Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Un cartello gestiva il traffico di migranti. Diciannove fermi indiziati

La Polizia di Stato ha eseguito il provvedimento nei confronti del cartello di indagati

La Polizia di Stato ha eseguito il provvedimento nei confronti del cartello di indagati a Bari, Milano, Torino e Ventimiglia.

Un pericoloso cartello di ‘facilitatori’ del traffico internazionale di migranti collegato con gruppi criminali in Turchia e Grecia è stato smantellato con l’operazione “Mondi connessi” dalla Polizia che ha eseguito il fermo di 19 indagati emesso dalla Procura distrettuale di Catania.

Il provvedimento, che ipotizza il reato di associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, è stato eseguito a Bari, Milano, Torino e Ventimiglia (Imperia) dalle Squadre Mobili di di Siracusa, Bari, Imperia, Torino e Milano e del servizio centrale operativo, su delega della Procura distrettuale Antimafia di Catania.

La complessa indagine ha fatto luce su quello che è indicato dagli investigatori come “un necessario anello di congiunzione” in Italia con “gruppi criminali attivi in Grecia e Turchia, che agevolavano i migranti nel percorso verso la meta privilegiata, Francia e Nord Europa, attraverso la ‘rotta orientale’ che passa per Afghanistan, Pakistan, Iran, Turchia, Grecia e Italia”.

Particolari sull’operazione “Mondi connessi” saranno resi noti durante una conferenza stampa che si terrà nel capoluogo etneo alle 10.30. L’incontro sarà nella sede del Reparto Mobile della polizia di Stato alla presenza del Direttore Centrale Anticrimine, il prefetto Francesco Messina, e del Procuratore di Catania, Carmelo Zuccaro.

Adduso Sebastiano