che da endemica è diventata emergenziale, è evidente che non si può marciare a braccetto con questi.
E poi temo ma so che non ti appartiene, la retorica dell’antimafia. La retorica di chi sventola bandiere ma non ha il coraggio di denunciare. Non voglio più omologarmi agli slogan e poi sentirmi solo nella denuncia.
 Comprendo ed apprezzo il sapore e lo spirito della Tua iniziativa, conosco il Tuo impegno avendo condiviso pagine ed esperienze tanto significative quanto entusiasmanti nella mia pur breve esperienza amministrativa, tuttavia non me la sento.  Non mela sento, sarò impopolare, avrò una posizione irrilevante ed insignificante. Poco importa! Quello che importa è rispondere ai valori che hanno distinto e contraddistinto la mia vita, personale e politica.”

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Castellammare, l’ex Sindaco diserta la manifestazione per il carabiniere aggredito: “Non funziona così!”

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/politica-sud/castellammare-lex-sindaco-diserta-la-manifestazione-per-il-carabiniere-aggredito-non-funziona-cosi/feed/ 0
Neo Marescialli assegnati al Com. Prov.le di Brescia: la presentazione https://vivicentro.it/regioni/nord/cronaca-nord/neo-marescialli-assegnati-al-com-prov-le-di-brescia-la-presentazione/ https://vivicentro.it/regioni/nord/cronaca-nord/neo-marescialli-assegnati-al-com-prov-le-di-brescia-la-presentazione/#respond Wed, 05 Aug 2020 12:14:01 +0000 https://vivicentro.it/?p=407861 Sono dieci i neo Marescialli dell’Arma dei Carabinieri del 7 corso triennale assegnati ai Comandi Stazione della provincia, che da poco hanno completato l’iter formativo, ricevuti questa mattina, dal Comandante Provinciale Col. Gabriele Iemma. Un’occasione, oltre che per accogliere calorosamente i neo destinati, per sottolineare l’importanza e la delicatezza del ruolo che andranno a rivestire […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Neo Marescialli assegnati al Com. Prov.le di Brescia: la presentazione

]]>

Sono dieci i neo Marescialli dell’Arma dei Carabinieri del 7 corso triennale assegnati ai Comandi Stazione della provincia, che da poco hanno completato l’iter formativo, ricevuti questa mattina, dal Comandante Provinciale Col. Gabriele Iemma.

Un’occasione, oltre che per accogliere calorosamente i neo destinati, per sottolineare l’importanza e la delicatezza del ruolo che andranno a rivestire nell’ambito della comunità, con un richiamo ai valori che da sempre contraddistinguono l’azione dei Carabinieri.

Comando Provinciale CC di Brescia: Presentazione neo Marescialli / Cristina Adriana Botis

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

Alcuni altri articoli di Cronaca dal NORD presenti nei nostri archivi:

Alcuni altri articoli di Cronaca presenti nei nostri archivi:

 

 

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Neo Marescialli assegnati al Com. Prov.le di Brescia: la presentazione

]]>
https://vivicentro.it/regioni/nord/cronaca-nord/neo-marescialli-assegnati-al-com-prov-le-di-brescia-la-presentazione/feed/ 0
Castellammare, agevolazioni TARI per utenze domestiche e commerciali https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/castellammare-agevolazioni-tari-per-utenze-domestiche-e-commerciali/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/castellammare-agevolazioni-tari-per-utenze-domestiche-e-commerciali/#respond Wed, 05 Aug 2020 11:30:41 +0000 https://vivicentro.it/?p=407858 Castellammare, agevolazioni TARI per utenze domestiche e commerciali: ecco come presentare la domanda Sono disponibili sul sito istituzionale del Comune di Castellammare di Stabia (clicca qui) i modelli per la presentazione della domanda relativa alle agevolazioni sulla tassa dei rifiuti (Tari) per l’anno di imposta 2020, che abbiamo disposto, esclusivamente con fondi comunali, per i […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Castellammare, agevolazioni TARI per utenze domestiche e commerciali

]]>
Castellammare, agevolazioni TARI per utenze domestiche e commerciali: ecco come presentare la domanda

Sono disponibili sul sito istituzionale del Comune di Castellammare di Stabia (clicca qui) i modelli per la presentazione della domanda relativa alle agevolazioni sulla tassa dei rifiuti (Tari) per l’anno di imposta 2020, che abbiamo disposto, esclusivamente con fondi comunali, per i contribuenti stabiesi e per le attività economiche colpite dall’emergenza Covid.

Le domande per le utenze domestiche e non domestiche possono essere presentate, previa registrazione, direttamente sul portale del contribuente. Chi non dispone di una connessione internet, inoltre, può presentare la richiesta allo sportello entro il prossimo 31 ottobre 2020.

Chiunque abbia diritto alle agevolazioni Tari pagherà regolarmente le prime due rate, mentre il calcolo delle agevolazioni sarà predisposto sulla terza e sulla quarta rata, quest’ultima prevista a conguaglio entro il 28 febbraio 2021.

Scadenze previste:

• 31.07.2020 (rata riscossa in acconto sulla base delle tariffe provvisorie 2020,
calcolate tenendo conto delle tariffe definitive 2019);
• 30.09.2020 (rata riscossa in acconto sulla base delle tariffe provvisorie 2020,
calcolate tenendo conto delle tariffe definitive 2019};
• 30.11.2020 (rata riscossa in acconto sulla base delle tariffe provvisorie 2020,
calcolate tenendo conto delle tariffe definitive 2019);
• 28.02.2021 (rata riscossa a saldo sulla base delle tariffe definitive 2020
approvate sulla base del metodo ARERA – MTR);

Riproduzione Riservata – Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. E’ possibile comunque richiedere autorizzazione scritta alla nostra redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link al nostro articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Castellammare, agevolazioni TARI per utenze domestiche e commerciali

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/castellammare-agevolazioni-tari-per-utenze-domestiche-e-commerciali/feed/ 0
Napoli, Barra: aggredisce un poliziotto: arrestato https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/napoli-barra-aggredisce-un-poliziotto-arrestato/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/napoli-barra-aggredisce-un-poliziotto-arrestato/#respond Wed, 05 Aug 2020 10:54:56 +0000 https://vivicentro.it/?p=407853 Napoli, Barra: aggredisce un poliziotto: arrestato Napoli, Barra: arrestato un uomo per violenza, lesioni personali, minacce e resistenza a Pubblico Ufficiale e denunciato per maltrattamenti in famiglia Ieri sera gli agenti del Commissariato San Giovanni-Barra hanno udito delle urla ed hanno visto, all’esterno del Commissariato, un gruppo di persone che, in presenza di due minori, […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Napoli, Barra: aggredisce un poliziotto: arrestato

]]>

Napoli, Barra: aggredisce un poliziotto: arrestato

Napoli, Barra: arrestato un uomo per violenza, lesioni personali, minacce e resistenza a Pubblico Ufficiale e denunciato per maltrattamenti in famiglia

Ieri sera gli agenti del Commissariato San Giovanni-Barra hanno udito delle urla ed hanno visto, all’esterno del Commissariato, un gruppo di persone che, in presenza di due minori, stavano litigando ed un uomo che ha colpito una donna al volto con uno schiaffo.

I poliziotti sono intervenuti per sedare la lite, ma l’aggressore ha iniziato ad inveire contro di loro richiamando l’attenzione dei familiari che sono sopraggiunti in sua difesa; ne è nata una colluttazione a seguito della quale l’uomo, C.D.S., 25enne napoletano con precedenti di polizia, è stato bloccato e arrestato per violenza, lesioni personali, minacce e resistenza a Pubblico Ufficiale, e denunciato per maltrattamenti in famiglia.

 

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o
utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere
autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede
comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente
articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Napoli, Barra: aggredisce un poliziotto: arrestato

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/napoli-barra-aggredisce-un-poliziotto-arrestato/feed/ 0
Castellammare, 49enne arrestato per rapina aggravata https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/castellammare-49enne-arrestato-per-rapina-aggravata/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/castellammare-49enne-arrestato-per-rapina-aggravata/#respond Wed, 05 Aug 2020 10:40:04 +0000 https://vivicentro.it/?p=407851 Castellammare, 49enne arrestato per rapina aggravata Castellammare, pregiudicato di 49 anni arrestato per i reati di rapina aggravata, porto e detenzione di arma clandestina e ricettazione Nella mattinata di martedì 4 agosto i Carabinieri della Compagnia di Castellammare di Stabia, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Castellammare, 49enne arrestato per rapina aggravata

]]>

Castellammare, 49enne arrestato per rapina aggravata

Castellammare, pregiudicato di 49 anni arrestato per i reati di rapina aggravata, porto e detenzione di arma clandestina e ricettazione

Nella mattinata di martedì 4 agosto i Carabinieri della Compagnia di Castellammare di Stabia, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Torre Annunziata su richiesta di questa Procura della Repubblica, hanno proceduto all’arresto di un pregiudicato 49enne gravemente indiziato dei reati di rapina aggravata, porto e detenzione di arma clandestina e ricettazione.

L’arrestato è ritenuto responsabile, unitamente ad un complice allo stato non identificato, di una rapina commessa lo scorso 22 aprile ai danni di una tabaccheria dell’area nord della cittadina stabiese. Le indagini, espletate dai Carabinieri e coordinate da questa Procura della Repubblica, condotte mediante l’analisi dei filmati delle telecamere di videosorveglianza pubbliche e private, l’acquisizione di testimonianze e l’effettuazione di individuazioni fotografiche, hanno consentito di:

– identificare uno degli autori della rapina che, a bordo di un motociclo, privo della targa e condotto da un complice, si era impossessato della somma di 1500 euro dopo aver minacciato il gestore e i dipendenti dell’esercizio commerciale con una pistola semiautomatica;

– individuare il luogo in cui erano stati occultati i guanti e l’arma con matricola abrasa utilizzati per commettere la rapina;

– rintracciare e sequestrare lo scooter utilizzato per la rapina.

Al termine delle formalità di rito l’indagato è stato associato alla casa circondariale di Napoli Poggioreale.

 

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o
utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere
autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede
comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente
articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Castellammare, 49enne arrestato per rapina aggravata

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/castellammare-49enne-arrestato-per-rapina-aggravata/feed/ 0
Tuttosport – Napoli, con un addio di Lozano gli esterni da prendere diventano due https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/tuttosport-napoli-con-un-addio-di-lozano-gli-esterni-da-prendere-diventano-due/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/tuttosport-napoli-con-un-addio-di-lozano-gli-esterni-da-prendere-diventano-due/#respond Wed, 05 Aug 2020 10:07:45 +0000 https://vivicentro.it/?p=407849 Il futuro del messicano è ancora incerto Tuttosport – Napoli, con un addio di Lozano gli esterni da prendere diventano due   In una stagione deludente, il futuro di Hirving Lozano è incerto. La sua permanenza a Napoli, ma d’altronde come il suo addio, non è scontata. Secondo quanto scritto dal Tuttosport, se il Chucky […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Tuttosport – Napoli, con un addio di Lozano gli esterni da prendere diventano due

]]>
Il futuro del messicano è ancora incerto

Tuttosport – Napoli, con un addio di Lozano gli esterni da prendere diventano due

 

In una stagione deludente, il futuro di Hirving Lozano è incerto. La sua permanenza a Napoli, ma d’altronde come il suo addio, non è scontata. Secondo quanto scritto dal Tuttosport, se il Chucky dovesse alla fine andar via,  gli azzurri sul mercato sarebbero poi costretti a prendere due esterni e non più uno. A tal proposito, ecco quanto riportato dal quotidiano:

 

“Per quanto è stato pagato al Psv(42 milioni)  e per quello che guadagna(4.2 a stagione) è complicato troargli una destinazione di media grandezza e allora non è detto che non resti alle dipendeze di Gattuso. Se un club come l’Everton dovesse credere in lui, allora il Napoli sarebbe costretto a prendere non più uno, ma due attaccanti esterni. Boga del Sassuolo resta il preferito, poi Under e Rashica del Werder Brema”

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Tuttosport – Napoli, con un addio di Lozano gli esterni da prendere diventano due

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/tuttosport-napoli-con-un-addio-di-lozano-gli-esterni-da-prendere-diventano-due/feed/ 0
CorSport – Napoli, contro il Barcellona spazio a Manolas e Demme https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/corsport-napoli-contro-il-barcellona-spazio-a-manolas-e-demme/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/corsport-napoli-contro-il-barcellona-spazio-a-manolas-e-demme/#respond Wed, 05 Aug 2020 09:46:39 +0000 https://vivicentro.it/?p=407847 In attacco, dovesse non farcela Insigne, Elmas è favorito su Lozano CorSport – Napoli, contro il Barcellona spazio a Manolas e Demme   Il tempo passa. Il Barcellona si avvicina e,secondo quanto  scritto dal Corriere dello Sport, Gattuso ha già scelto chi saranno gli undici da mandare in campo(ovviamente col dubbio Insigne). A tal proposito, […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo CorSport – Napoli, contro il Barcellona spazio a Manolas e Demme

]]>
In attacco, dovesse non farcela Insigne, Elmas è favorito su Lozano

CorSport – Napoli, contro il Barcellona spazio a Manolas e Demme

 

Il tempo passa. Il Barcellona si avvicina e,secondo quanto  scritto dal Corriere dello Sport, Gattuso ha già scelto chi saranno gli undici da mandare in campo(ovviamente col dubbio Insigne). A tal proposito, ecco quanto riportato dal quotidiano:

“Le ultime partite avevano contribuito ad alimentare qualche perplessità soprattutto intorno all’asse centrale: il partner di Koulibaly e il regista davanti alla difesa. Le indicazioni emerse dai primi due allenamenti della settimana hanno già cominciato a disegnare due sagome: Manolas insieme a Kalidou e Demme a dirigere l’orchestra. Per il resto beh, è tutto fatto. O quasi: tocca a Lorenzo, saltare sull’aereo e completare il quadro, nel caso toccherebbe a Elmas spostare il suo raggio d’azione”

 

La probabile formazione azzurra

Napoli(4-3-3):Ospina;Di Lorenzo, Manolas,Koulibaly,Mario Rui; Fabian Ruiz, Demme, Zielinski;Callejon, Mertens,Insigne/Elmas

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo CorSport – Napoli, contro il Barcellona spazio a Manolas e Demme

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/corsport-napoli-contro-il-barcellona-spazio-a-manolas-e-demme/feed/ 0
Gazzetta – Napoli, domani il test deciso per Insigne https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/gazzetta-napoli-domani-il-test-deciso-per-insigne/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/gazzetta-napoli-domani-il-test-deciso-per-insigne/#respond Wed, 05 Aug 2020 09:33:24 +0000 https://vivicentro.it/?p=407845 Il capitano fa il possibile per recuperare Gazzetta – Napoli, domani il test deciso per Insigne Lorenzo Insigne vuole esserci, stringe i denti. Il capitano azzurro, secondo quanto scritto dalla Gazzetta dello Sport, non sente più dolore e domani svolgerà il test decisivo per capire se potrà essere a disposizione di Gattuso. A tal proposito, […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Gazzetta – Napoli, domani il test deciso per Insigne

]]>
Il capitano fa il possibile per recuperare

Gazzetta – Napoli, domani il test deciso per Insigne

Lorenzo Insigne vuole esserci, stringe i denti. Il capitano azzurro, secondo quanto scritto dalla Gazzetta dello Sport, non sente più dolore e domani svolgerà il test decisivo per capire se potrà essere a disposizione di Gattuso. A tal proposito, ecco quanto riportato dal quotidiano:

“Insigne sta proseguendo con le terapie, seguito dallo staff medico che le proverà tutte per metterlo a disposizione di Gattuso. Bisognerà attendere il test che dovrebbe svolgere domani mattina o nel pomeriggio. Solo provando a correre e calciare si potrà capire come procede la cura. Lorenzo dovrà tentare di calciare con l’interno piede, andrà a sollecitare l’adduttore infiammato. Se non avvertirà dolore, allora potrebbero esserci buone possibilità di vederlo in campo”

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Gazzetta – Napoli, domani il test deciso per Insigne

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/gazzetta-napoli-domani-il-test-deciso-per-insigne/feed/ 0
Juve Stabia, Fabio Caserta: nessuno dimentichi ciò che è stato https://vivicentro.it/sport/juvestabia/juve-stabia-approfondimenti/juve-stabia-fabio-caserta-nessuno-dimentichi/ https://vivicentro.it/sport/juvestabia/juve-stabia-approfondimenti/juve-stabia-fabio-caserta-nessuno-dimentichi/#respond Wed, 05 Aug 2020 09:03:57 +0000 https://vivicentro.it/?p=407837 31 gennaio 2012 – 4 agosto 2020. Finisce dopo otto anni ed otto mesi la storia, solo professionale, tra la Juve Stabia e Fabio Caserta. Dopo la dolorosa ed immediata retrocessione in Serie C il club gialloblu ha deciso di sollevare dall’incarico il tecnico del miracolo sportivo del 2019, divenuto poi incubo poco più di […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Juve Stabia, Fabio Caserta: nessuno dimentichi ciò che è stato

]]>

31 gennaio 2012 – 4 agosto 2020. Finisce dopo otto anni ed otto mesi la storia, solo professionale, tra la Juve Stabia e Fabio Caserta. Dopo la dolorosa ed immediata retrocessione in Serie C il club gialloblu ha deciso di sollevare dall’incarico il tecnico del miracolo sportivo del 2019, divenuto poi incubo poco più di un anno dopo, e con lui il direttore sportivo Ciro Polito.

Qualcuno avrebbe preferito che l’esonero fosse arrivato prima della fine del campionato, sperando in un’inversione della rotta stabiese; altri hanno reso le difese del tecnico, rilevando che con l’organico a sua disposizione ha fatto il massimo. Questo articolo non rappresenta nè vuole essere l’accusa o la difesa nei confronti di Fabio Caserta, quanto semplicemente il giusto saluto ad una persona, prima ancora che calciatore e poi allenatore, che a Castellammare ha scritto alcune tra le pagine più importanti della sua storia e della storia della Juve Stabia.

Arrivato agli inizi del 2012 nel complesso affare che portò Riccardo Cazzola all’Atalanta, Fabio Caserta ha da subito avuto un rapporto ad alto tasso di emozioni con l’ambiente stabiese. Immediato l’esordio con il Livorno, griffato con la rete del momentaneo vantaggio; poi piccoli problemi fisici dovuti ad una condizione non ideale ma con l’apice del gol che regalava a marzo il pareggio in extremis nel derby con la Nocerina (che pure aveva cercato il calciatore in sede di mercato), condannando i rivali alla retrocessione. Pareva che quella rete fosse il preludio ai saluti tra l’allora numero 16 e le Vespe; il nuovo programma di Braglia prevedeva una squadra giovane, e non includeva nei suoi schemi l’ex nerazzurro. Eppure il destino aveva in serbo altri programmi.

La Juve Stabia al suo secondo anno di cadetteria gira male, non trova la retta via, tanto da spingere Braglia a rilanciare Caserta: per lui fulmineo rientro in campo, col numero 16 nel frattempo diventato 10, e fascia da capitano. Da quel momento in poi il centrocampista calabrese diventerà il faro attorno cui ruoterà tutta la squadra, illuminata dai gol e dalle giocate del suo leader. Nemmeno le lusinghe del Pescara del suo maestro Marino, l’estate successiva, riusciranno a rompere l’amore tra Fabio e i colori gialloblu, rafforzato nel periodo più brutto della sua vita, la morte del fratello Raffaele. Un momento drammatico, in cui tutta la città si stringe al suo capitano.

Dopo la cocente delusione della retrocessione, e le apparizioni intermittenti nella squadra guidata da Pancaro, il passaggio sulla panchina, prima come collaboratore di Ciullo e Zavettieri, e poi come vice di Fontana e Carboni. Un apprendistato lungo ma con lo sguardo sempre orientato a quel seggiolino da primo allenatore, meta finale di un viaggio cui Caserta arriva il 15 luglio 2017, con la nomina ad allenatore della Juve Stabia. Quarto posto al primo anno da allenatore e radici del capolavoro che sarebbe germogliato la stagione successiva.

La seconda Juve Stabia guidata da Fabio Caserta, nel 2018/19, è un carro armato. Vince di rabbia e grinta, prima ancora che tecnicamente, contro tutti. Solo due sconfitte, una a campionato già vinto, nella stagione stabiese, in cui l’apice della gioia è la vittoria con la Vibonese del 20 aprile 2019 che consegna la Serie B alle Vespe.

Più che positivo fino a marzo il ritorno in Serie B della Juve Stabia, persasi soltanto nel caos post covid. Una gestione errata in cui Caserta ha le sue colpe, che si affiancano però alle responsabilità di tanti altri addetti ai lavori del club, dal direttore sportivo, alla presidenza, allo staff atletico, come anche dei calciatori. Questa, come detto, non è la ricerca del colpevole né la ripartizione delle responsabilità, quanto un semplice invito a non dimenticare quanto fatto da Fabio Caserta insieme alla Juve Stabia.

Avversari, probabilmente, lo saremo prima o poi ma nemici mai. Buona fortuna Fabio.

Foto: Gargiulo – SS Juve Stabia

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Juve Stabia, Fabio Caserta: nessuno dimentichi ciò che è stato

]]>
https://vivicentro.it/sport/juvestabia/juve-stabia-approfondimenti/juve-stabia-fabio-caserta-nessuno-dimentichi/feed/ 0
BEIRUT devastata da due potenti esplosioni: 100 morti e 4.000 feriti https://vivicentro.it/nazionale-24h/attualita/beirut-devastata-da-due-potenti-esplosioni-100-morti-e-4-000-feriti/ https://vivicentro.it/nazionale-24h/attualita/beirut-devastata-da-due-potenti-esplosioni-100-morti-e-4-000-feriti/#respond Wed, 05 Aug 2020 07:55:51 +0000 https://vivicentro.it/?p=407835 (IT) – Beirut devastata da due potenti esplosioni: 2.750 ton di nitrato di ammonio sarebbero all’origine della tragedia. Oltre 100 i morti e 4.000 i feriti secondo l’ultimo aggiornamento della Croce Rossa. Danni in un raggio di 10 Km. (VIDEO) (RO) – Beirutul devastat de două explozii puternice: 2.750 tone de azotat de amoniu ar […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo BEIRUT devastata da due potenti esplosioni: 100 morti e 4.000 feriti

]]>

(IT) – Beirut devastata da due potenti esplosioni: 2.750 ton di nitrato di ammonio sarebbero all’origine della tragedia. Oltre 100 i morti e 4.000 i feriti secondo l’ultimo aggiornamento della Croce Rossa. Danni in un raggio di 10 Km. (VIDEO)

(RO) – Beirutul devastat de două explozii puternice: 2.750 tone de azotat de amoniu ar fi la originea tragediei. Peste 100 de morți și 4.000 de răniți în conformitate cu cea mai recentă actualizare a Crucii Roșii. Daune pe o rază de 10 km. (VIDEO)

BEIRUT devastata da due potenti esplosioni: 100 morti e 4.000 feriti

L’enorme esplosione, avvenuta alle 18.30 di ieri nel porto di Beirut, è stata il seguito di una prima esplosione che già aveva creato scompiglio in migliaia di cittadini che erano lì ad osservarne, anche da lontano, l’incendio che ne era derivato. Questa seconda esplosione, molto più potente della prima, ha generato un enorme fungo alto decine di metri simile all’esplosione di una bomba atomica (nello specifico, alla mente, è subito tornata l’immagine dell’esplosione a Nagasaki della quale, i casi della vita, ricorre l’anniversario in questi giorni).

Anche l’onda d’urto che ne è derivata è stata di una forza spaventosa che ha distrutto le finestre degli edifici nel raggio di diversi chilometri, ha provocato il crollo delle facciate e danneggiato molte auto.

Secondo le ultime informazioni fornite dalla Croce Rossa i morti contati, ad ora, sarebbero più di 1oo con 4.000 feriti ma diverse persone sono ancora intrappolate sotto le macerie come confermato anche dal ministro della Salute libanese Hamad Hasan che ha parlato anche di danni altissimi ed ha invitato i cittadini a lasciare la Città perché coperta ancora da una nube tossica.

La coincidenza con il fatto che un tribunale delle Nazioni Unite avrebbe dovuto pronunciare il verdetto nel processo a quattro uomini del gruppo sciita Hezbollah  per l’assassinio di Rafik Hariri in un attentato dinamitardo nel 2005, ha subito alimentato sospetti di un possibile attentato.

Notizia e ricostruzione smentita quasi subito dall’evidenza dei fatti che hanno “accertato” come la seconda esplosione fosse dovuta a 2.750 tonnellate di nitrato di ammonio che erano state immagazzinate in un deposito portuale a Beirut cosa che ha richiamato alla memoria un’altra precedente tragedia avvenuta in America dove, il 16 aprile del 1947 nel porto di Texas City, due navi cariche di nitrato d’ammonio saltarono generando una esplosione da 3,8 chilotoni che causò la morte di 581 persone con oltre 3.000 feriti.

La Cronaca dal posto ci segnala che molti edifici sono stati colpiti dall’esplosione, incluso un quartier generale della CNN in città, e una nuvola rossa di fumo ha fluttuato sulla città dopo l’esplosione, mentre i vigili del fuoco hanno cercato di spegnere l’incendio.

L’onda d’urto, secondo testimoni oculari, ha colpito anche le case a 10 chilometri di distanza. Una cittadina a diversi chilometri dal luogo dell’esplosione dice che le finestre di casa sua si sono tutte rotte e che l’esplosione “sembrava un terremoto” mentre un altro testimone, Hadi Nasrallah, ha così descritto quanto ha potuto vedere:

 “Ho visto una luce intensa e non ho sentito nulla. Ho guardato il tassista, volevo assicurarmi che stesse vedendo la stessa cosa. Ha fermato la macchina, mi ha guardato e poi ho sentito un’esplosione molto forte. I finestrini dell’auto si sono rotti, le macchine intorno a noi, gli edifici … tutti i finestrini erano rotti. In quel momento, a Beirut, pioveva vetro dappertutto”

Un’altra testimonianza la fornisce un corrispondente dell’AFP che, su France Presse, scrive: Nella zona del distretto portuale, la distruzione è totale. 

” Ho visto una palla di fuoco e fumo che si alzava su Beirut. La gente urlava e correva, molte di loro sanguinavano. I balconi cadevano dagli edifici. Le finestre degli edifici alti sono state distrutte e sono cadute in strada “

Sempre secondo quanto riportato da AFP, anche il primo ministro Hassan Diab è intervenuto sulla tragedia ed ha detto:

“È inammissibile che un carico di nitrato di ammonio, stimato in 2.750 tonnellate, sia presente per sei anni in un magazzino senza precauzioni “.

“È inaccettabile e non possiamo tacere su questo tema”

“Non avremo pace finché non troveremo la persona responsabile dell’accaduto per fargliene rendere conto”.

