Incontro al Viminale per portare avanti laccorgo con la Turchia
Incontro al Viminale per portare avanti laccorgo con la Turchia

Incontro al Viminale per portare avanti l’accordo con la Turchia

Il ministro Lamorgese ha incontrato il ministro dell’interno turco per la prosecuzione dell’accordo di cooperazione siglato nel 2012

Contrastare tutte le attività illecite che coinvolgono in qualche modo i due paesi; ecco l’obiettivo dell’incontro tra i due ministri tenutosi al Viminale

Onorare i patti

 I crimini internazionali sono ancora tanto (troppo) frequenti, così è opportuno trovare sempre validi strumenti di opposizione per favorire la collaborazione tra i paesi; a tal proposito si è tenuto presso il Viminale l’incontro tra il ministro dell’interno Luciana Lamorgese e il ministro dell’interno turco Suleyman Soylu per proseguire con la cooperazione prevista dall’accordo stipulato nel 2012 tra i due paesi.

I fatti

 L’incontro ha permesso ad entrambe le parti di analizzare la situazione in merito alle varie attività criminali commesse su scala internazionale e sulle misure da adottare per tenere sotto controllo tali attività, ancora oggi troppo frequenti; sotto la lente d’ingrandimento sono finiti i flussi migratori illegali, i traffici internazionali di cose e persone e i molteplici casi di terrorismo.

L’attività di prevenzione, in questo caso, risulterà fondamentale per stroncare sul nascere tutte le attività criminali che collegano i due paesi.

I flussi migratori irregolari verso l’Italia si sono intensificati notevolmente, quindi sarà fondamentale portare avanti la collaborazione ed impegnare le risorse investigative per gestire al meglio l’immigrazione clandestina; le risorse verranno, naturalmente, impiegate anche per scovare i responsabili delle reti di attività illegali che spostano tra persone, armi e stupefacenti tra i due paesi.

La criminalità è vista, nella maggior parte dei casi, come un qualcosa che divide, che separa gli uomini di legge dai cittadini, seminando sfiducia e paura tra la gente; la cooperazione internazionale tra i paesi può essere un importante strumento anche per riportare fiducia nel sistema e nella legge, di modo da diffondere nuovamente unione e voglia di aiutare il prossimo, un aspetto che nella società odierna scarseggia e non poco.

Incontro al Viminale per portare avanti l’accorgo con la Turchia/Antonio Cascone/redazione

 

Ascolta la WebRadio