50enne telefona al 112 non potendo comprarsi da mangiare
50enne telefona al 112 non potendo comprarsi da mangiare

Telefona al 112 per acquistare da mangiare non potendo fruire della rata del RdC

50enne telefona al 112 non potendo comprarsi da mangiare. Gli agenti della Polizia di Stato di Agrigento hanno fatto una colletta

La Polizia di Stato di Agrigento è intervenuta dopo una richiesta di aiuto che è arrivata al centralino del numero unico di emergenza “112”.

Anche questa volta il personale dell’U.P.G.S.P. – la Questura di Agrigento ha risposto alle necessità di un cittadino indigente che, trovatosi in gravi ristrettezze economiche, ha pensato di rivolgere la sua richiesta di aiuto alla Polizia di Stato, certo di non essere abbandonato nelle sue necessità.

L’uomo, un cinquantenne che vive da solo e non ha parenti nel capoluogo agrigentino, fruitore del reddito di cittadinanza, per sopraggiunti problemi di natura tecnica non ha percepito la rata mensile del predetto cespite (unica fonte di sostentamento).

Telefona al 112 per acquistare da mangiare non potendo fruire della rata del RdC

La mancata corresponsione dell’emolumento, per l’uomo che versava in precarie condizioni finanziarie, di fatto non gli ha consentito di soddisfare le basilari esigenze quotidiane quali l’acquisto di beni di prima necessità e generi alimentari.

Appresa la situazione difficoltosa del cittadino, gli operatori unitamente al Dirigente dell’ufficio si sono adoperati, con donazioni spontanee, a fare una colletta in ufficio ed a fornire all’interessato, generi alimentari e quanto necessario per la cura della persona, segno di tangibile solidarietà.

Un caso analogo in cui era intervenuta la Polizia di Agrigento “16 Agosto 2020 Anziano solo, senza viveri, aiutato dalla Polizia di Stato di Agrigento”.

Adduso Sebastiano

(le altre informazioni regionali le trovi anche su Vivicentro – Redazione Sicilia)