Secondo una dichiarazione rilasciata al termine della riunione il Consiglio supremo di difesa ha raccomandato al governo di dichiarare lo “stato di emergenza” a Beirut per due settimane e, durante questo periodo, una “forza militare sarà responsabile di tutte le prerogative di sicurezza” mentre, oggi, Mercoledi, il governo libanese si riunirà in una riunione di emergenza.

Nell’immediato della tragedia si è fatto sentire anche il solito Donald Trump, Presidente USA, che ha perso un’altra occasione per tacere etichettando l’esplosione a Beirut come probabile frutto di un “attacco” affermando:

funzionari militari statunitensi “sembrano credere” che l’esplosione non sia stata accidentale, nonostante le informazioni ufficiali delle autorità libanesi.

Tuttavia, i funzionari del Pentagono degli Stati Uniti lo contraddicono e dicono che non ci sono indicazioni che l’esplosione di Beirut sia stata un attacco. Ma l’essere subito smentito, anche dal suo stesso entourage nonché dalle fonti da lui citate, è ormai diventata cosa normale ed abituale per il personaggio sempre più in affanno per le prossime elezioni. Ma questo è altro.

Tornando alla tragedia di Beirut e alle cose serie, resta da segnalare che l’area portuale è stata isolata dalle forze di sicurezza che consentono l’accesso solo alla protezione civile, alle ambulanze e ai camion dei pompieri. Accesso negato anche ai giornalisti.

La portata della tragedia diventa sempre più enorme man mano che passa il tempo e che si ha modo e tempo di far mente locale e poter avvertire anche tutti gli altri immensi danni collaterali creati dall’esplosione. Tra le tante, non ultima, quella dall’accertata distruzione anche dei depositi di grano che erano in zona e che contenevano, a quanto si apprende, l’80% delle scorte per tutto il Libano il che apre ora uno scenario terribile anche in termini economici e di sopravvivenza di tutta la popolazione libanese.

In conclusione segnaliamo che il militare italiano segnalato come coinvolto dall’esplosione sta relativamente bene, comunque non è grave. E questo rassicura se non altro gli italiani come rassicura i rumeni l’apprendere che, secondo il ministero degli Affari esteri, Bogdan Aurescu, non ci sono informazioni che tra le vittime ci siano cittadini rumeni.

A documentazione dell’accaduto si moltiplicano i filmati amatoriali fatti da cittadini sul posto. Tutti mostrano uno scenario di grande distruzione con auto ribaltate o distrutte. Uno di questi filmati, brevissimo, è giunto anche a noi attraverso Bissan Fakih che lo pubblica sul suo Twitter scrivendo: “A video I received on WhatsApp of the scalr of explosion in #Beirut, confirming it was at the port” e noi ve lo proponiamo a seguire:

BEIRUT devastat de două explozii puternice: 100 de morți și 4.000 de răniți

Gigantesculă explozie, care a avut loc ieri, la ora 18.30, în portul Beirut, a fost rezultatul unei prime explozii care a creat deja haos la mii de cetățeni care erau acolo pentru a observa, chiar și de la distanță, incendiul rezultat. Această a doua explozie, mult mai puternică decât prima, a generat o ciupercă uriașă de zeci de metri înălțime similară cu explozia unei bombe atomice (în mod special, în minte, imaginea exploziei din Nagasaki s-a întors imediat).

Valul de șoc rezultat a fost, de asemenea, o forță înspăimântătoare care a distrus ferestrele clădirilor pe o rază de câțiva kilometri, a prăbușit fațadele și a deteriorat multe mașini.

Conform celor mai recente informații furnizate de Crucea Roșie, numărul mortilor a fost de peste 1.000 cu 4.000 de răniți, dar mai multe persoane sunt încă prinse sub dărâmături, așa cum a confirmat ministrul libanez al Sănătății, Hamad Hasan, care a vorbit și despre daune foarte mari a invitat cetățenii să părăsească orașul, deoarece este încă acoperit de un nor toxic.

Coincidența în care un tribunal al ONU ar fi trebuit să se pronunțe în procesul de patru oameni al grupului șiit Hezbollah pentru asasinarea lui Rafik Hariri într-un atentat din 2005 a ridicat imediat suspiciuni cu privire la un posibil atac.

Știrile și reconstrucțiile au fost refuzate aproape imediat de dovezile care au „verificat” că a doua explozie s-a datorat celor 2.750 de tone de azotat de amoniu care au fost depozitate într-un depozit port din Beirut, care amintea de o altă tragedie anterioară. a avut loc în America, unde, la 16 aprilie 1947, în portul Texas City, două nave încărcate cu azotat de amoniu au sărit generând o explozie de 3,8 kilotone care a ucis 581 de persoane cu peste 3.000 de răniți.

Cronica din locație ne spune că multe clădiri au fost afectate de explozie, inclusiv un sediu CNN din oraș și un nor roșu de fum a plutit peste oraș după explozie, în timp ce pompierii au încercat să scoată ‘foc.

Valul de șoc, potrivit martorilor oculari, a lovit de asemenea case la 10 kilometri distanță. Un oraș mic aflat la câțiva kilometri de locul exploziei spune că geamurile casei sale s-au rupt toate și că explozia “arăta ca un cutremur” în timp ce un alt martor, Hadi Nasrallah, a descris ce a putut vedea:

“Am văzut o lumină strălucitoare și nu am auzit nimic. M-am uitat la taximetrist, am vrut să mă asigur că vede același lucru. A oprit mașina, m-a privit și apoi am auzit o explozie foarte puternică. Geamurile mașinii s-au întâmplat. sunt sparte, mașinile din jurul nostru, clădirile … toate geamurile erau sparte. În acel moment, în Beirut, sticla ploua peste tot “

O altă mărturie este oferită de un corespondent AFP care, în France Presse, scrie: În zona districtului port, distrugerea este totală.

“Am văzut o minge de foc și fum ridicându-se peste Beirut. Oamenii urlau și alergau, mulți dintre ei sângerau. Balcoanele cădeau de pe clădiri. Ferestrele clădirilor înalte au fost distruse și au căzut în stradă.”

În conformitate cu cele raportate de AFP, premierul Hassan Diab a vorbit și despre tragedie și a spus:

“Este inacceptabil ca o marfă de azotat de amoniu, estimată la 2.750 tone, să fie prezentă timp de șase ani într-un depozit fără măsuri de precauție”.

“Este inacceptabil și nu putem rămâne tăcuți pe această temă”

“Nu vom avea pace până nu vom găsi persoana responsabilă de ceea ce s-a întâmplat pentru a-l face responsabil”.

Potrivit unui comunicat lansat la sfârșitul ședinței, Consiliul Suprem de Apărare a recomandat guvernului să declare o „stare de urgență” în Beirut timp de două săptămâni și, în această perioadă, o „forță militară va fi responsabilă pentru toate prerogativele de securitate” în timp ce , astăzi, miercuri, guvernul libanez se va întruni într-o ședință de urgență.

În urma imediată a tragediei, s-a făcut auzit și obișnuitul Donald Trump, președintele SUA, care a pierdut o altă oportunitate de a păstra liniștea prin etichetarea exploziei din Beirut ca rezultatul probabil al unui „atac” care a declarat:

Oficialii militari americani „par să creadă” că explozia nu a fost întâmplătoare, în ciuda informațiilor oficiale ale autorităților libaneze.

Cu toate acestea, oficialii americani ai Pentagonului contrazic acest lucru și spun că nu există indicii că explozia Beirut a fost un atac. Fiind refuzat imediat, chiar și de propriul anturaj, precum și de sursele pe care le-a citat, acum a devenit normal și obișnuit pentru personajul care este din ce în ce mai neliniștit pentru următoarele alegeri. Dar este altceva.

Revenind la tragedia din Beirut și la problemele grave, rămâne de menționat că zona portului a fost izolată de forțele de securitate care permit accesul numai la protecția civilă, ambulanțe și camioane de pompieri. Accesul refuzat chiar și jurnaliștilor.

Amploarea tragediei devine din ce în ce mai enormă pe măsură ce trece timpul și pe măsură ce există timp și ocazie de a gândi la nivel local și, de asemenea, de a putea simți toate celelalte daune colaterale imense create de explozie. Printre numeroasele, nu în ultimul rând, cea a distrugerii constatate a depozitelor de cereale care se aflau în zonă și care conțineau, din câte știm, 80% din stocurile pentru întregul Liban, ceea ce deschide acum un scenariu teribil și în termeni. economică și de supraviețuire a întregii populații libaneză.

În concluzie, subliniem că soldatul italian raportat ca implicat în explozie este relativ bine, cu toate acestea nu este grav. Și acest lucru îi liniștește pe italieni cel puțin pe măsură ce îi liniștește pe români să afle că, potrivit Ministerului Afacerilor Externe, Bogdan Aurescu, nu există informații că printre victime sunt cetățeni români.

Ca documentație a incidentului, filmele amatoare realizate de cetățenii locali se înmulțesc. Toate arată un scenariu de mare distrugere cu mașini răsturnate sau prăpădite. Unul dintre aceste scurtmetraje ne-a venit și prin intermediul Bissan Fakih, care îl publică pe Twitter-ul său scris: „Un videoclip pe care l-am primit pe WhatsApp pe scalpul exploziei din #Beirut, confirmând că este la port” și noi propunem să urmăm:

Cristina Adriana Botis

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo BEIRUT devastata da due potenti esplosioni: 100 morti e 4.000 feriti

]]>
https://vivicentro.it/nazionale-24h/attualita/beirut-devastata-da-due-potenti-esplosioni-100-morti-e-4-000-feriti/feed/ 0
Aggredisce la donna innanzi ai poliziotti. Arrestato https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/aggredisce-la-donna-innanzi-ai-poliziotti-arrestato/ https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/aggredisce-la-donna-innanzi-ai-poliziotti-arrestato/#respond Wed, 05 Aug 2020 07:54:23 +0000 https://vivicentro.it/?p=407830 Aggredisce la donna con schiaffi al volto che sentendosi perseguitata aveva chiesto l’intervento della Polizia di Stato di Agrigento. Nella serata del del 1° agosto u.s., personale della Polizia di Stato di Agrigento, nel corso di un’attività di Polizia rivolta alla prevenzione ed alla repressione dei reati, procedeva all’arresto in flagranza di reato per resistenza […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Aggredisce la donna innanzi ai poliziotti. Arrestato

]]>

Aggredisce la donna con schiaffi al volto che sentendosi perseguitata aveva chiesto l’intervento della Polizia di Stato di Agrigento.

Nella serata del del 1° agosto u.s., personale della Polizia di Stato di Agrigento, nel corso di un’attività di Polizia rivolta alla prevenzione ed alla repressione dei reati, procedeva all’arresto in flagranza di reato per resistenza minaccia e oltraggio a Pubblico Ufficiale nonché lesioni personali e atti persecutori nei confronti di una donna del cinquantasettenne licatese G.A. soggetto pluripregiudicato.

Gli uomini del Commissariato di P.S.  di Licata, in servizio di volante, nel percorrere una centrale strada cittadina, venivano attirati dalla richiesta d’aiuto di una donna, fortemente intimorita dall’atteggiamento persecutorio di un uomo, con il quale poco prima aveva avuto un’accesa discussione.

Gli operatori cercavano di comprendere l’accaduto, ascoltando le parti, ma l’uomo prima inveiva con minacce ed epiteti ingiuriosi e diffamatori successivamente aggrediva fisicamente la donna con schiaffi al volto e gli stessi agenti.

Gli operatori di Polizia, pertanto, deferivano l’uomo all’A.G. e procedevano all’arresto flagranza di reato.

Altri recenti articoli riguardanti la Polizia di Stato in Sicilia:

“3 Agosto 2020 Srilankese palpeggia una donna per strada. La Polizia di Stato lo arresta

“2 Agosto 2020 Movida senza autorizzazioni e distanziamento sociale

“2 Agosto 2020 Ladro funambola 40 enne pregiudicato, fermato dalla Polizia di Stato

“30 Luglio 2020 Palermo: Polizia di Stato e Carabinieri arrestano tre rapinatori seriali autori di ben sette rapine nell’arco di tre mesi

“30 Luglio 2020 Spaccio a cielo aperto, arrestato un pusher palermitano

“30 Luglio 2020 Violava la misura di allontanamento dalla ex compagna. Arrestato ai domiciliari

“27 Luglio 2020 Potenziati i controlli sulla movida di Messina e provincia

“26 Luglio 2020 I Carabinieri della Compagnia di Messina Sud e i Poliziotti della Questura li hanno arrestati per rapina, detenzione di armi e lesioni

“25 Luglio 2020 Riconsegnata alla Diocesi di Monreale una preziosa tela del XVIII secolo

“23 Luglio 2020 Questura di Messina, arresti per evasione e coltivazione di marijuana

“20 Luglio 2020 Cocaina sequestrata nei bagni di una rosticceria. Arrestato un dipendente

“4 Luglio 2020 1 tonnellata di rame sequestrato e 3 indagati in Sicilia

“1 Luglio 2020 Messina, arresti per: rapina, e lesioni; furto; accoltellamento

“24 Giugno 2020 Professionisti della rapina arrestati dalla Polizia di Stato (video)

“15 Giugno 2020 Ai domiciliari ma continuava a spacciare. Arrestato

“15 Giugno 2020 La collana da rapper rivela il furto. Arrestato insieme ai complici

“14 Giugno 2020 Occultava stupefacenti tra le mascherine. Denunciato

“14 Giugno 2020 Barcellona Pozzo di Gotto (ME). Avevano compiuto una rapina: arrestati

“12 Giugno 2020 Operazione con 14 misure cautelari per associazione a delinquere di tratta di persone e sfruttamento della prostituzione (video)

“27 Aprile 2020 Violazioni, deferimento, salvataggio. La Polizia di Stato sulle strade siciliane

“6 Febbraio 2020 Prostituzione: arresti ad Agrigento e Messina (in Germania)

“12 Giugno 2020 Con il Telelaser Trucam la Polizia di Stato videoriprende le infrazioni

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Aggredisce la donna innanzi ai poliziotti. Arrestato

]]>
https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/aggredisce-la-donna-innanzi-ai-poliziotti-arrestato/feed/ 0
Mamma con figlio di 4 anni scomparsa dopo un incidente con l’auto https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/mamma-con-figlio-di-4-anni-scomparsa-dopo-un-incidente-con-lauto/ https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/mamma-con-figlio-di-4-anni-scomparsa-dopo-un-incidente-con-lauto/#respond Tue, 04 Aug 2020 21:02:26 +0000 https://vivicentro.it/?p=407827 Mamma e figlio sono scomparsi ieri dopo un incidente sull’A20 in prossimità del comune di Caronia (ME). Sono ancora in corso le ricerche. La Polizia Stradale di Messina comunica che dalla mattinata di ieri sull’autostrada A 20, all’altezza del km. 117, nell’ambito del comune di Caronia, dopo un incidente stradale si allontanava dal luogo del […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Mamma con figlio di 4 anni scomparsa dopo un incidente con l’auto

]]>

Mamma e figlio sono scomparsi ieri dopo un incidente sull’A20 in prossimità del comune di Caronia (ME). Sono ancora in corso le ricerche.

La Polizia Stradale di Messina comunica che dalla mattinata di ieri sull’autostrada A 20, all’altezza del km. 117, nell’ambito del comune di Caronia, dopo un incidente stradale si allontanava dal luogo del sinistro la conducente di uno dei veicoli coinvolti, Viviana PARISI, classe 1977, residente a Venetico (ME) con il proprio figlio Gioele, di anni 4. Le ricerche sono tuttora in corso. Chi avesse notizie è pregato di contattare questa Polizia Stradale ai nr. 090/6402811 o 090/41852. Si allega la foto della donna.

Mamma e figlio sono come scomparsi. Un intero paese è in apprensione. Sull’autostrada a20, Messina-Palermo, vicino a Caronia, è rimasta l’auto di Viviana Parisi, 43 anni, che è scomparsa con suo figlio Gioele di quattro.

La vettura è stata coinvolta lunedì mattina in un lieve incidente stradale sull’autostrada A20, tra Sant’Agata di Militello e Santo Stefano di Camastra, entrambi in provincia di Messina. Parisi, a quanto si è appreso, si sarebbe allontanata insieme al figlio nelle campagne circostanti subito dopo l’incidente.

Una delle ipotesi è quella che la donna abbia perso l’orientamento. Oltre alla Polstrada, sono intervenuti i carabinieri e due unità specializzate nelle ricerche, un elicottero dei Vigili del fuoco e un’unità cinofila. Si setacciano le campagne della zona.

L’automobile è stata trovata abbandonata in un controllo di routine della Polizia stradale sul viadotto Pizzo Turda, sulla carreggiata dell’autostrada in direzione Palermo. L’Opel Corsa di colore grigio aveva subito lievi danni per un impatto contro il guard-rail. All’interno della vettura sono stati rinvenuti la borsa della donna, con il cellulare e i documenti. Viviana era partita dal suo paese, Venetico, un piccolo centro vicino a Messina, per andare al centro commerciale a Milazzo, hanno riferito dei parenti, che non riescono a spiegarsi l’accaduto. In serata il marito e i familiari hanno lanciato un appello social per le ricerche, rilanciato e condiviso da migliaia di persone.

La Procura ha aperto un fascicolo per chiarire alcuni punti oscuri della vicenda. Al marito Daniele Mondello, musicista e Dj come lei, ha detto che con il bambino si sarebbe recata in un centro commerciale di Milazzo. Avrebbe dovuto percorrere una trentina di chilometri, invece ne aveva percorsi oltre 100.

Presso la Prefettura di Messina si è svolta una riunione. All’incontro, presieduto dal Vice Prefetto Vicario, dr.ssa Maria Carolina Ippolito, hanno partecipato rappresentanti della Questura, del Comando Provinciale dell’Arma dei Carabinieri, del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, del Corpo Forestale Regionale, della Città Metropolitana e della locale Sezione di Polizia Stradale.

In tale sede, il Vice Prefetto Vicario, nell’ambito delle funzioni di coordinamento delle operazioni di ricerca demandate alla Prefettura, ha fatto il punto delle attività poste in essere per il rintraccio di madre e figlio. In particolare, a seguito dell’attivazione del Piano provinciale di intervento per la ricerca di persone scomparse, i Vigili del Fuoco di Messina, previa attivazione del Posto di Comando Avanzato, hanno utilizzato quindici unità di personale, comprese due squadre cinofile, una squadra operativa e un’unità di comando locale su autofurgone UCL.

È stato anche più volte effettuato il sorvolo dell’area interessata tramite un elicottero e due droni. Nel contempo personale delle Forze di Polizia, d’intesa con l’Autorità Giudiziaria, ha assicurato l’attività di controllo del territorio, perlustrando gli itinerari principale e secondari che i due scomparsi avrebbero potuto percorrere, senza escludere ispezioni a ruderi e casolari abbandonati. Le attività di ricerca hanno avuto inizio nel primo pomeriggio di ieri e sono proseguite lungo tutta la nottata e la giornata di oggi lungo la zona perimetrale del chilometro 117 dell’autostrada A/20, luogo in cui si è verificato il sinistro, con la partecipazione di personale del Corpo Forestale Regionale mediante unità di terra, di pattuglie dell’Arma dei Carabinieri, della Polizia Stradale e della Polizia Municipale di Caronia. Nel corso della riunione è stato individuato, fra le ulteriori iniziative da intraprendere, il coinvolgimento delle Associazioni di volontariato di protezione civile al fine di coprire un più ampio raggio di territorio in tempi più stringenti.

mamma mamma mamma

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Mamma con figlio di 4 anni scomparsa dopo un incidente con l’auto

]]>
https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/mamma-con-figlio-di-4-anni-scomparsa-dopo-un-incidente-con-lauto/feed/ 0
Banda dedita a estorsione e furti in appartamento. Arrestati https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/banda-dedita-a-estorsione-e-furti-in-appartamento-arrestati/ https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/banda-dedita-a-estorsione-e-furti-in-appartamento-arrestati/#respond Tue, 04 Aug 2020 20:26:14 +0000 https://vivicentro.it/?p=407823 I Carabinieri di Misilmeri (PA) hanno arrestato una banda ritenuta, a vario titolo, responsabile di furto aggravato ed estorsione (video). Con l’operazione “Safe Houses” i Carabinieri della Compagnia di Misilmeri in provincia di Palermo, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dall’Ufficio del Giudice per le Indagini preliminari del Tribunale di Palermo nei confronti di […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Banda dedita a estorsione e furti in appartamento. Arrestati

]]>

I Carabinieri di Misilmeri (PA) hanno arrestato una banda ritenuta, a vario titolo, responsabile di furto aggravato ed estorsione (video).

Con l’operazione “Safe Houses” i Carabinieri della Compagnia di Misilmeri in provincia di Palermo, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dall’Ufficio del Giudice per le Indagini preliminari del Tribunale di Palermo nei confronti di tre persone ritenute, a vario titolo, responsabili in concorso, di furto aggravato ed  estorsione.

I destinatati della misura sono, G.D.L. 23enne, A.D.L. 28enne e M.S. 27enne, tutti di Villabate e già noti alle Forze dell’ordine.

Le indagini, convenzionalmente denominate “Safe Houses”, dirette dalla Procura della Repubblica di Palermo, hanno consentito di acquisire attraverso le immagini di video sorveglianza, le intercettazioni e i servizi di pedinamento, elementi indiziari nei confronti dei tre indagati per la commissione di furti in appartamento a Villabate; in alcuni casi la refurtiva è stata recuperata e riconsegnata ai legittimi proprietari. Inoltre è stata ricostruita un’estorsione secondo le modalità del cavallo di ritorno nei confronti di un commerciante costretto a pagare per riavere restituita la propria autovettura. Due dei tre soggetti sono stati destinatari della misura degli arresti domiciliari mentre il terzo dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria

Altri nostri recenti articoli riguardanti i Carabinieri in Sicilia:

“2 Agosto 2020 Ubriaco e drogato tampona un’auto uccidendo il conducente. Arrestato

“1 Agosto 2020 Simulando una riconciliazione violenta la ex fidanzata. Arrestato

“29 Luglio 2020 Palermo: disarticolate due associazioni criminali legate a “cosa nostra

“28 Luglio 2020 Anni di violenze fino al tentato omicidio della moglie. Arrestato

“26 Luglio 2020 Arrestati due pregiudicati responsabili di numerosi furti e rapine

“23 Luglio 2020 Maltrattamento di animali. I Carabinieri arrestano due persone

“1 Luglio 2020 Sicilia-Germania, 46 arresti per mafia e altri reati

“23 Giugno 2020 10 arresti in un mandamento mafioso di Palermo

“19 Giugno 2020 Spacciavano hashish nel territorio di Misilmeri. Sgominata banda

“17 Giugno 2020 Trentenne colto in flagrante mentre rubava nella scuola. Arrestato

“6 Giugno 2020 I Carabinieri: Caltanissetta arresto; Ragusa truffa; Palermo spaccio

“10 Giugno 2020 Tredici misure cautelari eseguite dai Carabinieri a Palermo per spaccio

“29 Aprile 2020 Spaccio e casa di riposo abusiva. I Carabinieri sulle strade siciliane

“25 Febbraio 2020 Operazione Thor, Carabinieri del ROS di Catania

“5 Dicembre 2019 I Carabinieri di Bagheria (PA) hanno eseguito un’ordinanza cautelare nei confronti del sindaco, vicesindaco, un assessore e funzionari comunali

 

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Banda dedita a estorsione e furti in appartamento. Arrestati

]]>
https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/banda-dedita-a-estorsione-e-furti-in-appartamento-arrestati/feed/ 0
Ponti Rossi: tentano di investire i poliziotti. Bloccati e arrestati https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/ponti-rossi-tentano-di-investire-i-poliziotti-bloccati-e-arrestati/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/ponti-rossi-tentano-di-investire-i-poliziotti-bloccati-e-arrestati/#respond Tue, 04 Aug 2020 18:55:10 +0000 https://vivicentro.it/?p=407819 Ponti Rossi: i  Falchi della Squadra Mobile sono riusciti a bloccare ed arrestare tre uomini per tentato omicidio, tentata rapina aggravata e lesioni personali. Ponti Rossi: tentano di investire i poliziotti. Bloccati e arrestati NAPOLI- Ieri sera i Falchi della Squadra Mobile, durante un servizio di contrasto ai reati predatori, nel transitare in via Ponti […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Ponti Rossi: tentano di investire i poliziotti. Bloccati e arrestati

]]>

Ponti Rossi: i  Falchi della Squadra Mobile sono riusciti a bloccare ed arrestare tre uomini per tentato omicidio, tentata rapina aggravata e lesioni personali.

Ponti Rossi: tentano di investire i poliziotti. Bloccati e arrestati

NAPOLI- Ieri sera i Falchi della Squadra Mobile, durante un servizio di contrasto ai reati predatori, nel transitare in via Ponti Rossi hanno notato due uomini all’esterno del cancello d’ingresso di un edificio e, insospettiti, li hanno avvicinati mentre questi salivano su un’auto sopraggiunta con una terza persona a bordo.
I tre, per eludere il controllo, dopo aver colpito una delle moto e strattonato un agente, si sono allontanati velocemente; durante l’inseguimento, avvenuto su una strada impervia e poco illuminata, hanno tentato di speronare le moto di servizio e lanciato verso i poliziotti cacciaviti ed altri arnesi atti allo scasso fino a quando, in via De Simone, in seguito alla collisione dell’auto con una delle moto, i tre hanno abbandonato la vettura fuggendo verso un dirupo dove sono stati raggiunti e bloccati dopo una colluttazione.
Alesandro Dragutinovic, Obrenovic Dusan, serbi di 45 e 19 anni, e Cristian Barbulovic, italiano di 21 anni, tutti con precedenti di polizia, sono stati arrestati per tentato omicidio, tentata rapina aggravata e lesioni personali.

 

Ercolano: arrestato 48enne ricercato per truffa

Ieri mattina gli agenti del Commissariato di Portici-Ercolano, su segnalazione della Centrale Operativa, sono intervenuti presso un albergo in via Marittima a Ercolano dove hanno rintracciato Roman Slawomir Lawinski, 48enne polacco, destinatario di un mandato di arresto europeo emesso il 18 settembre 2015 dal Tribunale Distrettuale di Goleniow in Polonia, poiché condannato alla pena di 8 anni di reclusione per truffa.

