Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Su Instagram adesca una minore e la violenta

induceva a produrre del materiale pornografico

La minore è stata contattata da un 25enne tramite un falso account su Instagram. Arrestato dalla Polizia di Stato di Termini Imerese (PA).

Utilizzava un falso profilo Instagram per adescare ragazze minorenni e le induceva a produrre del materiale pornografico. Era anche riuscito a convincere una delle sue vittime a incontrarlo, abusando poi di lei.

Il Commissariato di Termini Imerese in provincia di Palermo, ha arrestato un venticinquenne di Villabate sempre nel palermitano, per violenza sessuale aggravata su minore e produzione di materiale pedopornografico.

L’inchiesta è stata coordinata dalla Procura di Palermo e ha consentito di risalire al giovane che aveva un falso profilo su Instagram utilizzato per adescare ragazzine e indurle a produrre materiale porno.

Una di queste è stata convinta dall’arrestato, che le aveva fatto credere di avere competenze mediche, ad avere un incontro con lui. Il 25enne in quell’occasione ha abusato della vittima.

Il racconto della minorenne e l’analisi dei cellulari e dei pc sequestrati sono stati fondamentali per risalire all’uomo che ora è ai domiciliari.

Instagram è un social network che permette agli utenti di scattare foto, applicarvi filtri, e condividerle in Rete. Nel 2012 l’azienda è stata comprata per un miliardo di dollari da Facebook Inc un’impresa statunitense che controlla il servizio di rete sociale Facebook, fondata nel 2004 da Mark Zuckerberg.

Adduso Sebastiano