 

Stéphanie Esposito

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o
utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere
autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede
comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente
articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Ponti Rossi: tentano di investire i poliziotti. Bloccati e arrestati

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/ponti-rossi-tentano-di-investire-i-poliziotti-bloccati-e-arrestati/feed/ 0
GORI incontra l’Associazione Nazionale Industriali Conserve Alimentari https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/gori-incontra-anicav/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/gori-incontra-anicav/#respond Tue, 04 Aug 2020 16:35:47 +0000 https://vivicentro.it/?p=407816 AGRO-NOCERINO SARNESE GESTIONE DELLE ACQUE REFLUE E CORRETTO SMALTIMENTO DEI RESIDUI DELL’INDUSTRIA CONSERVIERA: GORI INCONTRA L’ASSOCIAZIONE NAZIONALE INDUSTRIALI CONSERVE ALIMENTARI VEGETALI Tutelare la salute di fiumi e torrenti anche attraverso un corretto smaltimento dei residui provenienti dalle lavorazioni dell’industria conserviera: ne hanno discusso questa mattina, presso l’impianto di depurazione di Nocera Superiore, l’Amministratore Delegato di […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo GORI incontra l’Associazione Nazionale Industriali Conserve Alimentari

]]>

AGRO-NOCERINO SARNESE GESTIONE DELLE ACQUE REFLUE E CORRETTO SMALTIMENTO DEI RESIDUI DELL’INDUSTRIA CONSERVIERA: GORI INCONTRA L’ASSOCIAZIONE NAZIONALE INDUSTRIALI CONSERVE ALIMENTARI VEGETALI

Tutelare la salute di fiumi e torrenti anche attraverso un corretto smaltimento dei residui provenienti dalle lavorazioni dell’industria conserviera: ne hanno discusso questa mattina, presso l’impianto di depurazione di Nocera Superiore, l’Amministratore Delegato di GORI, Giovanni Paolo Marati, il Direttore Generale di ANICAV, l’Associazione Nazionale Industriali Conserve Alimentari Vegetali, Giovanni De Angelis, e il Presidente, Antonio Ferraioli. L’impegno per il fiume Sarno e l’ambiente, infatti, passa anche attraverso la gestione delle acque reflue industriali e, in questo caso, attraverso una sinergia che tenga conto dell’efficacia dei processi di depurazione senza pregiudicare gli aspetti produttivi di un tessuto, quello conserviero, che contraddistingue il territorio agro-nocerino sarnese.

La valle del Sarno rappresenta una delle aree, a livello nazionale, con la maggiore presenza di stabilimenti conservieri – sottolinea l’AD di GORI, Giovanni Paolo Marati – attraverso il Piano di Interventi per il completamento e adeguamento del sistema fognario/depurativo del bacino idrografico del fiume Sarno, GORI è al lavoro per la realizzazione di una fitta tela di opere che riguarderanno le reti fognarie interne di una serie di comuni dell’agro-nocerino sarnese e che, passo dopo passo, risolveranno le criticità di un territorio strategico, di cui non ci sfugge la connotazione produttiva, verso il quale stiamo concentrando sforzi e risorse. L’esigenza di garantire la massima efficienza ed efficacia del ciclo depurativo rappresenta per GORI un obiettivo fondamentale per la tutela del bacino del fiume Sarno e più in generale del Golfo di Napoli. La disponibilità e la sensibilità manifestataci da ANICAV rappresenta per noi un elemento di sinergia essenziale, al fine di eradicare cattive pratiche che possono mettere in crisi il sistema depurativo.”

Le nostre imprese sono da sempre disponibili a lavorare per il comune obiettivo di arrivare al superamento dell’emergenza socio-economico-ambientale del bacino del Sarno, attraverso il completamento delle necessarie opere infrastrutturali – dichiara il Direttore Generale di ANICAV, Giovanni De Angelis – siamo sempre più convinti dell’utilità di un sistema depurativo di tipo comprensoriale e sub-comprensoriale, non potendo, tuttavia, non guardare con particolare e necessaria attenzione ai costi”.

Le risorse che sono state stanziate dalla Regione Campania ammontano a circa 80 milioni di euro, a cui andranno ad aggiungersi ulteriori 30 milioni di euro messi a disposizione dal Ministero per l’Ambiente per le reti fognarie di Nocera Inferiore, Nocera Superiore e Scafati. Un impegno, quello per l’ambiente ed il fiume Sarno, in cima alle agende di tutti gli enti preposti, a cui le industrie conserviere del territorio non intendono sottrarsi.

“Anche se il nostro processo produttivo è a basso impatto ambientale, non generando inquinanti tossico-nocivi, l’attenzione all’ambiente e al territorio in cui operiamo è un elemento indispensabile ed utile a garantire i nostri clienti e soprattutto i tanti consumatori che nel mondo scelgono il nostro pomodoro e le nostre conserve – conclude il Presidente di ANICAV, Antonio Ferraioli – stiamo seguendo con grande attenzione l’evoluzione dei lavori di collettamento e depurazione d’ambito, avendo avuto precise rassicurazioni dall’Ente Idrico Campano, in uno dei nostri recenti incontri, circa le ingenti risorse stanziate dalla Regione Campania per i necessari lavori di completamento”.

 

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo GORI incontra l’Associazione Nazionale Industriali Conserve Alimentari

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/gori-incontra-anicav/feed/ 0
Smart Working: Uffici green, ecco come ripensare il lavoro https://vivicentro.it/nazionale-24h/lesperto/smart-working-uffici-green/ https://vivicentro.it/nazionale-24h/lesperto/smart-working-uffici-green/#respond Tue, 04 Aug 2020 16:18:03 +0000 https://vivicentro.it/?p=407813 La routine lavorativa di molti italiani si è modificata in questi mesi all’insegna dello smart working, poco ma sicuro. E se oggi alcuni di questi hanno ripreso il classico tram tram quotidiano, per una grande maggioranza, invece, le aziende hanno deciso di mantenere attiva questa nuova modalità di lavoro. Ripensare gli uffici in smart working […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Smart Working: Uffici green, ecco come ripensare il lavoro

]]>

La routine lavorativa di molti italiani si è modificata in questi mesi all’insegna dello smart working, poco ma sicuro. E se oggi alcuni di questi hanno ripreso il classico tram tram quotidiano, per una grande maggioranza, invece, le aziende hanno deciso di mantenere attiva questa nuova modalità di lavoro.

Ripensare gli uffici in smart working

Da questa nuova concezione del lavoro svolto all’interno degli spazi domestici, nasce anche l’esigenza di ripensare i nuovi ambienti lavorativi. La prima tra le varie caratteristiche degli uffici di domani sarà la sostenibilità, anche il luogo di lavoro contribuirà quindi alla lotta all’inquinamento e al cambiamento climatico. Per fare questo basterà partire dal profilo energetico: sul web si possono trovare offerte per la luce con un impatto ambientale minimo, che sono anche in grado di sostenere la diminuzione dell’inquinamento. Necessario in tal senso sarà anche cambiare le abitudini fino ad ora consolidate, a partire dall’illuminazione, che dovrà essere aggiornata con la tecnologia led, o ripensando gli stessi spazi, magari riducendo drasticamente il numero di postazioni per far fronte allo smart working dei dipendenti. Occorrerà poi un uso più consapevole sia del riscaldamento che del climatizzatore, evitando i classici abusi. Infine, non meno importanti, sono gli eccessivi sprechi di carta, lo sbagliato utilizzo della plastica monouso, e l’accurata differenziare dei rifiuti. Meno persone in ufficio, ma con maggiori responsabilità. Da considerare poi che un efficiente uso di politiche ecofriendly aiuterà non solo il pianeta, ma anche l’immagine e la reputazione della propria attività.

Lo smart working è il futuro aziendale?

Inteso anche come un approccio manageriale, basato sulla restituzione di una certa flessibilità e autonomia ai dipendenti, lo smart working potrebbe essere la vera modalità di lavoro per il futuro. Spetterà quindi al lavoratore la scelta degli spazi, degli orari e degli strumenti da utilizzare. Questo non solo sarà una sfida per le proprie capacità organizzative in riferimento ai risultati da ottenere, ma rappresenterà anche la responsabilità nel proprio piccolo, di disporre di spazi lavorativi green. Quindi un’indispensabile attenzione alla riduzione degli sprechi, al riciclo e al riutilizzo di materiali. In primis occorre evitare l’eccessivo dispendio energetico, posizionando il proprio spazio di lavoro in un ambiente luminoso, così da sfruttare il più possibile la luce naturale del sole.

Un’attenzione particolare dovrà essere rivolta anche al riciclo, disponendo gli appositi cestini per la divisione dei rifiuti. Sempre fondamentale è un’attenta gestione della carta, da non preferire mai rispetto all’utilizzo di scritture informatiche. Buona norma sarà poi quella di accendere vari dispositivi utili al supporto del lavoro solo quando effettivamente necessari, e utilizzare fonti di luce a risparmio energetico. Seguendo la scia di Google, che ha dato la possibilità ai suoi dipendenti di lavorare da casa fino al 2021, se lo smart working rappresenterà il futuro per un grande numero di lavoratori, questo influirà positivamente sull’inquinamento, riducendo il traffico e facilitando una mobilità più controllata. Ma tale metodo creerà anche una responsabilità personale del dipendente, che dovrà spendersi per adottare un sistema di abitudini lavorative efficaci e soprattutto ecologiche.

Photo by Scott Graham on Unsplash

Categoria: L’esperto

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Smart Working: Uffici green, ecco come ripensare il lavoro

]]>
https://vivicentro.it/nazionale-24h/lesperto/smart-working-uffici-green/feed/ 0
Vettel:”Non ho ancora feeling con la macchina” https://vivicentro.it/sport/motori/vettel-non-ho-ancora-feeling-con-la-macchina/ https://vivicentro.it/sport/motori/vettel-non-ho-ancora-feeling-con-la-macchina/#respond Tue, 04 Aug 2020 15:15:29 +0000 https://vivicentro.it/?p=407809 Vettel:”Non avevo opportunità” Vettel:”Non ho ancora feeling con la macchina”   Se da una parte c’è chi festeggia per il podio ottenuto come Charles Leclerc, dall’altra c’è chi invece trova ancora difficoltà a guidare la sua SF-1000. Parliamo di Sebastian Vettel: il suo weekend a Silverstone è senza dubbio da dimenticare; dalle prove libere saltate […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Vettel:”Non ho ancora feeling con la macchina”

]]>
Vettel:”Non avevo opportunità”

Vettel:”Non ho ancora feeling con la macchina”

 

Se da una parte c’è chi festeggia per il podio ottenuto come Charles Leclerc, dall’altra c’è chi invece trova ancora difficoltà a guidare la sua SF-1000. Parliamo di Sebastian Vettel: il suo weekend a Silverstone è senza dubbio da dimenticare; dalle prove libere saltate il venerdì fino al decimo posto in gara. “Tutti erano più veloci di me” ha detto al termine del Gran Premio il ferrarista. Parole preoccupanti che  portano la Ferrari a  lavorare  ancora tanto per permettere al tedesco di poter, quantomeno lottare, già domenica col secondo Gran Premio in Inghilterra. A tal proposito, riportiamo le dichiarazioni di Vettel al termine del GP di Silverstone

 

“Il risultato è stato molto scarso, ma la macchina era estremamente difficile da guidare. Ho faticato parecchio a trovare fiducia e non so perché. Dobbiamo esaminare con attenzione, ma senz’altro se fatico per così tanti giri in gara, praticamente dall’inizio alla fine, probabilmente c’è qualcosa che non è andato come doveva. Non è stata una gara con particolare stress, però non avevo opportunità. Chi mi stava vicino era più veloce di me, tutti erano più veloci. Venivo superato ed era molto difficile gestire la situazione e rimanere in pista”

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Vettel:”Non ho ancora feeling con la macchina”

]]>
https://vivicentro.it/sport/motori/vettel-non-ho-ancora-feeling-con-la-macchina/feed/ 0
UFFICIALE: Juve Stabia, esonerati Ciro Polito e Fabio Caserta https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/ufficiale-juve-stabia-esonerati-ciro-polito-e-fabio-caserta/ https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/ufficiale-juve-stabia-esonerati-ciro-polito-e-fabio-caserta/#respond Tue, 04 Aug 2020 14:25:55 +0000 https://vivicentro.it/?p=407804 Dopo alcuni giorni di preoccupante silenzio, torna a parlare la società della Juve Stabia. Le vespe, retrocesse clamorosamente in serie C, si iscriveranno in terza serie e ripartiranno da zero dopo i disastri del post lockdown. Con un comunicato ufficiale, la Juve Stabia, ha comunicato di aver esonerato il direttore sportivo Ciro Polito e il […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo UFFICIALE: Juve Stabia, esonerati Ciro Polito e Fabio Caserta

]]>

Dopo alcuni giorni di preoccupante silenzio, torna a parlare la società della Juve Stabia. Le vespe, retrocesse clamorosamente in serie C, si iscriveranno in terza serie e ripartiranno da zero dopo i disastri del post lockdown. Con un comunicato ufficiale, la Juve Stabia, ha comunicato di aver esonerato il direttore sportivo Ciro Polito e il tecnico Fabio Caserta. I due, protagonisti della promozione in B della stagione 2018-2019, sono stati ritenuti dalla piazza, e a quanto pare anche dalla società, i principali colpevoli del fallimento sportivo degli ultimi mesi. La Juve Stabia, infatti, aveva conquistato 36 punti fino a marzo, prima del lockdown. Alla ripresa, invece, i soli 5 punti su 30 disponibili hanno condannato alla retrocessione diretta una squadra che navigava abbastanza tranquillamente nella zona centrale della classifica.

Il silenzio da parte di tutti a partire dal triplice fischio di Cosenza che ha sancito il ritorno in Lega Pro dopo una sola stagione aveva fatto preoccupare i tifosi anche su una possibile non iscrizione al campionato. Ipotesi scongiurata dalla proprietà nel comunicato odierno. Ecco quanto scritto dalla Juve Stabia sui propri canali ufficiali:

Nel corso di una lunga riunione che si è svolta stamattina in sede a Castellammare, i soci della Juve Stabia, Andrea Langella e Franco Manniello, hanno analizzato i motivi che hanno portato alla dolorosa retrocessione in Serie C facendo il punto sui programmi futuri del club. Di comune accordo, le parti hanno condiviso l’idea di procedere all’iscrizione al prossimo campionato di Serie C assumendosi tutti gli oneri del caso.

Nel contempo, per quanto concerne l’aspetto tecnico, il club ha deciso di sollevare dall’incarico il direttore sportivo Polito e l’allenatore Caserta, ai quali va il ringraziamento da parte della società per il lavoro svolto in questi anni e l’augurio di una prestigiosa carriera.

S.S. Juve Stabia”

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo UFFICIALE: Juve Stabia, esonerati Ciro Polito e Fabio Caserta

]]>
https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/ufficiale-juve-stabia-esonerati-ciro-polito-e-fabio-caserta/feed/ 0
Campania, nuovo bonus fino a 1000 euro: ecco a chi tocca https://vivicentro.it/regioni/sud/politica-sud/campania-nuovo-bonus-fino-a-1000-euro-ecco-a-chi-tocca/ https://vivicentro.it/regioni/sud/politica-sud/campania-nuovo-bonus-fino-a-1000-euro-ecco-a-chi-tocca/#respond Tue, 04 Aug 2020 14:14:12 +0000 https://vivicentro.it/?p=407802 Campania, nuovo bonus fino a 1000 euro: impegno finanziario di circa 10 milioni di euro. Previsto anche un fondo per aiutare i lavoratori dello spettacolo, gli accompagnatori e le guide turistiche abilitate La Giunta Regionale della Campania ha deliberato di avviare le procedure di riconoscimento della premialità per il personale sanitario impegnato nell’emergenza Covid–19 con […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Campania, nuovo bonus fino a 1000 euro: ecco a chi tocca

]]>
Campania, nuovo bonus fino a 1000 euro: impegno finanziario di circa 10 milioni di euro. Previsto anche un fondo per aiutare i lavoratori dello spettacolo, gli accompagnatori e le guide turistiche abilitate

La Giunta Regionale della Campania ha deliberato di avviare le procedure di riconoscimento della premialità per il personale sanitario impegnato nell’emergenza Covid19 con una prima individuazione di quelli che sono stati esposti a rischio durante questi mesi. In questa prima fase il personale coinvolto è di circa 15.000 unità per un impegno finanziario di circa 10 milioni di euro.

Inoltre, proseguono gli interventi del Piano socio economico della Regione a sostegno delle categorie particolarmente colpite dalla crisi degli ultimi mesi.

La Giunta regionale nella seduta di oggi ha infatti approvato un sostegno straordinario una tantum, fino ad un massimo di 1000 euro, in favore dei lavoratori dello spettacolo. Bonus di solidarietà di 1000 euro anche per i lavoratori del comparto cinematografico e audiovisivo.

Bonus una tantum fino a 1000 è previsto anche per gli accompagnatori e guide turistiche, alpine e vulcanologiche abilitate residenti nel territorio della regione.

Riproduzione Riservata – Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. E’ possibile comunque richiedere autorizzazione scritta alla nostra redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link al nostro articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Campania, nuovo bonus fino a 1000 euro: ecco a chi tocca

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/politica-sud/campania-nuovo-bonus-fino-a-1000-euro-ecco-a-chi-tocca/feed/ 0
Campania, Allerta Meteo prorogata per altre 18 ore: le criticità previste https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/campania-allerta-meteo-prorogata-per-altre-18-ore-le-criticita-previste/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/campania-allerta-meteo-prorogata-per-altre-18-ore-le-criticita-previste/#respond Tue, 04 Aug 2020 12:21:44 +0000 https://vivicentro.it/?p=407798 Campania, Allerta Meteo prorogata per altre 18 ore: si prevedono temporali e forte raffiche di vento, la criticità idrogeologica connessa al quadro meteo è Gialla. La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un nuovo avviso di allerta meteo per la giornata di domani dalle ore 6 del mattino alle 23.59.  Si prevedono: – Precipitazioni […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Campania, Allerta Meteo prorogata per altre 18 ore: le criticità previste

]]>
Campania, Allerta Meteo prorogata per altre 18 ore: si prevedono temporali e forte raffiche di vento, la criticità idrogeologica connessa al quadro meteo è Gialla.

La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un nuovo avviso di allerta meteo per la giornata di domani dalle ore 6 del mattino alle 23.59. 
Si prevedono:
– Precipitazioni a prevalente carattere di rovescio e temporale, puntualmente di moderata intensità
– Possibili raffiche nei temporali.

La criticità idrogeologica connessa al quadro meteo è Gialla.
I fenomeni temporaleschi sono caratterizzati da una incertezza previsionale e rapidità di evoluzione.
Si prevedono possibili danni alle coperture e alle strutture provvisorie dovuti a raffiche di vento, fulminazioni, possibili grandinate e a caduta di rami o alberi.

Tra i rischi segnalati:
– Ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di
materiale;
– Possibili allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno;
– Scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali e
possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse.

La Protezione civile della Regione Campania ricorda agli enti competenti di porre in essere o mantenere attive tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni in corso e quelli attesi per la giornata di domani.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Campania, Allerta Meteo prorogata per altre 18 ore: le criticità previste

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/campania-allerta-meteo-prorogata-per-altre-18-ore-le-criticita-previste/feed/ 0
Castellammare, manifestazione di solidarietà per il carabiniere aggredito https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/castellammare-manifestazione-di-solidarieta-per-il-carabiniere-aggredito/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/castellammare-manifestazione-di-solidarieta-per-il-carabiniere-aggredito/#respond Tue, 04 Aug 2020 11:53:44 +0000 https://vivicentro.it/?p=407787 Castellammare, manifestazione di solidarietà per il carabiniere aggredito: Cimmino invita tutti i cittadini a partecipare Castellammare di Stabia – Venerdì 7 agosto alle 18.30 in villa comunale, nei pressi della Cassa Armonica, si terrà una manifestazione di solidarietà al carabiniere vittima della vile aggressione e a tutte le forze dell’ordine che con il loro impegno […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Castellammare, manifestazione di solidarietà per il carabiniere aggredito

]]>
Castellammare, manifestazione di solidarietà per il carabiniere aggredito: Cimmino invita tutti i cittadini a partecipare

Castellammare di Stabia – Venerdì 7 agosto alle 18.30 in villa comunale, nei pressi della Cassa Armonica, si terrà una manifestazione di solidarietà al carabiniere vittima della vile aggressione e a tutte le forze dell’ordine che con il loro impegno e sacrificio quotidiano tutelano la sicurezza dei cittadini, mettendo a rischio la loro vita. Il Sindaco Gaetano Cimmino ha invitato tutti i cittadini a partecipare alla manifestazione per dimostrare che l’unione fa la forza.

Questa mattina alcuni cittadini e esponenti dei Verdi-Europa verde della Campania, hanno manifestato nei pressi della caserma dei carabinieri Pastrengo, a Napoli, per esprimere solidarietà nei confronti del carabiniere brutalmente aggredito a Castellammare.
Abbiamo scelto di manifestare fuori la Pastrengo perché questo è un luogo simbolo, è la sede provinciale dei Carabinieri. Siamo qui per manifestare la nostra solidarietà nei confronti del carabiniere brutalmente e vigliaccamente pestato a sangue a Castellammare per aver tentato di sedare una rissa. Quelle persone che hanno aggredito il carabiniere sono pregiudicati, familiari di camorristi, sono soprattutto belve assettate di sangue che hanno rischiato di ammazzare una persona per futili motivi, ciò dimostra che vi è una parte della popolazione, seppur esigua, che è totalmente estranea alle leggi, alle istituzioni e alla legalità. Sui social sono comparsi diversi commenti in difesa di quei delinquenti ed offensivi nei confronti del carabiniere, è una vergogna, abbiamo sporto denuncia. Noi siamo dalla parte delle istituzioni, dello Stato e della legalità, e con noi ci sono la maggioranza dei cittadini, quelli perbene. Ora però non è più tempo di restare a metà strada, bisogna schierarsi, o con lo Stato o con la criminalità, non possono esistere mezze misure. Chi vuol stare dalla parte della legalità allora deve gridare forte il proprio sdegno nei confronti della delinquenza e dei camorristi.”- sono state le parole del Consigliere Borrelli. All’iniziativa hanno partecipato anche i consiglieri della I e II municipalità dei Verdi-Europa verde Benedetta Sciannimanica e Salvatore Iodice nonché una delegazione di cittadini di Castellammare dove è avvenuto il fatto.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Castellammare, manifestazione di solidarietà per il carabiniere aggredito

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/castellammare-manifestazione-di-solidarieta-per-il-carabiniere-aggredito/feed/ 0
Commerciante in difficoltà si butta dal quarto piano https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/commerciante-in-difficolta-si-butta-dal-quarto-piano/ https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/commerciante-in-difficolta-si-butta-dal-quarto-piano/#respond Tue, 04 Aug 2020 11:35:04 +0000 https://vivicentro.it/?p=407786 La crisi economica in Sicilia continua a suicidare. Un commerciante in difficoltà economiche si è suicidato lanciandosi nel vuoto. Tragedia intorno alle 5 di questa notte in via Filippo Parlatore, a Palermo. Un uomo sulla sessantina si è tolto la vita lanciandosi dal quarto piano del palazzo in cui viveva. Caduto in disgrazia anni fa, […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Commerciante in difficoltà si butta dal quarto piano

]]>

La crisi economica in Sicilia continua a suicidare. Un commerciante in difficoltà economiche si è suicidato lanciandosi nel vuoto.

Tragedia intorno alle 5 di questa notte in via Filippo Parlatore, a Palermo. Un uomo sulla sessantina si è tolto la vita lanciandosi dal quarto piano del palazzo in cui viveva. Caduto in disgrazia anni fa, vendeva vestiti nei mercatini, ma il lockdown lo aveva profondamente segnato, come racconta chi lo conosceva.

Sotto choc i vicini di casa, che nella notte hanno sentito le urla disperate dei familiari. Sul luogo, oltre al medico legale, sono intervenuti la polizia e i sanitari del 118, che però non hanno potuto far altro che constatare il decesso.

L’Osservatorio Suicidi per motivazioni economiche, osservatorio permanente sul fenomeno delle morti legate alla crisi e alle difficoltà economiche avviato nel 2012 – a maggio 2020 aveva pubblicato i dati aggiornati lanciando un severo allarme per il dramma che si sta consumando nel nostro Paese.

«Quella che osserviamo – dichiara Nicola Ferrigni, professore associato di Sociologia generale e direttore dell’Osservatorio “Suicidi per motivazioni economiche” – è una tragedia nella tragedia in cui alle già tante vittime del Coronavirus occorre sommare i tanti, troppi suicidi legati agli effetti economici dell’emergenza sanitaria. I dati – prosegue il sociologo Ferrigni – sono impietosi: dall’inizio dell’anno sono già 42 i suicidi, di cui 25 quelli registrati durante le settimane del lockdown forzato; 16 nel solo mese di aprile. Questa “impennata” risulta ancor più preoccupante se confrontiamo il dato 2020 con quello rilevato appena un anno fa: nei mesi di marzo-aprile 2019, il numero delle vittime si attestava infatti a 14, e il fenomeno dei suicidi registrava la prima vera battuta d’arresto dopo anni di costante crescita».

L’opinione.

A volte sbrigativamente i media scrivono o dicono che quella persona, imprenditore, commerciante o lavoratore, si è tolto volontariamente la vita. Sono invece diverse le condizioni che implicitamente istigano al suicidio: normative, sociali e culturali. Da anni, sotto gli occhi di chi può e vuole vedere, è infatti un continuo suicidio a cui sono costretti per la disperazione tanti cittadini in difficoltà economiche, soprattutto quando hanno un’attività privata, dovendosi anche svenare per mantenere forzosamente, con l’estorsione fiscale, innumerevoli pletore di imbellettati di Stato, Palazzi, Istituzioni, Enti, Regioni, Comuni, ecc. Il lockdown, conseguente alla pandemia da Covid-19, ha solo accentuato ulteriormente un’economia da decenni razziata dal sistema pubblico-politico, qual è quella italiana e siciliana. Sono anni che in tale contesto, molti imprenditori onesti hanno perso dapprima l’azienda, poi sono finiti nel tritacarne dell’arrogante sistema giudiziario fallimentare e di questi diversi hanno chiuso la loro esistenza con il suicidio. Eloquente ciò dell’incarnato egocentrismo, sempre più annosamente diffuso, nella trasversale politica, istituzioni, giustizia e burocrazia. Il suicidio di commercianti, imprenditori e lavoratori sembra rimasta l’unica alternativa per non perdere anche la dignità umana, per non essere marginalizzato nella vita quotidiana ad un’entità inferiore, per non essere messo alla gogna insieme alla famiglia. Ci si butta in quel buco oscuro sperando che si chiuda con la propria morte risparmiando i familiari. Una certa responsabilità è tuttavia anche dei vertici delle associazioni di categoria e tanti rispettivi affiliati che, risaputamente, sono spesso solo cortigiani se non nascostamente organici alla sprezzante politica di turno. Dispiace tanto per quel commerciante.

 

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Commerciante in difficoltà si butta dal quarto piano

]]>
https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/commerciante-in-difficolta-si-butta-dal-quarto-piano/feed/ 0
Napoli, diramata la lista Uefa: fuori Ghoulam; c’è Llorente https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/napoli-diramata-la-lista-uefa-fuori-ghoulam-ce-llorente/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/napoli-diramata-la-lista-uefa-fuori-ghoulam-ce-llorente/#respond Tue, 04 Aug 2020 10:19:51 +0000 https://vivicentro.it/?p=407783 Gli azzurri si preparano alla sfida col Barcellona   Napoli, diramata la lista Uefa: fuori Ghoulam; c’è Llorente   In vista della sfida col Barcellona, il Napoli ha dovuto comunicare alla Uefa la lista per la fase finale della Champions. C’è Fernando Llorente, out invece Ghoulam,Younes e Malcuit. A tal proposito, riportiamo la lista Uefa […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Napoli, diramata la lista Uefa: fuori Ghoulam; c’è Llorente

]]>
Gli azzurri si preparano alla sfida col Barcellona

 

Napoli, diramata la lista Uefa: fuori Ghoulam; c’è Llorente

 

In vista della sfida col Barcellona, il Napoli ha dovuto comunicare alla Uefa la lista per la fase finale della Champions. C’è Fernando Llorente, out invece Ghoulam,Younes e Malcuit. A tal proposito, riportiamo la lista Uefa azzurra:

 

Portieri

  1. Karnezis
  2. Meret
  3. Ospina

Difesa

  1. Di Lorenzo
  2. Hysaj
  3. Koulibaly
  4. Luperto
  5. Manolas
  6. Maksimovic
  7. Mario Rui

Centrocampisti

  1. Allan
  2. Demme
  3. Elmas
  4. Fabian Ruiz
  5. Lobotka
  6. Zielinski

Attaccanti

  1. Callejon
  2. Insigne
  3. Llorente
  4. Lozano
  5. Mertens
  6. Milik
  7. Politano

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Napoli, diramata la lista Uefa: fuori Ghoulam; c’è Llorente

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/napoli-diramata-la-lista-uefa-fuori-ghoulam-ce-llorente/feed/ 0
CorSport – Napoli, Gattuso riflette sulla difesa: a Barcellona spazio a Manolas https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/corsport-napoli-gattuso-riflette-sulla-difesa-a-barcellona-spazio-a-manolas/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/corsport-napoli-gattuso-riflette-sulla-difesa-a-barcellona-spazio-a-manolas/#respond Tue, 04 Aug 2020 09:56:52 +0000 https://vivicentro.it/?p=407781 Ballottaggio aperto tra il greco e Maksimovic CorSport – Napoli, Gattuso riflette sulla difesa: a Barcellona spazio a Manolas Il conto alla rovescia è iniziato! Sabato 8 agosto, alle 21:00, il Napoli di Gattuso scende in campo contro il Barcellona a caccia dei quarti di finale. È tempo dunque di scelte e,secondo quanto scritto dal […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo CorSport – Napoli, Gattuso riflette sulla difesa: a Barcellona spazio a Manolas

]]>
Ballottaggio aperto tra il greco e Maksimovic

CorSport – Napoli, Gattuso riflette sulla difesa: a Barcellona spazio a Manolas

Il conto alla rovescia è iniziato! Sabato 8 agosto, alle 21:00, il Napoli di Gattuso scende in campo contro il Barcellona a caccia dei quarti di finale. È tempo dunque di scelte e,secondo quanto scritto dal Corriere dello Sport, nella testa di Gattuso resta ancora vivo il ballottaggio in difesa tra Manolas e Makismovic, col greco leggermente favorito. A tal proposito, ecco quanto riportato dal quotidiano:

 

“Gattuso riflette in merito alla difesa, dove è molto vivo il testa a testa tra Manolas e Maksimovic, e poi al centrocampo, dove le quotazioni di Lobotka sono improvvisamente cresciute nelle ultime settimane fino a registrare un’alternanza quasi sistematica con Demme”

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo CorSport – Napoli, Gattuso riflette sulla difesa: a Barcellona spazio a Manolas

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/corsport-napoli-gattuso-riflette-sulla-difesa-a-barcellona-spazio-a-manolas/feed/ 0
Castellammare, Cimmino: “Al Carabiniere aggredito va la mia solidarietà” https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/castellammare-cimmino-al-carabiniere-aggredito-va-la-mia-solidarieta/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/castellammare-cimmino-al-carabiniere-aggredito-va-la-mia-solidarieta/#respond Tue, 04 Aug 2020 09:53:26 +0000 https://vivicentro.it/?p=407777 Castellammare, Cimmino: “Al Carabiniere aggredito va la mia solidarietà” Castellammare, il Sindaco Cimmino questa mattina ha parlato con il carabiniere aggredito nel weekend, per sincerarsi delle sue condizioni di salute Castellammare, indicibile caso di cronaca accaduto nei pressi della Villa Comunale, nella notte tra venerdì e sabato e che ha visto il coinvolgimento di un […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Castellammare, Cimmino: “Al Carabiniere aggredito va la mia solidarietà”

]]>

Castellammare, Cimmino: “Al Carabiniere aggredito va la mia solidarietà”

Castellammare, il Sindaco Cimmino questa mattina ha parlato con il carabiniere aggredito nel weekend, per sincerarsi delle sue condizioni di salute

Castellammare, indicibile caso di cronaca accaduto nei pressi della Villa Comunale, nella notte tra venerdì e sabato e che ha visto il coinvolgimento di un carabiniere, fuori servizio, aggredito da alcune persone. Il Sindaco stabiese, Gaetano Cimmino, questa mattina ha sentito telefonicamente il carabiniere, per sincerarsi delle sue condizioni di salute dopo l’aggressione. Ecco quanto riportato sulla pagina ufficiale del Primo Cittadino:

 

Ho sentito al telefono Giovanni, il carabiniere aggredito da un branco di criminali nella notte tra venerdì e sabato. A lui ho espresso la mia solidarietà per l’accaduto, sincerandomi delle sue condizioni dopo il vile agguato.

Giovanni mi ha rassicurato, dicendomi che il peggio è passato e che ora sta molto meglio, e ha espresso parole di elogio verso Castellammare di Stabia, da lui definita una città bellissima e popolata da gente perbene che non ha nulla a che vedere con quei criminali che ne hanno infangato l’immagine.

Non vedo l’ora di incontrarlo di persona e di accoglierlo al Comune, per ringraziarlo per l’impegno e la passione con cui si batte ogni giorno, al pari di tutta l’Arma dei Carabinieri e delle altre forze dell’ordine, per tutelare la salute dei cittadini, mettendo a rischio persino la propria vita.

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Castellammare, Cimmino: “Al Carabiniere aggredito va la mia solidarietà”

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/castellammare-cimmino-al-carabiniere-aggredito-va-la-mia-solidarieta/feed/ 0
Giuntoli:”Osimhen è diverso dagli altri. Barcellona? Perché non crederci” https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/news-napoli/giuntoli-osimhen-e-diverso-dagli-altri-barcellona-perche-non-crederci/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/news-napoli/giuntoli-osimhen-e-diverso-dagli-altri-barcellona-perche-non-crederci/#respond Tue, 04 Aug 2020 09:46:56 +0000 https://vivicentro.it/?p=407778 Giuntoli:” Vogliamo patrimonializzare tanti giovani” Giuntoli:”Osimhen è diverso dagli altri. Barcellona? Perché non crederci” Cristiano Giuntoli, direttore sportivo del Napoli, è stato intervistato ai microfoni di Sport Mediaset  per fare il punto sul  mercato azzurro. Ecco le sue dichiarazioni:   “Barcellona? Sognare non è vietato, cercheremo di fare il massimo e con un pizzico di […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Giuntoli:”Osimhen è diverso dagli altri. Barcellona? Perché non crederci”

]]>
Giuntoli:” Vogliamo patrimonializzare tanti giovani”

Giuntoli:”Osimhen è diverso dagli altri. Barcellona? Perché non crederci”

Cristiano Giuntoli, direttore sportivo del Napoli, è stato intervistato ai microfoni di Sport Mediaset  per fare il punto sul  mercato azzurro. Ecco le sue dichiarazioni:

 

“Barcellona? Sognare non è vietato, cercheremo di fare il massimo e con un pizzico di fortuna potremmo passare il turno.

 

Osimhen? Ha sempre voglia di attaccare la linea avversaria e aiuta la squadra in fase di non possesso, aggredisce e lavora per la squadra.  Con Victor abbiamo un attaccante diverso da quelli attualmente in rosa.

 

Rinnovo Insigne? Stiamo discutendo con tanti calciatori come Zielinski, Maksimovic, Mario Rui, Di Lorenzo, Elmas e speriamo di rinnovare a breve e patrimonializzare tanti giovani per il futuro. Per Lorenzo mancano ancora due anni di contratto ci sarà modo di parlarne.

Per i progetti ci vuole sempre un po’ di tempo per consolidarlo a livello tecnico, in un anno e mezzo abbiamo cambiato tanto e siamo riusciti a fare un girone di ritorno all’altezza della Champions League. La Coppa Italia vinta ci porterà direttamente in Europa League”

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Giuntoli:”Osimhen è diverso dagli altri. Barcellona? Perché non crederci”

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/news-napoli/giuntoli-osimhen-e-diverso-dagli-altri-barcellona-perche-non-crederci/feed/ 0
I due Odisseo in scena, tra mito e lockdown nelle Gole dell’Alcantara https://vivicentro.it/regioni/isole/terza-pagina-isole/i-due-odisseo-in-scena-tra-mito-e-lockdown-nelle-gole-dellalcantara/ https://vivicentro.it/regioni/isole/terza-pagina-isole/i-due-odisseo-in-scena-tra-mito-e-lockdown-nelle-gole-dellalcantara/#respond Tue, 04 Aug 2020 08:00:47 +0000 https://vivicentro.it/?p=407771 Odissea: folto pubblico accorso a vedere lo spettacolo. “Una gran voglia di normalità, di vivere il teatro” nelle Gole Alcantara I due Odisseo in scena, tra mito e lockdown Il regista Giovanni Anfuso e Angelo D’Agosta e Davide Sbrogiò, i due attori che interpretano l’Ulisse giovane e quello anziano, parlano di questa figura che ha […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo I due Odisseo in scena, tra mito e lockdown nelle Gole dell’Alcantara

]]>

Odissea: folto pubblico accorso a vedere lo spettacolo. “Una gran voglia di normalità, di vivere il teatro” nelle Gole Alcantara

I due Odisseo in scena, tra mito e lockdown

Il regista Giovanni Anfuso e Angelo D’Agosta e Davide Sbrogiò, i due attori che interpretano l’Ulisse giovane e quello anziano, parlano di questa figura che ha portato, in questa settimana, a un’impennata nel flusso di pubblico accorso a vedere lo spettacolo nelle Gole dell’Alcantara. “Una gran voglia di normalità, di vivere il teatro”. I biglietti disponibili sia su Boxoffice, sia nel botteghino delle Gole.

“Siamo molto felici perché nell’appena conclusa seconda settimana di repliche c’è stata un’impennata di spettatori per Odissea.

L’annuncio è del regista Giovanni Anfuso, che ha adattato e diretto lo spettacolo tratto da Omero, alla sua seconda stagione nelle Gole dell’Alcantara, prodotto da Buongiorno Sicilia e Vision Sicily con il supporto di Isola Bella Gioielli.

Cresce insomma il successo di Odissea – sempre sold out nella scorsa stagione e inserito dalla Regione Siciliana nell’elenco dei Grandi Eventi 2020 – e gli organizzatori consigliano di affrettarsi a prenotare i biglietti, disponibili sia on line attraverso il circuito Boxoffice Sicilia, sia nel Botteghino delle Gole, aperto dalle 19 nei giorni degli spettacoli.

Odissea fino al 23 agosto prevede otto repliche a settimana: due a sera, alle 20.30 e alle 22.15, dal giovedì alla domenica.

C’è una grande curiosità attorno a questo lavoro che ha riportato il mito nella sua cornice naturale, ma con tanti riferimenti all’attualità, come hanno sottolineato anche molti spettatori nei post sulla pagina ufficiale di Facebook dello spettacolo (https://www.facebook.com/OdisseaDiOmeroOfficial/ ). Sulla pagina, inoltre, viene richiesta ogni tipo d’ informazione. E altri quesiti vengono posti poi al numero di Buongiorno Sicilia, il 347 638 0512, attivo tutti i giorni dalle nove alle ventuno per ricevere sia telefonate sia messaggi Whatsapp.

Al centro di questo spettacolo corale, spicca ovviamente il personaggio di Ulisse, che Anfuso ha voluto sdoppiare: in scena ci sono infatti, per questo ruolo sia Davide Sbrogiò , sia Angelo D’Agosta.

“L’Odissea – ha sottolineato il regista – è il poema di Ulisse, ma è soprattutto una metafora della vita, così come il Mediterraneo è metafora di ogni mondo. Mostriamo due momenti diversi di Odisseo. L’Ulisse più giovane e quello più anziano. Un Odisseo vigoroso, con la voglia di acchiappare la vita, di mettersela in tasca, assetato di conoscenza, e un Odisseo maturo, che finalmente torna a Itaca e insieme a Penelope vuol ricostruire il nucleo familiare e un’esistenza fondata sulla saggezza, sulla stabilità”.

“Il pubblico – ha aggiunto Anfuso – risponde con calore, con affetto, a questa narrazione, quasi in una scambievole identificazione con la figura di questo doppio Ulisse. Si tende a mettere insieme l’esperienza acquisita dell’Odisseo giovane e rifondare tutto attorno a un ritrovato equilibrio, come desidera l’Ulisse maturo. Come a dire che il genio è saggezza e gioventù”.

Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza” ha declamato Angelo D’Agosta, spiegando che, “ovviamente non si tratta di un frammento dell’Odissea ma uno dei versi più famosi dell’Inferno, in cui però Dante parla di questo Ulisse che vuol sempre sapere, conoscere nuove cose sfidando le forze della Natura pur di raggiungere la conoscenza”.

“Questo – ha sottolineato D’Agosta – è il tratto caratteristico dell’Odisseo giovane, che io interpreto. Un individuo curioso e forse persino un po’ mascalzone. E forse è anche questo a risultare gradito al pubblico. Anche se non so se gli spettatori prediligano l’Ulisse giovane, l’avventuriero, o quello più saggio, più maturo. Di certo, in realtà, sono la stessa persona”.

“Credo che dopo il lockdown, con le sofferenze che ha comportato – ha detto Davide Sbrogiò, che interpreta l’Odisseo maturo -, il pubblico apprezzi particolarmente i due aspetti del protagonistarappresentati in quest’allestimento. Perché con l’Ulisse giovane coesiste quello più anziano. Il mio personaggio ha compiuto il suo percorso, anche di dolore. Ha vagato, ha perso dei compagni. E adesso è finalmente desideroso di pace. Di silenzio, di quiete, di sicurezza, di famiglia”.

“Il suo – ha aggiunto Sbrogiò – è il coronamento di un viaggio fatto di sofferenza che ha come meta un grande desiderio di stabilità. E in un certo senso è quello che noi tutti in questi ultimi mesi abbiamo vissuto con la pandemia. E ora anche noi, come Ulisse, vorremmo pace”.

I due Ulisse, in tutte le repliche dell’Odissea, hanno raccolto scroscianti applausi, così come Liliana Randi (Atena ed Euriclea), Salvo Piro (Omero), Giovanna Mangiù (Penelope/Circe), Luigi Nicotra (Telemaco), Corrado Drago (Alcinoo/Eumeo), Pietro Casano (Zeus/Antinoo) e Alberto Abbadessa (Euriloco).  Applausi anche per Proci, ciurma, sirene e ancelle: Alessandro Caruso, Gabriele D’Astoli,  Giuliana Giammona, David Marchese, Luca Micci, Davide Pandolfo, Francesco Reale, Alessandra Ricotta, Francesco Rizzo e Ilenia Scaringi. E apprezzamento per elementi scenici e costumi di Riccardo Cappello, per le musiche, di Nello Toscano, per le coreografie di Fia Distefano e le luci di  Alberto Russo.

 

“Come – ha concluso Anfuso – l’Ulisse maturo: oggi che finalmente ci siamo lasciati alle spalle i mesi più tristi della pandemia, il pubblico, ciascuno di noi, ha voglia di una ritrovata normalità. Ecco perché tante prenotazioni per vedere quest’Odissea: c’è una gran voglia di vivere il teatro, la natura, la nostra Sicilia”.

 

Le foto del servizio sono di Santo Consoli 

Dichiarazione Giovanni Anfuso https://youtu.be/eCFduRDWKe4

Dichiarazione Angelo D’Agosta https://youtu.be/TZb532d5iRs

Dichiarazione Davide Sbrogiò https://youtu.be/AJdl86Ki9pc

Filmato Odissea https://youtu.be/6W3kP4StVmo

Mariella Musso

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo I due Odisseo in scena, tra mito e lockdown nelle Gole dell’Alcantara

]]>
https://vivicentro.it/regioni/isole/terza-pagina-isole/i-due-odisseo-in-scena-tra-mito-e-lockdown-nelle-gole-dellalcantara/feed/ 0
Controlli in piazza Garibaldi: ritrovati due minori del Bangladesh https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/controlli-in-piazza-garibaldi-ritrovati-due-minori-del-bangladesh/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/controlli-in-piazza-garibaldi-ritrovati-due-minori-del-bangladesh/#respond Tue, 04 Aug 2020 05:15:30 +0000 https://vivicentro.it/?p=407766 Ieri mattina gli agenti del Commissariato Vicaria Mercato hanno effettuato un servizio straordinario di controlli in piazza Garibaldi e nei pressi della Stazione Centrale. Controlli in piazza Garibaldi: ritrovati due minori del Bangladesh Nel corso dell’attività i poliziotti sono intervenuti presso un hotel di piazza Garibaldi dove hanno rintracciato due minori, di 13 e 16 […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Controlli in piazza Garibaldi: ritrovati due minori del Bangladesh

]]>

Ieri mattina gli agenti del Commissariato Vicaria Mercato hanno effettuato un servizio straordinario di controlli in piazza Garibaldi e nei pressi della Stazione Centrale.

Controlli in piazza Garibaldi: ritrovati due minori del Bangladesh

Nel corso dell’attività i poliziotti sono intervenuti presso un hotel di piazza Garibaldi dove hanno rintracciato due minori, di 13 e 16 anni del Bangladesh, che il giorno prima si erano allontanati dalle proprie abitazioni; i due giovani  sono stati riaffidati ai familiari.

In corso Arnaldo Lucci gli agenti hanno bloccato due uomini di 39 e 52 anni, napoletani con precedenti di polizia, e li hanno denunciati poiché sorpresi a svolgere l’attività di parcheggiatore abusivo; inoltre, il 52enne era  sottoposto alla misura della libertà vigilata disposta il 4 marzo 2017 dal Tribunale di Sorveglianza di Pescara.

Infine i poliziotti,  nel transitare in piazza Garibaldi, hanno fermato  un 38enne russo con precedenti di polizia che è stato denunciato
per inosservanza del provvedimento di divieto di ritorno nel comune di Napoli.

Cristina Adriana Botis

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Controlli in piazza Garibaldi: ritrovati due minori del Bangladesh

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/controlli-in-piazza-garibaldi-ritrovati-due-minori-del-bangladesh/feed/ 0
Riportato in Italia uno yacht da regata del valore di oltre 10 milioni https://vivicentro.it/regioni/centro/cronaca-centro/riportato-in-italia-uno-yacht-da-regata-del-valore-di-oltre-10-milioni/ https://vivicentro.it/regioni/centro/cronaca-centro/riportato-in-italia-uno-yacht-da-regata-del-valore-di-oltre-10-milioni/#respond Mon, 03 Aug 2020 20:24:07 +0000 https://vivicentro.it/?p=407761 Operazione “EXODUS”: sequestrato lo yacht da regata “Lulworth”, il più grande cutter aurico del mondo risalente al 1920. Era sottoposto a decreto di sequestro preventivo GDF Roma, riportato in Italia uno yacht da regata d’epoca del valore di oltre 10 milioni di euro sequestrato ad un faccendiere romano Roma- Un equipaggio composto da militari del […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Riportato in Italia uno yacht da regata del valore di oltre 10 milioni

]]>

Operazione “EXODUS”: sequestrato lo yacht da regata “Lulworth”, il più grande cutter aurico del mondo risalente al 1920. Era sottoposto a decreto di sequestro preventivo

GDF Roma, riportato in Italia uno yacht da regata d’epoca del valore di oltre 10 milioni di euro sequestrato ad un faccendiere romano

Roma- Un equipaggio composto da militari del comparto navale della Guardia di Finanza ha condotto dalla Tunisia a Gaeta lo yacht da regata “Lulworth”, il più grande cutter aurico del mondo, lungo 46 metri, con un albero di 52 metri e una superfice velica di oltre 1.300 mq, varato nel 1920.

Il natante, del valore di oltre 10 milioni di euro, era compreso tra i beni oggetto di un decreto di sequestro preventivo emesso dal G.I.P. del locale Tribunale nel febbraio 2017, nei confronti del faccendiere romano Gabriele De Bono, relativo al suo ingente patrimonio mobiliare, composto da imbarcazioni e auto d’epoca di pregio, tra cui Ferrari, Rolls Royce, Bentley e Jaguar, e immobiliare, tra cui lussuose ville nel rinomato quartiere capitolino dell’Olgiata – stimato in oltre 40 milioni di euro.

I militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Roma della Guardia di Finanza, hanno ricostruito l’attività illecita di De Bono. Come emerso dalle indagini, il De Bono, nonostante avesse fittiziamente spostato la residenza dapprima nel Principato di Monaco e poi a Dubai, era a capo di un’associazione per delinquere che ha gestito una pluralità di società, nazionali ed estere, utilizzate per l’emissione di fatture per operazioni inesistenti per oltre 180 milioni di euro – aventi ad oggetto fantomatiche consulenze e prestazioni di servizi – di cui hanno beneficiato imprenditori:

– italiani, interessati ad abbattere in modo significativo il reddito imponibile e ottenere liquidità da impiegare al di fuori del circuito bancario, ovvero a costituire disponibilità di denaro occulte oltre confine;

– stranieri (in prevalenza cinesi), che potevano, in tal modo, esportare capitali verso i Paesi di origine evitando il ricorso agli intermediari finanziari abilitati.

Per tali fatti, De Bono e altri 4 sodali sono stati destinatari di un’ordinanza di custodia cautelare nel novembre 2018.

Il pezzo di maggior pregio dei beni riconducibili al faccendiere – schermati mediante una serie di imprese estere intestate a compiacenti prestanome – è rappresentato proprio dal “Lulworth”, di cui l’imprenditore aveva cercato di far perdere le tracce.

VIDEO GDF Roma

Redazione Lazio/(Maria D’Auria)

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Riportato in Italia uno yacht da regata del valore di oltre 10 milioni

]]>
https://vivicentro.it/regioni/centro/cronaca-centro/riportato-in-italia-uno-yacht-da-regata-del-valore-di-oltre-10-milioni/feed/ 0
Via Chiaia: sequestrate 2070 cover e 188 pellicole per cellulari https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/via-chiaia-sequestrate-2070-cover-e-188-pellicole-per-cellulari/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/via-chiaia-sequestrate-2070-cover-e-188-pellicole-per-cellulari/#respond Mon, 03 Aug 2020 17:59:42 +0000 https://vivicentro.it/?p=407744 45enne del Bangladesh sanzionato perché privo delle autorizzazioni alla vendita per tale tipo di articoli per cellulari risultanti non conformi alla normativa europea. Via Chiaia: sequestrate 2070 cover e 188 pellicole per cellulari NAPOLI- Ieri mattina gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, transitando in via Chiaia hanno notato un […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Via Chiaia: sequestrate 2070 cover e 188 pellicole per cellulari

]]>

45enne del Bangladesh sanzionato perché privo delle autorizzazioni alla vendita per tale tipo di articoli per cellulari risultanti non conformi alla normativa europea.

Via Chiaia: sequestrate 2070 cover e 188 pellicole per cellulari

NAPOLI- Ieri mattina gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, transitando in via Chiaia hanno notato un carrello espositore allestito con diversi accessori per cellulari che era stato lasciato al centro della strada.
Poco dopo, i poliziotti sono stati avvicinati da un ambulante che ha dichiarato di esserne il proprietario; in seguito agli accertamenti effettuati la merce esposta, 2070 cover e 188 pellicole per cellulari, di cui l’uomo non ha saputo indicare la provenienza, è risultata sprovvista di qualsiasi codice identificativo e, per tale motivo, sottoposta a sequestro.
L’uomo, un 45enne del Bangladesh, è stato sanzionato perché privo delle autorizzazioni alla vendita per tale tipo di articoli e perché la merce è risultata non conforme alla normativa europea.

Purtroppo è molto diffusa la cultura di acquistare articoli del genere in questi “negozi” … Come sempre, quando c’è la domanda, inevitabilmente l’offerta si presenta…

Spetta quindi anche ai consumatori effettuare acquisti “consapevoli”, affinché “esercizi commerciali” di questo tipo trovino sempre meno spazio.

Ricordiamo inoltre, che il fatto che di questi prodotti non si conosca la provenienza, né si sappia se sono stati sottoposti ai controlli sicurezza da parte della normativa Europea, mette a rischio la nostra stessa Salute, la nostra stessa Vita.

Stéphanie Esposito

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o
utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere
autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede
comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente
articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Via Chiaia: sequestrate 2070 cover e 188 pellicole per cellulari

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/via-chiaia-sequestrate-2070-cover-e-188-pellicole-per-cellulari/feed/ 0
FORMULA UNO, Silverstone 2020 – Le pagelle di Carlo Ametrano https://vivicentro.it/sport/motori/formula-uno-silverstone-2020-pagelle/ https://vivicentro.it/sport/motori/formula-uno-silverstone-2020-pagelle/#respond Mon, 03 Aug 2020 17:44:31 +0000 https://vivicentro.it/?p=407734 Formula Uno – Hamilton vince il Gp di casa di Silverstone accorciando sul record di vittorie di Schumacher (-4). Dietro di lui chiude Verstappen che approfitta dell’esplosione della gomma di Bottas. Mantiene alto l’onore della Ferrari, Leclerc che chiude al terzo posto. Il campionato di Formula Uno 2020 ha vissuto la quarta tappa con il […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo FORMULA UNO, Silverstone 2020 – Le pagelle di Carlo Ametrano

]]>

Formula Uno – Hamilton vince il Gp di casa di Silverstone accorciando sul record di vittorie di Schumacher (-4). Dietro di lui chiude Verstappen che approfitta dell’esplosione della gomma di Bottas. Mantiene alto l’onore della Ferrari, Leclerc che chiude al terzo posto.

Il campionato di Formula Uno 2020 ha vissuto la quarta tappa con il GP di Silverstone. In un finale rocambolesco e avvincente vince ancora Luis  Hamilton che praticamente su tre ruote taglia il traguardo. Disastro Bottas che invece dopo l’esplosione della sua ruota anteriore sinistra è costretto a rientrare ai box rientrando dodicesimo. Verstappen dietro in qualifica e in gara alla Mercedes chiude secondo dopo aver cambiato le gomme negli ultimi giri alla ricerca del punto aggiuntivo per il giro più veloce. Leclerc sale sul podio limitando i danni di una Ferrari in crescita ma che non è ancora la Ferrari che tutti si aspettano.

Oggi abbiamo ascoltato per la nostra rubrica “Un voto per la Formula Uno” lo scrittore stabiese Carlo Ametrano, autore del libro “Ayrton… per sempre nel cuore” e grande appassionato di Formula Uno.

Pubblichiamo l’estratto dell’intervista telefonica:

Buongiorno Carlo prima di chiederti i voti per questo GP ti chiediamo un tuo giudizio sulla corsa.

E’ stata una bellissima corsa, divertente nel finale per le esplosioni delle gomme sulla Mercedes. Malissimo Vettel che non quest’anno pensa già al suo futuro lontano dalla Ferrari. Hamilton può anche essere fortunato ma dimostra ancora di essere un gran campione su una macchina stratosferica come la Mercedes. Rischia il tutto per tutto non cambiando le gomme e ha ragione nonostante l’esplosione della gomma anteriore sinistra finisce la corsa davanti a Verstappen.  Record di vittorie di Schumacher sempre più alla portata, ora e meno quattro.

Dopo questo preambolo ti chiediamo i tuoi voti per questa gara. Iniziamo dal primo che è Hamilton.

Per me ha corso in maniera eccezionale, tutto quello che sta ottenendo è merito suo e della macchina. E’ stato bravo a terminare la corsa su tre ruote, secondo me solo lui ci poteva riuscire. Voto 10 e lode

Verstappen chiude al secondo posto?

Max con la sua Red Bull è l’unico che sta provando a dare fastidio alle Mercedes che sono di un altro pianeta. Week end buono per lui da 9.5

Leclerc mantiene alto l’onore della Ferrari con un pizzico di fortuna che non guasta? 

Sta facendo quello che può su una macchina migliorata e per la quale possiamo dire che la cura sta facendo effetto, ma resta ancora tanto da fare. Voto 8.

Fuori dal podio di questo primo GP di Formula Uno

Ricciardo con la Renault che sembra aver trovato la strada giusta finisce quarto?

Su Ricciardo non possiamo dire niente, il prossimo anno lascerà la Renault per Alonso e si accomoderà alla guida della McLaren di Sainz passato in Ferrari. La Renault rispetto allo scorso anno è migliorata tanto e su una pista veloce come Silverstone ha fatto vedere tutto il pontenziale. Voto 7,5

Che ne pensi della corsa di Norris?

Lando è un pilota interessante che fa divertire tutti quando corre. Ha disputato una corsa da 7 in pagella

Ocon al sesto posto?

L’anno scorso ci è mancato tanto questo pilota. Su quello che ha fatto in questo week end mi spinge a paragonarlo ad Hulkenberg che portava sempre la macchina a punti voto 7

Gasly sulla Alpha Tauri chiude davanti Albon. E’ stato sbagliato toglierlo dalla Red Bull? 

E’ una cosa che mi chiedo anch’io anche perchè dopo aver confermato alcuni giorni fa Albon in Red Bull so che invece ora si sta pensando di sostituirlo. Voto 6,5

Albon finisce molto lontano ancora una volta da Verstappen? 

Quest’anno si avverte un pò di involuzione nelle prestazioni da parte di questo pilota che lo scorso anno aveva confermato la bontà della decisione della Red Bull di dargli una chance. Quest’anno invece tanti errori e prestazioni nettamente inferiori a Verstappen. Voto 6

Stroll arriva nono. Guarda caso da quando si parla insistentemente della irregolarità di questa macchina, che sembra una copia della Mercedes, arriva il primo risultato deludente proprio nella settimana che precede la decisione della FIA. Solo un caso?

Questo ce lo dirà solo la decisione della FIA e le future corse. Per ora posso dire che il pilota anche in questa gara ce l’ha messa tutta. Voto 6

Vettel decimo?

Un quattro campione del mondo non può chiudere al decimo posto e poi scaricare tutte le colpe sulla scuderia, soprattutto se vediamo che il suo compagno di squadra chiude al terzo posto. Voto 4

Carlo noi ti facciamo i complimenti e ti ringraziamo. Ma prima di dare appuntamento a tutti in nostri lettori per i voti del prossimo GP di Formula Uno che si correrà ancora a Silverstone, ci dai notizia dei tuoi prossimi appuntamenti?

Carlo Ametrano MURETTO BOX Formula Uno

A settembre dovrei intervenire a Sport Italia nei nuovi studi della trasmissione SI MOTORI che va in onda in prima serata il martedì sul canale 60 d.t.t. ed è condotto da Filippo Gherardi. Li ringrazio ancora per lo spazio che mi hanno già concesso e per il nuovo invito.

Per le mie prossime ospitate e appuntamenti vi terrò aggiornati. Ci sentiremo tra una settimane per il  prossimo Gp del 70° ANNIVERSARIO della Formula uno che si correrà ancora a Silverstone.

Vi terrò aggiornati.

Se vuoi riascoltare tutta l’intervista telefonica di Carlo Ametrano, è possibile farlo semplicemente cliccando play sul lettore multimediale che segue:

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo FORMULA UNO, Silverstone 2020 – Le pagelle di Carlo Ametrano

]]>
https://vivicentro.it/sport/motori/formula-uno-silverstone-2020-pagelle/feed/ 0
Mattarella e Conte all’inaugurazione del nuovo Ponte San Giorgio VIDEO https://vivicentro.it/nazionale-24h/attualita/mattarella-e-conte-allinaugurazione-del-nuovo-ponte-san-giorgio-ge-video/ https://vivicentro.it/nazionale-24h/attualita/mattarella-e-conte-allinaugurazione-del-nuovo-ponte-san-giorgio-ge-video/#respond Mon, 03 Aug 2020 17:42:52 +0000 https://vivicentro.it/?p=407749 Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il Presidente del Consiglio Conte si sono recati a Genova per l’inaugurazione del nuovo Ponte Morandi, “Genova San Giorgio”. Mattarella e Conte all’inaugurazione del nuovo Ponte San Giorgio (GE) Prima della cerimonia il Capo dello Stato ha incontrato in Prefettura i familiari delle 43 vittime del crollo del 14 agosto 2018. […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Mattarella e Conte all’inaugurazione del nuovo Ponte San Giorgio VIDEO

]]>

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il Presidente del Consiglio Conte si sono recati a Genova per l’inaugurazione del nuovo Ponte Morandi, “Genova San Giorgio”.

Mattarella e Conte all’inaugurazione del nuovo Ponte San Giorgio (GE)

Prima della cerimonia il Capo dello Stato ha incontrato in Prefettura i familiari delle 43 vittime del crollo del 14 agosto 2018.

La trascrizione del suo discorso:

Ringrazio il Prefetto per aver organizzato questo incontro che tenevo molto ad avere con voi, prima della cerimonia del ponte, per sottolineare pubblicamente e in maniera evidente alla pubblica opinione che la ferita non si rimargina, che il dolore non si dimentica e che la solidarietà non viene meno in alcun modo.

Condivido la vostra scelta di vederci qui in Prefettura e non sul ponte. Lo preferisco anch’io, non perché sul ponte quello che avverrà tra poco non sia importante; lo è per la città naturalmente avere il nuovo ponte.

Ma questo incontro è un’occasione di raccolta, non un’occasione di frastuono. La cerimonia è seriamente sobria e si limita a quello che è essenziale, cioè aprire il nuovo ponte per la città. E questo ponte non è una cancellazione di quel che è avvenuto. Anzi, io lo vedo in buona parte come una lapide che ricorda le vittime di quanto è avvenuto due anni addietro. Come lo è questo incontro qui in prefettura, raccolto, per ascoltarvi, per ribadirvi l’impegno per le cose non ancora definite, che so che sono consistenti e ancora aperte. Serve anche per dire a tutti voi quanto la vicinanza della Repubblica non viene meno nei vostri confronti.

Il ricordo delle vittime segna la vita nostra, la vita collettiva della Repubblica. E il sostegno per i familiari e per le loro esigenze e sensibilità è un sostegno sincero.

Lei, Presidente Possetti, ha raccontato alcuni aspetti, come quello della concessione, e comprendo bene come sia un elemento particolarmente sensibile per tutti voi. Lo è in realtà per tutti. Non è competenza mia naturalmente definire la questione, ma del governo e del Parlamento, ma queste sono cose che vengono tenute in grande considerazione.

Un altro aspetto è quello della responsabilità. Le responsabilità non sono generiche, hanno sempre un nome e un cognome. Sono sempre frutto di azioni che dovevano essere fatte o di omissioni che non dovevano essere compiute.

E quindi è importante che vi sia un’azione severa, precisa, rigorosa di accertamento delle responsabilità.

Ed è importante anche il terzo punto che lei ha indicato: quello di una condizione che regoli – sperando che mai più avvenga – l’eventualità di una tragedia come questa per quanto riguarda i familiari.

Naturalmente tutti avete avuto problemi di carattere affettivo, di emozione, di sentimenti, di condizioni di vita cambiata, turbata e sconvolta. Ma alcuni hanno avuto problemi, anche particolarmente intensi, di carattere concreto, economico. E questo non è giusto che avvenga.

Ed è bene pensare ad una condizione che regoli quel che si deve fare in circostanze tragiche come quella che è avvenuta.

Io continuo a seguire perché si arrivi a un punto positivo, concreto. Se le norme – come sembra – non consentono ad oggi interventi adeguati, occorre provvedere perché la lo spazio della normativa consenta di intervenire in queste condizioni.

Io vi ringrazio molto per le cose che mi avete consegnato e che vi assicuro seguirò con grande attenzione, passo, passo, tutte quante.

Adesso mi recherò al ponte, e sarà bello vedere questi quarantatré lampioni che ricordano le vittime. Saranno letti anche i nomi delle vittime per sottolineare come questo ponte non sia una chiusura di quanto è avvenuto ma la conseguenza di quanto è avvenuto. Ed è un modo anche di ricordare la tragedia.

Chiunque vedrà il ponte a Genova – e anche molti dei non genovesi che passeranno – avranno sempre bene in mente che quel ponte è lì perché ce n’è un altro che è crollato, con le vite che ha troncato.

Questa è una cosa che non andrà dimenticata.

Certamente la ricorda la Repubblica.

Vi ringrazio per questo incontro e ringrazio ancora il Prefetto per averlo promosso e organizzato.

Il Presidente Mattarella ha, quindi, partecipato alla cerimonia inaugurale del nuovo viadotto che si è aperta con l’Inno nazionale e la lettura dei nomi delle vittime del crollo del Ponte Morandi.

Dopo l’esecuzione del “Silenzio”, hanno preso la parola:
  • il Sindaco di Genova e Commissario Straordinario Marco Bucci,
  • il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti,
  • il Senatore a vita e architetto Renzo Piano,
  • il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte del quale vi riportiamo Video e testo del suo intervento:

Signor Presidente della Repubblica, autorità civili, militari e religiose e gentili ospiti,

a due anni di distanza dalla tragedia del Ponte Morandi siamo ancora qui, ancora in agosto, per assistere questa volta tutti insieme all’inaugurazione del nuovo Ponte di Genova San Giorgio.

Permettetemi di dire che non siamo qui semplicemente per tagliare un nastro e forse non è neppure facile abbandonarsi ad intenti celebrativi.

Come è stato ricordato è ancora troppo acuto e tangibile il dolore della tragedia che si è consumata in questo luogo.

Il nostro commosso pensiero è rivolto, quindi, alle 43 vittime e ai loro familiari che con coraggio e con tenacia, e sono ormai due anni, continuano a mantenere vivo e fecondo anche il ricordo dei loro cari nella memoria collettiva della nostra comunità nazionale. 

Questo è un ponte ci restituisce, almeno per come lo vedo io, insieme un’immagine di forza e anche di leggerezza: 18 piloni ben radicati nel suolo, 43 lampioni, uno per ogni vittima del crollo, che si elevano sino a dominare il mare.

43 steli altissimi che si accenderanno ogni notte per non dimenticare chi ha ingiustamente perso la vita mentre correva per andare al lavoro o anche in vacanza.

Questo è il ponte frutto della forza del lavoro e dell’energia creativa che del genio italiano: l’architetto Renzo Piano ce lo ha ricordato, dalla sua idea progettuale alla realizzazione è passato poco più di anno e oltre mille persone, circa 1.200 lavoratrici e lavoratori, hanno lavorato indefessamente per realizzare quest’opera mirabile.

Il merito quindi va alla squadra italiana che ha lavorato con competenza, tenacia, fiducia, mossa dalla necessità di reagire alla tragedia e di ricostruire un’opera che potesse assumere anche il valore di un riscatto. 

Il ponte che oggi inauguriamo è figlio di questa forza d’animo, della volontà di ricomporre ciò che è stato spezzato ma anche delle competenze e dei talenti. Genova deve ripartire. E lo fa da qui.

È anche frutto, questo ponte, di una virtuosa collaborazione tra politica, amministrazione, impresa e lavoro.

Lo Stato infatti ci insegna con questa realizzazione che riesce a mostrare il suo volto migliore quando i suoi diversi livelli di governo, le sue articolazioni istituzionali, le risorse agiscono tutte in sinergia, con spirito collaborativo, nel perseguire dell’interesse comune. Per questo ringrazio, in particolare, il sindaco e commissario straordinario per la ricostruzione, Marco Bucci, il presidente della regione e commissario straordinario per l’emergenza, Giovanni Toti; ringrazio e non dobbiamo dimenticare anche il già ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, l’attuale ministra Paola De Micheli; ringrazio tutte le ditte e tutti gli operai che hanno lavorato a queste ponte – ci sono anche delle eccellenze, sono state richiamate tutte dal sindaco Marco Bucci: ricordo in particolare il Gruppo Fincantieri e il Gruppo Salini Impregilo adesso WeBuild.

Ma ringrazio tutte le maestranze, tutte gli operai che con competenza, con passione e con rispetto anche delle regole (poiché nel frattempo è intervenuta anche la pandemia) sono riusciti a creare un modello operativo efficace.

Non esiste qualcosa che possa estinguere il dolore della perdita di una vita, tanto più quando la causa di questa perdita è l’incuria e la cattiva gestione di un bene che essendo anche pubblico dovrebbe essere custodito, gestito, con particolare cura e con particolare attenzione. 

È anche muovendo da questa consapevolezza che il Governo ha ritenuto doveroso condurre il complesso procedimento di contestazione degli inadempimenti che hanno causato il crollo del ponte.

E proprio di recente questo procedimento si è concluso con l’accordo di ridefinire i termini della convenzione, di riportare in equilibrio giuridico ed economico l’originario rapporto concessorio, con la possibilità quindi di garantire in modo più efficace gli investimenti in manutenzione ordinaria e straordinaria, garantire maggiore sicurezza a tutti i cittadini.

Stiamo anche lavorando, come sapete, per ridefinire la governance e il controllo della società concessoria.  

Il nostro obiettivo fondamentale è stato sempre e sarà di tutelare l’interesse pubblico, che – dobbiamo riconoscerlo – non è stato adeguatamente garantito dalla struttura regolativa della precedente concessione.

Purtroppo, Genova e l’Italia hanno dovuto affrontare e stanno ancora affrontando un’altra durissima prova – la pandemia da Covid-19 – con tutte le ripercussioni economiche e sociali che conosciamo.

Per far fronte a questa crisi che ha investito il nostro Paese, non abbiamo esitato a porre in essere misure economiche di sostegno a beneficio dei lavoratori, delle imprese e delle famiglie per contrastare la recessione economica. 

La portata della crisi in atto è europea e globale. Ma proprio l’Europa, per la prima volta nella sua storia, ha offerto la possibilità di uno strumento di indebitamento comune associato a un piano di rilancio, in grado di finanziare investimenti nelle priorità del futuro, come la digitalizzazione e la sostenibilità ambientale.

Lavoreremo senza sosta, da qui a ottobre, per definire questo ambizioso programma di riforme e investimenti.

Oggi Genova riparte, forte della sua fiera operosità, così come ha fatto in tanti momenti della sua gloriosa storia, confidando soprattutto nella forza del lavoro. Genova è la dimostrazione che il nostro Paese – al contrario di tanti stereotipi – sa rialzarsi, sa affrontare e superare le difficoltà, sa tornare a correre.

Concludo, soffermandomi di nuovo sulla straordinarietà di questa opera che oggi siamo qui a inaugurare, così densa di significati così foriera di tanti buoni auspici.

Nel 1945 Piero Calamandrei, fondò una rivista a cui diede un titolo molto significativo, evocativo: “Il Ponte”. L’intento di questo grande giurista, grande protagonista dell’opera di ricostruzione morale e materiale del nostro Paese dopo il secondo conflitto mondiale, era di offrire un contributo culturale, un impulso progettuale per gettare un ponte tra un passato di distruzione e un futuro di rinascita, che si ergesse sulle macerie della guerra.

E nel numero inaugurale della rivista scriveva Piero Calamandrei: «Il nostro programma è già tutto nel titolo e nell’emblema della copertina: un ponte crollato, e tra i due tronconi delle pile rimaste in piedi una trave lanciata attraverso, per permettere agli uomini che vanno al lavoro di ricominciare a passare». L’ uomo che torna ad attraversare il ponte è l’immagine della vita che riprende il suo corso, per ritornare alle parole del Calamandrei, della «ritrovata unità morale dopo un periodo di profonda crisi». 

Anche questo ponte “Genova San Giorgio” ha questa funzione: di creare questa nuova unità dopo la profonda frattura determinata dal tragico crollo del 14 agosto 2018, di generare nuova fiducia per riavvicinare – e lo spero fortemente – i cittadini di Genova, della Liguria, dell’Italia intera alle istituzioni e allo Stato.

Grazie.

Al termine, l’Arcivescovo metropolita di Genova, Mons. Marco Tasca ha benedetto il nuovo viadotto.

La cerimonia si è conclusa con il taglio del nastro e il sorvolo delle Frecce Tricolori.

Frecce Tricolori nel cielo del Ponte Morandi

Cristina Adriana Botis

 

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Mattarella e Conte all’inaugurazione del nuovo Ponte San Giorgio VIDEO

]]>
https://vivicentro.it/nazionale-24h/attualita/mattarella-e-conte-allinaugurazione-del-nuovo-ponte-san-giorgio-ge-video/feed/ 0
Gli attacchi alla sicurezza dei tuoi dati aumentano: sii prudente https://vivicentro.it/nazionale-24h/attualita/gli-attacchi-alla-sicurezza-dei-tuoi-dati-aumentano-sii-prudente/ https://vivicentro.it/nazionale-24h/attualita/gli-attacchi-alla-sicurezza-dei-tuoi-dati-aumentano-sii-prudente/#respond Mon, 03 Aug 2020 17:38:11 +0000 https://vivicentro.it/?p=407736 (IT) – Gli attacchi alla sicurezza dei dati sensibili sono in continuo aumento e le tecniche di phishing diventano sempre più raffinate. (RO) – Atacurile la securitatea datelor sensibile sunt în continuă creștere, iar tehnicile de phishing sunt din ce în ce mai rafinate. Gli attacchi alla sicurezza dei tuoi dati aumentano: sii prudente Gli […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Gli attacchi alla sicurezza dei tuoi dati aumentano: sii prudente

]]>

(IT) – Gli attacchi alla sicurezza dei dati sensibili sono in continuo aumento e le tecniche di phishing diventano sempre più raffinate.

(RO) – Atacurile la securitatea datelor sensibile sunt în continuă creștere, iar tehnicile de phishing sunt din ce în ce mai rafinate.

Gli attacchi alla sicurezza dei tuoi dati aumentano: sii prudente

Gli attacchi alla sicurezza dei dati sensibili sono in continuo aumento e le tecniche di phishing diventano sempre più raffinate per cui le aziende serie sono attente a queste problematiche non richiedendo mai dati sensibili per email e da tempo hanno inserito una firma crittografata che rende le loro e-mail più sicure.

Cos’è il phishing?

Il phishing è un tipo di truffa informatica che consiste nell’invio, da parte di malintenzionati, di e-mail o sms fraudolenti o sospetti, che richiedono con urgenza di cliccare un link o un pulsante, con lo scopo di ottenere informazioni bancarie e personali dell’utente.

Ecco alcuni semplici consigli per difenderti dal phishing:
  • Non dare a nessuno le tue credenziali; le aziende serie non chiedono mai, direttamente o tramite terzi, informazioni relative ai tuoi codici di accesso o OTP, ricevuti tramite notifica o sms.
  • Custodisci con attenzione il tuo cellulare certificato, di cui hai dato il numero a qualcuno.
  • Se dovessi ricevere una e-mail, che richiede di cliccare con urgenza un link o di comunicare i tuoi codici di accesso alla tua area clienti o altro, non rispondere e non fare niente di quanto ti viene chiesto
  • Diffida di messaggi non personalizzati, scritti in forma poco corretta, che utilizzano toni intimidatori e invitano a compiere azioni con troppa urgenza
  • Ricorda di non cliccare gli allegati, se presenti nella e-mail che hai ricevuto, rischieresti di scaricare un’applicazione spyware o un virus
  • In generale se ricevi una richiesta che ti sembra anomala, informa subito chi dovrebbe essere il mittente inviando una e-mail all’indirizzo in tuo possesso e/o alla polizia postale.

Atacurile asupra securității datelor dvs. sunt în creștere: fiți atenți

Atacurile la securitatea datelor sensibile sunt în continuă creștere, iar tehnicile de phishing sunt din ce în ce mai rafinate, astfel încât companiile serioase sunt atente la aceste probleme, fără să solicite niciodată date sensibile prin e-mail și au introdus de mult o semnătură criptată care le face e -e-mailuri mai sigure.

Ce este phishing?

Phishingul este un tip de înșelătorie care constă în trimiterea de e-mailuri sau SMS-uri rău-intenționate sau suspecte de către atacatori, solicitând urgent să faceți clic pe un link sau buton, pentru a obține informații bancare și personale. utilizator.

Iată câteva sfaturi simple pentru a vă apăra de phishing:
  • Nu-ți da acreditările nimănui; companiile serioase nu solicită niciodată, direct sau prin terți, informații legate de codurile dvs. de acces sau OTP, primite prin notificare sau sms.
  • Stocați cu atenție telefonul dvs. mobil certificat, numărul pe care l-ați dat cuiva.
  • Dacă ar trebui să primiți un e-mail, care vă solicită să faceți clic urgent pe un link sau să comunicați codurile dvs. de acces către zona dvs. de client sau altul, nu răspundeți și nu faceți nimic din ceea ce vi se cere.
  • Feriți-vă de mesajele nepersonalizate, scrise într-o formă incorectă, care folosesc tonuri de intimidare și vă invită să efectuați acțiuni cu prea multă urgență
  • Nu uitați să nu faceți clic pe atașamente, dacă vă aflați în e-mailul pe care l-ați primit, riscați să descărcați o aplicație spyware sau virus
  • În general, dacă primiți o solicitare care pare anormală, informați imediat cine ar trebui să fie expeditorul trimițând un e-mail la adresa din posesia dvs. și / sau la poliția poștală.

Cristina Adriana Botis

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Gli attacchi alla sicurezza dei tuoi dati aumentano: sii prudente

]]>
https://vivicentro.it/nazionale-24h/attualita/gli-attacchi-alla-sicurezza-dei-tuoi-dati-aumentano-sii-prudente/feed/ 0
Serie B, playoff e playout con l’introduzione del Var. Meglio tardi che mai! https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/serie-b-var/ https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/serie-b-var/#respond Mon, 03 Aug 2020 17:36:26 +0000 https://vivicentro.it/?p=407735 Serie B, playoff da domani e dal 10 i playout con l’introduzione del Var. Ciò che sarebbe servito per tutto il campionato, arriva a giochi fatti! Serie B, playoff da domani e dal 10 i playout con l’introduzione del Var. Meglio tardi che mai!   Ciò che sarebbe servito per tutto il campionato di Serie […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Serie B, playoff e playout con l’introduzione del Var. Meglio tardi che mai!

]]>

Serie B, playoff da domani e dal 10 i playout con l’introduzione del Var. Ciò che sarebbe servito per tutto il campionato, arriva a giochi fatti!

Serie B, playoff da domani e dal 10 i playout con l’introduzione del Var. Meglio tardi che mai!

 

Ciò che sarebbe servito per tutto il campionato di Serie B 2019-2020, arriva a giochi fatti! La fase dei playoff (che parte domani) e quella dei playout, rinviata per la gara di andata al 10 agosto in attesa di conoscere l’esito del Trapani al Coni avverso i 2 punti di penalizzazione, saranno caratterizzate dall’introduzione del Var. Per l’occasione sarà introdotto il nuovo sistema “Vokkero Elite” che permetterà una migliore comunicazione tra la terna arbitrale e gli addetti al Var.

Lungi da noi affermare che la retrocessione della Juve Stabia sia stata determinata solo dagli errori arbitrali ma è un dato di fatto che molte delle gare di questo torneo di Serie B siano state falsate da arbitraggi davvero scellerati. Nel caso delle Vespe basti ricordare il rigore nettissimo per fallo di mani di Antei su tiro di Calvano a pochi metri dalla porta sannita in Juve Stabia-Benevento, il rigore non dato a Trapani per fallo di mani di Pagliarulo che toglie letteralmente il pallone dai piedi di Canotto che si sta involando verso la porta siciliana e il gol assolutamente regolarissimo siglato da Davide Di Gennaro sullo 0-0 nella gara Juve Stabia-Pisa poi vinta dai toscani.

Ma anche il gravissimo errore del sig. Massimi di Termoli in Empoli-Juve Stabia che a pochi minuti dal termine concesse un rigore inesistente ai toscani per presunto fallo di mani di Troest. Per non parlare delle scelleratezze estreme del sig. Marini di Roma, un nome una garanzia, che in Frosinone-Juve Stabia ha convalidato il gol in offside del pareggio ciociaro, poi ha annullato un gol regolarissimo di Forte sul finire del primo tempo e infine ha completato l’opera concedendo il rigore del 2-2 del Frosinone con Ardemagni in netto fuorigioco.

Uno scempio che nell’ultimo torneo di Serie B non si sarebbe visto se solo fosse stato introdotto il Var già nella stagione regolare. E a conferma della poca lungimiranza dei dirigenti di Serie B, nel prossimo campionato di Serie B 2020-2021 si tornerà all’antico: di nuovo senza Var!

Di seguito il comunicato ufficiale della Lega di Serie B sull’introduzione del Var nelle fasi di playoff e playout.

“La Serie BKT si conferma campionato dell’innovazione e della sperimentazione a servizio del sistema calcio italiano. Il Var, presente da domani in tutte le gare dei playoff e dei playout 2019/2020, porta con sé infatti un’importante novità tecnologica sui sistemi di comunicazione fra arbitro, assistenti, IV uomo e sala Var.

Dal preliminare tra ChievoVerona ed Empoli e per le otto partite della post season saranno in uso i nuovi sistemi Vokkero “Élite” rispetto ai Vokkero “Squadra” in dotazione attuale agli arbitri. Il progetto voluto dal responsabile del Project leader Var della Lega B Filippo Merchiori e dai designatori della Can A e della Can B Nicola Rizzoli ed Emidio Morganti, e fortemente sostenuto dalla Lega B con il presidente Mauro Balata, sempre attento all’innovazione volta a un miglioramento delle condizioni e quindi della qualità di gioco, faciliterà la comunicazione in campo fra le varie componenti arbitrali grazie a una maggiore limpidità del segnale, capace di filtrare i rumori e le interferenze esterne portando la qualità del messaggio ai massimi livelli.

La tecnologia è già stata testata lo scorso 21 luglio al Meazza di San Siro, quando Merchiori, i responsabili dell’azienda francese Vokkero, di Hawk Eye, technology provider per la Lega B del Var, e alcuni membri della Can A hanno valutato la sicurezza del sistema e l’affidabilità del servizio a stadio vuoto”.

 

a cura di Natale Giusti

 

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Serie B, playoff e playout con l’introduzione del Var. Meglio tardi che mai!

]]>
https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/serie-b-var/feed/ 0
Basket Scafati, lo staff adesso è al completo https://vivicentro.it/sport/basket/basket-scafati-lo-staff-adesso-e-al-completo/ https://vivicentro.it/sport/basket/basket-scafati-lo-staff-adesso-e-al-completo/#respond Mon, 03 Aug 2020 15:58:09 +0000 https://vivicentro.it/?p=407732 Con l’arrivo di Mario Di Capua, il team scafatese ha lo staff al completo Basket Scafati, lo staff adesso è al completo Il Basket Scafati 1969, dopo aver terminato il calciomercato, completa lo staff della stagione sportiva 2020/2021 con l’arrivo di Mario Di Capua nella veste di responsabile marketing e social media manager.   Chi […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Basket Scafati, lo staff adesso è al completo

]]>
Con l’arrivo di Mario Di Capua, il team scafatese ha lo staff al completo

Basket Scafati, lo staff adesso è al completo

Il Basket Scafati 1969, dopo aver terminato il calciomercato, completa lo staff della stagione sportiva 2020/2021 con l’arrivo di Mario Di Capua nella veste di responsabile marketing e social media manager.

 

Chi è Mario Di Capua

Nato a Castellammare di Stabia il 29 maggio 1980, ha conseguito molteplici esperienze nell’ambito dell’editoria pubblicitaria. Titolare della ditta M.d.C. Press e Comunication, da quindici anni edita come responsabile del marketing pubblicitario il quindicinale News Mania, è responsabile marketing dello stesso e di vari format di sua creazione, tra cui anche quello giornalistico Juve Stabia Live. Segue il Basket Scafati a livello giornalistico con passione da oltre un ventennio. Mario Di Capua sostituirà in questi ruoli e compiti Maria Grazia Coppola, che, dopo diversi anni di collaborazione, ha deciso consensualmente alla società di lasciare l’incarico, non appena terminerà l’attuale periodo di affiancamento ancora in corso con il suo successore.

 

Basket Scafati, lo staff al completo

L’arrivo di Mario Di Capua chiude l’intero staff, che, in virtù delle tante conferme rispetto alle passate stagioni, si compone come segue:

  1. Responsabile area tecnica e dirigenziale: Enrico Longobardi
  2. Capo allenatore: Alessandro Finelli
  3. Vice allenatore: Umberto Di Martino
  4. Preparatore fisico: Elia Confessore
  5. Masso-fisioterapista: Angelo Carmando
  6. Medici sociali: Renato Acanfora (specialista in traumatologia) Andrea Inserra (medicina generale), Luigi Trofa (responsabile sanitario)
  7. General manager: Gino Guastaferro;
  8. Direttore sportivo: Antimo Lubrano
  9. Responsabile marketing e social media manager: Mario Di Capua
  10. Addetto stampa e relazioni esterne: Antonio Pollioso.

 

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Basket Scafati, lo staff adesso è al completo

]]>
https://vivicentro.it/sport/basket/basket-scafati-lo-staff-adesso-e-al-completo/feed/ 0
F1, Leclerc:”Siamo stati fortunati ma la Ferrari è bilanciata” https://vivicentro.it/sport/motori/f1-leclercsiamo-stati-fortunati-ma-la-ferrari-e-bilanciata/ https://vivicentro.it/sport/motori/f1-leclercsiamo-stati-fortunati-ma-la-ferrari-e-bilanciata/#respond Mon, 03 Aug 2020 15:25:06 +0000 https://vivicentro.it/?p=407730 Leclerc:”La gestione delle gomme è stata ottima”   F1,Leclerc:”Siamo stati fortunati ma la Ferrari è bilanciata”   In una gara pazza, quella di Silverstone, la Ferrari torna sul podio. Lo fa ovviamente con Charles Leclerc. Il monegasco, dopo un’ottima qualifica e un’ottima gestione delle gomme in gara, porta a casa 15 punti che danno fiducia  […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo F1, Leclerc:”Siamo stati fortunati ma la Ferrari è bilanciata”

]]>
Leclerc:”La gestione delle gomme è stata ottima”

 

F1,Leclerc:”Siamo stati fortunati ma la Ferrari è bilanciata”

 

In una gara pazza, quella di Silverstone, la Ferrari torna sul podio. Lo fa ovviamente con Charles Leclerc. Il monegasco, dopo un’ottima qualifica e un’ottima gestione delle gomme in gara, porta a casa 15 punti che danno fiducia  sia a lui che al team di Maranello. “La strada da fare è ancora molta, ma siamo su quella giusta” ha detto nel post gara Leclerc. Parole che lasciano presagire speranza, anche se, dopo un’ottima gara, c’è bisogno della riconferma domenica prossima. A tal proposito, riportiamo le parole del monegasco al termine del Gran Premio d’Inghilterra:

 

“È stata una gara molto complicata, il terzo posto è stato un colpo di fortuna per me, abbiamo fatto il meglio che potessimo fare oggi. Abbiamo gestito bene le gomme, e sono anche molto contento del bilanciamento della macchina. Non è ancora quello che vogliamo, ma stiamo andando bene. Sicuramente siamo stati fortunati , ma anche se avessimo chiuso quarti sarei stato contento. Abbiamo massimizzato quello che avevamo, vogliamo essere più avanti ma ora dobbiamo fare il meglio con quello che abbiamo. Le gomme? Siamo riusciti a mantenere la performance”.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo F1, Leclerc:”Siamo stati fortunati ma la Ferrari è bilanciata”

]]>
https://vivicentro.it/sport/motori/f1-leclercsiamo-stati-fortunati-ma-la-ferrari-e-bilanciata/feed/ 0
Porto Empedocle, 50 migranti in fuga dal centro accoglienza https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/porto-empedocle-50-migranti-in-fuga-dal-centro-accoglienza/ https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/porto-empedocle-50-migranti-in-fuga-dal-centro-accoglienza/#respond Mon, 03 Aug 2020 14:56:09 +0000 https://vivicentro.it/?p=407725 A Porto Empedocle nuova fuga. L’assessore regionale alla Salute: Rischio lockdown in autunno, per la Sicilia sarebbe il colpo di grazia. Una cinquantina di migranti tunisini sono riusciti, dopo aver scavalcato la recinzione, a scappare dalla tensostruttura di Porto Empedocle (Agrigento). Le scene sono state immortalate da alcuni passanti con un telefonino e le immagini, […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Porto Empedocle, 50 migranti in fuga dal centro accoglienza

]]>

A Porto Empedocle nuova fuga. L’assessore regionale alla Salute: Rischio lockdown in autunno, per la Sicilia sarebbe il colpo di grazia.

Una cinquantina di migranti tunisini sono riusciti, dopo aver scavalcato la recinzione, a scappare dalla tensostruttura di Porto Empedocle (Agrigento). Le scene sono state immortalate da alcuni passanti con un telefonino e le immagini, come spesso accade, sono girate da un telefono all’altro diventando virali in poco tempo.

Quattro o cinque di loro hanno fatto poi ritorno, dopo qualche ora, spontaneamente. Polizia, carabinieri e guardia di finanza stanno cercando i fuggitivi. Già una decina di giorni fa dalla stessa tensostruttura della Protezione civile erano scappate un centinaio di persone “27 Luglio 2020 Nuova fuga di massa di migranti da Porto Empedocle”.

Intanto l’assessore regionale alla salute, in un colloquio con il quotidiano ‘La Sicilia’ ha dichiarato: Mi preoccupano gli assembramenti in strade, spiagge, supermercati e luoghi della movida. Non ci si può permettere un nuovo lockdown in autunno, sarebbe il colpo di grazia per la nostra economia. Ci arrivano segnalazioni su molte prenotazioni di turisti cancellate per il potente effetto mediatico degli sbarchi. Ci sono sostegni economici ai comuni rivieraschi per favorire il distanziamento sulle spiagge pubbliche. È allo studio un protocollo regionale per la riapertura delle scuole, da sottoporre al tavolo con Roma di fine agosto, stanno per partire misure per il personale sanitario, come il vaccino anti-influenzale obbligatorio per gli over 65.

A proposito di assembramenti irresponsabili, riportavamo ieri la notizia “2 Agosto 2020 Movida senza autorizzazioni e distanziamento sociale. La Questura di Agrigento ha multato e segnalato alla Procura della Repubblica e Prefettura un organizzatore di movida. Circa in 400 senza dispositivi di protezione”.

L’assessore Razza ha anche racconta la sua esperienza in questi giorni a Pozzallo in provincia di Ragusa dove si era recato per verificare di persona la situazione dei migranti nell’hotspot: C’era quasi un centinaio di migranti, tutti ammassati sul molo dopo aver passato la notte lì. La vera follia è che erano arrivati a Lampedusa, sono stati portati a Pozzallo e da qui in autobus a Porto Empedocle. Ancora più allucinante la sorte di altri ospiti dell’hotspot: sbarcati in Sicilia, trasferiti a Bari, lì rifiutati, e ora riportati a Pozzallo.

Nel frattempo la Croce Rossa sta allestendo una tendopoli per migranti tra i comuni di Militello Val di Catania e Vizzini. nel vecchio deposito dell’aviazione militare, ubicato lontano dai centri abitati. La Regine siciliana attraverso il Presidente Nello Musumeci ha manifestato in merito il suo totale dissenso.

È giunta intanto la nave quarantena, Azzurra, del gruppo Grandi navi veloci, che dovrà ospitare i migranti che arrivano sulle coste agrigentine. L’imbarcazione, da 700 posti, dovrà superare i controlli della commissione, costituita, tra gli altri, dal tenente di fregata della Guardia costiera, Gennaro Fusco, prima di poter imbarcare le centinaia di persone ospiti della tensostruttura di Porto Empedocle. È la terza nave del genere, dopo la nave Rubattino (attiva dal 12 aprile al 7 maggio) e la Moby Zaza (attiva tra il 12 maggio e il 13 luglio al costo che oscilla tra 900 mila e 1,2 milioni di euro). Il bando vinto da Gnv (Grandi Navi Veloci) parla di navi con al massimo 460 cabine (così si legge nel bando, mentre la nota del Viminale parla di “circa 600 posti”). 35 euro per ospite (come fosse un centro di accoglienza) e per al massimo 92 giorni di navigazione. In totale, si legge nel bando, il costo massimo previsto è di “4.793.200,00 oltre IVA per 92 giorni”. Il noleggio della nave si chiuderà il 31 ottobre.

Le preoccupazioni maggiori in questo complessivo e difficile contesto sarebbero date anche dalla mancanza dei numeri sugli effettivi contagiati, poiché non ci sono statistiche ufficiali pubblicate dal Viminale. E anche la Regione Sicilia ha reso pubblici solo i numeri di chi ha fatto test e tamponi, ma non i contagiati.

Ps: La Prefettura di Agrigento ha comunicato che “non risultano migranti fuggiti”. “C’è stata una protesta perché fa molto caldo nella struttura e hanno rifiutato il cibo. Sono stati fatti uscire sul piazzale antistante la struttura e sono seduti a terra nel recinto vigilati dalle forze dell’ordine. È stato assicurato che nella mattinata di domani verranno tutti trasferiti in altra sede”.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Porto Empedocle, 50 migranti in fuga dal centro accoglienza

]]>
https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/porto-empedocle-50-migranti-in-fuga-dal-centro-accoglienza/feed/ 0
Sant’Antonio Abate, un Parco Tematico per chi ama la natura e gli animali patrocinato dal Comune https://vivicentro.it/regioni/sud/terza-pagina-sud/santantonio-abate-un-parco-tematico-per-chi-ama-la-natura-e-gli-animali-patrocinato-dal-comune/ https://vivicentro.it/regioni/sud/terza-pagina-sud/santantonio-abate-un-parco-tematico-per-chi-ama-la-natura-e-gli-animali-patrocinato-dal-comune/#respond Mon, 03 Aug 2020 12:25:59 +0000 https://vivicentro.it/?p=407722 Sant’Antonio Abate, un Parco Tematico per chi ama la natura e gli animali patrocinato dal Comune: l’annuncio del Sindaco Ilaria Abagnale “Il Comune di Sant’Antonio Abate ha concesso patrocinio morale all’Associazione “Braccia Aperte” Onlus, che si occupa di progetti umanitari in Italia e in Africa ed al “Centro Ippico Wild Horses”, i quali hanno stipulato […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Sant’Antonio Abate, un Parco Tematico per chi ama la natura e gli animali patrocinato dal Comune

]]>
Sant’Antonio Abate, un Parco Tematico per chi ama la natura e gli animali patrocinato dal Comune: l’annuncio del Sindaco Ilaria Abagnale

Il Comune di Sant’Antonio Abate ha concesso patrocinio morale all’Associazione “Braccia Aperte” Onlus, che si occupa di progetti umanitari in Italia e in Africa ed al “Centro Ippico Wild Horses”, i quali hanno stipulato un accordo di collaborazione per avviare un “Parco Tematico” rivolto a tutti coloro che amano la natura e gli animali.” Ad annunciarlo è stata il Sindaco abatese Ilaria Abagnale.

Questo centro naturale sarà aperto anche alle scolaresche con un’offerta ludico-formativa, stipulando accordi con le scuole, per illustrare i metodi di produzione alimentare, la correlazione esistente tra la produzione agricola e la salvaguardia delle risorse naturali del territorio, la valorizzazione dei prodotti tipici, al fine di evidenziare il lavoro e le iniziative che vengono intraprese per produrre nel rispetto dell’ambiente.

Alla base di questa collaborazione c’è l’intento di congiungere il mondo della solidarietà, con la possibilità di sostenere progetti umanitari in Africa, e l’attenzione ai temi dell’ecologia, attraverso attività di sensibilizzazione mirate al rispetto e alla tutela dell’ambiente.

Il Parco Tematico, fortemente voluto dai due proponenti, offrirà una varietà di attività a cui poter chiedere la propria adesione:

1. Adozione di metodi produttivi ecocompatibili. Tutto ha una funzione educativa: le colture, i frutti, il ciclo biologico, l’importanza degli organismi utili, l’utilizzo dei rifiuti organici nella concimazione del terreno, la flora spontanea, gli animali della fattoria, il magazzino degli attrezzi, etc., possono diventare luoghi di osservazione e lavoro con i visitatori.

2. Corsi di equitazione, accessibili a grandi e piccini.

3. Rivalutazione dell’importanza dell’ecologia e della natura.

4. Consumo consapevole: come consumatori che si pongono obiettivi sociali, occorre appropriarci della capacità – libera e non condizionata – di scelta dei prodotti.

5. Acquisto diretto (filiera corta): opportunità di acquisto diretto di prodotti presso i piccoli produttori locali.

6. Educazione al gusto attraverso l’organizzazione di laboratori sensoriali.

7.  Programmazione scolastica: le visite al parco, preparate adeguatamente dagli insegnanti ed inserite e ragionate nel piano dell’offerta formativa (POF), sono preziose occasioni di apprendimento e crescita e quindi da valorizzare da parte della scuola dell’autonomia. Gli alunni attraverso le attraverso le attività che verranno organizzate, avranno la possibilità di stimolarne la curiosità, la riflessione e lo spirito critico.

Lo spazio attrezzato per accogliere famiglie in un habitat sano e protetto, sarà organizzato nel rispetto delle disposizioni di legge vigenti e delle normative riguardanti l’emergenza COVID-19, in particolare, l’ordinanza regionale n. 52 del 26.05.2020 sui protocolli di sicurezza per i parchi tematici e di divertimento. In tal senso il parco sarà dotato di dispositivi di protezione, sanificazione e cartellonistica, con specifici percorsi ad-hoc per rispettare il distanziamento sociale.

Oltre ai percorsi tematici, attraverso laboratori didattici, il progetto prevede altre attività, come parco giochi, ginnastica, area pic-nic per famiglie e varie iniziative ed eventi (cinema all’aperto, concerti, cucina tradizionale).

 

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Sant’Antonio Abate, un Parco Tematico per chi ama la natura e gli animali patrocinato dal Comune

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/terza-pagina-sud/santantonio-abate-un-parco-tematico-per-chi-ama-la-natura-e-gli-animali-patrocinato-dal-comune/feed/ 0
Juve Stabia, tanti ex non dimenticano i gialloblu dopo la retrocessione https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/juve-stabia-tanti-ex-non-dimenticano/ https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/juve-stabia-tanti-ex-non-dimenticano/#respond Mon, 03 Aug 2020 12:14:38 +0000 https://vivicentro.it/?p=407716 Tanti ex calciatori della Juve Stabia hammo espresso vicinanza ai colori stabiesi ed ai tifosi, colpiti dalla retrocessione in Serie C Dopo la sconfitta di Cosenza e la conseguente retrocessione della Juve Stabia, tutta la piazza attende un cenno o una presa di posizione della dirigenza, come anche di Fabio Caserta, così da comprendere il […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Juve Stabia, tanti ex non dimenticano i gialloblu dopo la retrocessione

]]>

Tanti ex calciatori della Juve Stabia hammo espresso vicinanza ai colori stabiesi ed ai tifosi, colpiti dalla retrocessione in Serie C

Dopo la sconfitta di Cosenza e la conseguente retrocessione della Juve Stabia, tutta la piazza attende un cenno o una presa di posizione della dirigenza, come anche di Fabio Caserta, così da comprendere il futuro del club. Anche i calciatori hanno preferito, per ora, il silenzio: nessun post o foto sui profili social dopo la caduta in terra calabrese. A fare compagnia ai tifosi stabiesi, mostrando loro affetto, ci sono invece tanti ex Juve Stabia che hanno riservato parole piene di grinta ed ottimismo ai colori stabiesi.

Lo ha fatto Mariano De Francesco, volto della Juve Stabia di Roberto Fiore. “Brucia tantissimo e la delusione è enorme cosi come lo sconforto per un qualcosa che non era assolutamente immaginabile..ma c’è una verità incontestabile e sicura, la Juve Stabia, Castellammare,noi che amiamo questi colori, non moriremo mai, perche dopo la morte noi risorgiamo, piu forti di prima! Un abbraccio forte da chi lo Stabia lo ha amato e l’ameraà sempre!” – le sue parole.

Non è mancato l’immediato sostegno anche di Checco Ingenito, indimenticabile bomber dei successi stabiesi in Serie D. “💛💙 Ora più che mai! 🐝 al di là della categoria ❤” il post sociale dell’ex centravanti, che ha cambiato foto profilo scegliendone una con la casacca delle Vespe.

A proposito di bomber, si è unito al coro pro Juve Stabia anche Francesco Ripa. L’ex Spider gialloble ha scritto: “Vi rialzerete come sempre avete fatto🐝🐝🐝!!non mollare mai stabia💪🏼💛💙❤“, trovando il ringraziamento di tanti tifosi nei commenti.

Nonostante la sua esperienza stabiese sia terminata, un pensiero ai gialloblu è arrivato anche da Bruno El Ouazni, che ha conquistato la promozione in Serie B con gli stabiesi, dovendo lasciare posto in squadra e numero 9 all’impalpabile Rossi. “😞😞😞😞🐝🐝🐝… forza JS!” la didascalia con cui l’attaccante ora del Foggia ha accompagnato una foto della scorsa stagione che lo ritrae con la maglia delle Vespe.

 

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Juve Stabia, tanti ex non dimenticano i gialloblu dopo la retrocessione

]]>
https://vivicentro.it/sport/juvestabia/news-juvestabia/juve-stabia-tanti-ex-non-dimenticano/feed/ 0
Tragedia Ponte Morandi, il papà di Giovanni Battiloro: “Sia fatta giustizia per il suo omicidio” https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/tragedia-ponte-morandi-il-papa-di-giovanni-battiloro-sia-fatta-giustizia-per-il-suo-omicidio/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/tragedia-ponte-morandi-il-papa-di-giovanni-battiloro-sia-fatta-giustizia-per-il-suo-omicidio/#respond Mon, 03 Aug 2020 12:04:58 +0000 https://vivicentro.it/?p=407715 Tragedia Ponte Morandi, il papà di Giovanni Battiloro, una delle quattro vittime di Torre del Greco, sull’inaugurazione del nuovo viadotto: “Giovanni attende che sia fatta giustizia per il suo omicidio” Oggi pomeriggio verrà in augurato il nuovo Ponte Morandi di Genova. A distanza di quasi due anni da quel tragico 14 agosto del 2018, giorno […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Tragedia Ponte Morandi, il papà di Giovanni Battiloro: “Sia fatta giustizia per il suo omicidio”

]]>
Tragedia Ponte Morandi, il papà di Giovanni Battiloro, una delle quattro vittime di Torre del Greco, sull’inaugurazione del nuovo viadotto: “Giovanni attende che sia fatta giustizia per il suo omicidio”

Oggi pomeriggio verrà in augurato il nuovo Ponte Morandi di Genova. A distanza di quasi due anni da quel tragico 14 agosto del 2018, giorno in cui il viadotto crollò, causando la morte di 43 persone, il ponte verrà restituito alla comunità. La ferita lasciata da quella assurda tragedia è tuttavia ancora lontana dal rimarginarsi. Molti parenti delle vittime hanno annunciato nelle scorse ore la volontà di non prendere parte ai festeggiamenti per l’inaugurazione del nuovo ponte attraverso lo slogan “Non c’è Niente da Festeggiare”.

Tra questi c’è anche Roberto Battiloro, padre di Giovanni Battiloro, una delle quattro vittime di Torre del Greco con Matteo Bertonati, Antonio Stanzione e Gerardo Esposito.

Il padre del giovane videomaker ha pubblicato su facebook alcune fotografie di Giovanni e accompagnate da parole di denuncia: “Giovanni Battiloro aspetta sia fatta giustizia per il suo omicidio. Il primo pensiero in questa giornata è per chi non c’è più, per le famiglie che aspettano giustizia, tutta l’Italia la pretende, perché quel ponte non doveva cadere e qualcuno dovrà pagare“.

 

 

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Tragedia Ponte Morandi, il papà di Giovanni Battiloro: “Sia fatta giustizia per il suo omicidio”

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/tragedia-ponte-morandi-il-papa-di-giovanni-battiloro-sia-fatta-giustizia-per-il-suo-omicidio/feed/ 0
Teorie di cospirazione Covid alimentate dalla Russia aumentano i casi https://vivicentro.it/nazionale-24h/attualita/teorie-di-cospirazione-covid-alimentate-dalla-russia-aumentano-i-casi/ https://vivicentro.it/nazionale-24h/attualita/teorie-di-cospirazione-covid-alimentate-dalla-russia-aumentano-i-casi/#respond Mon, 03 Aug 2020 11:09:20 +0000 https://vivicentro.it/?p=407705 (IT) – La disinformazione in Romania e nel mondo porta ad un aumento dei casi COVID-19. Teorie di cospirazione, alimentate dalla propaganda russa. Prendiamo, e portiamo, ad esempio il caso della Romania. (RO) – Dezinformarea în România și în întreaga lume duce la creșterea cazurilor de COVID-19. Teoriile conspirației, alimentate de propaganda rusă. Luăm, de […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Teorie di cospirazione Covid alimentate dalla Russia aumentano i casi

]]>

(IT) – La disinformazione in Romania e nel mondo porta ad un aumento dei casi COVID-19. Teorie di cospirazione, alimentate dalla propaganda russa. Prendiamo, e portiamo, ad esempio il caso della Romania.

(RO) – Dezinformarea în România și în întreaga lume duce la creșterea cazurilor de COVID-19. Teoriile conspirației, alimentate de propaganda rusă. Luăm, de exemplu, cazul României.

Le teorie di cospirazione sul coronavirus, in Romania, sono costate la vita a tanti. Secondo un’analisi condotta da Politico, l’allarmante aumento dei nuovi casi di COVID-19 è alimentato da una campagna di disinformazione in cui è coinvolta anche la propaganda russa.

Teorie di cospirazione Covid alimentate dalla Russia aumentano i casi

In tutta Europa i paesi stanno affrontando un aumento delle infezioni perché, gradualmente, le misure restrittive sono state allentate, ma in Romania l’aumento dei casi è alimentato da disinformazione e notizie false.
Alcune emittenti televisive nazionali trasmettono messaggi anti-vaccino e scettici sul Coronavirus che fanno sorgere dubbi sulle misure preventive della popolazione e contribuiscono all’aumento del numero di infezioni, scrive Politico.

“Abbiamo avuto diversi tipi di campagne di disinformazione”, ha detto a Politico Raed Arafat, capo del dipartimento Situazioni di emergenza.

Queste campagne spaziano da articoli online e post sui social media per “attaccare chiunque, compresi i funzionari che hanno scritto pubblicamente qualsiasi informazione per avvertire il pubblico su cosa fare”,

“Ci sono state anche campagne molto ben finanziate da alcuni che volevano apparire in pubblico per sfidare le nostre raccomandazioni, prendendo di mira i giovani, che hanno persuaso a non indossare maschere… Alcune persone sono apparse nei media con opinioni non scientifiche, compresi i medici che non sono specializzati in settori correlati a COVID, che si sono opposti a misure preventive”.

ha detto Arafat.

Il picco attuale può essere attribuito alla disinformazione “almeno in parte”, ha affermato il capo del Dipartimento per l’emergenza.

“Tutto questo, preso insieme, ha sicuramente avuto un impatto sulla popolazione, creando confusione e reclutando un numero di persone che hanno smesso di seguire le regole, hanno smesso di indossare maschere e hanno iniziato a diffondere teorie della cospirazione”,
ha aggiunto.

Come la propaganda russa alimenta campagne di disinformazione

Parte della disinformazione ha a che fare con la stampa russa.

“Coloro che costruiscono queste campagne di disinformazione sono personaggi statali, nonché una moltitudine di locali”,

ha detto a Politico Corina Rebegea, direttrice del Center for European Policy Analysis.

Rebegea ha sottolineato come l’organizzazione dei media russa Sputnik e diversi gruppi ultra-nazionalisti e anti-vaccinazione in Romania, hanno promosso teorie cospirative sul coronavirus dall’inizio della pandemia.

Rebegea ha affermato che i politici rumeni “giocano un gioco irresponsabile” amplificando e dando peso alla disinformazione online sul coronavirus per attaccare il governo.

“I messaggi che minimizzano gli effetti del coronavirus sono ripresi da politici e commentatori. Vediamo un modello caratteristico dei Balcani, in cui la penetrazione della propaganda russa è più profonda “,

ha detto.

L’edizione locale del sito russo Sputnik ha promosso manifestazioni di piazza contro le misure di sicurezza del governo e ha ripetutamente suggerito che gli effetti del virus erano stati esagerati dal governo.

L’organizzatore di una recente protesta contro le contromisure pandemiche a Bucarest, Iosefina Pascal, è anche l’assistente dell’eurodeputata Maria Grapini, del gruppo socialista. Pascal è uno dei più prolifici sostenitori online dello scetticismo del Coronavirus in Romania e la sua attività è strettamente e favorevolmente coperta dall’edizione locale di Sputnik.

Un portavoce di Sputnik a Mosca ha dichiarato in una nota che la pubblicazione si riserva il diritto di citare le fonti come ritiene opportuno.

“In alcuni articoli sui nostri siti Web citiamo esperti, relatori, ecc. e le loro opinioni “,

ha scritto il portavoce.

“Riteniamo inoltre che modificare quelle opinioni o contrassegnare quelle che non sono correlate al mainstream come “disinformazione” sia una forma di censura che riteniamo inammissibile.”

Spesso in Romania, tali opinioni influenzano la politica nazionale.

“Il più grande partito in Romania, PSD, ha anche il maggior numero di coronasceptics. PSD ha usato i suoi account ufficiali sui social network per mettere in discussione la gravità della pandemia”

ha detto Rebegea.

Gli studi dimostrano che il 41% dei rumeni crede che il virus sia un’arma biologica prodotta negli Stati Uniti.

Una grande minoranza della popolazione rumena è suscettibile di disinformazione sia online che offline, ha affermato Nicolae Țîbrigan, analista del Laboratory for Information Warfare Analysis and Strategic Communication (LARICS), citando uno studio di aprile che ha dimostrato che il 41% dei rumeni ritiene che il virus è in realtà un’arma biologica prodotta negli Stati Uniti.

“Rispetto alla maggior parte dei paesi europei, la percentuale è elevata, ma rispetto ai paesi vicini dell’Europa centrale e orientale, questo non è eccezionale. Il basso livello di fiducia nei media e nelle autorità statali è parte del motivo per cui molti rumeni ricorrono alle teorie della cospirazione “,

afferma Țîbrigan.

I sondaggi suggeriscono che le persone hanno maggiori probabilità di credere che queste teorie della cospirazione portino ad un rischio maggiore di sviluppare COVID-19.

Cristina Adriana Botis

Teoriile de conspirație despre coronavirus în România au costat multe persoane viața lor. Creșterea alarmantă a cazurilor noi de COVID-19 este alimentată de o campanie de dezinformare în care este implicată și propaganda rusă, se arată într-o analiză făcută de Politico.

Teoriile conspirației Covid alimentate de ruși cresc cazurile

În întreaga Europă, țările se confruntă cu o creștere a infecțiilor, deoarece, treptat, au fost relaxate măsurile de restricție, însă în România creșterea cazurilor este alimentată și de dezinformare și de fake-news.
Unele posturi naționale de televiziune au difuzat mesaje anti-vaccin și corona-sceptice semănând îndoieli cu privire la măsurile preventive în rândul populației și contribuind la creșterea numărului de infecții, scrie Politico.

“Am avut mai multe tipuri de campanii de dezinformare”, a declarat pentru Politico Raed Arafat, șeful Departamentului pentru Situații de Urgență.

Aceste campanii variază de la articole online și postări pe rețelele sociale, până la “atacarea oricărei persoane, inclusiv oficialii care au scris public orice informație pentru a avertiza populația despre ce trebuie să facă”, a spus Arafat.

“De asemenea, au fost campanii foarte bine finanțate de unii care doreau să apară public pentru a sfida recomandările noastre, vizând tinerii, pe care îi convingeau să nu mai poarte măști… Unii oameni au apărut în mass-media cu opinii care nu aveau bază științifică, inclusiv medici care nu sunt specializați în domeniile legate de COVID, care se opuneau împotriva unor măsuri preventive.”,

Raed Arafat.

Vârful actual poate fi atribuit dezinformării “cel puțin parțial”, a declarat șeful Departamentului pentru Situații de Urgență.

“Toate acestea, luate împreună, au avut cu siguranță un impact asupra populației, creând confuzie și recrutând un număr de oameni care au încetat să respecte regulile, au încetat să poarte măști și au început să propage teorii ale conspirației”,

a adăugat acesta.

Cum alimentează propaganda rusă campaniile de dezinformare

O parte din dezinformare are legătură cu presa de stat rusă.

“Cei care construiesc aceste campanii de dezinformare sunt actori de stat, precum și o multitudine de actori locali”,

a declarat pentru Politico Corina Rebegea, director la Centrul pentru Analiza Politicii Europene.

Rebegea a indicat organizația mass-media rusă Sputnik și mai multe grupări ultra-naționaliste și anti-vaccinare din România, care au promovat teorii ale conspirației despre coronavirus încă de la debutul pandemiei.

Rebegea a spus că politicienii români “joacă un joc iresponsabil” prin amplificarea și acordarea de greutate dezinformării online cu privire la coronavirus pentru a ataca guvernul.

“Mesajele care reduc la minimum efectele coronavirusului sunt preluate de politicieni și comentatori. Vedem un model caracteristic Balcanilor, în care penetrarea propagandei rusești este mai profundă”,

a spus ea.

Ediția locală a site-ului rusesc Sputnik a promovat demonstrațiile stradale împotriva măsurilor de siguranță ale guvernului și a sugerat în mod repetat că efectele virusului au fost exagerate de guvern.

Organizatorul unui protest recent împotriva contramăsurilor pandemice de la București, Iosefina Pascal, este și asistentă a europarlamentarei Maria Grapini, din grupul socialist. Pascal este unul dintre cei mai prolifici susținători online ai corona-scepticismului din România, iar activitatea ei este acoperită îndeaproape și favorabil de ediția locală a Sputnik.

Purtătorul de cuvânt al Sputnik la Moscova susține într-o declarație că publicația își rezervă dreptul de a cita surse așa cum consideră că este de cuviință.

“În unele articole de pe site-urile noastre web cităm experți, vorbitori etc. și opiniile lor”,

a scris purtătorul de cuvânt.

“De asemenea, considerăm că editarea acelor opinii sau marcarea celor care nu se corelează cu mainstream-ul drept „dezinformare” este o formă de cenzură pe care o considerăm inadmisibilă”.

Adesea în România, astfel de opinii influențează politica națională.

“Cel mai mare partid din România, PSD, are și cel mai mare număr de coronasceptici. PSD a folosit conturile sale oficiale de pe rețelele sociale pentru a pune sub semnul întrebării gravitatea pandemiei.”,

a spus Rebegea.

Studiile arată că 41% dintre români cred că virusul este o armă biologică fabricată în SUA.

O mare minoritate a populației României este susceptibilă la dezinformare atât online cât și offline, a spus Nicolae Țîbrigan, analist la Laboratorul pentru Analiza Războiului Informațional și Comunicare Strategică (LARICS), citând un studiu din aprilie care a arătat că 41% dintre români credeau că virusul este de fapt o armă biologică fabricată în SUA.

“În comparație cu majoritatea țărilor europene, procentul este mare, a spus expertul, dar în comparație cu statele vecine din centrul și estul europei acesta nu este excepțional. Nivelul scăzut de încredere în mass-media și în autoritățile statului face parte din motivul pentru care mai mulți români apelează la teoriile conspirației”,

susține Țîbrigan.

Sondajele sugerează că persoanele predispuse să creadă că aceste teorii ale conspirației prezintă un risc mai mare de a se îmbolnăvi de COVID-19.
Robert Kiss

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto senza la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo sia per la traduzione che per la fonte 

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Teorie di cospirazione Covid alimentate dalla Russia aumentano i casi

]]>
https://vivicentro.it/nazionale-24h/attualita/teorie-di-cospirazione-covid-alimentate-dalla-russia-aumentano-i-casi/feed/ 0
Campania, temporali e forti raffiche di vento: l’allerta meteo della Protezione Civile https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/campania-temporali-e-forti-raffiche-di-vento-allerta-meteo-della-protezione-civile/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/campania-temporali-e-forti-raffiche-di-vento-allerta-meteo-della-protezione-civile/#respond Mon, 03 Aug 2020 10:29:46 +0000 https://vivicentro.it/?p=407708 Campania, temporali e forti raffiche di vento: l’allerta meteo della Protezione Civile dalle 6 alle 20 di domani La Protezione civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo a partire dalle 6 di domani mattina fino alle 20 della stessa giornata per piogge e temporali. Un quadro meteo che viene associato a […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Campania, temporali e forti raffiche di vento: l’allerta meteo della Protezione Civile

]]>
Campania, temporali e forti raffiche di vento: l’allerta meteo della Protezione Civile dalle 6 alle 20 di domani

La Protezione civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo a partire dalle 6 di domani mattina fino alle 20 della stessa giornata per piogge e temporali.

Un quadro meteo che viene associato a una criticità idrogeologica di colore Giallo sulle zone 1,3,5,6,7,8 Zona 1: Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana;
Zona 3: Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini;
Zona 5: Tusciano e Alto Sele;
Zona 6: Piana Sele e Alto Cilento;
Zona 7: Tanagro;
Zona 8: Basso Cilento 

Si prevedono:
“Precipitazioni a prevalente carattere di rovescio e temporale, puntualmente di moderata intensità. Possibili raffiche nei temporali.”

I fenomeni temporaleschi saranno caratterizzati da una incertezza previsionale e rapidità di evoluzione, con danni alle coperture e strutture provvisorie dovuti a raffiche di vento, fulminazioni, possibili grandinate e a caduta di rami o alberi.

Saranno possibili:
– Ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di materiale;
– Possibili allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno;
– Scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali e possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse

La Protezione civile della Regione Campania raccomanda agli enti competenti di porre in essere tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni attesi.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Campania, temporali e forti raffiche di vento: l’allerta meteo della Protezione Civile

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/campania-temporali-e-forti-raffiche-di-vento-allerta-meteo-della-protezione-civile/feed/ 0
Srilankese palpeggia una donna per strada. La Polizia di Stato lo arresta https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/srilankese-palpeggia-una-donna-per-strada-la-polizia-di-stato-lo-arresta/ https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/srilankese-palpeggia-una-donna-per-strada-la-polizia-di-stato-lo-arresta/#respond Mon, 03 Aug 2020 10:27:26 +0000 https://vivicentro.it/?p=407706 I poliziotti delle volanti di Messina hanno arrestato ai domiciliari un cittadino di nazionalità srilankese di 46 anni per violenza sessuale. In esecuzione di ordinanza di applicazione di misura cautelare, emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Messina, i poliziotti delle volanti hanno sottoposto agli arresti domiciliari un cittadino di nazionalità srilankese di 46 anni, […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Srilankese palpeggia una donna per strada. La Polizia di Stato lo arresta

]]>

I poliziotti delle volanti di Messina hanno arrestato ai domiciliari un cittadino di nazionalità srilankese di 46 anni per violenza sessuale.

In esecuzione di ordinanza di applicazione di misura cautelare, emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Messina, i poliziotti delle volanti hanno sottoposto agli arresti domiciliari un cittadino di nazionalità srilankese di 46 anni, perché ritenuto responsabile del reato di violenza sessuale ai danni di una donna.

In particolare l’uomo, lo scorso 13 luglio, in località Torre Faro afferrava per un braccio la vittima e, strattonandola e bloccandola con violenza, le diceva di consumare con lui un rapporto sessuale, minacciandola altresì di avere con sé un taglierino.

La donna riusciva a divincolarsi dalla presa dell’uomo che tuttavia aveva iniziato a palpeggiarla nelle parti intime. Solo l’arrivo di un amico della malcapitata aveva fatto desistere l’extracomunitario dalla sua condotta violenta che si dava alla fuga facendo perdere le proprie tracce.

L’attività d’indagine, suffragata anche dalla raccolta di testimonianze, svolta successivamente dagli agenti e coordinata dall’Autorità Giudiziaria, ha consentito di accertare le responsabilità del quarantaseienne e di emettere la misura cautelare.

Altri recenti articoli riguardanti la Polizia di Stato in Sicilia:

“2 Agosto 2020 Movida senza autorizzazioni e distanziamento sociale

“2 Agosto 2020 Ladro funambola 40 enne pregiudicato, fermato dalla Polizia di Stato

“30 Luglio 2020 Spaccio a cielo aperto, arrestato un pusher palermitano

“30 Luglio 2020 Violava la misura di allontanamento dalla ex compagna. Arrestato ai domiciliari

“27 Luglio 2020 Potenziati i controlli sulla movida di Messina e provincia

“25 Luglio 2020 Riconsegnata alla Diocesi di Monreale una preziosa tela del XVIII secolo

“23 Luglio 2020 Questura di Messina, arresti per evasione e coltivazione di marijuana

“20 Luglio 2020 Cocaina sequestrata nei bagni di una rosticceria. Arrestato un dipendente

“4 Luglio 2020 1 tonnellata di rame sequestrato e 3 indagati in Sicilia

“1 Luglio 2020 Messina, arresti per: rapina, e lesioni; furto; accoltellamento

“24 Giugno 2020 Professionisti della rapina arrestati dalla Polizia di Stato (video)

“15 Giugno 2020 Ai domiciliari ma continuava a spacciare. Arrestato

“15 Giugno 2020 La collana da rapper rivela il furto. Arrestato insieme ai complici

“14 Giugno 2020 Occultava stupefacenti tra le mascherine. Denunciato

“14 Giugno 2020 Barcellona Pozzo di Gotto (ME). Avevano compiuto una rapina: arrestati

“12 Giugno 2020 Operazione con 14 misure cautelari per associazione a delinquere di tratta di persone e sfruttamento della prostituzione (video)

“27 Aprile 2020 Violazioni, deferimento, salvataggio. La Polizia di Stato sulle strade siciliane

“6 Febbraio 2020 Prostituzione: arresti ad Agrigento e Messina (in Germania)

“12 Giugno 2020 Con il Telelaser Trucam la Polizia di Stato videoriprende le infrazioni

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Srilankese palpeggia una donna per strada. La Polizia di Stato lo arresta

]]>
https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/srilankese-palpeggia-una-donna-per-strada-la-polizia-di-stato-lo-arresta/feed/ 0
Gazzetta- Napoli, Insigne spera nel recupero: è corsa contro il tempo https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/gazzetta-napoli-insigne-spera-nel-recupero-e-corsa-contro-il-tempo/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/gazzetta-napoli-insigne-spera-nel-recupero-e-corsa-contro-il-tempo/#respond Mon, 03 Aug 2020 09:51:37 +0000 https://vivicentro.it/?p=407703 Gli azzurri provano a recuperare il loro capitano   Gazzetta- Napoli, Insigne spera nel recupero: è corsa contro il tempo   Lorenzo Insigne ci prova. L’attaccante azzurro, dopo l’infortunio contro la Lazio, stringe i denti e prova il possibile per recuperare entro sabato per la sfida più importante della stagione. A tal proposito, ecco quanto […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Gazzetta- Napoli, Insigne spera nel recupero: è corsa contro il tempo

]]>
Gli azzurri provano a recuperare il loro capitano

 

Gazzetta- Napoli, Insigne spera nel recupero: è corsa contro il tempo

 

Lorenzo Insigne ci prova. L’attaccante azzurro, dopo l’infortunio contro la Lazio, stringe i denti e prova il possibile per recuperare entro sabato per la sfida più importante della stagione. A tal proposito, ecco quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport sulla sua situazione:

 

“Ieri mattina, il calciatore si è presentato al centro sportivo con il morale un tantino più su, soprattutto dopo aver condiviso con lo staff sanitario il report della notte. Al di là dell’ansia di sapere, il capitano ha comunque riposato e di buon mattino s’è messo in viaggio per raggiungere il centro. Lui, sotto lo sguardo attento dei fisioterapisti, ha pure iniziato le cure del caso. In effetti, secondo quanto è trapelato da Castel Volturno, il danno subito da Insigne non sarebbe così serio da impedirgli di essere in campo per la gara di ritorno  dell’ottavo di finale, contro il Barcellona, in programma sabato. Ieri mattina, il capitano ha discusso anche con Rino Gattuso, ha provato a rassicurarlo, gli ha anche detto che è pronto a rischiare, perché l’evento è troppo importante per non parteciparvi. La volontà c’è, dunque, ma potrebbe non bastare, perché si tratterà di fare una corsa contro il tempo”

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Gazzetta- Napoli, Insigne spera nel recupero: è corsa contro il tempo

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/gazzetta-napoli-insigne-spera-nel-recupero-e-corsa-contro-il-tempo/feed/ 0
CorSport – Il Napoli vuole un terzino sinistro: i nomi sul taccuino di Giuntoli https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/corsport-il-napoli-vuole-un-terzino-sinistro-i-nomi-sul-taccuino-di-giuntoli/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/corsport-il-napoli-vuole-un-terzino-sinistro-i-nomi-sul-taccuino-di-giuntoli/#respond Mon, 03 Aug 2020 09:40:37 +0000 https://vivicentro.it/?p=407701 Gli azzurri pensano anche al mercato CorSport – Il Napoli vuole un terzino sinistro: i nomi sul taccuino di Giuntoli Testa al Barcellona ma anche sul mercato. Il Napoli, dopo l’arrivo di Victor Osimhen, pensa alla difesa. Obiettivo: terzino sinistro e, secondo quanto scritto dal Corriere dello Sport, Giuntoli ha messo gli occhi su Tsimikas […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo CorSport – Il Napoli vuole un terzino sinistro: i nomi sul taccuino di Giuntoli

]]>
Gli azzurri pensano anche al mercato

CorSport – Il Napoli vuole un terzino sinistro: i nomi sul taccuino di Giuntoli

Testa al Barcellona ma anche sul mercato. Il Napoli, dopo l’arrivo di Victor Osimhen, pensa alla difesa. Obiettivo: terzino sinistro e, secondo quanto scritto dal Corriere dello Sport, Giuntoli ha messo gli occhi su Tsimikas dell’Olympiacos e Arias dell’Atletico Madrid. A tal proposito, ecco quanto riportato dal quotidiano:

“Per (ri)cominciare, e dal basso, a Gattuso interessa avere un omologo di Mario Rui e il greco Kostas Tsimikas non è mai stato rimosso dagli appunti: all’Olympiacos Pireo, sette mesi fa, la spararono grossa, quindici milioni di euro, ma le riaperture sono all’ordine del giorno. Venerdì, a casa De Laurentiis, pranzo in amicizia tra il presidente del Napoli con il presidente dell’Atletico Madrid:<<Non abbiamo parlato di calcio>> . È complicato convincersene, avendo gli spagnolo una che figura che il Napoli ha sempre apprezzato: Santiago Arias”

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo CorSport – Il Napoli vuole un terzino sinistro: i nomi sul taccuino di Giuntoli

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/corsport-il-napoli-vuole-un-terzino-sinistro-i-nomi-sul-taccuino-di-giuntoli/feed/ 0
Repubblica – Napoli, c’è Lozano per sostituire Insigne a Barcellona https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/repubblica-napoli-ce-lozano-per-sostituire-insigne-a-barcellona/ https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/repubblica-napoli-ce-lozano-per-sostituire-insigne-a-barcellona/#respond Mon, 03 Aug 2020 09:28:58 +0000 https://vivicentro.it/?p=407699 Il messicano a caccia di una maglia da titolare Repubblica – Napoli, c’è Lozano per sostituire Insigne a Barcellona Con il K.O di Insigne contro la Lazio e, la sua possibile assenza a Barcellona anche se siamo in attesa degli esami strumentali, Gattuso pensa anche all’uomo che dovrebbe sostituire il capitano azzurro. Secondo quanto scritto […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Repubblica – Napoli, c’è Lozano per sostituire Insigne a Barcellona

]]>
Il messicano a caccia di una maglia da titolare

Repubblica – Napoli, c’è Lozano per sostituire Insigne a Barcellona

Con il K.O di Insigne contro la Lazio e, la sua possibile assenza a Barcellona anche se siamo in attesa degli esami strumentali, Gattuso pensa anche all’uomo che dovrebbe sostituire il capitano azzurro. Secondo quanto scritto dal quotidiano Repubblica, il tecnico calabrese è pronto a puntare su Lozano ma c’è anche l’opzione che porta a Elmas. A tal proposito, ecco quanto riportato dal quotidiano:

“Ormai la frittata è fatta e preoccupa piuttosto che non ci sia un piano B già collaudato per sostituirlo, a differenza di quanto avviene con il turn over per tutti i suoi compagni. Nel Napoli vige una regola: giocano il capitano più dieci. Per questo Ringhio spera di non essere costretto a stravolgere gli equilibri degli azzurri proprio nella notte di Barcellona, anche se il tecnico calabrese ha già messo in preallarme Elmas e terrà in considerazione pure Lozano”

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Repubblica – Napoli, c’è Lozano per sostituire Insigne a Barcellona

]]>
https://vivicentro.it/sport/ssc-napoli/rassegna-stampa-napoli/repubblica-napoli-ce-lozano-per-sostituire-insigne-a-barcellona/feed/ 0
Coronavirus ultime notizie: Afp, oltre 18ml di casi con 687.941 morti https://vivicentro.it/nazionale-24h/attualita/coronavirus-ultime-notizie-afp-oltre-18ml-di-casi-con-687-941-morti/ https://vivicentro.it/nazionale-24h/attualita/coronavirus-ultime-notizie-afp-oltre-18ml-di-casi-con-687-941-morti/#respond Mon, 03 Aug 2020 08:21:54 +0000 https://vivicentro.it/?p=407694 (IT) – Coronavirus ultime notizie: Afp, oltre 18 milioni di casi con 687.941 morti nel mondo. In Svezia il più alto tasso di morti al mondo (RO) – Coronavirus noutăți din lume: Afp, peste 18 milioane de cazuri cu 687.941 de decese în întreaga lume. În Suedia, cea mai mare rată de deces din lume. […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Coronavirus ultime notizie: Afp, oltre 18ml di casi con 687.941 morti

]]>

(IT) – Coronavirus ultime notizie: Afp, oltre 18 milioni di casi con 687.941 morti nel mondo. In Svezia il più alto tasso di morti al mondo
(RO) – Coronavirus noutăți din lume: Afp, peste 18 milioane de cazuri cu 687.941 de decese în întreaga lume. În Suedia, cea mai mare rată de deces din lume.

Coronavirus, ultime notizie: Afp, oltre 18ml di casi con 687.941 morti

 La pandemia ha ucciso almeno 687.941 persone in tutto il mondo, secondo un rapporto compilato da Afp.

Gli Stati Uniti sono stati il paese più colpito al mondo con 4.657.693 casi, di cui 154.793 decessi.

Seguono Brasile (94.104 morti), Regno Unito (43.906), India (1.750.723, 37.364), Italia (34.818) e Francia (29.875). Più di 10,7 milioni i contagi in 196 Paesi.

 Il ritmo della pandemia, che ha causato oltre 685.000 vittime, continua ad accelerare in tutto il mondo, con un milione di casi aggiuntivi rilevati in meno di 4 giorni.

Il numero di infezioni riflette solo una minima parte del numero effettivo di casi, mentre molti paesi utilizzano i test solo per il follow-up o non dispongono di risorse sufficienti per condurre campagne di screening su larga scala.

Più in dettaglio:

BRASILE – Il Brasile ha superato i 90.000 morti da coronavirus, con 1.595 morti nelle ultime 24 ore. Lo ha annunciato il ministero della Salute. Secondo per morti da Covid-19 solo agli Stati Uniti, lo stato sudamericano ha raggiunto oggi i 90.134 morti, ha detto il ministero, precisando che nuovi casi registrati ieri sono stati 69.074. E il Paese ha riaperto ieri i suoi confini agli stranieri che arrivavano in aereo, misura che mira a rilanciare l’industria del turismo locale devastata dalla pandemia di coronavirus. Il decreto estende il divieto d’ingresso per gli stranieri che arrivano via terra o via mare per altri 30 giorni, ma indica che “l’arrivo per via aerea non sarà più proibito”. I visitatori che rimarranno 90 giorni o meno nel paese dovranno comunque dimostrare di essere coperti da un’assicurazione sanitaria durante il soggiorno.

PERÙ – Il Perù ha superato ieri quota 400.000 casi di contaminazione da coronavirus, ha annunciato il Ministero della Salute. Il numero di contagi di Covid-19 nel paese sudamericano ora è di 400.683, dopo le 5.678 nuove infezioni registrate in un giorno. Si tratta del più grande aumento giornaliero dal 12 giugno. Dall’inizio dell’epidemia 18.816 persone sono morte, di cui 204 nelle ultime 24 ore: una cifra che è vicina al picco dell’11 giugno quando erano stati registrati 206 nuovi decessi. Dopo un contenimento della popolazione nazionale di 100 giorni, il Perù ha iniziato il deconfinamento il 1 luglio in 18 regioni su 25, tra cui quella della capitale Lima. Con 33 milioni di abitanti, il paese è il terzo stato dell’America Latina con il maggior numero di casi di contaminazione e decessi legati alla Covid-19 dietro Brasile e Messico.

AUSTRALIA – L’Australia ha riportato un aumento record dei contagi e dei morti da Coronavirus: lo stato di Victoria ha annunciato oltre 700 nuovi casi e 13 decessi. Lo riferisce il Guardian. E’ il 25/o giorno consecutivo di aumenti a tripla cifra nel secondo stato più popoloso del Paese. Il premier dello Stato, Daniel Andrews, ha annunciato che a partire dalla mezzanotte di giovedì, i cittadini in diversi distretti regionali a sud-ovest di Melbourne non potranno più ricevere visite in casa. A partire da domenica, Andrews ha anche emesso l’obbligo di indossare la mascherina fuori casa per l’intero Stato.

RUSSIA – Sono 5.509 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Russia nelle ultime 24 ore. Il totale dei contagi dall’inizio dell’epidemia sale così a 834.499, il quarto al mondo in termini assoluti. Nel corso dell’ultima giornata, 129 persone sono morte a causa del nuovo virus Sars-Cov-2, ufficialmente le vittime del Covid-19 in Russia sono ora 13.802. Lo riporta il centro operativo russo anticoronavirus.

LIBIA – Record di contagi giornalieri per la Libia che registra nelle ultime 24 ore altri 205 nuovi casi da coronavirus, che portano a 3.222 il totale nel Paese. Lo ha reso noto il Centro nazionale libico per il controllo delle malattie sulla propria pagina ufficiale Facebook, precisando che i morti salgono a 76, i guariti a 596, e le persone attualmente positive da 2371 a 2550, con la maggior parte dei casi al Sud. Fonti locali riportano che le autorità sanitarie del governo di Tripoli stanno valutando la possibilità di reintrodurre misure di lockdown totale in diverse città a partire dal giorno dopo la festa islamica dell’Aid Al Adha.

Coronavirus, ultimele știri: Afp, peste 18 ml de cazuri cu 687.941 de decese

Pandemia a ucis cel puțin 687.941 de persoane în întreaga lume, potrivit unui raport întocmit de Afp.

Statele Unite au fost țara cele mai afectate din lume, cu 4.657.693 de cazuri, inclusiv 154.793 de decese.

Urmează Brazilia (94.104 morți), Regatul Unit (43.906), India (1.750.723, 37.364), Italia (34.818) și Franța (29.875). Peste 10,7 milioane de infecții în 196 de țări.

Ritmul pandemiei, care a făcut peste 685.000 de victime, continuă să se accelereze la nivel mondial, cu un milion de cazuri suplimentare detectate în mai puţin de 4 zile.

Numărul de infecţii reflectă doar o parte din numărul real de cazuri, în timp ce multe ţări utilizează testele numai pentru urmărire sau nu dispun de resurse suficiente pentru a desfăşura mari campanii de depistare. AGERPRES/(AS – editor: Sorin Calciu, editor online: Gabriela Badea)

In detalii:

BRASIL – Brazilia a depășit 90.000 de decese coronavirus, cu 1.595 decese în ultimele 24 de ore. Acest lucru a fost anunțat de Ministerul Sănătății. Potrivit deceselor din Covid-19, numai în Statele Unite, statul sud-american a atins astăzi 90.134 de decese, a declarat ministerul, afirmând că ieri au fost înregistrate 69.074 de cazuri noi. Și țara și-a redeschis ieri granițele pentru străinii care sosesc cu avionul, o măsură care își propune să reînvie industria turistică locală devastată de pandemia coronavirusului. Decretul extinde interdicția de intrare pentru străinii care ajung pe uscat sau pe mare cu încă 30 de zile, dar indică faptul că „sosirea aeriană nu va mai fi interzisă”. Vizitatorii care stau cu 90 de zile sau mai puțin în țară vor trebui în continuare să demonstreze că sunt asigurați de asigurare de sănătate în timpul șederii.

PERU – Peru a depășit ieri 400.000 de cazuri de contaminare cu coronavirus, a anunțat Ministerul Sănătății. Numărul infecțiilor cu Covid-19 în țara sud-americană este acum de 400.683, după 5.678 de noi infecții înregistrate într-o singură zi. Aceasta este cea mai mare creștere zilnică începând cu 12 iunie. De la începutul epidemiei, au murit 18.816 persoane, dintre care 204 în ultimele 24 de ore: cifră care este aproape de apogeul 11 ​​iunie când au fost înregistrate 206 de decese noi. După o reținere de 100 de zile a populației naționale, Peru a început să deconfinieze la 1 iulie în 18 regiuni din 25, inclusiv cea a capitalei Lima. Cu 33 de milioane de locuitori, țara este al treilea stat din America Latină cu cel mai mare număr de cazuri de contaminare și decese legate de Covid-19 în spatele Braziliei și Mexicului.

AUSTRALIA – Australia a raportat o creștere record a infecțiilor și deceselor cauzate de Coronavirus: statul Victoria a anunțat peste 700 de cazuri noi și 13 decese. The Guardian îl raportează. Este a 25-a zi consecutivă de creșteri cu trei cifre în cel de-al doilea stat cel mai populat din țară. Primul ministru de stat, Daniel Andrews, a anunțat că, începând de joi la miezul nopții, cetățenii din mai multe districte regionale din sud-vestul Melbourne nu vor mai putea primi vizite la casă. De duminică, Andrews a emis, de asemenea, obligația de a purta masca în afara casei pentru întregul stat.

 RUSIA – În ultimele 24 de ore există 5.509 cazuri noi de Covid-19 înregistrate în Rusia. Numărul total de infecții de la începutul epidemiei crește astfel la 834.499, al patrulea în lume în termeni absoluti. În ultima zi, 129 de persoane au murit din cauza noului virus Sars-Cov-2, oficial victimele Covid-19 în Rusia sunt acum 13.802. Centrul de operații anticoronavirus din Rusia raportează.

 LIBYA – Înregistrare a infecțiilor zilnice pentru Libia, care înregistrează alte 205 de cazuri noi de coronavirus în ultimele 24 de ore, ceea ce duce la 3.222 în țară. Centrul național libian pentru controlul bolilor a anunțat acest lucru pe pagina sa oficială de Facebook, precizând că numărul morților se ridică la 76, vindecat la 596, iar persoanele actuale pozitive de la 2371 la 2550, cu majoritatea cazurilor în sud. Surse locale raportează că autoritățile de sănătate ale guvernului de la Tripoli au în vedere reintroducerea unor măsuri totale de blocare în mai multe orașe începând din ziua următoare sărbătorii islamice din Aid Al Adha.

Cristina Adriana Botis

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Coronavirus ultime notizie: Afp, oltre 18ml di casi con 687.941 morti

]]>
https://vivicentro.it/nazionale-24h/attualita/coronavirus-ultime-notizie-afp-oltre-18ml-di-casi-con-687-941-morti/feed/ 0
Solidarietà Artistica: “Sharing Art – I racconti della villa” (VIDEO) https://vivicentro.it/regioni/sud/terza-pagina-sud/solidarieta-artistica-sharing-art-i-racconti-della-villa-video/ https://vivicentro.it/regioni/sud/terza-pagina-sud/solidarieta-artistica-sharing-art-i-racconti-della-villa-video/#respond Mon, 03 Aug 2020 06:47:55 +0000 https://vivicentro.it/?p=407689 Solidarietà Artistica: Al via il terzo ciclo di “Sharing Art – I racconti della villa” nella residenza artistica pompeiana. Alcuni nostri video del Primo e Scondo Ciclo. Solidarietà Artistica: “Sharing Art – I racconti della villa” Giunge al temine il secondo ciclo della residenza artistica de “Sharing art” organizzato dalla Klimax Theatre Company. Un progetto unico […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Solidarietà Artistica: “Sharing Art – I racconti della villa” (VIDEO)

]]>

Solidarietà Artistica: Al via il terzo ciclo di “Sharing Art – I racconti della villa” nella residenza artistica pompeiana. Alcuni nostri video del Primo e Scondo Ciclo.

Solidarietà Artistica: “Sharing Art – I racconti della villa”

Giunge al temine il secondo ciclo della residenza artistica de “Sharing art” organizzato dalla Klimax Theatre Company.

Un progetto unico in Italia, creato per condividere progettualità, competenze e visioni ma anche e soprattutto per andare incontro ai lavoratori dello spettacolo molto colpiti dal momento presente.
 
A lasciare la residenza artistica, situata alle falde del Vesuvio a Pompei sono stati: Adriano Falivene; Elena Aimone; Clio Cipolletta; Elisabetta Scarano; Marco Intraia; Riccardo Pumpo, Giulia Rinallo; Antonio Cavicchioni; Tommaso Magnano; Riccardo Barbarella; Katia Mirabella; Angeliqa Devi.
In questo secondo ciclo, gli attori hanno lavorato con Augusto Fornari, che tutti ricorderete per “Una famiglia in giallo” e molti altri film e con Juan Diego Puerta Lòpez, regista colombiano. Domani invece arriverà il terzo gruppo di attori, che lavorerà insieme a Stefano Reali per provare l’Enrico IV di Sheakspere, che gestirà dunque il terzo ciclo.
Sharing art, nasce dall’idea dell’attore, Luca Varone, conosciuto anche come “Sergio”, personaggio che ha interpretato nella serie Gomorra:
 
Dopo essermi reso conto che la mia compagnia avrebbe fallito – afferma Varone – ho pensato che pure fosse accaduto, lo avrei fatto, dilazionandone il carico. Se a reggerlo fossimo stati in tanti, avremmo diviso il carico, sentendone meno il peso e rialzandoci insieme. Così mentre dipingevo di calce gli alberi da frutto della mia residenza (per allontanare i parassiti), mi sono guardato intorno: 5000 mt/q di spazio inutilizzato. Uno spazio che poteva servire a ridare sogni e speranze agli artisti in difficoltà. Quello spazio rappresentava la rinascita ed aveva senso solo se condiviso.
Conscio che la mia compagnia, avrebbe rischiato il tracollo, in uno scenario economico in cui anche aziende internazionali come Victoria’s secret, Chanel, Hermès e Rolex hanno dichiarato banca rotta o interrotto le loro produzioni, ho voluto invece giocare a rialzo. Questa crisi deve rappresentare una rinascita, per rifondare una società basata sui veri valori e non su beni di lusso.
Da attore mi sono trasformato in manovale e senza fondi pubblici, ma basandomi solo sulla solidarietà di una rete di sponsor, ho dato vita a questa residenza. Incredulo che nessun teatro stabile abbia pensato a qualcosa di simile, ho deciso di farlo“.
 
Contaminazioni, studio, passione, energia, impegno, dedizione e amore per il teatro: questi gli elementi che hanno caratterizzato il  2° ciclo, al termine del quale si è svolta una serata di sperimentazione teatrale aperta al pubblico .

La vera arte la riconosci subito: ti emoziona e crea un moto d’animo invisibile che ti trasporta, empatizzando con il personaggio.
 
Salotto, salone vasto, arredato con gusto“. In un attimo la platea, è catapultata nel magnetico monologo di Clio Cipolletta, che interpreta Hedda Gabler, un personaggio tormentato, una donna borghese dalla vita e la casa apparentemente perfetti, se non fosse che si sente imprigionata da quella realtà.
Poi la storia di potere di Marco Intraia e di tutti gli altri ragazzi che hanno messo in scena la loro sperimentazione teatrale.
 
Un’atmosfera magica, a metà tra il tragico e il comico e tra l’inglese e il napoletano, lì in quella cornice magica Sharing art è riuscita nel suo intento: portare il teatro tra la gente, renderlo accessibile a tutti, usarlo come un atto politico.
Solidarietà Artistica: “Sharing Art – I racconti della villa” (VIDEO) / Cristina Adriana Botis
Alcuni altri articoli collegati presenti nei nostri archivi:
SHARING ART locandina

SUD – TERZA PAGINA

Sharing ART, i racconti della Villa | Residenza artistica

SHARING ART, I RACCONTI DELLA VILLA CONFERENZA STAMPA GIOVEDì 23 LUGLIO ORE 18.30 Condividere la propria arte, creare nuovi linguaggi teatrali e…

 

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Solidarietà Artistica: “Sharing Art – I racconti della villa” (VIDEO)

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/terza-pagina-sud/solidarieta-artistica-sharing-art-i-racconti-della-villa-video/feed/ 0
Montichiari: Rubano 3 biciclette e danneggiano la cassetta della posta https://vivicentro.it/regioni/nord/cronaca-nord/montichiari-rubano-3-biciclette-e-danneggiano-la-cassetta-della-posta/ https://vivicentro.it/regioni/nord/cronaca-nord/montichiari-rubano-3-biciclette-e-danneggiano-la-cassetta-della-posta/#respond Mon, 03 Aug 2020 05:46:15 +0000 https://vivicentro.it/?p=407686 I militari di Montichiari, attraverso i racconti delle vittime e di alcuni testimoni hanno ricostruito i fatti e individuato i responsabili: quattro minorenni della zona. Montichiari: Rubano 3 biciclette e danneggiano la cassetta della posta – Identificati e denunciati. I Carabinieri della Stazione di Montichiari, a seguito di denuncia di furto di tre biciclette e […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Montichiari: Rubano 3 biciclette e danneggiano la cassetta della posta

]]>

I militari di Montichiari, attraverso i racconti delle vittime e di alcuni testimoni hanno ricostruito i fatti e individuato i responsabili: quattro minorenni della zona.

Montichiari: Rubano 3 biciclette e danneggiano la cassetta della posta – Identificati e denunciati.

I Carabinieri della Stazione di Montichiari, a seguito di denuncia di furto di tre biciclette e danneggiamento della cassetta postale, hanno svolto un’accurata indagine al fine di identificare i responsabili. I militari, attraverso i racconti delle vittime e di alcuni testimoni hanno ricostruito i fatti e individuato i responsabili i quattro minorenni della zona.

I Carabinieri hanno quindi redatto un’informativa per l’Autorità Giudiziaria contenente i nomi dei quattro minori, individuati attraverso le testimonianze di alcuni residenti che hanno assistito ai fatti, chiamati a rispondere del reato di furto e danneggiamento in concorso.

Cristina Adriana Botis

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

Alcune altre news di Cronaca dal bresciano presenti nei nostri archivi:

Carabinieri Verolanuova, arresto per estorsione

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Montichiari: Rubano 3 biciclette e danneggiano la cassetta della posta

]]>
https://vivicentro.it/regioni/nord/cronaca-nord/montichiari-rubano-3-biciclette-e-danneggiano-la-cassetta-della-posta/feed/ 0
Furti di autovettura a Verolanuova: Arrestato 59enne residente a Paderno https://vivicentro.it/regioni/nord/cronaca-nord/furti-di-autovettura-a-verolanuova-arrestato-59enne-residente-a-paderno/ https://vivicentro.it/regioni/nord/cronaca-nord/furti-di-autovettura-a-verolanuova-arrestato-59enne-residente-a-paderno/#respond Mon, 03 Aug 2020 05:18:45 +0000 https://vivicentro.it/?p=407684 I Carabinieri di Verolanuova, a seguito di attività investigativa per numerosi furti di autovettura (14), hanno arrestato un 59nne residente a Paderno Paderno Dugnano (MI) Furti di autovettura a Verolanuova: Arrestato 59enne residente a Paderno I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Verolanuova, a seguito di attività investigativa relativa a numerosi furti […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Furti di autovettura a Verolanuova: Arrestato 59enne residente a Paderno

]]>

I Carabinieri di Verolanuova, a seguito di attività investigativa per numerosi furti di autovettura (14), hanno arrestato un 59nne residente a Paderno Paderno Dugnano (MI)

Furti di autovettura a Verolanuova: Arrestato 59enne residente a Paderno

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Verolanuova, a seguito di attività investigativa relativa a numerosi furti di autovettura avvenuti nella provincia di Brescia, hanno eseguito una misura di custodia cautelare in carcere a carico di un 59nne originario della provincia di Foggia ma residente a Paderno Dugnano (MI).

I militari sono riusciti a ricostruire quattordici furti avvenuti sulla pubblica via di numerosi comuni della provincia di Brescia ad opera del 59nne pregiudicato e di un suo complice in corso di identificazione.

I Carabinieri hanno quindi richiesto al PM una misura cautelare a carico dell’uomo. Il GIP, concordando con la tesi investigativa, ha emesso un Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere che i militari hanno eseguito, unitamente ai colleghi della Tenenza di Paderno Dugnano (MI), nei confronti dell’indagato rintracciato presso la sua abitazione.

Cristina Adriana Botis

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Furti di autovettura a Verolanuova: Arrestato 59enne residente a Paderno

]]>
https://vivicentro.it/regioni/nord/cronaca-nord/furti-di-autovettura-a-verolanuova-arrestato-59enne-residente-a-paderno/feed/ 0
Il Sindaco di Sant’Antonio Abate esprime solidarietà al Carabiniere aggredito a Castellammare https://vivicentro.it/regioni/sud/politica-sud/il-sindaco-di-sant-antonio-abate-esprime-solidarieta-al-carabiniere-aggredito-a-castellammare/ https://vivicentro.it/regioni/sud/politica-sud/il-sindaco-di-sant-antonio-abate-esprime-solidarieta-al-carabiniere-aggredito-a-castellammare/#respond Sun, 02 Aug 2020 18:33:02 +0000 https://vivicentro.it/?p=407682 Il Sindaco di Sant’Antonio Abate esprime solidarietà al Carabiniere aggredito a Castellammare: “Non è possibile che ciò avvenga in una realtà che brulica di cultura e di bellissimi panorami “ Sant’Antonio Abate – “La nostra Amministrazione Comunale esprime la propria sentita vicinanza al Carabiniere ferito l’altra notte a Castellammare di Stabia“. Queste le parole della […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Il Sindaco di Sant’Antonio Abate esprime solidarietà al Carabiniere aggredito a Castellammare

]]>
Il Sindaco di Sant’Antonio Abate esprime solidarietà al Carabiniere aggredito a Castellammare: “Non è possibile che ciò avvenga in una realtà che brulica di cultura e di bellissimi panorami “

Sant’Antonio Abate “La nostra Amministrazione Comunale esprime la propria sentita vicinanza al Carabiniere ferito l’altra notte a Castellammare di Stabia. Queste le parole della prima cittadina abatese, Ilaria Abagnale, con le quali ha commentato la brutale aggressione subita da un Carabiniere fuori servizio nei pressi della Villa Comunale della Città delle Acque

“Una scelta, quella del giovane 36enne in borghese, che gli è quasi costata la vita. Passeggiando con la propria famiglia fra le strade della popolata cittadina, si è ritrovato ad assistere ad una rissa fra diversa componente giovanile, dalla quale ha deciso di non prendere le distanze, nonostante non fosse in uniforme.continua il Sindaco abatese.

“Non riusciamo minimamente a credere che un uomo che stia svolgendo il proprio lavoro, nonostante libero dal servizio, venga lasciato ansimante sull’asfalto, davanti agli occhi dei suoi familiari. Non è possibile che ciò avvenga in una realtà che cerca ogni giorno di raggiungere l’avanguardia, che brulica di cultura e di bellissimi panorami apprezzati da visitatori provenienti da ogni dove, che ne preservano il ricordo positivo.

Il mancato rispetto verso una Forza dell’Ordine è inammissibile. La nostra vicinanza va anche alla sua famiglia ed a tutte le persone che come il militare rischiano la propria vita sul posto di lavoro, assumendosi i rischi della volontà di mantenere protetto e sicuro l’intero perimetro affidato.
Mi auguro che gli aggressori subiscano una pena più che severa e che questo possa essere l’ultimo evento di questo genere che saremo costretti ad assistere” conclude Abagnale.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Il Sindaco di Sant’Antonio Abate esprime solidarietà al Carabiniere aggredito a Castellammare

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/politica-sud/il-sindaco-di-sant-antonio-abate-esprime-solidarieta-al-carabiniere-aggredito-a-castellammare/feed/ 0
Napoli, allarme bomba nella Stazione Centrale: intervengono artificieri e unità cinofile https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/napoli-allarme-bomba-nella-stazione-centrale-intervengono-artificieri-e-unita-cinofile/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/napoli-allarme-bomba-nella-stazione-centrale-intervengono-artificieri-e-unita-cinofile/#respond Sun, 02 Aug 2020 17:51:11 +0000 https://vivicentro.it/?p=407679 Napoli, allarme bomba nella Stazione Centrale di Piazza Garibaldi: trovato pacco sospetto in uno dei bagni della linea 1 della Metropolitana intervengono artificieri e unità cinofile Allarme bomba a Napoli in piazza Garibaldi: un pacco sospetto è stato ritrovato nei bagni della stazione della Linea 1 della Metropolitana. Gli agenti del Compartimento di Polizia Ferroviaria […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Napoli, allarme bomba nella Stazione Centrale: intervengono artificieri e unità cinofile

]]>
Napoli, allarme bomba nella Stazione Centrale di Piazza Garibaldi: trovato pacco sospetto in uno dei bagni della linea 1 della Metropolitana intervengono artificieri e unità cinofile

Allarme bomba a Napoli in piazza Garibaldi: un pacco sospetto è stato ritrovato nei bagni della stazione della Linea 1 della Metropolitana.

Gli agenti del Compartimento di Polizia Ferroviaria per la Campania in servizio di pattuglia all’interno dello scalo ferroviario partenopeo assieme alle guardie giurate della Security Service hanno notato un bagaglio abbandonato sotto pilastro situato nei bagni della linea 1 al centro galleria della Stazione di Napoli Centrale.

Allertato immediatamente il Centro Operativo Compartimentale, è scattato l’allarme bomba ed è stato attivato il protocollo di rito. Sul posto è intervenuto personale dei Carabinieri del Gruppo Cinofili Antiesplosivi e nel frattempo hanno provveduto a mettere in sicurezza l’area assieme alle guardie Particolari giurate dell istituto di vigilanza privata Security Service circoscrivendo la zona e impedendo il transito ai numerosissimi passeggeri che da stamattina affollavano lo scalo ferroviario.
Le operazioni si sono da poco concluse. Fortunatamente si trattava di un falso allarme.

A riportare l’episodio è stato Presidente nazionale Associazione guardie Particolari giurate Giuseppe Alviti che ha elogiato gli uomini della vigilanza privata Security Service dimostrando ancora una volta quanto sia importante per il dm 154/09 l l’ausilio di polizia sussidiaria e complementare garantita dalle guardie giurate.

 

 

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Napoli, allarme bomba nella Stazione Centrale: intervengono artificieri e unità cinofile

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/napoli-allarme-bomba-nella-stazione-centrale-intervengono-artificieri-e-unita-cinofile/feed/ 0
Castellammare, il Comune si costituirà parte civile contro gli autori dell’aggressione al Carabiniere https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/castellammare-il-comune-si-costituira-parte-civile-contro-gli-autori-dellaggressione-al-carabiniere/ https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/castellammare-il-comune-si-costituira-parte-civile-contro-gli-autori-dellaggressione-al-carabiniere/#respond Sun, 02 Aug 2020 17:13:52 +0000 https://vivicentro.it/?p=407677 Castellammare, il Comune si costituirà parte civile contro gli autori dell’aggressione al Carabiniere. Cimmino: “Non la daremo mai vinta a chi crede nel caos” Il Sindaco di Castellammare di Stabia, Gaetano Cimmino ha annunciato che il Comune si costituirà parte civile contro gli autori dell’aggressione al Carabiniere intervenuto per sedare una rissa scoppiata nei pressi […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Castellammare, il Comune si costituirà parte civile contro gli autori dell’aggressione al Carabiniere

]]>
Castellammare, il Comune si costituirà parte civile contro gli autori dell’aggressione al Carabiniere. Cimmino: “Non la daremo mai vinta a chi crede nel caos”

Il Sindaco di Castellammare di Stabia, Gaetano Cimmino ha annunciato che il Comune si costituirà parte civile contro gli autori dell’aggressione al Carabiniere intervenuto per sedare una rissa scoppiata nei pressi della Villa Comunale:

“Il nome della nostra città è tornato purtroppo alla ribalta delle cronache nazionali a causa di fatti gravissimi compiuti da criminali.
E ancora una volta, grazie all’assiduo e costante lavoro delle forze dell’ordine, queste ultime sono riuscite già ad assicurare alla giustizia queste bestie. Tutto ciò testimonia che lo Stato c’è e ci sarà, e non la daremo mai vinta a chi crede solo nel caos e nell’Antistato.” promette Cimmino.

Da criminali devono essere processati e devono pagare con certezza della pena senza attenuanti per quello che hanno fatto. Senza sconti. Un carabiniere è ferito in questa pazzia e tutti gli stabiesi perbene ieri ed oggi hanno dovuto leggere il nome della propria città per fatti di sangue sui media nazionali.

Queste bestie hanno quasi ammazzato un militare, messo a soqquadro una città, sparso fango su Castellammare. Ci costituiremo parte civile contro di loro. Contro coloro che credono di poter fare ciò che vogliono nelle nostre strade.

Follia e nessuna educazione, né cultura né senso delle istituzioni. Questo si vede in quelle immagini tremende. Ma io continuo da sindaco a vedere la parte buona di quei cittadini che credono nei valori della città ed in tutti coloro che non si voltano e non si volteranno mai dall’altra parte.

Sulla candidatura a Capitale della Cultura – continua il primo cittadino stabiese – non faremo un solo passo indietro, lo dobbiamo proprio a tutti i cittadini perbene di Castellammare di Stabia che credono nella loro città e noi con loro. Spostiamo in avanti di qualche giorno la presentazione al pubblico del dossier, per rispetto e solidarietà al carabiniere aggredito e all’Arma dei Carabinieri tutta.

 

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Castellammare, il Comune si costituirà parte civile contro gli autori dell’aggressione al Carabiniere

]]>
https://vivicentro.it/regioni/sud/cronaca-sud/castellammare-il-comune-si-costituira-parte-civile-contro-gli-autori-dellaggressione-al-carabiniere/feed/ 0
Movida senza autorizzazioni e distanziamento sociale https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/movida-senza-autorizzazioni-e-distanziamento-sociale/ https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/movida-senza-autorizzazioni-e-distanziamento-sociale/#respond Sun, 02 Aug 2020 16:27:51 +0000 https://vivicentro.it/?p=407673 La Questura di Agrigento ha multato e segnalato alla PdR e Prefettura un organizzatore di movida. Circa 400 senza dispositivi di protezione. Nell’ambito di servizi di Polizia amministrativa predisposti su impulso del Prefetto di Agrigento Dr.ssa Rita COCCIUFA e del Questore di Agrigento Dr.ssa Maria Rosa IRACI, personale di questa Squadra Amministrativa in data 26 […]

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Movida senza autorizzazioni e distanziamento sociale

]]>

La Questura di Agrigento ha multato e segnalato alla PdR e Prefettura un organizzatore di movida. Circa 400 senza dispositivi di protezione.

Nell’ambito di servizi di Polizia amministrativa predisposti su impulso del Prefetto di Agrigento Dr.ssa Rita COCCIUFA e del Questore di Agrigento Dr.ssa Maria Rosa IRACI, personale di questa Squadra Amministrativa in data 26 Luglio u.s. effettuava controllo ispettivo ex art. 13 Legge 24.11.1981 n. 689, presso noto locale della “Movida Agrigentina”, sito in località San Leone.

In quella sede, accertava che il titolare dell’esercizio pubblico aveva organizzato e consentito in quella circostanza, lo svolgimento di pubblico spettacolo, in particolare trattenimento musicale/danzante in assenza della prescritta licenza di polizia, in assenza di autorizzazione comunale per la tutela dell’inquinamento acustico ed in violazione dei limiti orari stabiliti dalla vigente Ordinanza Comunale per i trattenimenti musicali in ambienti all’aperto.

Per tali illeciti amministrativi venivano contestate relative sanzioni amministrative per un importo di qualche migliaio di euro.

Nel medesimo contesto, si appurava che l’esercizio era sprovvisto del certificato di agibilità da parte della competente Commissione Tecnica attestante la solidità e la sicurezza della struttura; per i motivi suesposti, il responsabile del locale veniva deferito alla Procura della Repubblica do il Tribunale di Agrigento, per la violazione prevista e punita dall’art. 681 C.P. in relazione all’art. 80 del T.U. delle Leggi di P.S..

Avendo poi constatato la presenza di centinaia di avventori (circa 400), all’interno di detto esercizio, privi di dispositivi di protezione individuale e non rispettosi del distanziamento sociale previsto dalle norme per il contenimento del contagio da Covid-19 (D.L. n. 33/2020 art. 1, co. 14, art. 2, co. 1 e 2, in relazione al D.P.C.M. del 17.05.2020 e relative linee giuda), al titolare veniva contestato tale illecito amministrativo, in conseguenza del quale, il Prefetto di Agrigento ha disposto, in applicazione di sanzione accessoria all’illecito sopradescritto, la chiusura del pubblico esercizio per la durata di giorni cinque, con provvedimento notificato ed eseguito nella serata di ieri.

L’attività di controllo in tale direzione proseguirà nella località balneare senza soluzione di continuità, soprattutto nei fine settimana in cui si registra una massiccia presenza di giovani.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Movida senza autorizzazioni e distanziamento sociale

]]>
https://vivicentro.it/regioni/isole/cronaca-isole/movida-senza-autorizzazioni-e-distanziamento-sociale/feed/ 0